Body dance

La Body Dance è una disciplina nata di recente come ramificazione della danzaconvenzionale”, dalla quale vengono prese tutte le tecniche volte all’allenamento della mente e del corpo tralasciando, però, in maniera più o meno marcata, l’aspetto legato all’esibizione sul palcoscenico.

Body dance è quindi, dal punto di vista dello stimolo allenante, più che una danza è da ritenersi una disciplina fortemente legata al fitness, rispetto al quale, però, si stacca per le metodologie di allenamento, gli stili che vengono proposti all’interno della Body Dance sono, soprattutto, ispirati alla Danza Moderna, alla Danza Contemporanea, alla Danza Jazz ed alla Afro - Danza: tutte quelle espressioni della danza, insomma, ad alto impatto allenante e capaci di produrre, di conseguenza, un consistente consumo in termini di calorie bruciate durante ogni sessione di allenamento.

Body dance

Body dance

Questa incredibile funzionalità da un punto di vista dell’utilità nel mantenimento, o nel raggiungimento, di una forma fisica ottimale, si sposa in maniera estremamente proficua con l’incredibile stimolo energetico, da un punto di vista psichico, derivante dal danzare.

Danzare, infatti, è un’attività particolarmente stimolante per l’essere umano: danzare aiuta a rilassarsi, aiuta a liberare la mente dai problemi assillanti della vita quotidiana per ritrovare se stessi e soprattutto, essendo la danza un mezzo di comunicazione, danzare aiuta ed amplifica le capacità comunicative della persona, nei confronti di se stesso e degli altri.

Più nello specifico, inoltre, la Body Dance può essere una valida alternativa per tutte quelle persone che, pur desiderando danzare e mantenersi in forma danzando, non amano particolarmente l’aspetto della danza “convenzionale” legato alle esibizioni davanti ad un pubblico, siano esse degli spettacoli veri e propri o dei semplici saggi assolutamente informali.

BODY DANCE E SALUTE

La Body Dance è un sapiente mix delle migliori tecniche di danza volte all’ottimizzazione della forma fisica, obbiettivo che si concretizza, anche, mediante l’implementazione di una tipica lezione di danza con una o più sezioni apposite, finalizzate alla pura preparazione atletica.

La seduta di allenamento caratteristica, inizia con alcuni minuti di corsa (tra i 5 ed i 10) come riscaldamento, per poi proseguire con un blando lavoro di allungamento da eseguire in piedi e/o distesi su appositi materassini della durata di 10-15 minuti.

Seguono, quindi, dei circuiti composti da alcuni “otto” (che nel gergo della danza sono insiemi di movimenti legati tra di loro a formare i tasselli fondamentali che compongono le coreografie) da eseguire con brevissime pause per un totale di circa 20 minuti.

A questo punto il lavoro si concentra sul solo aspetto coreografico e musicale, attraverso lo sviluppo di una coreografia unica ed organica; questa sezione non ha una durata facilmente definibile a priori, poiché è il cuore dell’allenamento ed è fortemente dipendente dalla risposta della classe al singolo allenamento.

E’ quindi il momento degli esercizi volti alla preparazione atletica, che comprendono flessioni, per allenare il petto e le braccia, per appiattire e scolpire gli addominali, nonché esercizi come gli squat, le accosciate o gli stacchi a gambe tese o flesse, per stimolare le cosce ed i glutei.

L’ideale è sempre quello di eseguire 3-5 serie per 10-15 ripetizioni di ciascun esercizio, per poi andare ad aumentare il numero sia delle ripetizioni che delle serie, con pause che rimangano comprese tra i 90 ed i 120 secondi tra una serie e la successiva.

Infine, viene il momento dello stretching, di fondamentale importanza non solo da un punto di vista fisico, ma anche e soprattutto mentale: al termine di un buon allenamento 15-20 minuti di stretching aiutano a rilassarsi in maniera definitiva e ripulire completamente la mente da qualsiasi pensiero.

Talvolta si ricorre, ispirandosi alla Danza Classica, all’implementazione dell’allenamento con esercizi da eseguire mediante l’ausilio della “sbarra”, che permette di eseguire degli esercizi di tipo isometrico, in gergo detti “di tenuta”, che aiutano ad “alzare le gambe”, ovvero rafforzare la muscolatura degli arti inferiori perché sia capace di sollevare e mantenere sollevate da terra, il più possibile ed il più a lungo possibile, le gambe: questi sono, chiaramente, esercizi particolarmente indicati per chi vuole aver gambe, cose e glutei di prima qualità.

 

A cura di:
FRANCESCO FLORIS
Mestro di Kung fu Wushu

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: