Acido folico: integratori di acido folico

A cosa serve l'assunzione di acido folico? L'acido folico, spesso assunto attraverso l'utilizzo di integratori alimentari specifici è una buona scelta per il benessere del corpo e del feto durante una gravidanza.

Acido folico, proprietà e controindicazioni? Acido folico non solo in gravidanza, tutte le persone, compresi i bambini, hanno bisogno di acido folico nel loro organismo, al fine di creare globuli rossi sani che evitino disturbi come l'anemia, e l'acido folico, come tutti i folati, viene chiamato così per la sua derivazione latina dalla parola folium, che significa foglia. Le fonti primarie di acido folico sono infatti verdure e foglie di diverse varietà, dai cereali al pane a differenti tipi di verdura.

Acido folico: integratori di acido folico

Acido folico (integratori)


Acido folico a cosa serve:

L'acido folico è anche noto come vitamina BC, folacina e vitamina B9, e se presente da solo, non è attivo biologicamente, motivo per cui è spesso combinato ai tetraidrofolati che lo convertono in acido didrofolico, molto importante per il fegato. Numerose funzioni del corpo si basano sull'attività dell'acido folico e dei folati, che sono ingredienti necessari per la sintesi, il ripristino e la metilazione del DNA. L'acido folico è molto importante per le funzioni che ha nelle cellule, in particolare per la divisione e la crescita cellulare, e per questo motivo integratori di acido folico sono frequentemente usati durante la gravidanza e in altri momenti.

Carenza di acido folico:

Un deficit di folati nel nostro organismo è il più delle volte dovuto a una carenza di acido folico nella dieta, il che significa che non vengono assunte abbastanza verdure, abbastanza cereali e pane. Tale carenza può causare numerosi problemi di salute, compresi difetti nello sviluppo di embrioni non ancora nati, e molto spesso la riparazione e la sintesi del DNA vengono ostacolati, portando al possibile sviluppo di cellule cancerose.

Benefici e proprietà terapeutiche dell'acido folico:

L'acido folico è da anni accreditato per la sua efficacia nella prevenzione di deformità fisiche a causa di malattie e per la sua funzione nello sviluppo regolare del feto.

Inoltre, l'acido folico può essere utilizzato con successo nel trattamento di :

Numerosi studi dimostrano che l'aggiunta di micro elementi nutritivi come l'acido folico nelle forniture di cibo ai paesi stranieri sottosviluppati può essere più efficace e dare più benefici di qualsiasi altro tipo di assistenza che tenta di migliorare la salute della popolazione mondiale.

Ciò avviene perché le proprietà dell'acido folico agiscono su quelle che sono le fondamenta della salute del nostro organismo, ovvero lo sviluppo cellulare e la sintesi del DNA, quindi aumentandone l'assunzione non può che migliorare lo stato fisico.

L'acido folico e la fonti alimentari:

La domanda che sorge ora spontanea è: quali sono le fonti alimentari dove possiamo trovare l'acido folico in quantità maggiori, in modo da usufruirne al meglio? Determinati prodotti alimentari tendono a contenere più elevate quantità di acido folico rispetto ad altri, e questi alimenti includono i tuorli d'uovo, il lievito di birra, i legumi (lenticchie, fagioli e piselli), il pane, i semi di girasole e le verdure a foglia (asparagi, spinaci, cime di rapa, ecc.). Altri alimenti invece contengono quantità più moderate di acido folico e sono ad esempio il melone, l'ananas, le arance, le banane e alcuni tipi di bacche, ma anche verdure come i broccoli, i cavoletti di Bruxelles, le barbabietole, il mais e i pomodori.

L'acido folico aiuta a rimanere incinta:

Tra le altre proprietà dell'acido folico, una delle più riconosciute è quella che riguarda la fertilità, sia negli uomini che nelle donne, e lo sviluppo del feto concepito. Si raccomanda alla donne in gravidanza di consumare un supplemento ulteriore di O,4 mg di acido folico al giorno, che possono essere assunti in forma di pillola, per migliorare e rendere sicuro e regolare lo sviluppo del feto.

Integratori di acido folico:

Se suddividiamo in percentuali, circa il 53 per cento delle persone assume integratori alimentari e circa il 35 per cento consuma integratori che contengono acido folico, consci dei benefici che esso comporta. Generalmente, gli uomini tendono a consumare più integratori delle donne e i caucasici tendono ad assumerne più degli ispanici e degli afroamericani. Queste percentuali hanno portato numerose aziende produttrici di integratori di acido folico ad incrementare la promozione di integratori anche verso quelle fasce di popolazione che ne assumono di meno, come le donne. Le donne infatti sono coloro che ne trarrebbero maggiori benefici, soprattutto per gli effetti ottimali che l'acido folico porta agli embrioni, che grazie ad esso non rischiano di sviluppare malformazioni.

Dosaggio di acido folico:

La dose raccomandata di acido folico dipende strettamente dai motivi per i quali assumete questo integratore, quindi ad esempio le donne incinte che lo prendono per evitare difetti di nascita dovranno assumerne circa 400 microgrammi. Per le persone invece che hanno solo una carenza di acido folico nella loro dieta si consigliano 250 microgrammi, ma è comunque sempre meglio leggere per bene le etichette del prodotto e consultare un medico.

Effetti collaterali e controindicazioni dell'acido folico:

Gli effetti collaterali dell'acido folico sono molto rari e sembrano verificarsi soprattutto in chi ne assume più di 400 microgrammi. Quando le persone infatti superano questo dosaggio possono andare incontro a sintomi come crampi addominali, confusione, diarrea, flatulenze, eruzioni cutanee, problemi nel sonno, nausea e disturbi allo stomaco.

L'assunzione di acido folico è molto importante per la satule e durante una gravidanza.

Gravidanza on line

Lascia il tuo commento: