Anoressia come curarla

Anoressia e come curarla naturalmente? L'anoressia è generalmente riconosciuta con il termine medico, anoressia nervosa, e solitamente è dovuta ad un disordine di tipo alimentare che colpisce sia donne che uomini, anche se gli uomini e ragazzi sono più soggetti a questo tipo di disturbo. In media si manifesta sia negli uomini che nelle donne nell'età adolescenziale attraverso la perdita dell'appetito o alcuni disturbi alimentari.

Anoressia come curarla

Anoressia come curarla

Anche se l'anoressia nervosa colpisce principalmente le persone di sesso maschile, uno studio ha dimostrato che una percentuale delle ragazze che frequentano la scuola o l'università sono affette da questo male. I segni di anoressia non sono visibili da subito, ma si completano nel tempo attraverso la perdita graduale di peso. Il risultato della malattia si vede quando dona alla persona un aspetto denutrito. Questo contribuisce molto a indebolire il sistema immunitario. Sono molte le cause che possono portare all'anoressia e possono essere di ordine psicologico, nel caso in cui il soggetto abbia subito abusi, soffra di depressione, abbia carenza di affetti, perda spesso il controllo, soffra di carenze affettive o sociali.
Può essere genetica, oppure causata dall'ambiente famigliare, dall'irregolarità dei pasti, dal fallimento, dalla perdita di persone care, oppure solo dalla voglia di perdere peso.

Se l'anoressia è di ordine psicologico è molto più difficile da curare e necessita della comprensione e della solidarietà delle persone intorno alla persona.

Contro l'anoressia ecco alcune cure naturali utili per cercare di curarla e favorire le condizioni fisiche del soggetto:

  • Mangiare circa due o tre arance fresche al giorno. E' consigliabile mangiarne sempre una durante la colazione
  • Preparare una pentola in cui  immergere in acqua 2-3 chiodi di garofano, scaldatela un po' e poi riempite una tazza in cui spremete mezzo limone. Consumate la bevanda due volte al giorno per sette giorni.
  • Le mele sono perfette contro l'anoressia, poiché aiutano la digestione poiché stimolano il flusso della pepsina, un enzima dello stomaco
  • Un altro alimento che ha effetto simile sullo stomaco è l'aglio che oltre a migliorare i flussi intestinali aiuta anche l'appetito. La zuppa d'aglio è la più indicata e la migliore tra le cure descritte in questo testo. Vi basterà solamente fare bollire tre quattro spicchi dentro l'acqua e poi bere la zuppa
  • Lo zenzero aiuta a far tornare l'appetito. Miscelarne 5 grammi con le spezie e il sale
  • Ci sono anche alcune erbe che stimolano l'appetito: camomilla, biancospino, genziana, assenzio, mirra, luppolo, salvia, timo, lavanda, dragoncello, millefoglie, centaurea.

Ovviamente recuperare l'appetito di chi ha subito traumi psicologici non è facile, anche perché il soggetto potrebbe rifiutarsi di ingerire determinate sostanze. E' utile non far pesare alla persone certe scelte, ma riempirla d'amore anche per aiutarla ad uscire dalla crisi.Come abbiamo visto certi tipi di frutta se assorbiti più volte al giorno aiutano a migliorare la situazione.

Molte ragazze diventano anoressiche, anche perché subiscono il fascino delle modelle e di alcune ragazze che vedono in tv e non riescono ad accettarsi per quello che sono. E' importante fare leva sul loro aspetto perché si sentano apprezzate e anche cercare di screditare certi stereotipi imposti. Le erbe aiutano molto e certamente non tendono a fare ingrassare, perciò è consigliabile sfruttarle parecchio.

Anoressia e come cercare di curarla anche con le erbe naturali.

Malattie

Lascia il tuo commento: