Adenoidi bambini; sintomi cura operazione

Adenoidi bambini quando operare? Adenoidi nei bambini come curarle? Tonsille ed adenoidi sono organi linfatici atti alla difesa dell'organismo, esse infatti, fanno da barriera alle infezioni, distruggendo i germi patogeni, ma esse stesse possono essere oggetto di infezioni croniche e /o acute, prodotte da Batteri e da Virus.

Adenoidi bambini; sintomi cura operazione

Adenoidi bambini

Adenoidi

Le adenoidi si trovano nella parte più alta della cavità faringea, dietro al naso. Rispetto a quella delle tonsille l'ipertrofia delle adenoidi è più frequente.

Quali i sintomi dell'ipertrofia delle adenoidi?

Il bambino affetto da ipertrofia delle adenoidi mostra segni evidenti quali:

  • respirazione a bocca aperta
  • tendenza a tenere sempre la bocca aperta facendogli assumere un'espressione particolare
  • russa quando dorme
  • respirazione rumorosa anche durante la giornata
  • respiro difficoltoso
  • voce dal timbro nasale
  • disturbi dell'udito
  • infezioni dell'orecchio medio

Come riconoscere le tonsille e le adenoidi infiammate?

Tonsille ed adenoidi possono anche essere soggette ad un'infiammazione cronica, pur non presentando ipertrofia, ovvero ingrossamento per cui il modo più sicuro per diagnosticare una loro infezione cronica è:

  • risalire alla storia di episodi acuti
  • controllare la frequenza delle infezioni
  • controllare se ci sono ingrossamenti dei linfonodi del collo.

Quando si rende necessario operare ed asportare le tonsille e/o le adenoidi?

Per molto tempo la necessità degli interventi di tonsellectomia e/o di adenoidectomia è stata molto discussa.

In passato si ricorreva con molta facilità all'intervento chirurgico, ritenendolo l'unica terapia risolutiva.

Per le tonsille le indicazioni attuali sono in linea generale queste:

  • si ricorre all'asportazione delle tonsille quando tra gli 8 e i 10 anni ci sono
  • ripetuti episodi di tonsillite
  • infezione cronica
  • ascesso peritonsillare
  • disturbi respiratori
  • tonsille affette da bacilli delle tonsillite
  • sospetto tumore tonsillare

L'adenoidectomia si rende necessaria quando:

  • ci sono infezioni frequenti
  • ostruzione nasale grave e prolungata che costringe il bambino a respirare solo con la bocca
  • disturbi di respirazione
  • frequenti infezioni all'orecchio
  • disturbo dell'udito
  • voce nasale
  • russamento accentuato

Bisogna ricorrere all'intervento chirurgico solo in caso di necessità, ci sono precise controindicazioni quali:

Può aggravarsi il difetto già presente in bambini affetti da palatoschisi (presenza di una fessura nel palato che mette in comunicazione la cavità orale con quella nasale), in tal caso l'intervento deve essere eseguito da un otorinolaringoiatra specializzato.

Tonsillite

Le tonsille sono collocate nella gola e infezioni ripetute o croniche ne possono causare l'ipertrofia (un ingrossamento permanente di questi organi), che, anche se in casi estremi e non frequenti, causa disturbi di deglutizione.

La tonsillite è un'infiammazione acuta o cronica delle tonsille, che si manifesta, generalmente nei bambini più grandi, raramente nel primo anno di vita.

Come si presenta la tonsillite?

La tonsillite è un infezione che non dà preallarmi ma inizia bruscamente con:

  • mal di gola
  • bruciore e dolore alla deglutizione
  • mal di testa
  •  febbre accompagnata da brividi intensi
  • le tonsille risultano ingrossate e arrossate
  • sulle tonsille, ma non sempre, compaiono delle placche biancastre
  • dietro le tonsille, ma eccezionalmente, si forma un grosso ascesso, che può estendersi fino a sospingere le tonsille dalla loro posizione naturale, fino al centro della gola, in tal caso il dolore è molto forte e la febbre pericolosamente elevata, fino a superare i 40° C.

In casi così gravi il tampone faringeo, che solitamente si fa per isolare il batterio responsabile dell'infezione deve essere fatto da personale esperto, tale da poter prelevare un po' di materiale direttamente dalla superficie delle tonsille.

Terapia per la cura

La terapia della tonsillite, come quella della faringite prevede che il bambino sia curato con:

  • somministrazione di antibiotici secondo le modalità prescritte dal medico
  • somministrazione di paracetamolo, sempre utile per ridurre il dolore e la febbre
  • assunzione, da parte del bambino di abbondanti liquidi
  • gargarismi con soluzioni saline non irritanti
  • si possono dare al bambino, quando l'età lo permette, delle caramelle balsamiche da succhiare, in quanto esse hanno un lieve effetto disinfettante e antidolorifico.

In caso di ascessi peritonsillari la terapia con antibiotici è sempre necessaria, in alcuni casi, quando la tonsillite può degenerare in fastidiosi o più seri disturbi, si può rendere necesario anche l'intervento chirurgico.

Adenoidi bambini

Malattie

Lascia il tuo commento: