Brufoli cura: come curare i brufoli

La scienza farmaceutica unita alla cosmesi hanno fatto balzi in avanti nella formulazione di trattamenti appositi per la cura dei brufoli.

La cura dei brufoli è un argomento di sicuro interesse per moltissime persone, individui che magari non sanno che possono provare e curare il loro problema di brufoli seguendo semplici accorgimenti. I brufoli sono piccole lesioni della pelle, che possono manifestarsi in genere dopo che i punti neri vanno a chiudersi ed infettarsi. Possono evolversi in cisti e noduli e svilupparsi sul viso, sul collo, sul torace, sulla schiena e qualche volta sulle spalle. I rimedi per i brufoli sono numerosi, ma occorre districarsi all’interno di questa grande offerta con accortezza, per evitare di ricorrere a medicamenti inutili se non addirittura dannosi.

Brufoli cura: come curare i brufoli

Brufoli cura

Come mai escono i brufoli?

Prima di iniziare a capire come  combatterli, può risultare utile comunque qualche nozione su come i brufoli vadano a formarsi. Sul nostro petto, sul viso e sulla schiena siamo ricoperti di ghiandole sebacee, a migliaia. La pelle fra il naso e le guance conta circa 2.000 ghiandole per centimetro quadrato. La funzione di queste ghiandole è di lubrificare a pelle attraverso la produzione di oli e sebo. L’olio che viene prodotto nelle ghiandole fluisce attraverso piccoli condotti, i follicoli, verso la superficie della pelle. Nei soggetti che soffrono di acne, queste ghiandole sono ostruite da uno strato di cellule morte. I batteri successivamente vanno ad invadere l’area, nutrendosi del sebo ed andando a produrre dei grumi interni alla pelle. Il nostro corpo reagisce combattendo i batteri con i globuli bianchi, che uccidendo queste cellule vanno a produrre gonfiore e pus nella zona interessata, provocando la nascita del brufolo, che può anche andare a svilupparsi in cisti e noduli che si addentrano in profondità nella pelle. Queste formazioni possono essere molto dolorose e causare la formazione di cicatrici.

Sos brufoli

La causa scatenate può essere una malattia che vada a produrre uno stato di squilibrio nei livelli ormonali responsabili dello sviluppo dell’acne, o gli effetti collaterali prodotti da alcuni farmaci che stiamo assumendo. In tal caso, consultate il vostro medico per poter individuare un farmaco alternativo. Livelli eccessivi di stress, un uso improprio od esagerato dei cosmetici, una dieta poco salutare od una scarsa attenzione all’igiene personale ed influenze ambientali come l’inquinamento dell’aria possono tutti essere fattori decisivi nel progredire dell’infezione.

E 'importante ricordare che le cure per i brufoli possono richiedere molto tempo per produrre i primi risultati. Nella maggior parte dei casi possono passare settimane prima che si veda un miglioramento qualsiasi. Quindi, è importante approfondire la conoscenza delle differenti cure di modo tale da trovare la migliore e la più adatta al nostro caso, in modo tale da poter cominciare a lavorare per ottenere miglioramenti fin da subito. Nessuno vuole sprecare lunghi periodi saltando da un trattamento contro l’acne all’altro prima di trovare quello giusto.

Ecco cosa potete fare per riuscire a curare con semplicità il problema brufoli:

Alcune linee guida utili per curare e contenere l’infezione, da aggiungersi alle eventuali cure concordate con uno specialista che stiate già seguendo, sono le seguenti

  • Impegnatevi con scrupolosità a seguire un regime rigoroso di pulizia del viso. A seconda delle attività che dovrete affrontare nel corso della giornata,  definite orari specifici per pulire un viso con un detergente adatto. Evitate detergenti a base di alcool od oli, che andranno solo a seccare la vostra pelle. Bisogna ricordarsi che un lavaggio eccessivo può condurre la nostra pelle ad una produzione di oli ancora maggiore. Attenetevi sempre ai consigli del vostro dermatologo ed utilizzate saponi contenenti glicerina o sorbitolo. Controllate le etichette dei prodotti, i detergenti più indicati all’esigenza dovrebbero contenere oli di lavanda, un antisettico ed uno stimolante circolatorio usato per curare ferite ed ustioni e per prevenire cicatrici; l’olio dell’albero del tè, olio dalle qualità anti batteriche ed anti settiche eccezionali, non va ad irritare o seccare la pelle e dovrebbe essere parte integrante di ogni terapia contro i brufoli. Molti trattamenti contro i brufoli contengono poi sostanze come  la Calendula Officinalis, un'erba dalle potenti proprietà astringenti, antisettiche ed antinfiammatorie, che promuove la guarigione di molti disturbi della pelle, o l’olio di Melaleuca, che come le ricerche provano agisce sui microorganismi che causano infezioni della pelle come l’acne comune, od ancora il  Symphytum officinale, usato per promuovere la rigenerazione e la guarigione delle cellule, proprietà che lo rendono utile per il trattamento di cicatrici e disturbi della pelle, molto usato quindi anche nel trattamento dei brufoli.
  • Evitate di toccarvi di continuo la faccia. Le nostre mani sono quasi sempre “sporche”. A meno che non sia assolutamente necessario, evitate di toccarvi il volto. Comportandovi in questo modo, eviterete che i batteri e la sporcizia migrino dalle mani alla pelle del vostro viso e vadano ad intasare i pori. Le signore e tutti coloro che avessero i capelli lunghi, poi, dovrebbero raccoglierli per evitare anche qui un contatto eccessivo. I nostri capelli, infatti, intrappolano e trattengono polvere e sporco per tutta la giornata.
  • Asciugatevi il sudore. Coloro che fanno molta attività fisica ed hanno uno stile di vita sportivo dovrebbero per quanto possibile asciugare il sudore durante l’esercizio. Una volta terminata la sessione d’allenamento sarebbe consigliabile utilizzare un detergente delicato per il viso per rimuovere i residui di sporco e sudore il più presto possibile. Utilizzate un esfoliante delicato per rimuovere la pelle morta una o due volte a settimana.
  • Evitate di grattarvi, pizzicarvi o schiacciarvi i brufoli. L’impulso naturale di quasi tutti e schiacciare ed eliminare quel’irritante brufolo in mezzo alla nostra faccia, ma per quanto attività del genere possano darci una bella soddisfazione, così facendo andremo solamente a rendere la zona più rossa e gonfia e potremo procurarci delle cicatrici permanenti e l’infezione si diffonderà.
  • Intervenite tempestivamente. Nella maggior parte dei casi l’aggravarsi dei problemi di acne può essere prevenuto tramite un consulto tempestivo dal vostro dermatologo. I casi più gravi potrebbero richiedere l’utilizzo di antibiotici in aggiunta alle normali cure del caso; le terapie prescritte potranno accelerare il processo di guarigione e prevenire future manifestazioni.
  • Bevete molta acqua. Il nostro flusso sanguigno contiene innumerevoli tossine, che possono andare a causare lo svilupparsi dell’infezione. Bere molta acqua, almeno otto bicchieri al giorno, consente di eliminare le tossine dal corpo.
  • Utilizzate il dentifricio. Applicate una piccola goccia di dentifricio sui vostri brufoli e lasciatela agire sulla zona per la notte. Quando vi alzate la mattina ripulitevi, e ripetete il trattamento finché necessario.
  • Utilizzate il succo di albicocca. Applicate succo di albicocca sui vostri brufoli per dieci minuti al giorno. Proseguite fino a che  non sarete soddisfatti dei risultati.
  • Mangiate cibi sani. Mangiare cibi carichi di grassi saturi, brufoli,  oli vegetali non farà altro che peggiorare il vostro problema. Questi cibi vi procureranno solamente uno squilibrio ormonale ed un picco nei livelli di insulina. Dolci, patatine fritte, bibite zuccherate,  hamburger, cioccolatini ed altro cibo spazzatura vanno evitati, mentre possono essere consumati senza problemi frutta, verdura, cibi integrali, noci, carni magre (tacchino, tonno, manzo magro, petto di pollo), ed altri alimenti sani.

Considerazione finale sulla cura dei brufoli

Seguendo queste semplici procedure ed usando le cure raccomandate per i brufoli presto vedrete dei risultati. Raccomandiamo comunque la giusta dose di pazienza, la cura miracolosa per eliminare i brufoli nel giro di una notte non è ancora stata inventata e sperare in qualcosa del genere potrà solo portarvi a cocenti delusioni. Qualunque dubbio o domanda potesse colpirvi, il vostro specialista di fiducia saprà indirizzarvi nella maniera più opportuna.  Come detto, le cure per i brufoli sono molte ed i medici sono li per quello, indirizzarci senza perdere tempo in possibilità poco concrete o cure di dubbia efficacia.

La cura per i brufoli può essere più facile di quanto si creda, ad iniziare da semplici accorgimenti

Bellezza corpo: uomo donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo brufoli cura: come curare i brufoli

salve, volevo togliermi una curiosità: dopo essermi lavata il viso metto sempre una crema, non posso farne a meno perché dopo pochi minuti dopo la mia pelle comincia a seccarsi ed io questo non lo sopporto...insomma volevo chiedere se è giusto che io utilizzi una crema dopo essermi lavata, comunque la crema che di solito uso è Nivea. Grazie in anticipo.

Brufoli e nivea

Anche io uso la Nivea dopo aver lavato la faccia con il sapone di Marsiglia.. confronto a prima vedo miglioramenti, nonostante tutti dicano che la nivea essendo molto grassa non potrebbe far altro che peggiorare la situazione...

Ho brufoli su viso, petto e schiena

Io ho dei brufoli sul viso,sul petto e sulla schiena e non faccio altro che grattarmeli,sono molto infastidita perchè mi portano tanto prurito!Per molto tempo ho utilizzato dei saponi e subito dopo delle creme e hanno fatto effetto,solo alcune,però!Dopo circa un mese ho incominciato a stufarmi e non ho voluto continuare più,anche perchè iniziavano a migliorare solo nel viso,ma nel petto e nella schiena no!

Brufoli: consultate un dermatologo

Penso che si debba innanzitutto consultare un dermatologo, attenti alle creme che usate. Chiedete in farmacia o al vostro dermatologo quale crema ha bisogno il vostro viso.

io ho provato dei rimedi naturali che ho trovato su internet, ma le creme le odio del tutto... non funzionano quasi mai tranne alcune svizzere.... il dentifricio comunque funziona! xd

Lascia il tuo commento: