Ambliopia cause

Cosa cause l'ambliopia? Le cause della ambliopia sono note alla moderna medicina, l’ambliopia è una patologia oculare in cui uno degli occhi non è in grado di trasmettere con chiarezza l’immagine al cervello. Questo di solito è causato da nervi poco sviluppati, incapaci di condurre un messaggio corretto dagli occhi al centro visivo del cervello. Un altro motivo consiste invece in un uso minore di uno degli occhi a causa di un occhio strabico, anisometropia o potere rifrattivo impari o, ancora, occlusione o cataratta in uno degli occhi e questo fa sì che di solito uno dei gli occhi sviluppi una visione più debole.

Ambliopia cause

Abliopia cause

La vulgata popolare, tuttavia, sostituisce sovente la corretta denominazione di ambliopia con l’espressione di “occhio pigro”, finendo così con l’associare due diversi tipi di problemi degli occhi. La prima condizione è, per l’appunto, l’ambliopia, causata, come si è detto, da un’anomalia nella zona del cervello associata al sistema visivo. L’altra condizione che viene colloquialmente chiamata occhio pigro è strabismo o occhio strabico. In questa condizione gli occhi della persona non sono allineati correttamente insieme tanto che tale patologia viene spesso colloquialmente definita anche “occhio storto”. Un fenomeno tutt’altro che raro e che annovera, tra i suoi “pazienti” anche personaggi importanti. In alcune foto e ritratti del presidente Abraham Lincoln, ad esempio, si può vedere che il suo occhio sinistro tende a guardare in alto. A quanto pare era strabico. Secondo alcuni osservatori, questo avveniva soprattutto quando era stanco o eccitato, ed era evidente durante il famoso dibattito con Stephen Douglas per le elezioni presidenziali del 1860: poiché il suo occhio destro è stato quello dominante, l’ha usato molto di più, come per la lettura, del suo occhio sinistro. Condizione che può aver causato anche la sua periodica visione doppia. Ma non è tutto: Il 16 ° presidente degli Stati Uniti è stato preso a calci in testa da un cavallo quando aveva 10 anni, e oggi si ipotizza che egli possa aver subito alcuni danni al sistema nervoso, alla base di tale problema.

Sebbene dal 1860 siano passati 150 anni, ad oggi l’intervento chirurgico per correggere occhio pigro praticamente non esiste, sia per ambliopia e strabismo tanto sono insignificanti i miglioramenti, qualitativi e quantitavi offerti dai diversi trattamenti eseguibili in sala operatoria.

Non molto comuni ed eseguiti come “ultimo tentativo” nel caso in cui ogni altra terapia sia fallita, andiamo dunque a vedere ome funzionano gli interventi chirugici per il trattamento dell’ambliopia.
La chirurgia dell'occhio pigro nei casi di ambliopia comprendono la chirurgia intraoculare o IOL intervento chirurgico per correggere la rifrazione negli occhi colpiti. La prognosi dopo l'intervento chirurgico è imprevedibile in quanto gli aspetti neurologici, come si è detto decisivi, non possono evidentemente essere trattati a livello chirugico.Un valido supporto può invece venire, dalla chirurgia, qualora il disturbo sia prevalentemente di natura “fisica”, come in presenza, ad esempio, di un acataratta quale causa scatenate del problema.

Anche se la chirurgia può aiutare solo in una certa misura, la chirurgia di formazione post occhi può essere necessaria. Come detto un altro disturbo oculare noto come occhio pigro è lo strabismo che è un disordine dell'occhio in cui i muscoli extra-oculari non sono in grado di lavorare insieme per mettere a fuoco un punto impedendo così agli occhi di allineare la visione. Una condizione che influsice negativamente sulla capacità ci cogliere la profondità e che, se non curata tempestivamente, rischia di evolvere in ambliopia. Così il trattamento per lo strabismo include una combinazione di chirurgia (utilizzata soprattutto a scopo cosmetico), terapia non chirurgica ed uso degli occhiali. In questo caso la chirurgia, anche se non può curare completamente la visione della persona, ne migliora l'allineamento degli occhi e contribuisce a dare allo sguardo del paziente un un aspetto normale. L'intervento comporta la modifica della struttura o della posizione dei muscoli extra oculari, allentando o indebolendo i muscoli oculari, stringendo o rafforzandoli; riposizionandoli o utilizzando suture regolabili. L'uso di questi metodi possono variare a seconda delle necessità del paziente. Una procedura semplice che richiede alcune ore per essere completata e avviene di solito in day-hospital.
Sostanzialmente non si tratta di un’operazione dolorosa, anche se gli occhi possono mostrare qualche arrossamento e dolore che va subito via con un’adeguata cura degli occhi. A volte ci può essere una necessità di interventi chirurgici multipli per mantenere l’occhio in posizione. E’ comunque utile contattare il proprio oculista per decidere con lui tempi e modi di un eventuale intervento, anche solo a scopo estetico.
Quello dello strabismo è infatti il principale campo d’azione per il ricorso alla terpaia chirurgica, ovviamente su pazienti adulti. La terapia, come già sottolineato non offre, almeno per ora, percentuali di successo oltre modo significativi e tuttavia, in mancanza di alternative…

Nella maggior parte dei casi, l’operazione chirurgica per la sutura dei muscoli extraoculari viene eseguita in sala operatoria, in anestesia generale o locale. L’occhio è successivamente coperto con un cerotto. Entro le 24 ore successive, in ambulatorio, la rimozione della patch e gli effetti di anestesia e sedazione che vanno svanendo, consentiranno al chirurgo di valutare l’allineamento oculare.

Sulla base di tale osservazione, vale a dire a seconda di come gli occhi del paziente sono allineati, il medico deciderà quindi come comportarsi, utilizzando la sutura per stringere o allentare il muscolo trattato. Una vera e propria “regolazione” che può portare ad un leggero fastidio, soprattutto nel caso il muscolo venga particolarmente “stretto”. Una volta raggiunto l'allineamento desiderato, il chirurgo procedrà quindi a legare la sutura regolabile in modo permanente completando così la procedura. Per capire come funziona la chirurgia dello strabismo, occorre considerare che entrambi gli occhi hanno sei  muscoli extraoculari che ne controllano i movimenti. Se un muscolo è troppo forte quando si ha lo strabismo, può portare l'occhio, a sua volta, a muoversi ad una velocità troppo alta o, al contrario, troppo bassa rispetto all’altro occhio. Una debolezza dei muscoli dell’occhio, in alcuni casi, può invece causare un disallineamento dei due occhi. Una condizione, quest’ultima, che tuttavia può verificarsi solo se si accusa una disfunzione del nervo cranico che colpisce proprio l'occhio come il controllo dei muscoli del movimento.

Fortunatamente, il vostro oculista ha, in questo caso,  diverse opzioni chirurgiche per correggere questo tipo di problemi. In una procedura di recessione, il chirurgo stacca il muscolo extraoculare interessato e lo riattacca (resezione) più indietro sugli occhi per indebolire la forza relativa del muscolo se è troppo forte. Al contrario, se il muscolo è troppo debole, il chirurgo può utilizzare una procedura di recessione per ridurre la forza del muscolo opposto (antagonista) per ottenere la funzione più equilibrata dei muscoli oculari. In alcuni casi, una procedura di resezione può essere utilizzata per rafforzare un muscolo oculare correggendo il disallineamento oculare associato allo strabismo. Se il paziente accusa il fenomeno degli occhi girati verso l'interno, o esotropia, il chirurgo può rinforzare i muscoli retto laterale - situati sul lato di ciascun occhio, verso l'orecchio - per riattaccare il muscolo in una posizione diversa (resezione). In questo modo, i muscoli retto laterali sono relativamente rafforzati e possono girare lo sguardo più lontano verso l'esterno. Ciò si traduce in una migliore allineamento degli occhi.

Con la chirurgia regolabile per la sutura muscolo oculare, il chirurgo va invece a regolare, attraverso   suture chirurgiche, i muscoli oculari dopo una procedura di resezione, per tentare di migliorare il risultato finale.

Informazioni sulle cause della ambliopia.

Malattie

Lascia il tuo commento: