Arteria: Arterie

Le arterie presenti nel corpo umano sono utili per veicolare il sangue dal cuore agli altri organi.

L'arteria è un vaso sanguigno deputato a distribuire alle varie parti del corpo il sangue che ad ogni contrazione cardiaca viene messo in circolo dai ventricoli, dove per definizione in esso il flusso è centrifugo, nel senso che dal cuore si dirige verso la periferia tranne però per le arterie polmonari e le loro diramazioni, che invece trasportano al polmone sangue venoso allo scopo di ossigenarlo, tutte le arterie invece come suggerisce il nome stesso trasportano sangue arterioso, ovvero saturo di ossigeno che arriva dai ventricoli cardiaci, più precisamente l'arteria polmonare dal ventricolo destro e l'aorta dal ventricolo sinistro.

Arteria Arterie

Arteria


Cuore e arterie

E man mano che queste arterie si allontanano dal cuore verso la periferia emettono dapprima rami collaterali, divergenti rispetto al decorso del tronco principale, che continua il suo decorso e finisce nelle aree più distali con uno o più rami terminali e durante queste ramificazioni, l'arteria diminuisce progressivamente di diametro fino ad arrivare alle arteriole.

Da ogni arteria principale dipende l'irrorazione sanguigna di un distretto, per cui la sua legatura o la sua ostruzione possono determinare anche la morte.

Fortunatamente esistono però e soprattutto a livello delle arteriole, dei collegamenti chiamati anastomosi che collegano le arterie vicine, per cui è spesso possibile anche una circolazione collaterale anastomotica.

Pareti delle arterie (costituite da tre strati):

Una tonaca intima, detta anche intima, una media, separata dall' intima grazie ad una lamina conosciuta con il nome di membrana elastica interna, ed una esterna o avventizia.

L'intima è tappezzata da un sottile endotelio, che facilita lo scorrimento del sangue e ne impedisce la coagulazione dove per altro sono presenti anche numerose fibre elastiche.

La tonaca media invece costituisce il principale spessore dell'arteria; essa è formata da tessuto connettivale elastico e fibroso e da fibrocellule muscolari lisce.

La tonaca esterna è costituita prevalentemente da collagene.

Le arterie sono nutrite da piccoli vasi sanguigni, detti vasavasorum e sono innervate da sottili fibre nervose.

Grazie alla loro struttura, le arterie hanno la possibilità di dilatarsi o di collassarsi in modo passivo in base alla quantità di sangue pompato in esse dal cuore o anche a causa di una variazione del tono della loro muscolatura.

Mentre la pressione artesiosa è data da due fattori, in base alla quantità di sangue presente nel letto arterioso e dalla elesticità delle pareti arteriose.

Tutta via questa pressione non ha un valore costante, ma passa da una pressione sistolica pari a circa 120 mm Hg, detta anche pressione massima, ad una pressione diastolica di circa 70 mm Hg, detta anche pressione minima ad ogni successiva contrazione e rilassamento del cuore.

Per ogni ciclo cardiaco inoltre per concludere è bene anche sapere che lungo le arterie si propaga un'onda elastica, conosciuta in gerco con il nome di onda sfigmica, che viene percepita alla palpazione dei punti in cui le arterie si fanno più superficiali come il polso arterioso.

Ps.

Qualora invece le arterie presentassero delle problematiche è possibile la loro asportazione (mirata esclusivamente al tratto malato) tramite intervento chirurgico chiamato arterieclomia.

Intervento che si rende necessario esclusivamente quando lesioni della parete arteriosa abbiano determinato un'interruzione del flusso ematico e si accompagnino a spasmi arteriosi riflessi nei distretti posti a valle della lesione e qualora l'arteria in questione non possa essere nuovamente canalizzata per mezzo di altri interventi meno invasivi e solo in questo caso si ricorre all'asportazione del tratto di arteria per ricanalizzare successivamente il flusso sanguigno tramite un innesto con materiale naturale oppure sintetico.

Le arterie presenti nel corpo umano...

Corpo umano anatomia organi

Lascia il tuo commento: