Astigmatismo

Astigmatismo cos'è? Per astigmatismo ci si riferisce ad un vizio di rifrazione dovuto al fatto che la cornea invece di avere la forma di una calotta sferica all’interno della quale tutti i meridiani presentano un medesimo raggio di curvatura ed è malformata e presenta la forma di un segmento di toro.

L'astigmatismo è la conseguenza di un’incapacità della cornea di mettere bene a fuoco l'immagine sulla retina, il risultato è un'immagine sfocata, la cornea è la parte più esterna dell'occhio, si tratta di uno strato trasparente che ricopre la parte colorata dell'occhio, l’iride, la luce captata dalla cornea viene focalizzata  sulla retina dove le cellule specializzate, i fotorecettori,  rilevano la luce e trasmettono gli  impulsi nervosi al cervello attraverso il nervo ottico, dove si forma l'immagine, la cornea ha una forma a cupola, la curvatura della luce è chiamata rifrazione e i I problemi legati alla messa a fuoco della cornea prendono il nome di disturbi di rifrazione o rifrazione.

Astigmatismo

Astigmatismo


Astigmatismo

L’astigmatismo è una distorsione delle immagini captate dalla cornea perché la cornea delle persone che soffrono di astigmatismo non è di forma sferica, bensì ellittica, per cui si ha  una visione sfocata, tale sfocatura dipende dalla quantità e dalla direzione dell’astigmatismo, una persona affetta da miopia o ipermetropia può vedere un punto come un cerchio sfocato, una persona con astigmatismo può vedere il punto come un ovale sfocato, l’astigmatismo non è una malattia, né vuol dire che si hanno degli occhi o una vista cattivi, significa semplicemente che si ha una variazione o un disturbo nella forma della cornea.


Cause dell’astigmatismo

L'astigmatismo è molto comune, alcuni esperti ritengono che quasi tutti hanno almeno un grado di astigmatismo, spesso fin dalla nascita, che può protrarsi per tutta la vita senza mai accorgersene. Si dice che la tendenza a sviluppare l’astigmatismo, non l’astigmatismo in sé,  sia ereditario e quindi che alcune persone sono più inclini di altre a sviluppare l’astigmatismo. Alcuni casi di astigmatismo sono causati da problemi del cristallino dell'occhio, variazioni minime nella curvatura della lente dell’occhio producono livelli minimi di astigmatismo, il così detto astigmatismo lenticolare, in questi pazienti la cornea è di solito di forma regolare; i neonati hanno il minor numero di possibilità di sviluppare l’astigmatismo, esso infatti può aumentare durante l'infanzia quando l’occhio si sviluppa. L’astigmatismo regolare può essere causato dal peso della palpebra superiore che si appoggia sul globo oculare creando distorsioni, da incisioni e traumi nella cornea, dalla presenza di tumori nella palpebra  o da un fattore genetico. L’astigmatismo irregolare può essere causato da cicatrici o dal cheratocono, una condizione in cui la cornea si assottiglia e diventa a forma di cono, di solito si verifica intorno alla pubertà ed è più comune nelle donne, le cause del cheratocono sono sconosciute, può essere ereditario o conseguenza di sfregamento cronico degli occhi, come nelle persone affette da allergie, dove il centro del cono non è in linea con il centro della cornea, anche il diabete può svolgere un ruolo nello sviluppo dell’astigmatismo, alti livelli di zucchero nel sangue possono causare cambiamenti della forma del cristallino dell'occhio, questo processo di solito si verifica lentamente e, spesso, viene notato solo quando il diabetico ha iniziato il trattamento per controllare la glicemia. Il ritorno ad un più normale livello di zucchero nel sangue permette all’occhio di tornare alla normalità, i diabetici devono attendere fino a che il livello di zuccheri nel sangue sia sotto controllo per consentire che la vista sia ristabilita prima di effettuare i controlli oculistici. L'astigmatismo può essere causato dalla forma irregolare della cornea o dalla forma irregolare del cristallino , si hanno così l’astigmatismo corneale o l’astigmatismo lenticolare. Entrambi i tipi di astigmatismo possono essere corretti con occhiali o lenti a contatto o chirurgia refrattiva dell'occhio.

L'astigmatismo è accompagnato di solito con la miopia o l’ipermetropia, tuttavia, alcune persone possono avere l’astigmatismo senza avere alcun altro disturbo della vista.
Dal momento che le principali cause dell’astigmatismo sono legate alla forma irregolare di alcune strutture dell'occhio, esso è considerato una malattia ereditaria, infatti numerosi studi clinici dimostrano che i bambini hanno un rischio più elevato di astigmatismo se uno o entrambi i genitori soffrono di astigmatismo.


Cure dell’astigmatismo

Una serie di test può essere effettuato per rilevare l'astigmatismo durante l'esame della vista. Può essere chiesto al paziente di descrivere il quadrante astigmatico, una serie di linee che si irradiano da un centro. Le persone con astigmatismo vedranno alcune delle linee più chiaramente di altre. Uno strumento diagnostico utilizzato è il cheratometro. Questo misura la curvatura della cornea centrale, la quantità e la direzione della curvatura, un topografo corneale è in grado di misurare una zona più ampia della cornea, si può misurare l'area centrale o la metà periferica della cornea. Se il grado di astigmatismo è lieve e sono presenti anche altri problemi di rifrazione, come la miopia o l'ipermetropia, le lenti correttive non possono essere prescritte. Se il grado di astigmatismo è così grave da causare l'affaticamento degli occhi, mal di testa o la distorsione della visione, verranno allora prescritte lenti graduate, tuttavia ci sono delle alternative molto efficaci che aiutano a riacquistare la vista, naturalmente, senza occhiali o lenti a contatto o costosi interventi chirurgico rischiosi. Le lenti a contatto correttive prescritte sono chiamate lenti toriche e hanno un elemento di potenza supplementare chiamato cilindro, lo specialista di fiducia effettuerà un test specifico durante la visita oculistica per determinare la prescrizione ideale della lente.   L'unità di misura che descrive il potere del sistema di lenti si chiama diottria, le lenti hanno una forma tale da contrastare le sezioni della cornea che stanno causando la difficoltà visiva. Possono essere necessarie una o due settimane  per abituarsi agli occhiali.
In molti casi, i sintomi di astigmatismo sono talmente lievi che il trattamento per correggere la vista non è necessaria. Quando il trattamento è necessario, di solito questo comporta l’utilizzo di occhiali o lenti a contatto.


Lenti correttive

Le lenti correttive lavorano compensando la curva irregolare della cornea in modo che la luce che passa attraverso la lente correttiva sia messa a fuoco sulla retina.
Di solito, occhiali e lenti a contatto sono ugualmente efficaci nel trattamento dell’astigmatismo. Pertanto, il tipo di lente correttiva che si decide di utilizzare dipenderà dalla preferenza personale e dal parere del proprio optometrista, che è l'operatore sanitario che prende in esame gli occhi, misura la vista e prescrive eventualmente le lenti correttive. Non vi è alcun motivo clinico per cui i bambini non possano indossare le lenti a contatto, anche se il parere dell’optometrista sarà importante nel decidere se sono adatte o meno, la maggior parte dei bambini sopra i 12 anni sarà in grado di indossarle, è importante che il bambino sia in grado di utilizzare le lenti a contatto in modo corretto e sia in grado di seguire tutte le istruzioni relative al loro utilizzo. Quando si sceglie di utilizzare le lenti a contatto è importante mantenere una buona igiene della lente per evitare infezioni agli occhi. 

Ci sono tre diversi tipi di lenti a contatto:

Lenti a contatto rigide

Le lenti a contatto rigide sono costituite da una combinazione di plastica e vetro, lo svantaggio di questo tipo di  lenti a contatto consiste nella possibilità che esse impediscano l’ossigenazione dell'occhio, la mancanza di ossigeno può irritare i vasi sanguigni dell’occhio e peggiorare la qualità della vista.

Lenti a contatto gas permeabili

Le lenti a contatto gas permeabili utilizzano un tipo di plastica che consente il passaggio dell’ossigeno attraverso la lente , questi materiali sono conosciuti come gas permeabili all'ossigeno.

Lenti a contatto morbide

Le lenti a contatto morbide sono costituite da una miscela di acqua e un polimero idrogel.
La stessa plastica non è permeabile ai gas, ma l'acqua presente nella lente permette all'ossigeno di penetrare nell’occhio. In alcune lenti morbide, l'acqua evapora rapidamente, si possono indossare solo per un breve periodo e devono essere sostituite spesso. Tuttavia, i nuovi materiali, come il gel di silicone, sono permeabili all'ossigeno, e si possono indossare a lungo.

Ci sono diverse varietà di lenti a contatto morbide, come ad esempio:

  • Lenti da indossare per un giorno e buttare via la sera
  • Lenti da indossare ogni giorno per un mese, togliendole ogni sera e indossandole nuovamente la mattina
  • Lenti che si indossano ininterrottamente per un mese, e che poi vanno sostituite


Sintomi dell’astigmatismo

Le persone con astigmatismo grave di solito hanno una visione offuscata o distorta, mentre in quelli con lieve astigmatismo possono verificarsi mal di testa, affaticamento degli occhi, visione offuscata o fatica a determinate distanze.

I sintomi più diffusi sono:

  • Distorsione o sfocatura delle immagini a tutte le distanze.
  • Mal di testa e stanchezza.
  • Sensazione di disagio agli occhi e irritazione.

I genitori possono notare che un bambino può avere l’astigmatismo, quando il bambino vede una parte di un disegno o un'immagine più chiaramente di altre.Ma i sintomi sopra descritti non significano necessariamente che si soffre di astigmatismo. Tuttavia, se si verifica uno o più di questi sintomi, è consigliabile rivolgersi al proprio oculista per un esame completo. L'astigmatismo può aumentare lentamente. La cura e il controllo regolare degli occhi può aiutare a garantire che la vista sia mantenuta. I sintomi dell’astigmatismo variano a seconda del tipo di disturbo e della sua gravità. Piccoli gradi di astigmatismo possono presentarsi senza sintomi o possono provocare solo brevi periodi di offuscamento della vista, mal di testa, affaticamento della vista o di una generale sensazione di sgradevole affaticamento degli occhi. Un maggior grado di astigmatismo può causare gravi problemi alla vista. I sintomi più comuni di un astigmatismo grave sono visione offuscata e distorta  a tutte le distanze, sensibilità alla luce, pesantezza agli occhi.


Operazione per correggere l’astigmatismo

La chirurgia refrattiva può essere prescritta per cercare di correggere alcune forme di astigmatismo.
Nel caso di cheratocono, un trapianto corneale è spesso consigliato, se l'astigmatismo non può essere corretto con le lenti a contatto rigide. I rischi principali di un intervento chirurgico, a parte i rischi chirurgici, sono la correzione superiore o inferiore dell’astigmatismo, infatti non esiste una cura per la correzione superiore, mentre la correzione inferiore può essere risolta ripetendo l'operazione e vi è il rischio che l’intervento possa causare la cicatrizzazione del tessuto che diventa molto meno flessibile rispetto al tessuto normale con conseguente maggiore invalidità dell’occhio.

Laser per l’astigmatismo

La chirurgia laser comporta l'uso di laser per rimodellare il tessuto della cornea e  modificarne la curva.

La chirurgia laser è di solito effettuata su una base ambulatoriale, con uno o più appuntamenti in una clinica oculista e il trattamento dura di solito 20 o 30 minuti.

Ci sono tre diversi tipi di chirurgia laser:

  • cheratectomia fotorefrattiva
  • cheratomileusi laser epiteliale
  • cheratectomia laser in situ

Durante la cheratectomia fotorefrattiva una piccola quantità di superficie della cornea viene rimossa da un laser che, rimuovendo il tessuto, modifica la forma della cornea. La cheratomileusi laser epiteliale è una procedura simile alla precedente, ma comporta l'uso di alcool per sciogliere lo strato superficiale di cellule della cornea prima di rimuoverla e, tramite il laser, cambiare la forma della cornea. Dopo il trattamento, lo strato superficiale di cellule sciolte ricresce naturalmente in pochi giorni. La cheratomileusi laser in situ prevede che un nuovo lembo di tessuto venga creato usando un tipo specializzato di laser chiamato laser a femtosecondi, il lembo viene sollevato per esporre il tessuto corneale sottostante, che viene poi trattato con laser, e rimodellato, il lembo viene poi riposizionato sull'occhio. Questa è l'opzione più utilizzata di  trattamento laser perché non provoca dolore e la vista inizia a recuperare in poche ore.

Tutto quello che è utile sapere in relazione con l'astigmatismo.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo astigmatismo

Anch'io ho problemi di astigmatismo

anch'io ho problemi di astigmatismo che prima non avevo ho settanta anni spero di risolverli. grazie dei consigli

Astigamatismo

mia figlia ha un forte astigmatismo e' ipermetrica abbiamo risolto lo strabismo in accomodamento, ha 8 anni e volevo sapere se puo' essere operata con il laser

Lascia il tuo commento: