Blefarite: sintomi cause cura

Quali sono i sintomi, le cause e come si cura la blefarite? La blefarite è un'infiammazione che colpisce i bordi delle palpebre che si gonfiano e si arrossiscono e che provoca altri problemi come ad esempio:

  • bruciore nella zona oculare;
  • produzione eccessiva di cispa che va colpire le ciglia che si irrigidiscono;
  • prurito nella zona oculare.
Blefarite: sintomi cause cura

Blefarite

Le cause della blefarite possono essere imputabili:

  • ad una infezione batterica, che può provocare anche la sindrome dell'occhio secco che inibisce la lacrimazione e l'occhio non è sufficientemente umido;
  • a dermatite seborroica che provoca la formazione di forfora sia sulla pelle che tra i capelli;
  • a rosacea che è una dermatite che colpisce la zona vicino al naso, la fronte ed il mento e si presenta come una sorta di eritema;

in ogni caso è importante sottolineare che la blefarite non è contagiosa.

È diffusa la blefarite?

Una persona su 20 è colpita da questa infiammazione ed è più diffusa tra gli adulti anche se può colpire indifferentemente ad ogni età.

È una patologia cronica per cui una volta che si è manifestata è probabile si ripresenti più volte, non esiste una cura specifica, anche se in casi particolarmente gravi si ricorre agli antibiotici e si deve prestare particolare attenzione alla pulizia quotidiana degli occhi.

Quali sono i sintomi della blefarite?

La sintomatologia è variabile ed il risveglio del mattino è il momento più delicato perché nella maggior parte dei casi le palpebre sono attaccate.

Nel corso del riposo notturno fuoriesce del siero dagli occhi che va ad incollare le palpebre che hanno bisogno di essere unte con dell'olio affinchè possano aprirsi, altri sintomi sono:

  • gonfiore, dolore e rossore delle palpebre;
  • la luce intensa che da fastidio;
  • crescita eccessiva delle ciglia oppure addirittura perderle.

Tipologie di blefarite

Esistono due tipi di blefarite:

  • blefarite anteriore che colpisce la parte delle palpebre dove sono attaccate le sopracciglia;
  • blefarite posteriore che colpisce le ghiandole di Meibomio che sono ubicate nella parte interna delle palpebre e che hanno il compito di lubrificare costantemente l'occhio.

Blefarite anteriore

Di solito questa patologia è provocata dal batterio stafilococco, anche se in molti casi può essere una conseguenza di un problema dermatologico come la dermatite seborroica.

La dermatite seborroica provoca una formazione eccessiva di grasso sulla pelle e si pensa che questa sovra produzione di olio possa infiammare le palpebre e diventare luogo di proliferazione batterica.

Blefarite posteriore

Come detto poco prima, è una patologia che colpisce le ghiandole di Meibomio che sono posizionate nella parte interna dell'occhio e che hanno il compito di secernere una sostanza grassa che deve proteggere gli occhi e la dermatite con la rosacea sono le cause principali della loro infiammazione.

Rosacea

Contrariamente alla dermatite seborroica, la rosacea si contraddistingue per provocare un'eccessiva secchezza della pelle e nel caso degli occhi, non essendo sufficientemente lubrificati, sono maggiormente soggetti alle infezioni.

Se non curata la rosacea può provocare:

  • infiammazione dell'iride, che è la parte colorata dell'occhio;
  • infiammazione della cornea, che è la parte trasparente esterna all'occhio.

Come viene diagnosticata la blefarite?

La prima diagnosi viene fatta dal medico di famiglia che:

  • esegue una prima indagine verbale circa la sintomatologia che il paziente accusa;
  • esegue un controllo degli occhi;
  • verifica la presenza delle patologie di cui si è parlato poco prima e cioè della dermatite oppure della rosacea.

Lo stesso medico di famiglia inviterà il paziente a rivolgersi ad uno specialista nel caso in cui:

  • la sintomatologia sia molto grave;
  • non si avverte miglioramento dopo le prime cure;
  • gli occhi sono particolarmente sensibili e dolenti;
  • perdita della vista;
  • problemi di vista.

Come si cura la blefarite?

Non esiste una cura specifica per la blefarite né tanto meno una cura preventiva e gli unici consigli che lo specialista fornisce è quello di prestare particolare attenzione all'igiene degli occhi.

Pulizia degli occhi

Può sembrare una cosa scontata ma la pulizia degli occhi dev'essere fatta in un certo modo:

  • mettere un panno tiepido di cotone oppure di lana imbevuto di acqua ed applicarlo sulle palpebre;
  • strofinare leggermente le palpebre per far sciogliere le eventuali croste;
  • utilizzare del cotone imbevuto di detergente ( la cui composizione verrà esposta tra poco);
  • fare la pulizia degli occhi davanti ad uno specchio per evitare di creare problemi agli occhi stesso;
  • seguire questo procedimento almeno 2 volte al giorno fino a quando l'infiammazione non diminuisce;
  • evitare di truccarsi.

Soluzione per detergere

Sono diversi le tipologie di detergente che si possono utilizzare in questi casi:

  • si può fare una miscela con 1 parte di shampoo per bambini e 10 di acqua tiepida ;
  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio da sciogliere in una tazza di acqua;
  • acquistare dei prodotti già pronti.

In questi casi è meglio provare anche diversi tipi di detergenti e trovare quello adatto a voi.

Antibiotici da applicare localmente

Ci sono delle blefariti che necessitano di cure più forti come ad esempio il ricorso a creme a base di antibiotico che devono essere applicate per un periodo che va dalle 4 alle 6 settimane.

Può essere utilizzato:

  • un unguento da applicare direttamente sulle palpebre;
  • un collirio da applicare direttamente nell'occhio.

Prima di applicare o l'unguento oppure il collirio, le palpebre vanno deterse nella modalità descritta poco prima e l'unguento va applicato sulla parte utilizzando dei cotton fioc.

Questa pulizia e l'applicazione del farmaco va fatta due volte al giorno: nel momento in cui si inizia a notare un miglioramento, allora l'antibiotico potrà essere applicato solo una volta al giorno.

Attenzioni particolari

Nel caso di infezioni particolarmente gravi è sconsigliato, oltre che truccarsi, anche utilizzare lenti a contatto soprattutto quando si sta seguendo una terapia locale antibiotica.

Se durante la cura con antibiotici, sia con unguenti o colliri, si dovessero presentarsi dei problemi legati alla vista è preferibile evitare di mettersi al volante.

Antibiotici da assumere per via orale

Nei casi ad esempio di rosacea, il medico può prescrivere degli antibiotici da far assumere per via orale quando la blefarite sia peggiorata a causa della patologia dermatologica.

Indipendentemente dalla patologia a carico della pelle, ci possono essere delle blefariti particolarmente gravi che necessitano per forza di cose la somministrazione dell'antibiotico per via orale. Il ciclo di assunzione dell'antibiotico varia dalle 2 alle 4 settimane di trattamento ed è fondamentale che il ciclo di cura sia completato anche in presenza di netto miglioramento.

Effetti collaterali

Quando si assumono antibiotici è buona norma evitare l'esposizione al sole, oppure fare lampade o docce solari per evitare la formazione di macchie sulle pelle.

Alcuni effetti collaterali, anche se rari, sono:

  • nausea e vomito;
  • dolore addominale;
  • irritazioni vaginali.

Blefarite (sintomi cause cura)

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo blefarite: sintomi cause cura

Blefarite

Molto utile: Grazie

Informazioni utili sulla blefarite

Utile e complete le informazioni. Grazie

Blefarite e pasta di fissan

Ho questo problema da parecchio tempo,pur curandomi con colliri appositi non ho trovato grandi guarigioni, uso solo del mascara per truccarmi, ma qualche giorno fa ho letto su una rivista che si possono usare le creme dei bambini tipo "Pasta di Fissan", trovo molto sollievo dopo l'applicazione che spalmo prima di andare a dormire, chissà che questa mia esperienza sia utile anche a chi ha questo problema.

Blefarite e consigli e spiegazioni soddisfacenti

Spiegazioni molto chiare e soddisfacenti. Provero' subito i consigli scritti.
Grazie.

Spiegazione comprensiva sulla blefarite

Una descrizione chiara e particolareggiata, molto utile e comprensiva nella spiegazione.

Diagnosi e cure per la blefarite

spiegazioni molto chiare ed interessanti sia sulla diagnosi che sulle cure. bravi!

Blefarite e informazioni utili

Grazie informazioni complete e di grande aiuto.

interessante e pratico

Lascia il tuo commento: