Ansia: sintomi fisici cause cura farmaci

Cosa causa l'ansia e quali sono i sintomi e le cure? L'ansia è un particolare stato d'animo la cui origine è varia, può essere legata ad una forte emozione, alla paura di affrontare un problema, alla paura davanti agli esami scolastici. La sua manifestazione può essere non particolarmente accentuata, mentre in altri casi può causare un vero e proprio disagio che prende il nome di GAD, cioè Disturbo d'Ansia Generalizzato. Una persona in particolari situazioni può avere un senso di ansia, ma quando l'ansia prende il sopravvento in quelli che sono i rapporti interpersonali, allora si parla di patologia e quindi di GAD. Persone che soffrono di attacchi di panico, fobie di varia natura possono essere la causa scatenante dell'ansia.

Ansia: sintomi fisici cause cura farmaci

Ansia

GAD (Disturbo d'Ansia Generalizzato)

Il Disturbo d'Ansia Generalizzato è quella particolare condizione che rende la persona limitata nella sua quotidianità perché affetto da uno stato ansioso per svariati motivi e colpisce in prevalenza le donne. Le persone con questo problema accusano degli stress a livello sia fisico che mentale, che può portare anche ad una irritabilità molto accentuata.

Sintomi fisici e psichici

Stress psicologico

Questo forte senso di ansia, come detto poca prima, non facilita le relazioni sociali e di conseguenza si hanno delle forti ripercussioni psicologiche che si manifestano con:

  • senso di inquietudine;
  • paura;
  • essere vacillante;
  • irascibilità;
  • poca pazienza;
  • mancanza di concentrazione;
  • essere molto distratti.

Tutte queste manifestazioni ovviamente si ripercuotono nel quotidiano, influenzando i rapporti sociali, familiari e lavorativi, tant'è che spesso ci si assenta dal lavoro per questa non meglio identificata patologia.

Stress fisico

Dal punto di vista fisico il GAD si manifesta con:

  • vertigini;
  • stanchezza e sonnolenza;
  • formicolii;
  • aritmie cardiache;
  • eccessiva sudorazione;
  • scarsa salivazione;
  • difficoltà a respirare;
  • mal di stomaco;
  • nausea;
  • diarrea;
  • cefalee;
  • urinare di frequente;
  • dolori mestruali;
  • insonnia.

Cause del GAD

Tutte le patologie legate alla sfera della mente sono sempre di difficile interpretazione per cui la causa scatenante del GAD non è riconosciuta, infatti mentre per alcuni può essere causata da un forte stress, per altri invece si può presentare senza un motivo apparente.

Studi in materia hanno stabilito che probabilmente la causa del GAD può essere determinata da una combinazione errata di sostanze chimiche presenti nel cervello, sostanze che prendono il nome di neurotrasmettitori e che sono stati identificati nella serotonina e nella noradrenalina. Se la percentuale di questi due neurotrasmettitori viene alterata, si pensa che possa essere la causa scatenante dell'ansia e quindi del GAD.

Però non si deve imputare al solo sbilanciamento di queste due sostanze lo sviluppo dell'ansia, bensì è solo un anello di una lunga catena di cause.

Gli studiosi della materia, oltre ad aver affrontato la tematica dei neurotrasmettitori, ritengono che la causa del GAD vada ricercata in una serie di cause, che possono essere:

  • manifestazioni biologiche del corpo;
  • problemi di natura genetica;
  • l'ambiente in cui si vive e come si vive.

Come viene diagnosticato uno stato di ansia?

La prima cosa da fare è rivolgersi al proprio medico quando ci si rende conto che l'ansia determina un forte cambiamento delle proprie abitudini quotidiane anche se la diagnosi spesso risulta di difficile interpretazione, perché spesso il GAD viene confuso con altri problemi psichici come la depressione.

Come viene curata l'ansia?

Se dopo aver analizzato tutti i sintomi e vagliato tutte le ipotesi si arriva a diagnosticare il GAD, il paziente può sottoporsi a:

  • terapia con lo psicologo;
  • terapia a base di farmaci.

In base al problema si può ricorrere alla combinazione delle due terapie, oppure privilegiare una rispetto all'altra.

In ogni caso il medico discuterà col paziente ed insieme decideranno quale terapia adottare, in base anche alle esigenze del paziente ed ai problemi che quest'ultimo può avere, vengono affrontate le tematiche relative ai farmaci da assumere e se possono avere effetti collaterali di rilievo.

Terapia per l'ansia con lo psicologo

Prima di intervenire con la terapia farmacologia, al paziente affetto da GAD viene consigliato di iniziare con una terapia psicologica che prende il nome di CBT e cioè Terapia Cognitiva del Comportamento ( dove la B sta per behaviour che significa comportamento).

CBT

Questa terapia è uno dei rimedi più utilizzati per la cura del GAD e da statistiche fatte risulta che i sintomi dei pazienti affetti dal GAD migliorano notevolmente.

È una terapia innovativa in quanto non si occupa di far emergere il passato e le problematiche e risolverle, bensì punta al presente con una metodologia particolare.

Lo specialista mette davanti al paziente tutta una serie di problemi da affrontare anche irreali, altri più vicini alla realtà ed lavora insieme al paziente per far si che quest'ultimo possa dare una consistenza reale al problema, accantonando ovviamente quelle situazioni che non sono realistiche, ma frutto solo di pensieri senza fondamento.

È tutto basato sul concetto del comportamento ed il paziente aiutato dal metodo CBT, riesce a trovare il modo per risolvere con raziocinio quelle situazioni che prima gli creavano solo ansia.

La durata della terapia è di circa 4 mesi con sedute di un'ora una volta a settimana.

Terapia contro l'ansia a base di farmaci

Sono diversi i farmaci utilizzati per la cura del GAD, alcuni devo essere assunti per brevi periodi, altri per periodi più lunghi, e la tipologia del farmaco viene scelta dal medico anche sulla base degli eventuali effetti collaterali. C'è poi la possibilità di assumere anche un unico farmaco che può curare sia i sintomi fisici che quelli psicologici, sempre e solo dietro controllo dello specialista.

Tra i farmaci più utilizzati ci sono le benzodiazepine che sono dei sedativi, che una volta assunti fanno venir meno i sintomi dell'ansia in un arco di tempo che va dalla mezz'ora, ai 90 minuti. Di conseguenza la prescrizione di questo farmaco viene fatta solo per trattare un attacco di ansia particolarmente forte.

La controindicazione all'assunzione di questo farmaco è che la cura non può essere lunga in quanto si crea una vera e propria dipendenza se usato per più di 4 settimane e gli effetti collaterali più evidenti sono:

  • stato confusionale;
  • perdita di equilibrio;
  • perdita di memoria;
  • sonnolenza.

Per i motivi di cui sopra è assolutamente vietato mettersi al volante dopo aver assunto benzodiazepine e se uno di questi effetti collaterali è molto evidente, probabilmente si dovrà cambiare il dosaggio del farmaco.

Antistaminici

Nella maggior parte dei casi questi farmaci sono utilizzati per lenire gli attacchi allergici, ma per alcuni tipi di ansia viene somministrato l' Hydroxyzine ma sia questi farmaci che le benzodiazepine hanno buoni risultati solo se assunti per breve tempo.

Oltre alla sonnolenza questo farmaco ha altri effetti collaterali:

  • vertigini;
  • visione non nitida;
  • cefalea;
  • scarsa salivazione.

Inibitori Selettivi della Ricaptazione della Serotonina (SSRI)

Sono una categoria di antidepressivi, che favoriscono l'aumento della serotonina che è una sostanza chimica del cervello, che possono essere assunti a lungo tempo.

Sono necessarie almeno un paio di settimane prima che il farmaco inizi a fare effetto e come per tanti tipi di medicinali sono presenti diversi effetti collaterali:

  • nausea;
  • calo del desiderio;
  • visione non nitida;
  • diarrea o costipazione;
  • vertigini;
  • scarsa salivazione;
  • inappetenza;
  • sudorazione eccessiva;
  • agitazione;
  • insonnia.

Dal momento in cui si inizia ad assumere questo farmaco, il medico dovrà monitorare gli effetti e valutare se i risultati sono arrivati, questo è particolarmente importante perché non tutti i pazienti rispondono nelle stesse modalità. Il medico farà eseguire periodicamente degli esami per valutare l'efficacia o meno del farmaco, per cui in caso di inefficacia lo stesso medico valuterà la possibilità di utilizzare un altro farmaco.

Nel momento in cui il paziente ha raggiunto un equilibrio mentale grazie al farmaco, sarà cura del medico far diminuire non di botto le dosi ma ridurre lentamente il dosaggio fino ad arrivare alla sospensione della medicina.

Venlafaxine

Se il ricorso agli SSRI non porta ad un risultato concreto, il medico potrebbe prescrivere un farmaco chiamato Venlafaxine, che favorisce l'aumento della serotonina e della noradrenalina all'interno del cervello, cercando di sistemare l'alterazione chimica provocata dal GAD.

Questo farmaco però non lo si può somministrare a tutti, infatti non lo può assumere chi:

  • è iperteso e non ha ancora iniziato una terapia farmacologica;
  • ha avuto un infarto;
  • è aritmico.

Gli effetti collaterali sono:

  • nausea;
  • cefalea;
  • sonnolenza;
  • scarsa salivazione;
  • costipazione;
  • problemi di digestione;
  • insonnia;
  • eccessiva sudorazione.

Dal momento in cui ad un paziente viene somministrato il farmaco è necessario tenere monitorata la pressione.

Buspirone

È uno dei quei farmaci utilizzati nella terapia psicologica per la terapia contro l'ansia ed appartiene per l'appunto alla categoria degli ansiolitici, ma non ha la controindicazione dell'assuefazione e può essere pertanto assunto per lunghi periodi di tempo. Gli effetti di regola iniziano ad aversi dopo circa 4 - 9 settimane dalla sua assunzione e spetterà poi al medico stabilire per quanto tempo lo si dovrà assumere.

Come curare ed alleviare i sintomi del GAD

Oltre alla terapia farmacologica che psicologia, ci sono degli strumenti che i pazienti affetti da questo problema possono utilizzare, in particolare:

  • un esercizio fisico quotidiano, aerobico, consente di allontanare lo stress e favorisce il rilascio nel cervello della serotonina per far migliorare l'umore;
  • imparare a rilassarsi, ricorrendo anche a tecniche di rilassamento come lo yoga;
  • una corretta alimentazione aiuta a limitare gli effetti del problema, ad esempio riducendo le tazzine di caffè, che sono un forte eccitante e che portano insonnia ed aumento del battito cardiaco;
  • la stanchezza non consente di contrastare l'ansia che si impossessa;
  • ridurre o eliminare il fumo e l'alcol.

Ansia (cura, cause, sintomi)...

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo ansia: sintomi fisici cause cura farmaci

Salve a tutti, sono una ragazza di 25 anni e sono 2 mesi che ho iniziato una cura per la bestia dell'ansia e prendo cipralex. Ho aspettato fino ad ora ma senza risultati, niente, inesistenti... anzi solo effetti indesiderati. Allora ho deciso di sospendere i medicinali e piano piano sto riducendo le dosi per poi non prenderle più. Spero che anche a qualcun altro sia successa la stessa cosa, mi sentirei meno sola. Un bacio a tutti voi!

ciao miki, pure a me è successo, cipralex è una medicina molto leggera e serve davvero a poco. Con il tempo le cose migliorano,magari qualche attacco d'ansia ritorna ma bisogna avere fiducia! ciao

Il cipralex non e x l'ansia ma e un anti depressivo io lo presi x 2 anni e mi a aiutata molto e poi x le crisi d'ansia prendevo il xanax un ansiolitico abbastanza efficace solo che ho fatto di testa mia all'improvviso o tolto tutti da mezzo x 8 mesi sono stata una favola nom sapevo nemmeno più cosa significasse un attacco e ora x via delle forti cefalee l'ansia e ritornata ormai la conosco e la combatto solo a la crisi forte cedo e prendo xanax ma cerco di nn prenderle e resistere tutti gli ansiolitici sono dannosi x il nostro organismo e ci portano tanti problemi come inappetenza , sonnolenza , distrazione , svogliatezza ecc.... Cerchiamo di buttare queste medicine e facciamo funzionare il cervello ciauuuuuu

salve a tutti anche io sono stata risucchiata dal vortice dell'ansia, al momento mi sforzo di non ricorrere a farmaci ma gli attacchi di panico sono davvero brutti... è il respiro quello che mi crea più problemi, fame d'aria, e poi in automatico sopraggiunge la le vertigini, la nausea, la tachicardia, il pianto... ma prima o poi ci riuscirò a debellare questa brutta bestia che mi porto dietro oramai da anni... ci vuole tanta volontà e concentrazione.

Ciao io sono diventato ansioso in seguito ad un infarto avuto il 24 Novembre 2011 , i sintomi ci sono tutti alternativamente o tutti insieme , vertigini , mal di stomaco, diarrea, debolezza allo stomaco, agli arti, dolori al petto ,mal di collo,mal di testa, faccio regolarmente le visite cardiologiche e il decorso è praticamente eccellente praticamente e come se non avessi avuto nulla, dopo la visita sto da dio ma poi col passare dei gironi inizio l'inferno piano piano spesso ho paura di uscire di casa o di allontanarmi troppo dal mio paese , tutti i dolori e fastidi li sento talmente che sono convinto che esistano davvero ma i medici mi dicono che è l'ansia ho anche fatto numerosi esami e visite ma nulla sono sano come un pesce.

Quando ti colpisce la depressione

Ciao 16 anni fa ho avuto una bruttissima depressione con sintomi terribili, senso di soffocamento dolori al petto, insomma non vivevo più, mi è stata diagnosticata depressione con disturbi d'ansia, da allora ho preso farmaci di tutti i tipi e xanas per 3 volte al giorno, gli antidepressivi per periodi limitati ma lo xanas SEMPRE! adesso non riesco più a lasciarlo e prendo 4 volte al giorno 20 gocce, solo così riesco a mantenere l'ansia, a lavorare e dormire ma sono perfettamente consapevole che mi fa male, più volte ho provato a diminuire le dosi ma poi ritorno al punto di partenza......non ho più fiducia nei medici e mi vergogno a parlarne con chiunque... non so ch cosa devo fare, AIUTO!!!

Crisi di panico e ansia a 30 anni

ciao a tutti o 30 anni e sofro di panico e ansia anche io ho tutti quei sintomi,sono degli attacchi molto brutti,ti bloccano non riesci a far niente stai veramente male ,io sto usando l alprazolam mi sede gli atacchi ma ho sempre paura che quelli ritornino,pero dobbiamo pensare a tutti noi che sofriamo di ansia e panico che dobbiamo cercare di essere piu forti noi non quella bestia .

Ansia a 43 anni

ciao anch io da 7 8 mesi mi è comparsa questa ansia che si manifesta solo al lavoro vado in crisi di respirazione è molto fastidiosa una volta pensavo di morire ho 43 anni faccio attività sportiva non ho problemi cero di ingannarla con il pensiero spero di sconfiggerla è una cosa inspiegabile per chi non l a mai provata medicinali se posso non ne prendo ho diminuito la caffeina e speriamo che Dio ci aiuti.

Posso assumere whitania assumendo già cipralex ?

In televisione c'è una pubblicità di alcune gocce di whitania con arancia ed un altro ingrediente che non ricordo per dimagrire. Però io prendo tutti i giorni una pasticca di Cipralex e volevo sapere se la Whitania può essere presa anche con cipralex, e poi ho un altro problema che ormai nn riesco più a guarire ed è la colite ulcerosa. Posso assumere la whitania con questo problema ? grazie

Cipralex contro l'ansia

Io sto prendendo il cipralex contro l'ansia e devo dire che .... Si per un pò non ho avuto benefici, ma poi ho iniziato a stare decisamente meglio... ciao

Curare l'ansia con l'omeopatia

io vorrei sapere come sta adesso Dani e che cura ha fatto... se sta meglio caso mai prova con l'omeopatia che è meglio dei psicofarmaci

Soffro di ansia da due mesi

ciao ho 28 anni e da 2 mesi mi sono accorto di soffrire d'ansia,i sintomi erano paura di restare solo a casa di uscire e andare lontano cn la macchina sudorazione nausea.il mio medico mi ha prescritto lo xanax x 2 volte al giorno adesso ho diminuito le dosi e prendo anche l entact.gli attacchi d ansia nn m fanno mangiare sudo sto male.oltre qst andro dallo psicologo,spero ke lui mi aiuterà togliendo questi farmaci da mezzo.siamo forti e pensiamo alle cose belle ciao

Soffro di ansia attacchi di panico

ho 34 anni e soffro di ansia attacchi di panico .. appena arrivo a lavoro giramenti di testa continui stato confusionale prendo lo Xanax 0,25 al mattino e dopo un pò sparisce.. bruttisimo sembra di svenire o impazzire e una brutta bestia .. paura di nn essere in grado di svolgere il lavoro confusioni e tremori .. come devo fare aiutoooo sono ormai 3 mesi voglio guarire.. qualcuno ha un consiglio?? grazie

Per curare l'ansia assumo cipralex ma non ho trovato benefici

ciao a tutti, mi chiamo Michele ho 54 anni sono otto mesi che prendo cipralex per
doc , non ho trovato alcun beneficio, tranne lieve attenuazione dell' ansia.
trovo che ha numerosi effetti collaterali anche a bassi dosaggi, un saluti a tutti

Ansia tra alti e bassi

Caro Christian, ho 35 anni e come te soffro d'ansia (sopratutto a lavoro, percio' ti capisco).....soffro da tantissimo tempo, con alti e bassi, da circa un anno sono in cura da una pscichiatra che mi ha prescritto l'elopram......va un po' meglio, è davvero una brutta bestia che fa star male anche le persone che ti sono vicine.Ti auguro di guarire presto

Depressione e psicofarmaci

salve a tutti, leggendo tutti i commenti vedo che oggi soffriamo tutti d'ansia e depressione, le 2 bestie nere,io ho 39 anni e faccio uso di pisco farmaci,come lo xanas 0,5 rilascio prolungato,eutimil,modalina,e samyr 400 punture,naturalmente prescritte da un neurologo,però io ho capito che se non ci aiutiamo noi stessi con il nostro cervello e tutto inutile.ciao!

Da una ventina di anni ho problemi di ansia

ciao sono una donna di 46 anni e almeno da venti sono consapevole di avere disturbi d'ansia.Ho avuto diversi problemi nel corso della mia vita, tra i quali una mamma morta di un tumore a 56 anni. Ed è da quì che hanno origine i miei problemi. Ho una paura folle di ammalarmi anche perchè ho un marito ed una splendida bambina che amo moltissimo! Questa paura mi condiziona la vita. Fisicamente ho quasi sempre dei problemi legati all'ansia, tachicardia, mal di testa, vertigini ecc...Per non parlare delle mille paure. La più difficile da gestire è quella di perdere mia figlia. Ho provato per u n anno con la paroxetina e il lexotan per i disturbi più noiosi, ma come ben saprete si fa difficoltà ad accettare che sia un farmaco a regolarti la vita! Così appena sono stata meglio ho smesso e per un bel pò di tampo sono stata benino. Da 6 mesi invece i fastidi sono tornati ed io sono giù di corda da morire perchè non vorrei tornare a riprenderer dei farmaci. Vorrei non avere più questi disturbi e vivere la mia vita come se io fossi una nuova Rina! Grazie

Purtroppo faccio parte anch'io del club di chi soffre di ansia

salve a tutti, anche io faccio parte di questo club, delle volte è un vero inferno come poco fa, senza motivi apparenti. Dopo una lunghissima trafila di esami, tac, risonanze ecc ecc e specialisti vari il problema rimane, e cresce anche la confusione... ma dobbiamo farcela per noi, per i nostri cari e per questa bella vita che nonostante questa bestiaccia di nome ansia, va vissuta, fino in fondo...

L'ansia mi condiziona

Ragazzi quanto vi capisco ho 30e da 4 anni ci soffro anch'io... Prendo lexotan e tutti questi benefici non li vedo... So solo che mi sta condizionando la vita,insicurezza,tremori,giramento di testa,gambe molli... L'unica cosa è essere forti prima o poi vinceremo! Un augurio a tutti!!!

Ora conosco l'ansia e so cosa fare

Ciao a tutti, circa un anno e mezzo fa, si è presentato il primo attacco di panico, con stato ansioso..è davvero brutto non capisci cosa ti sta succedendo..pensi è arrivata la mia ora..ho avuto una specie di perdita di coscienza, ma nel mio caso è stata un presa di coscienza, mi sono risvegliata..ho capito che c'era qualcosa che non andava nella mia vita..è il mio corpo me lo stava dicendo..in maniera brusca..dolorosa..ma alcune volte si ha bisogno di una forte scossa per rendersi conto che esistiamo..che dobbiamo smettere di vivere una vita che forse non ci appartiene..Da sola era totalmente impossibile gestire la cosa, sono ritornata a casa dai miei, dopo aver vissuto 7 anni fuori..Ho iniziato la cura dalla mia neurologa, all'inizio punture, cipralex e xanax..ero completamente rincoglionita..dormivo continuamente..ma insieme a tutto questo sono andata anche da una psicologa, favolosa..mi è entrata dentro..dal primo giorno lei mi ha vista..con lei abbiamo fatto un percorso straordinario..pian piano tutto ha preso una piega diversa, ho iniziato anche io a vedermi..a capirmi..a scoprirmi..sono totalmente cambiata sono diventata me stessa..i farmaci forse aiutano..o forse no..ma dipende tutto noi..se noi abbiamo voglia di cambiare e se siamo abbastanza forti per farlo..Adesso non prendo più niente..quando arriva l'ansia, la conosco..ormai siamo amiche..lei arriva e io so il perchè e gestisco il tutto..l'ansia svela i nostri bisogni..non dobbiamo aver paura..dobbiamo domarla..farle capire chi è più forte e che nonostante tutto lei non l'avrai mai vinta..noi andiamo avanti..combattiamo..viviamo..

Ansia e uscirne fuori....

È difficile uscire fuori da questa ansia però ormai i sintomi sono sempre quelli è non succede mai niente di grave perciò dobbiamo solo essere fortissimi e dire basta per sempre con tutte queste paure ciao

da circa 6 mesi soffro anch'io di ansia

Anche io sono del club da circa 6 mesi...tutto ha avuto inizio con la nuova stagione agonistica di pallavolo, non avevo voglia di ricominciare ma l'ho fatto ugualmente perchè dopo 15 anni che la pratico pensavo mi mancasse e invece è stato un errore credo..ho cominciato a soffrire di questi disturbi, tremori, gambe molli, senso di inquietudine dentro, giramenti di testa e spesso nausea e sensazione di svenimento (cosa mai accaduta). Ho avuto anche dei problemi muscolari e di cervicale ma secondo fisioterapisti e medici era per via dello sport; tutto questo mi ha portato ad un aumento dell'ansia e di insicurezza fuori e dentro al campo tant'è che a novembre ho smesso perchè ho avuto un attacco di panico durante una partita..sono stata anche al pronto soccorso, ho fatto analisi ecc ma sono sana, ho solo disturbi d'ansia. Il mio medico mi ha prescritto Frontal da prendere mattina e sera e avevo notato notevoli miglioramenti tant'è che dopo dopo 2 mesi ho smesso la cura..ho avuto alti e bassi e quando ne sentivo la necessità prendevo qualche goccia e tutto passava..ultimamente però mi sembra rivivere uno stato d'ansia continuo dalla mattina alla sera..ho paura di alzarmi al mattino e di non reggermi in piedi così la mattina riprendo le gocce...ma dal pomeriggio mi risento strana con sensazioni di tremore alle gambe e paura di fare qualsiasi cosa..con queste belle giornate nn me la sento neanche di andare a fare una camminata, ho una repulsione per tutto quello che è sport e nn è da me dato che lo pratico da quando ho 6 anni..mi aiuto anche con medicine alle erbe e devo dire che funzionano nel loro piccolo..ma poi il giorno dopo ci risiamo...è una lotta continua..ero anche amante della vita mondana ma dopo questi fatti nn riesco a stare in mezzo alla gente perciò sto uscendo poco niente..e quel poco che lo faccio nn mi sento al sicuro..disagio continuo..spero di superare tutto questo da sola, ce la sto mettendo tutta però già sapere che non sono l'unica mi rincuora..credevo di avere questi sintomi per cose gravi, non vi scrivo cosa perchè ho paura solo a pensarle..spero che sia io che tutti voi riusciamo ad uscirne!in bocca al lupo a tutti

Ho più di 50 anni e diverse volte nella mia vita ho sofferto di ansia e depressione.

Accusavo gli stessi sintomi di cui voi parlate e la vita era diventata un inferno per me e per le persone a me vicino che non sapevano come comportarsi perchè io non ero mai contenta di niente. Per fortuna ogni volta sono riuscita a superare le crisi mettendoci tanta buona volontà e con l'aiuto di farmaci e sedute psico-comportamentali. Ora da tantissimo tempo sto prendendo un medicinale chiamato Daparox che mi ha consigliato un neurologo e che dirvi........è stato un miracolo!! Sono risorta, mi sembra di vivere una seconda vita e malgrado gravi problemi di famiglia riesco ad andare avanti con forza e serenità. Sì la serenità che auguro a tutti voi. E ricordatevi sempre che solo chi ci è passato riesce a capirci. E poi non prendete mai medicinali senza indicazioni precise di un bravo neurologo o psichiatra. Sono cose troppo delicate e non possiamo permetterci di sbagliare. Per ognuno di noi c'è la cura giusta! Auguri.

Ansia e attacchi di panico all'improvviso

da circa 2 anni soffro di ansia e attacchi di panico la mia paura e quella di morire mi vengono all'improvviso senza un motivo ho iniziato con palpitazioni poi brividi poi vampate ho fatto una cura di xanax e dropaxin dopo un anno sono stat bene ho diminuito le gocce prendevo solo 5 gocce di xanax .....ma da febbraio sto di nuovo male palpitazioni ho fatto un ecg non c e niente adesso ho formicolii al viso, agli arti pero non sempre e non ogni giorno preferisco a volte dormire per non sentire queste sensazioni ....mi sto affidando a dio l'unico che puo aiutarmi veramente pregate pregate ....

Soffro di ansia e depressione grave

salve a tutti ragazzi e dura anch'io soffro da ansia e depresione sono quasi 2 anni che lo zoloft...ma circa 3 mesi ho subito un brutto episodio nella mia vita mi sento molto più insicura rispetto a prima ho paura di uscire di casa ...devo tornare a parlare con lo pschiatra che mi prescrive i farmaci...

Soffro di ansia e panico da circa 5 mesi

Da cinque mesi che soffro di ansia e panico e veramente una brutta bestia non riesco neanche a stare in equilibrio mi anno dato la cura delle gocce ma mm sempre le principiando mi vengono gli attacchi penso e dico mentalmente nn e niente io sto bene cosi sto andando avanti noi dobbiamo essere più forti dai ragazzi sconfiggiamo questa bestia

Rodiola per l'ansia

Io per l'ansia ho provato un fiore che si chiama rodiola. Si acquista in farmacia e se posso darvi un consiglio, prendete quella in opercoli ( c'è anke uno spray da spruzzare in bocca). Alla sera, prima di coricarmi, prendo il biancospino, sempre in opercoli (ATTENZIONE che abbassa un pò la pressione ) e mi trovo davvero bene. Io sono d'accordo con chi sostiene che dobbiamo capire noi stessi come gestire gli attacchi,
è un lavoro più impegnativo e difficile, ma non dobbiamo farci spaventare...

Non riesco a curare i miei stati di ansia

Ciao,sono una ragazza di 30 anni e da tre anni soffro di ansia. Penso di averle provate tutte ormai... Meditazione , 2 psicologhe di cui una faceva ipnosi, teatro danza per avvicinarsi al corpo , 2 psichiatri.... Ho preso citalopram,paroxetina,fluoxetina,zoloft,en e xanax.... Con gli ansiolitici chiaramente sto bene ma cercò di prenderti il meno possibile... Per il resto solo fluoxetina mi ha fatto star meglio per circa un anno ma poi l'effetto sembra svanito e ora sono in cura con zoloft che secondo me non fa nulla... In più sto facendo massaggi e ora da poco sto anche andando da un kinesiologo.... Io vorrei essere felice e sbarazzarmi di un'estensione così ma non sono nemmeno
più convinta che basti forza di volontà è troppo tempo che ci combatto ogni giorno ma la mia testa gira continuamente..... Qualcuno è riuscito a salvarci fuori?

Soffro di sindrome ansioso depressiva

ciao a tutti sono stefania ho 36 anni soffro di sindrome ansioso depressiva è iniziato dopo la morte di mia mamma ed è continuata quando ho perso mio padre e mio marito a distanza di 8 mesi l'uno dall'altro ora sono in cura da psichiatra e psicologo prenno citalopram xanax rilascio prolungato da 1 mg 2 al giorno e mirtazapina vi dico che ogni tanto gli attacchi di panico specie se per una litigata ho un pianto forte prende il sopravvento e non riesco più a respirare come ieri poi quando mi riprendo mi sento mancare le forze a nessuno è mai capitato grazie ciao a tutti speriamo di uscirne

Affrontare l'ansia

Innanzi tutto un abbraccio a tutti..stiamo combattendo una dura lotta,nel mio caso oramai penso di conoscere la "bestia" (come giustamente la chiamate) molto bene essendo diversi anni che la combatto..quando pensi di aver capito come difenderti sai che ci saranno dei momenti duri inevitabili,tenetelo ben presente.Secondo me i farmaci devono essere presi solo in ultima evenienza ma se si soffre troppo non esitate a rivolgervi ad un dottore purchè con PROVATA esperienza.Dopo un pò ci si abitua abbastanza ,la speranza deve essere che un giorno diventeremo noi i più forti e bruceremo l'immonda bestia..

Ansia e fiori di Bach

I fiori di bach danno energia fisica positiva,vi consiglio provarli anche se non ci credete.Quando siete particolarmente ansiosi la camomilla calda al miele ha un effetto sedativo.Torno fra un mese a vedere se apprezzate altri consigli innoqui...

L'ansia mi ma fatto smettere di giocare a biliardo

Sono un ex campione di biliardo (ero anche ben pagato !) e per colpa degli stati d'ansia ho praticamente dovuto smettere di giocare. Non so bene quando è realmente iniziato, so solo che a un certo punto (6/7 anni fa) mi sono accorto che già l'attesa dell'evento sportivo mi portava ad avere stati confusionali, scarsa salivazione, formicolii, scarsa manualità e soprattutto grande senso di oppressione al petto e una sudorazione eccezionale con "goccioloni" che mentre tentavo di giocare cadevano inesorabilmente sul tappeto verde aumentando a ogni goccia il mio disagio.Il disagio era già in me addirittura prima di partire da casa per andare a giocare. Ho provato con uno psicologo che mi ha prescritto entact ma non ho trovato nessun giovamento, perciò dopo un po' ho smesso, anche perchè se posso i farmaci li evito (in genere). Anche ora, mentre scrivo, ho questa oppressione dolorosa al petto,come ogni volta che inevitabilmente ci penso. Per fortuna nel lavoro non si presenta spesso e per questo motivo mi ritengo fortunato rispetto tanti che invece la subiscono nella vita di tutti i giorni. Io continuo a tentare e non ho intenzione di darmi per vinto e vorrei che la speranza e il desiderio di combatterla non venga mai meno in nessuno di voi. Forza

Ansia generalizzata

Ho 55 anni e da almeno trenta soffro di ansia generalizzata che si associa a sensi di colpa, inibizione, paura di non essere all'altezza delle aspettative degli altri. Mi sono sempre chiesta e chiedo a voi perché quando prendo l'ansiolitico insieme al l'ansia scompaiano quelle sensazioni di paura e indegnità. Come può un farmaco oltre che agire sul l'ansia modificare la percezione che ho di me stessa. Allora verrebbe da pensare che l'ansia preceda e causi le emozioni negative e non il contrario, come tutte le teorie psicologiche affermano...

Ansia e contrazioni muscolari involontarie

Dopo una stato ansioso vissuto tre anni fa, instauratosi in seguito a problemi familiari di salute ( almeno credo che questa sia la causa ) da un paio di mesi soffro di ansia generalizzata, caratterizzata da eccessiva sudorazione, reflusso gastro esofageo, difficoltà ad addormentarmi ma sopratutto contrazioni muscolari involontarie che dai polpacci si sono diffuse in tutto il corpo. Questo sintomo che prima non conoscevo ha aumentato la mia sensazione di ansia. In un primo momento ho affrontato il problema con tecniche di rilassamento quali il training autogeno. Ora sto pensando di ricorrere allo shiatsu.. qualcuno sa se può essere utile? Sto usando anche delle erbe curative. Grazie

Lettura sull'ansia

leggero' tutto bene poi decidero' cosa mi conviene fare e vi faro' sapere i risultati grazie dei consigli complimenti a tutti voi

Ansia e depressione fanno malissimo

Ciao a tutti, leggendo il commento mi rendo conto di nn essere la sola a star cosi male l'ansia e depressione..Ormai ci convivo davvero da molti anni fin da piccola credo perche' ricordo molti momenti in cui mi sentivo come ora..Non so' da cosa nasce, non so il perche' ma so che si sta malissimo e chi non ha provato queste sensazioni non puo' capire.. Ci sono momenti in cui ti senti talmente male che non mi vergogno a dire desideri scomparire, ti senti e vorresti morire...e' terribile!! Vi sono vicina con il cuore.

Ansia e tachicardia

Salve a tutti...sono un ragazzo di 28 anni, lavoro , sono fidanzato felicemente da 12 anni, ho una bella famiglia. sembra tutto perfetto e invece....premetto che 2 anni fa ho vissuto un'esperienza terribile (ho perso un amico per arresto cardiaco davanti i miei occhi). Ho vissuto 1 anno come se nulla fosse accaduto, poi all'improvviso circa 1 anno fa mentre ero nel letto ho avuto una forte tachicardia (o aritmia come volete...) accompagnata da tremori e sudorazione eccessiva, sembrava ke stessi morendo!!! Un esperienza terrificante mai provata prima, anche perché per come sono fatto caratterialmente, non sapevo nemmeno dove abitasse qst'ansia! Da li in poi, esami vari (ecg, holter, ecocuore etc...) per evitare ogni dubbio e patologia cardiaca . Mi è ricapitato altre 4/5 volte qst'anno, sempre mentre ero nel letto e sono sempre andato in ospedale il giorno dopo. Ora mi sono scocciato, mi sto convincendo o almeno provo a convincermi ke non ho nulla d grave e che soffro purtroppo anch'io di ansia. Essendo contrario ai medicinali in qst situazioni( ma in casi più gravi ne sono pienamente daccordo), sto provando con delle tisane rilassanti a base di camomilla, valeriana e melissa che prendo 1 ora prima d andare a dormire, ma cmq è sempre pronta li a ripresentarsi qst maledetta bestia! Ora leggendo in qst forum mi sono accorto che c sono tante altre persone che ne soffrono e vi dico che prima o poi c riusciremo a sconfiggerla, siamo e saremo più forti d lei. Perché parte tutto da noi, dal nostro cervello. Quando vi sentite un po giù e avvertite che sta x venire un attacco d ansia/panico, anche se è difficile farlo, cercate d rilassarvi, fatevi una bella tisana o una camomilla e pregate tanto, pregate perché ricordatevi che Dio è sempre pronto ad aiutarci ed è sempre in mezzo a noi , sia nei momenti belli ma soprattutto in quelli più brutti e difficili della nostra vita, lui c'è sempre! E alla fine come dice il titolo di un film "io... speriamo che me la cavo". Un abbraccio :)

Ansia e attacchi di panico sono da combattere

ho 33 anni e da quasi 2 mesi che ho ansia e attacchi di panico dopo la morte di mia madre sto male ho paure di morire!!! mi sto curando prendo lexotan va un po meglio dei giorni benissimo ma è duraaaaaa!!!! uscite, parlate con qualcuno ansia ti combatterò!!!!!! non mollate!!!!!!!!!

Problemi di ansia e attacchi di panico

Leggendo i vostri commenti vedo che molti pensano che il problema di ansia e attacco di panico sia quasi una "convinzione" del cervello... in realtà è una vera e propria malattia con cause chimiche e fisiche ben precise (anche se ancora poco conosciute). E' per questo che mi infastidisco quando mi dicono "non ci pensare"..." devi distrarti..." " devi comandare il tuo cervello..." Sono tutte frasi fatte!! Scegliete voi come curarvi se con la medicina tradizionale e naturale, se con gli psichiatri o da soli, ma state certi che il problema non è una fantasia che passa con la buona volontà ma è una seria malattia. Ci convivo da 5 anni con alti e bassi, da piccola già le prime avvisaglie, ora ho il terrore per una gravidanza che amplifica il tutto...Sto meglio e ho imparato a conviverci, ma la paura di stare male è sempre in agguato. Nonostante tutto resto ottimista e so che anche per noi è d'obbligo vivere bene e vivere in pieno. A volte mi sembra di vivere a metà... Siamo positivi!

L'ansia mi fa stare malissimo!

L'ansia e' terribile 'io sto' malissimo propio in questo momento penso di avere raggiunto l'apice ,stomaco chiuso voglia di piangere di stare sola e poi la paura, paura di tutto di morire di avere un brutto male ,paura di soffrire paura che succeda qualcosa a mio marito ,paura anche di vivere mi sembra tutto inutile non ho voglia di fare le solite cose non sono interessata a niente .sono disperata.

Eutimil per trattare l'ansia

sono molti anni ormai che assumo eutimil, sono rinato sto benissimo. A secondo dei casi il farmaco puo' aiutare a me ha giovato molto.

Contro gli attacchi di ansia volere è potere!

io ho avuto problemi di ansia 20 anni fa la prima volta , dopo 7 anni di psicoterapia ero veramente convinta di essere guarita e sono stata bene per molto tempo, mi sono costruita una bellissima famiglia e nonostante negli ultimi anni mi siano capitate delle cose bruttissime ho sempre affrontato tutto con una forza che non pensavo di avere, quando si sono ammalati i miei genitori e se ne sono andati entrambi in poco tempo continuavo a pensare non ce la faccio ora crollo, invece sembrava fossi riuscita a sopportare il colpo, solo che dopo un po' di tempo sono cominciati i problemi fisici, mal di testa, fibromialgia, coliche, che mi hanno fatta finire all ospedale, e all'improvviso 2 settimane fa sono cominciati gli attacchi di ansia sono stata subito dallo specialista che mi ha prescritto alcuni farmaci che io non sono ancora riuscita a prendere perchè per me è difficile accettare che la mia serenità debba dipendere da un farmaco, stò cercando una brava psicoterapeuta xchè io devo e voglio stare bene x me e x i miei cari, è dura lo so conosco il percorso, ma voglio e devo credere fermamente che starò bene e questo è l'augurio che faccio anche a voi ce la possiamo fare "VOLERE è POTERE"

Ansia e cipralex

ciao a tutti, sono una donna di 44 anni e vorrei esprimere la mia opinione. Prendo Cipralex da 11 mesi per curare ansia e depressione e posso dire di aver risolto tutti i miei problemi. Sono rinata, mi sento un'altra persona, adesso sì che vivo la mia vita intensamente! Comunque la risposta del paziente verso un tipo di farmaco è molto soggettiva! alla fine basta soltanto trovare il farmaco giusto. Comunque forza e volontà !

Lascia il tuo commento: