Anemia da carenza di acido folico

Anemia indotta da carenza di acido folico.

La carenza di acido folico può portare anche alla anemia, i cibi quali pane integrale e verdure in generale sono lalimenti che rappresentano le principali fonti di acido folico e l’anemia è una condizione patologica dovuta ad un quantitativo insufficiente di globuli rossi (emazie).

Ciò crea disagi nel trasporto di ossigeno, e le conseguenze sono di diversa natura tra le quali anche un insolito stato di stanchezza e spossatezza. Il numero di globuli rossi subisce un sensibile decremento in tali seguenti condizioni:

  1. Se si è in presenza di una diminuita produzione di globuli rossi.
  2. Se vi è un incremento (per qualsivoglia ragione) nella perdita di globuli rossi.
Anemia da carenza di acido folico

Anemia da carenza acido folico

Globuli rossi ed ossigeno

Attraverso la sua azione di “pompaggio”, il cuore eieta il sangue all’interno del circolo sistemico ed arriva in tutti I distretti corporei attraverso il sistema vascolare arterioso capillare.

I globuli rossi si caricano dell’ossigeno a livello dei polmoni e da qui lo trasportano verso le cellule del corpo.

Il corpo, a sua volta, utilizzerà l’ossigeno trasportato dai globuli rossi per assolvere numerose funzioni vitali, tra le quali si annovera anche il processo di combustione del glucosio e degli acidi grassi per la via aerobica, attraverso i cui processi il corpo è in grado di ricavare energia.

Durante le reazioni aerobiche di produzione energetica, si produce anidride carbonica quale prodotto di scarto. L’anidride carbonica, a sua volta, si lega ai globuli rossi che in origine avevano legato e trasportato l’ossigeno. In seguito a ciò, i globuli rossi trasportano l’anidride carbonica verso i polmoni per favorire lo scambio dei gas. A tal livello i globuli rossi cedono l’anidride carbonica prodotta e si caricano nuovamente dell’ossigeno. Tale scambio gassoso avviene attraverso l’atto respiratorio.

Perchè l’assenza di acido folico causa anemia?

I globuli rossi sono sintetizzati da parte del midollo osseo, e da qui si riversano nel torrente ematico. La loro vita media è di 120 giorni circa. Per produrre più globuli rossi, il corpo necessita di: ferro, vitamina B12 e acido folico.

Se dovesse occorrere l’assenza di uno o più di tali micro-nutrienti chiave coinvolti nel processo di sintesi dei globuli rossi, ciò rappresenterebbe la causa del fenomeno anemico.

Un individuo con deficienze nei livelli di acido folico può riportare problemi intestinali così come i soliti sintomi che si presentano in caso di anemia.

Quali sono le cause della mancanza di acido folico?

1) Il non consumare abbastanza cibi contenenti l’acido folico. Gli alcolizzati ed i tossico dipendenti sono, per esempio, delle categorie a rischio per l’insorgere di tale patologia.

Ma lo sono anche gli individui anziani che seguono un regime alimentare non bilanciato ed a volte troppo riduttivo.

In rari casi si riscontra anche negli adolescenti quando il loro regime alimentare risulta essere basato solo sul consumo di “cibi spazzatura”.

2) Nelle fasi evolutive della crescita e dello sviluppo il corpo necessita di più acido folico, per esempio durante la pubertà e la gravidanza.

Inoltre, l’acido folico aiuta nel proteggere il feto dalla “spina bifida”.

3) In alcuni casi di anemia ereditaria, come per esempio l’anemia emolitica, il corpo distrugge i globuli rossi molto velocemente.

Nel tentativo di compensare a tale condizione il corpo produce un numero di globuli rossi più elevato e ciò favorisce un rapido svuotamento delle riserve di acido folico.

4) Alcuni farmaci, come ad esempio i farmaci anti-epilessia ed alcuni antibiotici, possono interferire con il fisiologico metabolismo dell’acido folico. 

Le donne in cinta dovrebbero sempre consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco durante la gravidanza.

5) La dialisi cronica può determinare la rimozione di importanti quantitativi di acido folico dal sangue.

6) Patologie a carico del piccolo intestino, come ad esempio l’intolleranza al glutine e la malattia di Crohn (che riguarda l’infiammazione dell’intestino), possono ridurre sensibilmente la capacità di assorbimento dell’acido folico.

Quali sono in sintomi di tale tipo di anemia?

Se una persona si trova in un discreto stato di salute, in tal caso, i segni tipici della condizione anemica ci mettono del tempo prima di manifestarsi.

Ecco qui di seguito i sintomi derivanti da anemia:

  1. I primi sintomi sono certamente uno stato di stanchezza e spossatezza accompagnato da palpitazioni.
  2. Il fiato corto e le sensazioni di svenimento sono altrettanto comuni.
  3. Se l’anemia fosse severa, allora, risulterebbe in conseguenti stati di angina pectoris, mal di testa, e dolori alle gambe con claudicatio intermittente.

In aggiunta a tali sintomi generali per l’anemia, anche le seguenti manifestazioni sono condizioni predittive dell’evento patologico:

  1. lingua rossa ed irritata;
  2. riduzione del senso del gusto;
  3. alterati movimenti intestinali e frequente diarrea.

I sintomi intestinali sono più appannaggio di una mancanza di acido folico piuttosto che di una deficienza di vitamina B12.

Rispetto alla deficienza nei livelli di vitamina B12, questo tipo di anemia non induce alcun sintomo a livello del sistema nervoso ( debolezza muscolare, tremore delle mani e dei piedi, infiammazione nervosa).

Comunque, è sempre possibile essere deficitari per la vitamina B12 e l’acido folico allo stesso tempo.

Come viene diagnosticata l’anemia indotta dall’assenza di acido folico?

Normalmente si procede con un prelievo di sangue e sua analisi di laboratorio. L’analisi dei globuli rossi è normalmente inclusa con i risultati del test. In caso di deficienza nei livelli di acido folico, i suoi depressi valori verranno rilevati dalle analisi del sangue. I globuli rossi presenteranno la loro tipica pigmentazione, ma risulteranno più grandi del normale.

Come si cura tale tipo di anemia?

Gli integratori a base di acido folico possono contrastare tale tipo di anemia, ma un buon medico andrà, inoltre, alla ricerca delle altre eventuali cause che possono sottendere a tale forma anemica. Gli integratori a base di acido folico si presentano normalmente nella forma di tavolette. Vengono assunte una volta al giorno ed hanno minimi effetti collaterali. Gli integratori a base di acido folico dovrebbero essere assunti per almeno 4 mesi. L’integratore di acido folico sarà utilizzato nel lungo periodo solo se la causa sottostante il problema non riuscirà ad essere eliminata completamente.

Cosa si potrebbe fare per evitare la deficienza di acido folico?

  1. Avvalersi di un approccio nutrizionale ben strutturato, equilibrato e soprattutto variato.
  2. Implementare nel proprio regime nutrizionale i seguenti alimenti ricchi in acido folico: fagioli, fiocchi d’avena, funghi, broccoli, asparagi, carne di manzo, fegato.
  3. Consultare prontamente il proprio medico nel caso la sintomatologia sopra riportata si presentasse.
  4. Le donne dovrebbero assumere l’acido folico durante la gravidanza e, preferibilmente, anche prima del concepimento. Ciò lo si deve al fatto che il midollo spinale del nascituro di sviluppa molto velocemente durante la gravidanza. La dose di acido folico raccomandata in tale condizione è di 400 milligrammi giornalieri, e perfino di più nel caso si abbia una precedente esperienza di gravidanza complicata dalla “spina bifida”.

Il vostro medico di fiducia sarà sicuramente in grado di consigliarvi per il meglio.

Anemia da carenza di acido folico

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo anemia da carenza di acido folico

Buongiorno, soffro da circa 12 anni di dispnea ("fame d'aria" così l'ha chiamata il mio medico) ed avevo pensato che fosse un disturbo legato all'ansia o meglio mi aveva fatto credere perché ora sono sicura che non è questa la causa. Ho avuto una gravidanza (la mia bimba ha 2 anni) e durante questo periodo non ho avuto dispnea ma ora dopo 1 anno e mezzo eccola. Ora mi sorge un dubbio, io durante la gravidanza ho assunto dosi massicce di ferro e acido folico visto la mia lieve anemia, può trattarsi di carenza di acido folico la mia maledetta fame d'aria? Spero di ricevere qualche risposta grazie.

Lascia il tuo commento: