Addome gonfio

L’addome gonfio è una condizione dell’organismo caratterizzata da una sensazione di gonfiore localizzata alla zona addominale.

Quali sono le cause dell'addome gonfio? Il gonfiore dell’addome, in alcuni casi, può essere una condizione temporanea e banale, ad esempio in seguito al consumo di un pasto abbondante, tuttavia, in altri casi, l’addome gonfio può essere un sintomo di una patologia alla base, di conseguenza è di fondamentale importanza saper distinguere le due diverse condizioni, in modo da rivolgersi, nel secondo caso, ad un medico.

Addome gonfio

Addome gonfio

Nella regione addominale si trovano diversi organi vitali, quali lo stomaco, l’intestino, il fegato, la milza ed il pancreas: questi organi fanno parte del sistema digerente o, comunque, svolgono una funzione importante nella digestione del cibo e nell’assimilazione dei nutrienti da parte delle cellule; le patologie che possono colpire questi organi sono diverse ed, in alcuni casi, un sintomo di queste patologie può essere proprio il gonfiore addominale.

L’addome gonfio può dipendere da un disordine dello stomaco, da un aumento di peso, dal consumo eccessivo di cibo, dalla sindrome premestruale, dalla deglutizione di aria, dal consumo di bevande gassate, dai gas intestinali prodotti nella digestione delle verdure e della frutta ricche di fibra e da numerose altre condizioni, di conseguenza è necessario individuare la reale causa del gonfiore addominale, in modo da intraprendere un trattamento adatto a questa condizione.

Le cause dell’addome gonfio

L’addome gonfio, vale a dire la condizione di gonfiore della zona addominale, può dipendere da numerose cause, delle quali alcune possono essere ricondotte a condizioni temporanee ed insignificanti, mentre altre dipendono da un problema di salute, di conseguenza è necessario rivolgersi al proprio medico per adottare una terapia medica.

Tra le diverse cause del gonfiore addominale, occorre ricordare:

  • l’intolleranza al lattosio, una sostanza contenuta nei latticini, che si manifesta con alcuni sintomi, quali il gonfiore addominale, la diarrea ed i gas; le persone che sono intolleranti al lattosio non possono consumare o, comunque, non possono consumare in grandi quantità determinati alimenti, vale a dire il latte, il formaggio, il burro, lo yogurt ed altri ancora
  • l’abuso nel consumo di cibo o il consumo di alimenti eccessivamente grassi o speziati, in quanto entrambe queste condizioni possono compromettere una corretta digestione, causando il mal di stomaco ed il gonfiore addominale
  • la sindrome premestruale, infatti alcune donne, durante i giorni che precedono il ciclo mestruale e, in alcuni casi, durante i primi giorni del ciclo mestruale, avvertono una sensazione di gonfiore nella zona inferiore dell’addome; in alcuni casi, questa condizione è assolutamente naturale, mentre, in altri casi, questa condizione può dipendere da determinati disturbi, di conseguenza si consiglia di rivolgersi a un medico, in modo da valutare se si tratti di una condizione patologica o meno
  • i disturbi della digestione, quali la diarrea e la stitichezza, in quanto gli insoliti movimenti dell’intestino possono favorire il gonfiore dell’addome

Le intolleranze e le allergie alimentari, il ciclo mestruale, le patologie dell’apparato digerente e altre condizioni sporadiche, come, ad esempio, le indigestioni, sono solamente alcune delle cause che possono portare alla sensazione di gonfiore addominale, perciò se l’addome gonfio persiste per alcuni giorni e non si riesce ad individuare la causa, è necessario rivolgerai al proprio medico per una diagnosi più sicura.

I sintomi dell’addome gonfio

L’addome gonfio, nella maggior parte dei casi, è accompagnato da altri sintomi, in quanto la condizione di gonfiore addominale dipende, quasi sempre, da disturbi o patologie di fondo, di conseguenza i sintomi associati all’addome gonfio corrispondo ai sintomi della patologia da cui dipende il gonfiore addominale stesso; è di fondamentale importanza riconoscere gli altri sintomi che accompagnano l’addome gonfio, in quanto, proprio grazie a questi sintomi, si possono individuare le cause del disturbo.
Se l’addome gonfio persiste per diversi giorni e se questa condizione è accompagnata da sintomi insoliti, occorre rivolgersi, il prima possibile, ad un medico, in quanto può essere necessario intraprendere con tempestività un trattamento, sia per fornire sollievo alla condizione di gonfiore addominale, sia per trattare il disturbo alla base da cui dipende l’addome gonfio stesso.
Uno dei sintomi che, in genere, accompagna la sensazione di gonfiore addominale, è il dolore localizzato all’addome, che può essere più o meno lieve, anche a seconda dell’entità del gonfiore; se il gonfiore è localizzato soprattutto nella zona della stomaco, vale a dire se la condizione di gonfiore addominale dipende da un disturbo dello stomaco, il dolore si presenta, nella maggior parte dei casi, sotto forma di crampi e possono insorgere altri sintomi, quali il malessere generale e la sudorazione eccessiva.
I sintomi associati all’addome gonfio, comunque, dipendono dalla causa del gonfiore stesso, perciò se la sensazione di gonfiore dipende dal consumo di un pasto abbondante, la sensazione di sazietà può accompagnare questa condizione.
Altri sintomi che possono accompagnare l’addome gonfio, soprattutto quando questa condizione dipende da un disturbo della digestione, sono la nausea e la diarrea.

La dieta e la giusta alimentazione sono la miglior cura per l'addome gonfio

L’addome gonfio non è una condizione grave, tuttavia, in alcuni casi, questa condizione può essere un sintomo di un disturbo o di una patologia anche grave, di conseguenza non bisogna ignorare o sottovalutare la sensazione di gonfiore dell’addome, al contrario è necessario indagare quali siano le cause dell’addome gonfio e valutare quale trattamento occorra intraprendere.
Il trattamento dell’addome gonfio, ovviamente, è strettamente legato alla causa del gonfiore stesso, infatti, una volta individuato il disturbo o la patologia da cui dipende la sensazione di gonfiore, si può adottare un trattamento mirato che contribuirà, tra le altre cose, ad alleviare questo sintomo.
In ogni modo, si possono adottare alcuni accorgimenti che permettono di ridurre l’addome gonfio o, comunque, aiutano ad evitare che la condizione di gonfiore peggiori; si consiglia, a questo proposito, di evitare il consumo sia degli alimenti ricchi di fibre, in quanto la digestione dellr fibre favorisce la sensazione di gonfiore, sia delle bevande gassate, in quanto queste bevande rilasciano, nello stomaco, quantità di gas che contribuiscono ad aumentare il gonfiore addominale.
Bisognerebbe, quindi, adottare una dieta sana ed equilibrata, in quanto, molto spesso, l’addome gonfio dipende proprio da intolleranze alimentari, indigestioni, scorretto assorbimento di cibo ed altre condizioni legate all’alimentazione; la dieta deve essere basata sulle proprie esigenze e sulle proprie necessità, tuttavia è necessario includere tutti i nutrienti fondamentali ed abbondanti quantità di acqua, in quanto l’assunzione regolare di liquidi contribuisce a ridurre la sensazione di gonfiore addominale.
Si possono utilizzare, inoltre, alcuni rimedi naturali che aiutano a ridurre la condizione dell’addome gonfio, tuttavia, prima di ricorrere a questo tipo di rimedi, si consiglia di richiedere il parere del proprio medico; tra i rimedi naturali, ricordiamo la bardana, una pianta dalle proprietà curative, che favorisce le funzioni dell’apparato digerente, riducendo il gonfiore addominale, ed i fiori di finocchio che, aiutando la digestione, diminuiscono la sensazione dell’addome gonfio.

Considerazioni finali sull'addome gonfio

L’addome gonfio è un sintomo comune a diversi disturbi o patologie, tuttavia, in alcuni casi, la sensazione di gonfiore della zona addominale può essere una condizione temporanea che non necessita di alcun trattamento; è necessario, comunque, riconoscere eventuali sintomi associati all’addome gonfio e comprendere quale sia l’entità del gonfiore addominale, in modo da rivolgersi, se necessario, al proprio medico.
Una volta individuati i sintomi e le caratteristiche del gonfiore addominale, si possono comprendere quali siano le cause di questo disturbo ed intraprendere, di conseguenza, un trattamento adeguato; il trattamento da intraprendere, infatti, dipende dalle cause del gonfiore addominale stesso e, nella maggior parte dei casi, deve essere valutato da un medico. Non bisogna ignorare l’addome gonfio, in quanto, sebbene in alcuni casi questa condizione possa risultare insignificante, in altri casi, il gonfiore addominale indica lo sviluppo di un disturbo o di una patologia.

Suggerimenti e consigli per evitare di soffrire di addome gonfio.

Perdere peso dimagrire velocemente

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo addome gonfio

da circa un mese mi sento troppo gonfia emi vedo questo addome che lievita !aiuto!!!!!!

Soffro da tempo di addome gonfio, in alcuni reati casi, ho persino dolori, volevo solo ringraziare x l.informazione data.

Addome gonfio che fare?

io veramente,o un forte gonfiore allo stomaco non sò che puo essere,appena mangio mi devo alzare dalla tavola perchè mi sento male non riesco nemmeno a stare in piedi però io non ho mangiato tanto mi dite cosa fare grazie

Qualsiasi cosa mangi o beva rende il mio addome gonfio

ciao anche con un bicchiere di acqua mi si gonfia lo stomaco non so cosa fare cercherò di eseguire i vostri consigli.grazie mille

Addome gonfio

grazie è molto utile sono molto sollevata, adesso è tutto piu chiaro ..........Anna

Soffro di addome gonfio da 2 anni

Sono circa 2 anni che soffro di questo disturbo, pur mangiano poco e cibi brodosi e senza grassi l'addome e gonfio, spesso tra me e me dico pare che ho mangiato un maiale intero e si sia messo orizzontalmente, negli ultimi tempi non so se sia una conseguenza ogni tanto mi prende un dolore sotto allo sterno, grazie

Consigli utili per l'addome gonfio

purtroppo anch'io soffro di questa cosa. ..a volte è anche abbastanza imbarazzante ....poi non vado spesso di corpo...grazie per i consigli

Addome gonfio ed intolleranza alimentare

Io ho l'addome gonfio all'altezza dello sterno da un paio di anni questo mi imbarazza e nonostante le diete rimane. Cosi leggendo questo articolo credo di confermare. Ciò che ho sempre pensato di avere una intolleranza alimentare ma che nessun medico ha mai capito

Addome gonfio appena mangio

purtroppo anche io ho l'addome che mi si gonfia appena mangio e comunque mi si gonfia in modo eccessivo sullo sterno, vedrò di seguire i vostri consigli e andrò anche dalla mia dottoressa

Lascia il tuo commento: