Acido retinoico: tretinoina

L’acido retinoico o tretinoina o anche detta retin-A non è altro che la versione acida della vitamina A o retinolo.

L’acido retinoico a cosa serve? Prodotti a base di questo acido hanno ricevuto diversi riconoscimenti per quanto riguarda l’inversione degli effetti di invecchiamento della pelle, nella riduzione di rughe e nell’eliminazione di macchie scure. L’acido riduce l’olio della pelle presente nelle ghiandole sebacee e nei follicoli piliferi. Oltre ciò aumento lo spessore dell’epidermide e stimola la deposizione di nuovo collagene.

Acido retinoico: tretinoina

Acido retinoico

Acido retinoico

L’acido retinoico è un nutriente di cui il nostro corpo ha bisogno per funzionare correttamente. Alcuni esperti affermano che la sua importanza sia dovuta al forte legame con il sangue ed il midollo osseo e per di più questa sostanza è essenziale per la riparazione ed il ringiovanimento della pelle, proprio per questo motivo è comunemente utilizzato in molti prodotti ad uso esterno per il trattamento della pelle e per la cura dei problemi legati ad essa quali ad esempio l’acne o la psoriasi ed inoltre è un ingrediente comune in moltissime creme anti-invecchiamento; per finire nell’elencazione delle sue buone qualità, il suo uso è consigliato anche per la guarigione di ferite.

Una forma ossidata di vitamina A che spesso è comunemente conosciuta come retin-A è in altre parole semplicemente un altro modo di chiamare l’acido retinoico. La tretinoina, l’isotretinoina e l’adapalene sono tutti acidi retinoici che sono spesso vengono prescritti come trattamenti dell’acne. Essi sono usati per la cura della pelle ed in particolare per la cura di punti neri, acne non infiammatoria ed acne nodulare. L’azione è dovuta ad un potente agente esfoliante che elimina l’acne riducendo le dimensioni della ghiandola sebacea ed allo stesso tempo aprendo i pori chiusi della pelle e quindi prevenendo questi inestetismi ricorrenti. L’utilizzo di acido retinoico sulla pelle è ottimo anche per combattere problemi quali l’acne rosacea anche detta semplicemente rosacea, caratterizzata dal rossore del viso, da arrossamenti e macchie che non favoriscono di certo l’aspetto estetico della pelle. L’acido retinoico applicato sulla pelle ha dimostrato l’efficacia della sua benefica azione nel trattamento di problemi di questa natura. L’acido retinoico è diventano uno dei prodotti più utilizzati nell’azione di miglioramento della pelle. Il retinolo, di per se è debole per quanto riguarda il rinnovamento cutaneo, ma ha un forte potere sulla ripartizione delle cellule, sulla produzione di collagene ed elastina della pelle, tutti processi che peggiorano con l’avanzare dell’età in tutti i soggetti.

Un’applicazione quotidiana di una crema con solo lo 0,05% di acido retinoico è in grado di fornire risultati davvero sorprendenti se utilizzato durante un arco di 6 mesi. Altro problema relativo alla pelle e che è possibile trattare con l’acido retinoico riguarda la psoriasi che è in altre parole una malattia cutanea metabolica caratterizzata da una rapida ed anomala crescita delle cellule che rendono la pelle squamosa. L’assunzione di retinoidi per via orale, è consigliata per il trattamento di questo problema sin dal 1970, quando furono avviate le prime cure con queste sostanza, ed ancora oggi il trattamento risulta essere valido data la sua efficacia. In particolare per la cura della psoriasi si sfruttano le qualità di acidi retinoici quali: acitretina, isotretinoina ed etretinato; tra questi l’acitretina è il più potente acido che spesso riesce ad agire quando altri farmaci non risultano efficaci per il trattamento della psoriasi ed in particolare della psoriasi eritrodermica, pustolosa e la psoriasi a placche.

Acido retinoico contro le rughe e gli inestetismi cutanei

L’acido retinoico è ideale per combattere diversi segni di invecchiamento della pelle come le rughe, l’iper-pigmentazione ed inoltre è in grado di tonificare la pelle ruvida ed irregolare dovuta ad un’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti (raggi UVA e UVB) del sole, danno noto anche come “foto-danno”. In generale l’azione delle creme con acido retinoico consiste nella rimozioni delle cellule morte e nella sostituzione della pelle danneggiata con una pelle che risulta più liscia ed uniforme; l’acido favorisce inoltre la sintesi del collagene e contribuisce dunque nel rendere la pelle più soda e con meno rughe, redistribuendo allo stesso tempo il pigmento della melanina.

L’utilizzo dei retinoidi topici è diventato maggiore anche sotto un punto di vista clinico, dal momento che spesso l’acido retinoico è utilizzato per aiutare la guarigione di ferite chirurgiche: la tretinoina accelera notevolmente il processo di guarigione della pelle segnata da ferite o danneggiata in generale ciò è dovuto al fatto che l’acido aiuta nella produzione di nuove cellule cutanee ed inoltre di collagene e quindi nella riparazione in generale della pelle.

Anche se gli effetti collaterali conseguenti all’uso di queste creme sono davvero minimi, ciò non vuol dire che debbano essere dimenticati del tutto così come spesso avviene. I possibili effetti collaterali conseguenti all’uso di acido retinoico comprendono una lieve irritazione della pelle che può raggiungere livelli di irritazione più alti, desquamazione temporanea, rossore, comparsa di vesciche oppure un aumento permanente della sensibilità della pelle. I farmaci a base di acidi retinoici non possono pertanto essere assunti da chiunque, ad esempio sono da escludere i soggetti che assumono farmaci fotosensibilizzanti come tiazidici, tetracicline, fluorochinoloni, fenotiazine e sulfamidici. L’irritazione della pelle è uno dei più rilevanti inconvenienti legati all’acido retinoico; essa può raggiungere livelli gravi a meno che venga trattata adeguatamente con cortisone o corticosteroidi.
Negli ultimi anni il mercato ha iniziato ad offrire prodotti a base di acidi retinoici sempre migliori rispetto all’originale retin-A. Tali miglioramenti sono dovuti alla presenza di elementi quali il retinolo che è in altre parole derivato dalla vitamina A: si tratta in particolare di molecole come palmitato retinile e propionato retinile. Entrambe le molecole agiscono sulla pelle allo stesso modo, anche se le aziende cosmetiche spesso vendono prodotti a base dell’una e l’altra molecola come se fossero prodotti con effetti completamente diversi tra di loro. Il retinolo viene aggiunto a creme idratanti ed oli e serve come umidificante per la pelle, attirando l’acqua verso l’epidermide. Una piccola quantità di retinolo può anche essere convertito sulla pelle in acido retinoico, che in altre parole è l’agente biologicamente attivo per il rinnovamento della pelle. Dal momento che il sistema immunitario diminuisce con il tempo la sua forza, il retinolo incrementa la sua importanza poiché aiuta a riparare la pelle nelle persone con più di 45 anni, o in ogni caso nei casi in cui il sistema immunitario perde la sua normale azione nell’organismo. Il retinolo diminuisce la ripartizione eccessiva di collagene ed elastina della pelle. Tuttavia, per il retinolo sono stati definiti anche delle possibili conseguenze negative, poiché una quantità di retinolo eccessiva sulla pelle, potrebbe causare nelle persone più giovani, al di sotto dei 25 anni, problemi d’acne. Fortunatamente, oltre questi problemi, il retinolo non provoca altro genere di gravi danni sulle persone. L’uso di retinolo nelle creme per la pelle, è in generale sicuro, se usato con moderazione. Una crema per la pelle con lo 0,1% del retinolo contiene approssimativamente 500 unità di retinolo per grammo. Per darvi un’idea: utilizzando 2 grammi di crema al giorno, il corpo assume 1.000 unità di vitamina A. la dose ideale di retinolo da assumere giornalmente non deve superare le 10.000 unità.

Creme e prodotti a base di acido retinoico (tretinoina)

L’acido retinoico è venduto nelle farmacie sotto prescrizione medica. L’uso topico di quest’acido non è infatti da sottovalutare, basta una minima variazione nella concentrazione acida a provocare danni o irritazioni alla pelle. La forza tipica di creme con tretinoina varia tra lo 0,025 e l’1%, ma alcuni studi hanno affermato che non è necessaria una percentuale superiore a quella dello 0,025% dal momento che livelli di acido più alti portano esattamente agli stessi risultati, ma con una maggiore irritazione cutanea. Per pelli sensibili, pertanto è sconsigliato l’utilizzo di una crema con una concentrazione di tretinoina  eccessivamente alta. L’uso topico di questa tipologia di creme migliorano l’aspetto della pelle sino ad un massimo di un anno. Per concludere sono sufficienti piccole quantità di creme o prodotti topici a base di acidi retinoici è ciò è dovuto alla sua forte efficacia.

L'acido retinoico viene utilizzato per prodotti utili contro acne e macchie.

Prodotti bellezza estetica donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo acido retinoico: tretinoina

Confermo i risultati con l'acido retinoico

confermo i risultati del retin-A, perchè faccio dei cicli ogni anno, ed è davvero sorprendente ciò che vedo sulla mia pelle. Sono davvero soddisfatta, considerando una minima spesa.

La tretinoina

è vero io uso la crema airol (a base di tretinoina) ed è fantastica. la uso da poco, ma già vedo la pelle più bella e liscia, non vedo l'ora di vedere il risultato finale.

Lascia il tuo commento: