Amoxicillina: effetti collaterali indesiderati e controindicazioni

Come per tutti i farmaci anche per la amoxicillina nonostante sia un farmaco spesso utilizzato, è importantissimo conoscerne gli utilizzi ed i possibili effetti collaterali oltre alle controindicazioni.

Che cosa è l’amoxicillina e a cosa serve?

L'amoxicillina è un antibiotico che è utilizzato per combattere le infezioni batteriche nel corpo e potete assumerlo per trattare una vasta gamma di sepsi batteriche, come otiti, polmoniti, mal di gola e alcune forme di stafilococchi resistenti alla penicillina

amoxicillina come funziona?

Amoxicillina effetti collaterali e controindicazioni

Amoxicillina per:

L'amoxicillina può essere utilizzata anche per curare malattie di origine alimentare come E. coli e salmonella, così come la gonorrea, una malattia a trasmissione sessuale. Il vostro corpo lo assorbisce facilmente, per questo è consigliato spesso. Inibisce la formazione della parete cellulare batterica. 

L' Amoxicillina esiste sotto forma di:

  • Capsule
  • Sospensione pediatrica
  • Bustine
  • Iniezione

Come funziona l'amoxicillina?

L'amoxicillina è disponibile anche senza un marchio, cioè il farmaco generico. Il medicinale appartiene a un gruppo di antibiotici chiamati penicilline. È usato nel trattamento delle infezioni causate da batteri. Se avete una grave infezione e non riuscite ad assumerlo per via orale, il medico vi somministrerà l’amoxicillina mediante iniezione. Il farmaco agisce interferendo con la capacità dei batteri di formare le pareti cellulari, vitali per la loro sopravvivenza. Impediscono che sostanze indesiderate entrino e che il contenuto delle cellule fuoriesca. L'amoxicillina altera i legami che tengono insieme la parete cellulare batterica. Questo permette la formazione di buchi e di uccidere quindi i batteri. Il medicinale è un antibiotico ad ampio spettro che uccide una vasta gamma di batteri che causano diverse infezioni comuni. 

Per che cosa è usata l'amoxicillina?

Potete usare l’amoxicillina per trattare le infezioni:

  • Delle vie aeree superiori o inferiori, della pelle o dei tessuti molli o delle orecchie
  • Urinarie, alcune sessualmente trasmesse, dentali e quelle che interessano il sangue o gli organi interni.

Infezioni batteriche:

  • Dei polmoni (del torace o del tratto respiratorio inferiore), per esempio bronchite acuta o cronica e polmonite.
  • Dei passaggi nasali, seni paranasali o della gola (infezioni delle alte vie respiratorie), ad esempio sinusite, faringiti, laringiti, tonsilliti
  • Dell'orecchio medio (otite media)
  • Del tessuto cutaneo o morbido, ad esempio bolle, ascessi, cellulite, impetigine
  • Ginecologiche, incluse quelle dopo il parto o l'aborto
  • Addominali (peritonite)
  • Del sangue (setticemia o avvelenamento)
  • Delle valvole cardiache e del rivestimento intorno al cuore (endocardite batterica)

Altri usi della amoxicillina:

  • Gonorrea
  • Prevenire l'infezione del cuore (endocardite batterica) durante le procedure mediche o odontoiatriche nelle persone con difetti delle valvole cardiache o artificiali
  • Ascesso dentale (in aggiunta al trattamento chirurgico)
  • Febbre tifoide e paratifo
  • Malattia di Lyme (utilizzo non autorizzato)
  • Eliminare i batteri Helicobacter pylori nell'intestino che provocano ulcere peptiche (in combinazione con altri farmaci).

Come si prende l'amoxicillina?

  • La dose di questo medicinale e per quanto tempo deve essere assunto dipende dal tipo e dalla gravità dell'infezione che avete, dalla vostra età, peso e funzionalità renale. Seguite le istruzioni del medico. 
  • Di solito dovete prendere l’amoxicillina tre volte al giorno ogni otto ore, ma seguite i consigli del medico (alcune infezioni richiedono solo una o due dosi). Dovreste cercare di assumere le dosi in maniera uniforme tutta la giornata.
  • Potete prendere il farmaco con o senza cibo.
  • Le capsule devono essere ingerite con un liquido.
  • Dovete agitare i flaconi di sospensione per i bambini prima di misurare la dose. Utilizzate solo il misurino fornito, non un cucchiaino o un cucchiaio: questi metodi, infatti, non sono precisi.
  • A meno che il medico non dica il contrario, è importante che finiate la terapia del farmaco antibiotico, anche se vi sentite meglio o sembra che l'infezione sia guarita. Fermando il ciclo della cura rischiate che l'infezione torni e i batteri diventino resistenti agli antibiotici.

Usate l'amoxicillina con cautela se:

  • La funzionalità renale è diminuita
  • Avete avuto allergie
  • Il medico sospetta che abbiate febbre ghiandolare, linfoide acuta o cronica, leucemia, o citomegalovirus, in quanto l'antibiotico comunemente causa un’eruzione cutanea nelle persone in queste condizioni.


Non assumete l'amoxicillina nel caso in cui (controindicazioni):

Siate allergici alla penicillina o alle cefalosporine. Non utilizzate il farmaco se non tollerate uno dei suoi ingredienti. Avvisate il medico o il farmacista se avete già sperimentato tale allergia. Se pensate di aver manifestato una reazione allergica, smettete di assumerlo e informate il medico o il farmacista immediatamente. L’assunzione dell’amoxicillina sempre ed in ogni caso è consigliata solo dopo essersi consultati con il proprio medico.


Amoxicillina  in gravidanza e allattamento:

Alcuni farmaci non devono essere usati durante la gravidanza o l'allattamento. Tuttavia, altri farmaci possono essere tranquillamente assunti. Prima di prendere qualsiasi medicinale, informate sempre il medico se siete incinte o state pianificando una gravidanza.

  • Non sono noti effetti dannosi quando il farmaco è usato durante la gravidanza.
  • L’amoxicillina si diffonde nel latte materno in piccole quantità, ma in dosi normali è improbabile che abbia effetti nocivi sul bambino. Chiedete ulteriori consigli al vostro medico.


Effetti collaterali delle amoxicillina:

I medicinali e i loro eventuali effetti collaterali possono interessare le persone in maniera diversa. Quelli che seguono sono alcuni degli effetti associati a questo farmaco. Solo perché un effetto collaterale è scritto qui, non significa che avrete per forza degli effetti indesiderati. Il trattamento prolungato con gli antibiotici può talvolta causare una crescita eccessiva di altri organismi che non sono suscettibili, per esempio funghi e lieviti come la Candida, che possono a volte causare infezioni.

Avvertite il medico se pensate di aver sviluppato una nuova sepsi durante o dopo l'assunzione di questo farmaco.

Comuni (interessano 1 persona su 10 e 1 su 100)

Effetti indesiderati non comuni (colpiscono 1 persona su 100 e 1 su 1000)

Effetti collaterali Molto rari (interessano meno di 1 persona su 10000)

  • Vertigini
  • Convulsioni
  • Infiammazione del colon (colite
  • Reazioni allergiche al principio attivo
  • Gravi reazioni cutanee allergiche
  • Disturbi del numero dei globuli bianchi o delle piastrine nel sangue
  • Sepsi del fegato (epatite)
  • Ingiallimento della pelle e degli occhi (ittero)
  • Presenza di cristalli di amoxicillina nelle urine (più probabile con dosi elevate e se non producete molta urina)
  • Alterazione del colore superficiale dei denti nei bambini. Questo di solito può essere rimosso lavandosi i denti.

Gli effetti indesiderati elencati sopra potrebbero non includere tutti quelli riportati dal produttore del medicinale. Per ulteriori informazioni su altri eventuali rischi associati al farmaco, leggete le informazioni fornite con l’amoxicillina o consultate il medico o il farmacista.


Come può questo farmaco influenzare altri farmaci?

È importante informare il medico o il farmacista riguardo ai medicinali che state già assumendo, inclusi quelli comprati senza prescrizione medica e a base di erbe, prima di iniziare il trattamento con l’amoxicillina. È importante che la combinazione dei diversi farmaci sia sicura. 

Contraccettivi e anticoncezionali

In passato, le donne che utilizzavano contraccettivi ormonali come la pillola o il cerotto avrebbero dovuto usare un altro metodo (come il preservativo) durante l'assunzione di un antibiotico come questo e per sette giorni dopo aver terminato il corso. Tuttavia, oggi non è più così. Non è necessario che utilizziate un metodo contraccettivo supplementare con la pillola, il cerotto o l’anello vaginale, mentre seguite un ciclo di antibiotici. Infatti, non esistono prove atte a dimostrare che gli antibiotici influenzino tali contraccettivi. Tuttavia, se state assumendo la pillola contraccettiva e notate vomito o diarrea dopo l’assunzione di quest’antibiotico, è bene che seguiate le istruzioni descritte nel foglietto informativo delle vostre pillole.

Farmaci anticoagulanti

L'amoxicillina può raramente alterare gli effetti di anti-coagulazione del sangue propri di alcuni farmaci. È possibile che il medico voglia controllare il tempo di coagulazione del sangue più frequentemente durante l'assunzione di entrambi i medicinali.

Amoxicillina e controindicazioni

Malattie

Lascia il tuo commento: