Anatomia degli addominali

Conoscere anatomicamente i muscoli che compongono la parete addominale:

Conoscere l'anatomia dell'addome per allenare al meglio i muscoli degli addominali con esercizi mirati è fondamentare per il raggiungimento di tale obiettivo.

Anatomia degli addominali

Anatomia degli addominali

Anatomia degli addominali

Muscolo retto dell'addome: origina dallo sterno e dalla 5a, 6a e 7a costa escende verticalmente verso il basso internamente ad una guaina tendinea, formando tre o quattro ventri muscolari consecutivi e si inserisce sull'osso del pube.

Muscolo obliquo esterno dell'addome: superficiale ed origina dalle ultime 8 coste, scende diagonalmente ed anteriormente verso la parte controlaterale del bacino,inserendosi nel aponeurosi delia guaina del retto addominale.

Muscolo obliquo interno dell'addome: interno, origina dalle creste iliache e si dirige a ventaglio, superiormente ed anteriormente, inserendosi sulle ultime 3 coste e nell'aponeurosi della guaina del retto addominale.

Muscolo trasverso dell'addome: protendo, origina dalle ultime 6 coste, dall'aponeurosi lombare, dalle creste iliache e si dirige trasversalmente ed anteriormente infierendosi nell aponeurosi della guaina del retto addominale.

Muscolo piramidale: origina dal margine superiore del pube e sale verso la linea alba e riveste un'importanza cosi marginale che alcuni soggetti ne possono essere anche privi.

Muscolo quadrato dei lombi: posteriore, origina dal labbro interno della cresta iliaca e sale lateralmente alla colonna vertebrale lombare per inserirsi sulla 12a costa e sui processi trasversi delle vertebre lombari.

Guaina del muscolo retto dell'addome: formata dalle fasce tendinee o aponeurosi dei muscoli obliquo interno, esterno e trasverso dell'addome, scende dallo sterno verso il pube avvolgendo il muscolo retto addominale e fornendo una base per l' inserzione dei muscoli addominali che si trovano lateralmente ad essa.

I movimenti realmente efficaci per lo sviluppo dei muscoli addominali sono relativamente pochi:

  • flessione del bacino sul busto: muscolo retto addominale (prevalentemente inferiore);
  • flessione del busto sul bacino: muscolo retto addominale (prevalentemente superiori) ed obliqui esterni;
  • rotazione del busto rispetto al bacino: muscoli addominali obliqui interni ed estemi;
  • flessione con rotazione del busto sul bacino: muscoli addominali obliqui esterni e retto addominale;
  • compressione della cavità addominale: muscoli trasversi addominali;
  • massima espirazione: muscoli addominali trasversi, ietto ed obliqui esterni:
  • flessione laterale del tronco: muscoli quadrato dei lombi e obliqui interni

Una particolarità del muscolo trasverso dell'addome:

Questo muscolo pare essere quello meno noto ma è il più importante per l'estetica della persona, perché consente di tenere in dentro la pancia, ad esempio, basti pensare che talvolta siposso osservare persone che pur avendo, addominali apprezzabili fanno fatica a tenere in dentro l'addome, con la conseguente antiestetica asimmetria.

Nb. Il modo migliore per allenare questo muscolo è quello di forzare al massimo l'espirazione comprimento l'addome all'interno durante l'esecuzione dei normali esercizi.

Anatomia degli addominali

Esercizi palestra allenamento fitness

Lascia il tuo commento: