Anemia: Tipi di anemia

L'anemia è una problematica del sangue caratterizzata dalla carenza di globuli rossi nel sangue.

Per anemia si intende una carenza di globuli rossi o meglio riduzione della quantità di emoglobina nell’organismo, nell’individuo normale la quantità di emoglobina (HB) è uguale a 16mg x 100cc di sangue. Clinicamente l’anemia è caratterizzata da sintomi abbastanza precisi che consistono nel classico pallore, marcato al volto, orecchie, parte delle mani e congiuntiva palpebrale ed inoltre risulta facile alla stanchezza, sonnolenza, cefalea e vertigini, aumento della frequenza del polso e possibilità di riduzione della pressione arteriosa. Valore globulare: è il rapporto tra la percentuale di emoglobina diviso le prime due cifre del numero dei globuli rossi. Esempio: se nell’individuo normale si ha HB=100 (percentuale massima) e 5.000.000 di globuli rossi si avrà un valore globulare di 100: (50x2)=1 (valori normale tra 0,9 e 1,1).

Anemia: Tipi di anemia

anemia e vari tipi


Anemia iperonomica

Se tale valore è sotto 0,9 si parlerà di anemia ipnomica, al di sopra di 1,1 invece si parla di anemia ipernomica. Anemia ipernomica: così definita perché avendo i globuli rossi un volume maggiore contengono emoglobina della norma.

Anemia perniciosa

Una delle forme più note è data dall’anemia perniciosa. Tale malattia provoca stanchezza, ronzio delle orecchie, cefalea, dispnea, palpitazioni, anoressia, vomito, diarrea e bruciore della lingua. Può causare formicolii alle estremità ed anche dolori. Naturalmente il paziente è pallido e di colorito giallo paglierino. Può esserci anche un indice di febbre. Valori dell’emoglobina molto bassi (30-40%) mentre i globuli rossi sono ridotti (1,3-1,4) per cui il valore globulare è di: 30 : (1,3 x 2) = 30 : 2,6 = 1,15. Ridotto anche il numero dei globuli bianchi e delle piastrine. I globuli rossi sono più grossi della norma. La causa di tale anemia è data da un mancato arrivo al midollo del principio antipernicioso (vitamina B12) per mancanza di produzione del fattore intrinseco da parte dello stomaco del paziente.Il midollo privo di tale fattore antipernicioso non può fare globuli rossi normali per cui si ha l’anemia. La somministrazione di vitamina B12 riduce almeno in parte la sintomatologia dell’anemia perniciosa e cura completamente lo stato anemico. Altre anemie perniciose sono date da: insufficienza alimentari, esiti di gastroresenzione, nella gravidanza perché meno alterata la formazione o viene consumato in modo eccessivo il principio antipernicioso.

Anemia ipocronica

Anemia ipocronica: colpisce prevalentemente i soggetti di sesso femminile nell’età feconda.Provoca astenie, anoressia, palpitazioni, disturbi della deglutizione, alterazione delle unghie. I globuli rossi sono ridotti ed è ridotta anche la sideremia, cioè la quantità di ferro nel sangue, per difetto dell’assunzione o della sua utilizzazione. La mancanza di ferro provoca un rallentamento della maturazione delle forme immature della serie rossa del midollo, perché si rallenta la formazione dell’emoglobina (sostanza che contiene ferro). L’anemia ipocronica può essere provocata da emorragia: che possono essere di grado elevato o per continua perdita di sangue (da lesione ulcerosa, ragadi anali, emorroidi, etc.). Le emorragie di un grande vaso sanguigno (es. rottura di varici esofagea) possono portare anche alla morte. Bisogna innanzitutto eliminare la causa o le cause dell’emorragia e quindi somministrare ferro.

Anemia emolitica

Anemia emolitica: dovuta ad un’alterazione dei globuli rossi che presentano un aumento di fragilità. Tra queste forme di anemia si ricorda l’anemia emolitica costituzione sferocitica (tipo Minkowski-Chauffrd). Periodicamente si hanno episodi di distruzione di globuli rossi, cui fa seguito ittero e anemia. I globuli rossi sono a forma sferica e sono detti sferociti o cellule a palla. È una malattia congenita, familiare, solitamente la terapia è l'asportazione della milza (splenoctomia).

Anemia da distruzione midollare

Anemia da distruzione midollare: nelle malattie infettive, nelle leucemie, in alcune malattie delle ossa, etc. per riduzione del midollo osseo.

Anemia sintomi e tipi di anemia più diffusi.

Malattie

Lascia il tuo commento: