Broncospasmo

Il broncospasmo è una contrazione anomala della muscolatura liscia dei bronchi che determina, come conseguenza, un restringimento dello spazio all’interno delle vie respiratorie.

Broncospasmo cosa è? Con quali sintomi e per quali cause il broncospasmo si manifesta? Il broncospasmo viene, in genere, associato ad altre condizioni, quali l’asma o la bronchite: il principale sintomo del broncospasmo è una condizione di dispnea generalizzata che si manifesta, nella maggior parte dei casi, con la tosse.

Broncospasmo

Broncospasmo


Broncospasmo

Che cos’è il broncospasmo?

Il broncospasmo è un temporaneo restringimento dei bronchi, organi che fanno parte del sistema respiratorio, causato dalla contrazione involontaria della muscolatura di questi organi, da una infiammazione dei tessuti che rivestono questi organi o da una combinazione di entrambe queste condizioni. La contrazione ed il rilassamento di un muscolo sono condizioni regolate dal sistema nervoso autonomo, tuttavia la contrazione ed il rilassamento di un muscolo possono essere causate da altre condizioni, tra le quali anche il rilascio da parte dell’organismo di determinate sostanze durante una reazione allergica. Una delle cause più comuni del broncospasmo è l’asma, tuttavia altre condizioni che possono portare al broncospasmo sono le infezioni delle vie respiratorie, le reazioni allergiche a determinate sostanze e le patologie di alcuni organi che fanno parte dell’apparato respiratorio.
Il broncospasmo dipende da una serie di condizioni che si susseguono: la muscolatura liscia dei bronchi, innanzitutto, si contrae e ciò provoca un restringimento dello spazio all’interno dei bronchi stessi; in secondo luogo, la mucosa può infiammarsi e diventare gonfia, di conseguenza si riduce ulteriormente lo spazio all’interno dei bronchi, inoltre l’eccessiva produzione di muco, che accompagna queste condizioni, può contribuire a ridurre lo spazio interno ai bronchi. L’ostruzione dello spazio interno ai bronchi richiede, necessariamente, uno sforzo maggiore per raggiungere la pressione necessaria a spingere l’aria attraverso i bronchi stessi; per fornire all’organismo l’ossigeno di cui ha bisogno, occorre un aumento dello sforzo muscolare, quindi, durante il broncospasmo, lo sforzo richiesto per far passare l’aria attraverso i bronchi è maggiore rispetto allo sforzo necessario in condizioni di respirazione normali.
La tosse che spesso accompagna il broncospasmo, invece, dipende dalla quantità eccessiva di muco che rimane all’interno dei bronchi, in quanto il muco può essere altamente irritante e può provocare, di conseguenza, la tosse.


Quali sono le cause del broncospasmo?

Le cause principali del broncospasmo sono la riduzione dello spazio interno ai bronchi e l’irritazione dei tessuti che rivestono i bronchi, tuttavia queste condizioni, a loro volta, possono dipendere da cause diverse, quindi l’origine del broncospasmo deve essere ricercata nelle cause della riduzione dello spazio interno ai bronchi e dell’irritazione dei tessuti.

Proprio per questa ragione, tra le cause del broncospasmo troviamo:

  • le allergie, infatti, in condizioni normali, l’organismo innesca alcune reazioni come risposta a sostanze estranee, quali i batteri, i virus e le sostanze tossiche, che entrano all’interno dell’organismo; un ruolo fondamentale, in questo tipo di reazioni, è svolto dagli anticorpi, molecole specifiche che vanno a legarsi con le sostanze estranee, rendendole innocue. Le presone allergiche, però, sviluppano altri tipi di anticorpi, in risposta a sostanze che l’organismo riconosce come nocive, ma che in realtà non lo sono, di conseguenza queste sostanze prodotte dall’organismo possono risultare nocive e provocare sintomi diversi, tra i quali anche il broncospasmo
  • l’esercizio fisico, in quanto determinate categorie di persone, ad esempio le persone che soffrono di asma, possono essere soggette ad episodi di broncospasmo e ad attacchi di tosse se svolgono un’attività fisica piuttosto intensa
  • le emozioni, infatti lo stress psicologico può scatenare i sintomi tipici del broncospasmo, quindi le difficoltà nel respirare e la tosse
  • le infezioni delle vie respiratorie, in quanto queste infezioni possono compromettere le normali funzionalità degli organi del sistema respiratorio, provocando i sintomi del broncospasmo; le infezioni virali, in particolar modo, sono più difficili da contrastare, in quanto gli antibiotici risultano essere inefficaci contro gli agenti patogeni che hanno causato questa infezione
  • le sostanze irritanti, infatti una vasta gamma di sostanze, tra le quali la più comune è sicuramente il fumo di sigaretta, può irritare il naso, la gola ed i bronchi, causando il broncospasmo e la tosse


Quali sono i sintomi del broncospasmo?

I sintomi del broncospasmo possono essere diversi, tuttavia i sintomi principali sono la difficoltà nel respirare e la tosse; la difficoltà nel respirare consiste in una sensazione di oppressione del torace che dipende, infatti, dalla riduzione dello spazio all’interno dei bronchi: l’atto respiratorio, durante il broncospasmo, richiede uno sforzo notevolmente superiore allo sforzo richiesto per la respirazione in condizioni normali.
La tosse è l’altro sintomo che viene spesso ricondotto al broncospasmo: questo sintomo è estremamente importante, in quanto permette di riconoscere sia la condizione del broncospasmo che eventuali altre condizioni patologiche dei bronchi e, più in generale, degli organi che fanno parte del sistema respiratorio.


Quali sono i rimedi per il broncospasmo?

E’ possibile alleviare i sintomi del broncospasmo, adottando rimedi che aiutano a contrastare questa condizione; i rimedi, come sempre, non possono essere adottati in alternativa ad un trattamento vero e proprio, in caso, ovviamente, un trattamento vero e proprio sia necessario.

Gli acidi grassi Omega-3

Diversi studi hanno dimostrato che le persone che soffrono di broncospasmo possono riscontrare un miglioramento, seppur lieve, delle proprie condizioni, adottando una dieta che includa una buona quantità di alimenti contenenti acidi grassi Omega-3; un primo rimedio che può essere adottato in caso di broncospasmo, quindi, riguarda la dieta: si consiglia, a questo proposito, di introdurre nella propria dieta alimenti contenenti acidi grassi Omega-3.

La frutta e le verdura sono utili contro il broncospasmo

Il consumo di frutta e di verdura viene spesso ricordato come rimedio naturale contro una serie di disturbi di vario genere ed, in effetti, il consumo di frutta e di verdura può realmente migliorare le condizioni di salute generale; in particolar modo, uno studio che ha coinvolto diverse decine di migliaia di donne ha dimostrato che le donne che seguivano una alimentazione ricca di frutta e di verdura avevano un minore probabilità di soffrire di broncospasmo ed altri disturbi dei bronchi o, comunque, delle vie respiratorie.
Al contrario, le persone che seguivano una dieta povera di frutta e di verdura e, di conseguenza, povera di elementi importantissimi, tra i quali anche la vitamina C, avevano una maggiore probabilità di soffrire di broncospasmo.

La bromelina

Alcuni studi hanno teorizzato che la bromelina, una sostanza che può essere estratta dall’ananas, abbia proprietà antinfiammatorie che potrebbero contrastare le difficoltà respiratorie associate al broncospasmo.

Il peso forma

Si ritiene che le persone che hanno raggiunto il proprio peso forma e che riescono a mantenere questo peso siano meno soggette a soffrire di disturbi delle vie respiratorie; il mantenimento del peso forma, quindi, può aiutare a ridurre i sintomi del broncospasmo.

Le abitudini alimentari

Le abitudini alimentari possono prevenire o, al contrario, favorire lo sviluppo di condizioni patologiche di vario genere; proprio per questa ragione, occorre eliminare o, comunque, ridurre il consumo di tutti quelli alimenti che possono favorire lo sviluppo di disturbi delle vie respiratorie, tra i quali appunto il broncospasmo, aumentando, invece, il consumo di alimenti contenenti sostanze e nutrienti che proteggono gli organi delle vie respiratorie, prevenendo lo sviluppo di diversi disturbi, come, ad esempio, il broncospasmo.


Quale trattamento occorre intraprendere in caso di broncospasmo?

Il trattamento che occorre intraprendere per la cura del broncospasmo varia a seconda delle cause che hanno determinato lo sviluppo di questa condizione; proprio per questa ragione, è estremamente importante rivolgersi ad un medico se gli episodi di broncospasmo si ripetono o, comunque, si manifestano in forma acuta.
Il medico, infatti, va a valutare quali condizioni hanno determinato l’infiammazione dei tessuti che rivestono i bronchi ed il restringimento dello spazio interno ai polmoni; dopo aver effettuato una corretta diagnosi, quindi, il medico va a prescrivere un eventuale trattamento da intraprendere.

Considerazioni finali sul broncospasmo

Il broncospasmo è una condizione caratterizzata da un restringimento dello spazio interno ai bronchi e da una infiammazione dei tessuti che rivestono questi organi, che si manifesta con sintomi diversi, tra i quali anche la tosse; le cause di questo disturbo possono essere differenti, di conseguenza è indispensabile individuare queste cause per poter intraprendere un trattamento adeguato.

Informazioni relative al broncospasmo.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo broncospasmo

In ospedale per un broncospasmo

ho un figlio di 4 anni e mezzo e da quando ha 18 mesi e' in cura per asma e iperattivita' bronchiale . dai primi esami era risultato allergico al pelo del gatto , poi al latte vaccino e derivati e gli ultimi controlli all acaro della polvere . cerco di stare molto attenta agli sbalzi di temperatura , al primo colpo di tosse intervengo subito ma regolarmente una volta al mese finisce in ospedale per un broncospasmo e insufficienza respiratoria ,,, sono avvilita e non so' piu' come devo fare .... aiutatemi datemi qualche consiglio ... grazie serena

Broncospasmo

anche io ho un bambino di 4 anni,e spesso anche lui mi va in broncospasmo.fino a quandoil 26 settembre.mi sono dovuta ricoverare di urgenza perche dal nulla gli è venuta una bella broncopolmonite,il bambino mi è andatoin dispnea totale che quando siamo arrivati all ospedale e appunto subito ricoverati gli hanno messo subiti l ossigeno che poi a dovuto tenere per 3 notti e tre giorni consecutivi,quindi puoi immagginare come mi sono sentita e capisco anche te.ma grazie a Dio c e ne siamo usciti alla grande,adesso anche io dovro fare le prove allergiche perche si suppone che sia un fattore allergenico,e pure io spesso mi trovo sempre a combattere queste crisi e siamo sempre che facciamo terapie.spero che con le prove allergiche e magari con il vaccino riusciremo ad uscirne,vincitori,proprio in questo momento io sto facendo le cure perche ieri mio figlio è andato in broncosmasmo....quindi puoi immagginare come sto.ma sono fiduciosa.....ciaoo

Broncospasmo e singulair

Ciao ragazze ho letto i vostri articoli e posso solodirvi che tristemente vi capisco....mio figlio soffre di cuore ed ha già subito 2 interventi quindi anche noi siamo sempre in giro per gli ospedali....mia figlia soffre di broncospasmo e in ospedale mi hanno dato bustine di singulair....provate a chiedere e ....in bocca al lupo!!!!

Singulaie per curare asma e broncospasmo

cercate di far prendere il singulair ai vostri figli io ho risolto il problema!!!! mio figlio soffriva molto di asma e broncospasmo!!!!

Articolo chiaro sul broncospasmo

Complimenti...articolo molto chiaro e facile da comprendere...mi ha aiutata tanto.

Da stasera anche noi facciamo parte del gruppo. grazie per le informazioni.

Consiglio di indagare anche nel senso che ha il broncospasmo e i problemi alle vie respiratorie secondo la psicosomatica. Potete arrivare a capire il conflitto che vive il bambino e che manifesta con questa forma. Risolvendo il conflitto , si risolve il sintomo. L'aria è legata al primo nutrimento, alla madre, al diritto alla vita. Potrebbe nascondersi una paura, e se la individuate risolvete la malattia. Buona giornata a tutti!

articolo ben scritto. Costanza, la penso esattamente come te. e volevo chiederti come poter agire per individuare il confiltto.
garzie

Lascia il tuo commento: