Botulismo infantile : sintomi cure cause

Botulismo alimentare nei bambini, quali sono i sintomi, le cause e le cure?

Il botulismo infantile alimentare è una intossicazione causata dalla tossina del Clostridium Botulinum, che si sviluppa in ambienti privi di ossigeno.

La patologia si sviluppa con l'ingestione di spore: tra le cause hanno una certa rilevanza le caratteristiche della flora batterica intestinale, specialmente quando questa è modificata ed indebolita dall'uso di antibiotici e alle alterazioni del sistema immunitario.

Botulismo infantile : sintomi cure cause

Botulismo infantile

Il botulismo infantile:

Dagli studi condotti risulta che per un bambino al di sotto dei dodici mesi, il rischio di contrarre la malattia è di 1 su 12.000.

Nel latte, alimento principale dei bambini, non sono state isolate spore di Clostridium Botulinum, che invece, sono state riscontrate nella polvere o nel terriccio della zona circostante l'abitazione e, per gli alimenti, nel miele utilizzato per dolcificare le tettarelle.

La più alta percentuale di bambini colpiti da botulismo tra quelli allattati al seno, rispetto a quelli allattati artificialmente, confermerebbe l'ipotesi della causa ambientale, ma è da dire che tra i bambini allattati al seno la malattia è più facile da debellare, grazie ai maggiori anticorpi forniti dal latte materno.

Alimenti a rischio

Oltre al miele, la tossina contamina facilmente:

  • alimenti sottovuoto, soprattutto se non è stata osservata una corretta igiene durante il confezionamento
  • cibi non cotti a sufficienza

Le pietanze preparate in casa sono meno sicure di quelle industriali, perché spesso non sono lavate accuratamente e si presta poca attenzione ai tempi e di cottura e alle norme igieniche per la loro conservazione.

Alimenti che possono portare al botulismo infantile in quanto più a rischio di contaminazione da Clostridium Botulinum sono:

  • conserve
  • insaccati
  • pesce
  • carne
  • verdura
  • frutta
  • ortaggi sottolio

Gli alimenti contaminati non subiscono alterazioni organolettiche, quindi non è possibile stabilirne la tossicità, se non dopo l’ingestione e gli effetti che comporta.

Botulismo nei neonati

Mentre gli adulti e i bambini si ammalano con i cibi contaminati, nei neonati la tossina può formarsi nel tratto intestinale.

Sintomi del botulismo:

  • visione sdoppiata
  • pupille dilatate
  • difficoltà ad articolare le parole
  • complicazioni respiratorie
  • indebolimento dei muscoli (progressivamente dall’alto verso il basso), fino alla paralisi flaccida

I sintomi compaiono a circa 12/36 ore dall’intossicazione

Diagnosi e Terapia del botulismo infantile

Nel caso in cui la sintomatologia sia comune a più persone che hanno mangiato lo stesso cibo, è opportuno conservarne un campione per l’analisi.

Oltre che nel cibo, è esaminata la presenza della tossina botulinica nelle feci del bambino.

La cura più efficace nei casi di botulismo infantile è la somministrazione di globulina immune di botulismo che blocca subito il proliferare della tossina.

Altri interventi terapeutici sono:

  • lavanda gastrica
  • antibiotici
  • terapie contro gli avvelenamenti

Botulismo infantile

Malattie

Lascia il tuo commento: