Bruciore al glande

Il glande è una parte del corpo molto delicata che spesso può accusare delle problematiche come dolori fastidi e bruciore dovuti anche a diverse malattie.

Bruciore al glande che fare? Il bruciore al glande è una sensazione spiacevole che può comparire insieme a rossore, calore o gonfiore nei genitali, in particolare nel pene. Il bruciore può essere accompagnato da vesciche, dolore, urine sanguinolente o di colore rosa (ematuria), prurito, desquamazione, eruzioni cutanee, ferite o gonfiore. Causa un grande disagio perché potreste trovare difficoltà a urinare, avere problemi durante i rapporti sessuali e nelle normali attività quotidiane. Oltre ai sintomi sul glande, possono manifestarsi sintomi generalizzati, come simil-influenzali (febbre, stanchezza, mal di gola, mal di testa, tosse e dolori) e cattive condizioni di salute in generale.

bruciore al glande che fare

Bruciore al glande


Sintomi

Il bruciore al glande potrebbe non essere l’unico sintomo. A seconda di quello che avete, i sintomi variano.  Potrebbero essere legati all’apparato uro-genitale o essere di altra natura.

Sintomi apparato uro-genitale

  • Sangue nelle urine (ematuria)
  • Urinazione difficile o dolorosa (disuria)
  • Escrezione o pus
  • Minzione frequente
  • Dolore durante i rapporti sessuali
  • Dolore nella parte bassa della schiena, nel bacino, nell'inguine o addominale
  • Eiaculazione dolorosa
  • Eruzione cutanea

Sintomi di altri sistemi del corpo

  • Brividi
  • Prurito
  • Sintomi simil-influenzali (febbre, stanchezza, mal di gola, mal di testa, tosse e dolori)


Quando contattare urgentemente il medico

In alcuni casi, il bruciore sul glande può comparire con altri sintomi indice di una condizione grave. Chiamate subito il medico se:

  • Notate rossore e sensibilità nella zona dell'inguine
  • Il pene si deforma all’improvviso dopo un trauma
  • Dolore inatteso ai testicoli


Cause del bruciore al glande

Il bruciore sul glande può avere diverse cause. Se osservate altri sintomi, riferiteli al medico per identificare la causa. Ecco quali sono i motivi per cui si presenta il bruciore:

Uretrite, cistite e prostatite

L’uretrite è una causa comune del bruciore. Essa non è altro che l'infiammazione dell'uretra.  Anche la cistite (sepsi della vescica) o prostatite (infiammazione della prostata) può provocare il bruciore.

Malattie a trasmissione sessuale

Questi disturbi sono:

Balanite

Se non siete stati circoncisi (avete cioè il prepuzio residuo intorno al pene) siete più incline alla balanite, una sepsi del prepuzio.

Sostanze irritanti

Se entrate in contatto con sostanze irritanti come sapone o detergenti è possibile che avvertiate una sensazione di bruciore.

Diabete

Il diabete è un disturbo cronico che colpisce la capacità del corpo di utilizzare lo zucchero per l'energia.

Lichen sclerosus e atrofico

È una malattia cronica infiammatoria della pelle.

Cause gravi

Può succedere che la sensazione di bruciore del glande sia sintomo di una condizione grave o che mette a repentaglio la vostra vita. Questi disturbi sono:

  • Gangrena di Fournier (grave infezione diffusa della zona genitale)
  • Frattura del pene


Diagnosi

Per diagnosticare la vostra condizione, il medico vi farà alcune domande concernenti il vostro bruciore tra cui:

  • Da quanto tempo sentite la sensazione di bruciore?
  • Vi fa male urinare o eiaculare?
  • L’avevate mai provato prima?
  • Avete notato un’eruzione cutanea o uno scolorimento intorno ai genitali?
  • Avete altri sintomi, ad esempio perdite o prurito?
  • State usando detersivi o saponi nuovi?
  • Siete sessualmente attivi?
  • Praticate rapporti sessuali non protetti o avete partner multipli?
  • State assumendo farmaci?


Complicazioni derivanti dal bruciore al glande

Poiché la sensazione di bruciore al glande può essere dovuta a malattie gravi, se non lo trattate potete incorrere in complicanze piuttosto serie.  Una volta che il medico capisce qual è la causa, è importante che seguiate il piano di cura che vi consiglia per ridurre il rischio di potenziali complicazioni, tra cui:

  • Infertilità
  • Cicatrizzazione e restringimento dell'apertura del pene
  • Diffusione dell’infezione


Rimedi naturali

Non tutte le patologie possono essere curate con i rimedi naturali. In caso di uretrite non causata dalla gonorrea, il medico ad esempio vi prescriverà degli antibiotici. Se però avete un’infezione da lievito, qualcosa potete fare.

Ecco quali sono i rimedi:

Yogurt

Lo yogurt è il rimedio domestico più diffuso. Potete utilizzarlo internamente ed esternamente. Esso contiene i batteri buoni, Lactobacillus acidophilus, che riduce la popolazione dei lieviti e limita la loro crescita. Aggiungete una tazza di yogurt senza zucchero alla vostra dieta quotidiana o semplicemente applicatelo sulla zona interessata. Se siete intolleranti al lattosio, potete consumare pillole di acidophilus.

Aglio

L'aglio contiene proprietà anti-batteriche e anti-fungine. Potete combattere l'infezione rapidamente e con successo. Potete consumare aglio tritato con un bicchiere di latte o 2 spicchi d'aglio con acqua calda al giorno oppure pasta all’aglio con i vostri pasti regolari. Applicate il succo o l'olio di aglio sulla zona interessata.

Olio dell’albero di tè

L’olio dell'albero di tè è un antimicotico naturale. Dovreste usarlo diluito sulle zone colpite perché altrimenti può causare infiammazione e gonfiore. Mescolate poche gocce con un cucchiaino d'oliva / olio di mandorle dolci e applicatelo sul vostro glande con l'aiuto di un batuffolo di cotone.

Succo di mirtillo

Il succo di mirtillo evita che la sepsi si trasformi degenerando in un’infezione della vescica. Ripristina il livello di batteri acidophilus. Bevete questo succo di frutta almeno 2 volte al giorno finché i sintomi non scompaiono.

Aceto di sidro di mela

Aggiungete 1 tazza di aceto nell’acqua calda della vasca e immergetevi.  Non utilizzate saponi profumati e talchi sul glande.

Olio di cocco

La noce di cocco contiene acidi grassi che trattano l'infezione in modo efficace e rapido. Consumate 1 cucchiaino di olio di cocco prima di ogni pasto o latte di cocco come bevanda quotidiana. Potete inoltre applicare l'olio di cocco freddo sul glande.

Olio di origano

L’olio di origano contiene una quantità elevata di carvacrolo (sopra il 68%) che è molto efficace in questo caso. Applicate l’olio direttamente sul glande dopo averlo mischiato con olio d'oliva, acqua o olio di cocco perché può bruciare la cute.

Succo di limone

Il succo di limone è ricco di vitamina C che aiuta a ripristinare il pH. Il pH è la chiave per curare la sepsi da lievito. Fate una soluzione mescolando 2 cucchiai di succo di limone con 946 ml d'acqua calda, mettetela in un contenitore e immergetevi il glande.

Gel di aloe vera

È molto utile perché contiene proprietà naturali anti-fungine che aiutano a trattare l'infezione, nonché a prevenire le recidive. Basta applicare il gel di aloe vera sul glande.

Miele

Il miele è un rimedio eccellente. Come il limone, ripristina l'equilibrio del pH. Applicate il miele sul glande 2 volte al giorno e lasciatelo agire circa 20 minuti. Fate un bagno dopo perché il miele sporca.

Considerazione finale sul bruciore al glande

In breve, il bruciore sul glande è molto fastidioso. Va curato perché può essere il sintomo di una condizione più grave, soprattutto se non è l’unico che compare. Andate dal medico e parlate tranquillamente dei vostri sintomi per aiutarlo a capire cos’avete. In questo modo vi fornirà un trattamento adeguato e potrete risolvere il problema senza eventuali complicazioni. Intervenite subito perché la situazione può peggiorare parecchio come del resto avete letto. Se avete un’infezione da lievito, potete provare i rimedi naturali descritti ma se non risolvete andate dal medico.

Cause e rimedi per il bruciore al glande

Malattie

Lascia il tuo commento: