Sindrome da astinenza alcolica: sintomi

I sintomi della sindrome da astinenza alcolica sono universalmente riconosciuti e per questo motivo vi sono stati molti tentativi di suddividere in più entità cliniche la sindrome da astinenza alcolica; in molti studi si ritengono che i sintomi da astinenza si sovrappongono l'un l'altro, senza discontinuità. Poiché nell'evoluzione della sindrome da astinenza si riconoscono facilmente due diversi periodi, ciascuno con proprie caratteristiche molti medici distinguono una forma "minore" (lieve, iniziale, prodromica) ed una forma "maggiore" (tardiva, delirium tremens).

Sindrome da astinenza alcolica: sintomi

Sindrome da astinenza alcolica: sintomi

Minore e maggiore

La forma "minore" si manifesta di solito entro 48 ore dalla diminuzione o dalla sospensione dell'assunzione di alcool; essa può essere suddivisa in tre sindromi che è ragionevole considerare distinte caratterizzate rispettivamente da tremori, allucinazioni e convulsioni, le quali spesso si sovrappongono.

La forma "maggiore" o delirium tremens, può manifestarsi a 24 ore dalla sospensione dell'assunzione di alcool, ma solitamente inizia dopo 3 o 4 giorni.

I sintomi della sindrome da astinenza alcolica

Le sue manifestazioni peculiari sono un grave stato confusionale ed un'intensa agitazione psicomotoria. Il tremore inizia di solito entro 8 ore dall'ultima bevuta, con un'intensità massima intorno a 24 ore. I tremori sono grossolani (6-8 cicli/sec) e si aggravano con il movimento. Il paziente è irritabile, insonne, eccessivamente vigile e si spaventa facilmente. I dolori addominali sono comunemente accompagnati da anoressia, nausea e vomito.

Sudorazione, tachicardia, lieve ipertensione ed aumento della temperatura sono frequenti. Senza terapia i sintomi persistono per due o tre giorni. Le allucinazioni si manifestano nel 25% dei pazienti che hanno tremori. 

I sintomi raggiungono la massima gravità a 12-48 ore dalla sospensione, ma possono durare sino ad una settimana. Abitualmente le allucinazioni sono visive, ma possono essere uditive, tattili e/o olfattive. Generalmente il paziente è orientato e riconosce che le sue allucinazioni non corrispondono alla realtà.

Le convulsioni si verificano nel 15% dei pazienti con la forma "minore" non curati, solitamente a 7-48 ore dall'ultima assunzione di alcool e sono del tipo grande male. In una gran parte dei pazienti si verificano episodi convulsivi ripetuti (dà 2 a 6) nello spazio di alcune ore; nel 40% dei casi si ha un solo episodio convulsivo e nel 3% si instaura uno stato di male epilettico. Circa un terzo dei pazienti che hanno convulsioni andranno incontro al delirium tremens; dei pazienti con delirium tremens, il 90% ha avuto convulsioni.

Una volta che il delirium tremens si è instaurato è raro che si abbiano convulsioni. L'insorgenza di una o più convulsioni focali durante il delirium tremens dovrebbe indurre sempre a compiere accurate indagini neurologiche.

È importante tenere presenti alcune avvertenze. Il 30% degli alcoolisti ricoverati nei reparti di disintossicazione avevano fatto abuso contemporaneamente di alcool e di benzodiazepine.

Con tale abuso combinato, si manifesta, solitamente a 2-10 giorni dall'improvvisa sospensione, una sindrome da astinenza ad impronta prevalentemente psicomotoria invece che iperadrenergica, con episodi convulsivi del tipo grande male.

Perciò, caratteristici ma tardivi episodi convulsivi legati all'astinenza dall'alcool dovrebbero indurre il medico a considerare un possibile non riferito abuso di benzodiazepine. Infine, poiché l'alcool abbassa la soglia convulsiva, gli epilettici possono avere convulsioni in rapporto ad un'assunzione di alcool per un A brève periodo: tale situazione clinica a viene talvolta confusa con una sindrome da astinenza.

Il delirium tremens è caratterizzato da un'intensissima agitazione psicomotoria, da un grave disorientamento, da vivide allucinazioni e da illusioni.

Solitamente il paziente appare spaventato e presenta un'intensa sintomatologia" neurovegetativa (midriasi, febbre, tachicardia, tremori, sudorazione e diarrea).

Come è stato ricordato in precedenza, generalmente i sintomi iniziano 3-4 giorni dopo l'interruzione o la notevole riduzione dell'assunzione di alcool e durano 3-5 giorni.

Spesso il delirium tremens termina con un sonno profondo e prolungato, dal quale il paziente si risveglia esausto.

La confusione può durare settimane, specialmente nei soggetti anziani .

VALUTAZIONE DELLA GRAVITÀ

Allo scopo di graduare la gravità della sindrome da astinenza sono state utilizzate negli studi numerose scale di valutazione, ma poche sono quelle definitivamente accettate o riconosciute attendibili.

Recentemente ricercatori dell'Addiction Research Center di Toronto hanno elaborato una scala semplice, attendibile e valida, chiamata Alcohol Withdrawal Scale (AWS) e ne hanno raccomandato l'impiego per scopi di ricerca e clinici.

Per la definizione della sua utilità clinica sono necessari ulteriori studi.

In generale, il medico dovrebbe controllare la pressione arteriosa, il polso, la temperatura, lo stato di agitazione, il tremore, la sudorazione, i disturbi dell'alimentazione, i disturbi del sonno, il sensorio e la capacità di relazione e naturalmente si tiene conto delle convulsioni e delle allucinazioni.

TRATTAMENTO

Gli obiettivi del trattamento della sindrome da astinenza dall'alcool sono l'alleviamento dei sintomi, la prevenzione dell'evoluzione verso la forma grave e la preparazione alla riabilitazione.

Sintomi della sindrome da astinenza alcolica...

Salute alimentazione

Lascia il tuo commento: