Bruciore di stomaco: "cause"

Quali sono le cause del bruciore di stomaco? Il bruciore di stomaco può derivare da molte cause: nella maggior parte dei casi questo problema è collegato a disordini alimentari, ad una dieta sbagliata o ad uno stile di vita non proprio sano ed equilibrato; in altri casi invece deriva da altri fattori, che potrebbero risultare anche più gravi.

In realtà, bruciore di stomaco occasionale è abbastanza comune.

Tuttavia, il bruciore di stomaco frequente può essere un segno di un problema più grave chiamato reflusso gastroesofageo, una malattia cronica causata da irritanti acidi dello stomaco che agiscono nell'esofago, il tubo che collega la bocca allo stomaco.

Bruciore di stomaco: "cause"

Bruciore di stomaco cause

Il bruciore di stomaco e l'apparato digerente

Vi chiederete, quindi, cosa scatena il bruciore di stomaco e per qual motivo?

Per comprendere appieno il bruciore di stomaco, è importante capire come funzionano i meccanismi di un sano sistema digestivo.

Il vostro apparato digerente inizia con la bocca, dove viene masticato il cibo assieme alla saliva, in modo da poter iniziare il processo di digestione.

Da qui, il cibo viaggia per l'esofago, o il tubo di deglutizione; questo tubo muscolare trasforma il cibo in un piccolo bolo, in modo che possa essere trasportato più agevolmente verso il vostro stomaco.

L'esofago e lo stomaco sono collegati da una banda di fibre muscolari chiamato sfintere esofageo inferiore (LES).

Normalmente questo funziona come una valvola, aprendosi per consentire al cibo di passare nello stomaco e chiudendosi per mantenere il cibo e i succhi digestivi nello stomaco.

Se lo sfintere però, si rilassa consente agli acidi di passare nell esofago, dandovi la sensazione di bruciore.

Bruciore di stomaco

Molte persone hanno, purtroppo, uno sfintere esofageo debole che non riesce a contenere gli acidi, per gli altri casi, però, la causa del suo rilassamento è attribuita alle vostre abitudini alimentari e ai vostri vizi quotidiani.

Ecco alcuni esempi delle cause del bruciore di stomaco:

  • Mangiare cibi che spesso innescano bruciore di stomaco, come pomodori, cibi piccanti, latticini ecc
  • Bere alcol
  • Fumare sigarette
  • Essendo affetti a condizioni mediche, come il diabete e l'asma

Un'eccessiva pressione sull'addome può causare uno sforzo troppo grande sullo sfintere esofageo inferiore, permettendo all acido dello stomaco di entrare nell'esofago.

Le donne incinte e le persone in sovrappeso sono particolarmente inclini a bruciori di stomaco per questo motivo.

Anche indossare abiti attillati può causare la pressione nella zona del ventre, ecco quindi un'altra delle cause del bruciore di stomaco.

Altri fattori del vostro bruciore di stomaco

Ci sono anche altri fattori che possono contribuire al reflusso. Molte persone hanno un muscolo più debole rispetto ad altri, meno elastico e tonico: per questo il cibo ci metterà un tempo maggiore per passare sullo stomaco, aumentando la possibilità di un rilascio di acidi nell'esofago, causandovi quindi il famigerato bruciore di stomaco.

Altre condizioni mediche che possono contribuire al vostro problema includono l'asma, il diabete e l'ernia iatale. L'ernia iatale è un disagio che provoca un'apertura del diaframma, la parete muscolare sottostante i polmoni che separa la cavità toracica dalla cavità addominale; con una sua apertura ridurrà la capacità del muscolo di contenere i liquidi acidi.

Lo stress ed il nervosismo sono altre due cause molto frequenti del bruciore di stomaco: provate a rimanere più rilassati e tranquilli, in modo da evitare queste due forme di tensione e riducendo così il vostro stress.

L'attività fisica può essere un'ottima soluzione per ridurre lo stress, approfittatene!

Queste sono le cause più frequenti del bruciore di stomaco, non dovete fare altro che cambiare leggermente il vostro stile di vita, prendendo solo abitudini sane ed equilibrate: solo così sconfiggerete il vostro accerrimo nemico, cioè il bruciore di stomaco e il dolore che vi causa.

Le cause del bruciore di stomaco

Malattie

Lascia il tuo commento: