Acqua marina contro la cellulite

La cellulite trova una delle sue antagoniste nell'acqua marina ricca di sali minerali che aiuta a combatterla tramite il processo per osmosi, si tratta di un processo chimico che coinvolge due soluzioni liquide che contengono una sostanza disciolta ed è un processo che spiegato in modo semplice consiste nel controllare che se la concentrazione di sostanza disciolta è più elevata in una soluzione rispetto all'altra, quella più concentrata richiama acqua attraverso la membrana per raggiungere un equilibrio.

Acqua marina contro la cellulite

cellulite

La pelle funziona come una membrana che separa i liquidi che si sono accumulati nelle cosce dall'acqua di mare e l'acqua di mare, ricca appunto di sali minerali, richiama i liquidi ristagnanti nelle gambe favorendone il drenaggio.

Altro vantaggio dell'acqua marina è che è ricca di micro-organismi come le alghe che forniscono iodio, molto utili per velocizzare il metabolismo dei grassi.

Esiste un trattamento per la pelle a buccia d’arancia conosciuto come talassoterapia, che sfrutta l’acqua marina contro la cellulite grazie al suo speciale effetto che aiuta a disintossicare e nutrire i tessuti della pelle, rilassando il corpo e beneficiando l’organismo sotto diversi punti di vista.

La talassoterapia è infatti utile per chi vuole curare questo tipo di inestetismo, in quanto aumenta la circolazione del sangue e migliora la salute compromessa dallo stress, dalle cattive abitudini alimentari e dalla sedentarietà della vita di molte persone, che si traducono facilmente in un sovraccarico di tossine difficilmente rimovibili da parte dell’organismo.

Dato che la composizione chimica dell’acqua è molto simile a quella del sangue umano, le immersioni in acqua marina saranno utili contro la cellulite grazie al fatto che la talassoterapia da alla pelle numerose sostanze facilmente assorbibili ed utili per la salute, come magnesio, potassio e calcio. Questi minerali aiutano infatti a tonificare la pelle ed idratarla come si deve.

I benefici dell’acqua marina contro la cellulite

Al giorno d’oggi sono sempre più comuni i trattamenti di talassoterapia per ridurre i segni del tempo sul corpo, soluzione che ha riscontrato moltissimo successo soprattutto per ridurre la pelle a buccia d’arancia e per beneficiare i tessuti cutanei in generale.

In particolare, la talassoterapia si occupa di:

  • Tonificare e rassodare i tessuti della pelle.
  • Aumentare il  metabolismo per ridurre la formazione di composti tossici.
  • Migliorare la funzione cardiovascolare.
  • Potenziare il sistema immunitario.
  • Migliorare la qualità e la serenità del sonno.
  • Alleviare da dolori muscolari, stress e altri problemi di natura fisica, ma anche psicologica.
  • Ridurre la dipendenza da nicotina.

I tipi di trattamento che utilizzano l’acqua marina contro la cellulite

Ci sono diverse forme di talassoterapia che hanno effetti e benefici a seconda di chi si sottopone al trattamento, ecco dunque che avete la possibilità di scegliere l’opzione che più vi si addice e che può incidere maggiormente sul risultato finale.

L’approccio più comunemente utilizzato coinvolge una combinazione di piante ed erbe, avvolgendo il corpo con dei panni, in maniera da aumentare la circolazione in profondità grazie al favoloso effetto di queste sostanze.

Un'altra opzione di trattamento con l’acqua marina contro la cellulite è quella di muoversi contro la corrente, in maniera da tonificare maggiormente il corpo a causa della pressione esercitata dal flusso d’acqua durante la talassoterapia.

Quanto costa la talassoterapia?

Sicuramente non è una delle opzioni più economiche per ridurre la cellulite, dato anche il fatto che bisogna recarsi negli appositi centri per sottoporsi al trattamento, ma a grandi linee la talassoterapia viene a costare tra 100 e 200 euro per seduta del trattamento.

Acqua marina contro la cellulite

Cellulite rimedi cure cellulite

Lascia il tuo commento: