Agnocasto

L'agnocasto aiuta contro i problemi di fertilità? L'Agnocasto vitex agnus castus è una pianta con fiori bianchi e fa parte della famiglia delle Verbenaceae, per ottenere un infuso di agnocasto basta versare 100 ml di acqua bollente su 10 g di frutti triturati e lasciare poi in infusione per pochi minuti ed infine filtrare per poi bere 1 tazza di tisana al mattino. I preparati in commercio con agnocasto sono indicati in caso di disturbi mestruali dovuti a uno squilibrio ormonale.

Agnocasto

Agnocasto

È importante proseguire l'assunzione di prodotti a base di agnocasto per un certo periodo di tempo perché esplichi le sue proprietà benefiche e non interromperla al primo miglioramento, meglio farsi consigliare dal proprio medico oppure da un erborista competente.

Tintura di agnocasto

Versare 100 g di frutti triturati e 1/2 litro d'alcol in un contenitore con coperchio e lasciare macerare in un luogo fresco e buio per 10-14 giorni ed infine filtrare. Scuotere ogni 1-2 giorni. In caso di ciclo irregolare assumere 10-15 gocce subito dopo il risveglio, per 3 mesi.

L’agnocasto è un arbusto tipico delle regioni che si affacciano sul Mar Mediterraneo, anche se non è affatto raro trovare questa pianta nelle regioni più centrali dell’Asia e sviluppa delle bacche di color marrone scuro, parti della pianta considerate le portatrici dei benefici per la salute proposti dall’agnocasto come erba officinale.

L’agnocasto e le sue proprietà sono note per il loro effetto che regola la produzione di ormoni nell’organismo, e pensate che in tempi antichi veniva addirittura utilizzato per diminuire la libido nei monaci e nelle suore che passavano la loro esistenza nel convento, evitando perciò le tentazioni della carne allora viste come un vero e proprio crimine.

Alcuni individui hanno utilizzato l’agnocasto anche come trattamento per curare problemi digestivi, eruzioni cutanee o problemi emotivi, anche se non c’è alcun dato certo a riguardo di queste proprietà: oggi le capacità dell’agnocasto sono sicuramente ben note e tra le condizioni curabili con esso troviamo:

  • Sindrome premestruale
  • Ciclo mestruale irregolare o doloroso
  • Malattia fibrocistica del seno
  • Carenza di progesterone
  • Infertilità
  • Acne e patologie cutanee

L’agnocasto per bilanciare gli ormoni durante il periodo mestruale

Durante l’appuntamento fisso ogni mese con il proprio ciclo mestruale, una donna può essere caratterizzata da elevati livelli di prolattina che compromette l’equilibrio ormonale durante tale fase, addirittura correndo il rischio di interromperla. Per questo motivo l’agnocasto si rivela efficace regolando tale periodo e controllando la produzione di questi composti pericolosi per la vostra salute durante il ciclo mensile.

Agnocasto per la malattia fibrocistica del seno

Durante la sindrome premestruale una donna può venir colpita dalla malattia fibrocistica, prevenendo un fattore alquanto allarmante per la salute: questa patologia, infatti, induce le ghiandole del seno alla produzione di latte anche se non è richiesto, che può risultare parecchio pericoloso per il vostro benessere. Il meccanismo svolto dall’agnocasto inibisce questo fattore, agendo come forma di prevenzione per una malattia fastidiosa e allarmante per il vostro stesso benessere.

Ridurre i sintomi premestruali con l’agnocasto

Grazie all’agnocasto potrete anche ridurre i comuni sintomi che colpiscono le donne prima e durante il periodo mestruale come gonfiore, problemi emotivi, crampi addominali ed altre fastidiose afflizioni derivate dagli sbalzi ormonali. Regolando i ricettori ormonali l’agnocasto potrà rivelarsi un’ottima alternativa ai più comuni farmaci per i sintomi mestruali.

Infine molte donne dicono che l'agnocasto puo' essere un buon aiuto per rimanere incinta.

L'agnocasto può esserere un valido aiuto per rimanere incinta e contro l'infertilità.

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: