Argentina, potentilla anserina

La pianta di argentina viene solitamente utilizzata sia per scopi esteriori che interni al corpo, in maniera da alleviare numerosi problemi riguardanti la salute dell’organismo. Uno dei principali impieghi della potentilla anserina avviene tramite l’infusione della pianta, tisana consumata per calmare le coliche di stomaco e per alleviare i sintomi del periodo mestruale nelle donne.

Argentina, potentilla anserina

Potentilla anserina proprietà

L’argentina, conosciuta nel mondo botanico come potentilla anserina, è una pianta erbacea perenne che cresce fino a 15 centimetri d’altezza con rami ascendenti le cui foglie sono caratterizzate da un colore argentato sulla parte inferiore e sono suddivise in ciuffi dentellati, struttura completata da un fiore giallo intenso che sboccia tra giugno ed agosto.

L’argentina o potentilla anserina predilige terreni umidi e cresce solitamente vicino alle rive dei fiumi, dei laghi o sulle radure caratterizzate da un alto tasso di umidità e si propaga tramite le radici, che permette la crescita di altre piante d’argentina nei pressi di quella principale.

Proprietà e benefici dell’argentina

La pianta dell’argentina è ricca di tannini, delle sostanze flavonoidi, sali minerali ed oli essenziali utili all’organismo. E’ proprio grazie a queste proprietà che l’argentina può risultare un vero toccasana per il corpo, in quanto è fautrice di effetti astringenti, spasmolitici, analgesici, diuretici ed emostatici, che la rendono una pianta unica nel suo genere.

In caso di problemi riguardanti lo stomaco la potentilla viene utilizzata per curare condizioni come i calcoli renali, evitando che ciò si traduca in un problema più incisivo e di natura cronica, che può seriamente affliggere una persona.

Nella medicina tradizionale popolare l’argentina si è rivelata utile anche nel trattamento di casi gravi di diarrea, sanguinamento e perdite vaginali, ulcere cutanee di varia natura ed anemia, mentre esternamente la pianta di potentilla è uno dei rimedi omeopatici più funzionali per casi di leucorrea e per le infiammazioni che, oltre all’epidermide, possono colpire la cavità orale: sarà sufficiente fare dei semplici impacchi per ridurre il dolore ed alleviare il soggetto affetto da questi fastidiosi problemi.

L’infuso di argentina

L’infuso a base di argentina viene preparato utilizzando le foglie della pianta, ma spesso vengono integrate anche le radici al trattamento.

Aggiungete due cucchiaini di foglie sminuzzate ad un litro d’acqua bollente, e lasciate riposare il composto. Dopo circa un quarto d’ora filtratelo e bevetelo finché è ancora caldo, in modo da godere di tutte le proprietà di questa favolosa pianta.

Infuso naturale di argentina potentilla anserina

versare 150 ml d'acqua bollente su 1-2 cucchiaini di erba essiccata, lasciare riposare 10-15 minuti, poi filtrare. Bere una tazza 2-3 volte al giorno, a piccoli sorsi e dato l'alto contenuto di tannini evitare l'assunzione in caso di stomaco irritato.

Sciacqui all'argentina

In caso di infiammazioni delle mucose della bocca fare sciacqui e gargarismi con la tisana più volte al giorno.

Fasciatura alla Potentilla anserina

Immergere dei teli di lino con la tisana calda di argentina e porli sulle parti ferite.

Ripetere l'applicazione più volte al giorno.

Vino alla Potentilla anserina

Mettere 50 g di argentina in 0,7 litro di vino bianco. Lasciare riposare per 10 giorni in un contenitore a chiusura ermetica ed infine travasare.

Bere un bicchierino mezz'ora prima dei pasti principali.

Potentilla Anserina erboristeria

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: