Brufoli da sole

Brufoli e sole, mito o realtà? I brufoli sono un classico inestetismo della pelle, vediamo assieme se il sole può incidere o meno, sulla loro formazione.

Brufoli e sole e la leggenda continua, c'è un mito popolare, che afferma che esporsi al sole e alle sue proprietà benefiche aiuta ad asciugare la pelle e a risolverne le imperfezioni, tra le quali ricordiamo brufoli e acne. Ovviamente come in tutte le cose la virtù sta nel mezzo, quindi si raccomanda di non esagerare mai con l'abbronzatura per evitare la formazione di rughe e tumori, però è anche bene ricordare che, con i dovuti accorgimenti, stare alla luce del sole migliora l'umore e contribuisce a un aspetto sano e al benessere del corpo.

Brufoli da sole

Brufoli da sole

L'esposizione al sole può curare l'acne?

E 'stato ampiamente affermato che l'abbronzatura può curare l'acne. Se soffrite di acne, forse vi starete chiedendo se ci sono delle verità in questa credenza popolare. Prima di andare a esporre la pelle al pericolo di creare più danni nella speranza di risolvere un paio di imperfezioni, è possibile chiarire se tutto ciò sia vero o falso.

Acne e vitamina D

Alcune evidenze suggeriscono che l'acne può essere causata da una carenza di vitamina D. La vitamina D, chiamata anche la vitamina del sole, è prodotta dal corpo quando si è esposti alla tintarella. Anche se è possibile tecnicamente ottenere la vitamina D attraverso la dieta, l'esposizione al sole è il modo migliore di assicurarsi una dose sufficiente di questa vitamina vitale. Se l'acne è causata da una carenza di vitamina D, l'esposizione al sole può effettivamente aiutare la vostra condizione.

L'effetto placebo

Un'altra considerazione da valutare è l'effetto placebo. E 'stato ben documentato che l'effetto placebo è in realtà un impatto su come i pazienti rispondono al trattamento. In effetti, è stato il sorprendente risultato causato dall'effetto placebo che ha indotto molte case farmaceutiche a protestare contro tali studi. Se chi soffre di acne crede che il sole può curare l'acne, questo potrebbe avvenire.

Il Sole e lo stress

E 'ampiamente noto che lo stress può influenzare l'acne. Spesso in inverno, quando le persone sono esposte a minor luce solare, si verificano disturbi dell'umore. In estate, la gente in generale tende ad essere di buon umore perché è difficile non sentirsi felice quando un sole forte riscalda l'orizzonte. Essere in uno stato d'animo migliore riduce i livelli di stress, e alti livelli di stress possono scatenare una serie di effetti collaterali indesiderati tra cui la comparsa dell'acne.

Come potete vedere, rispondere alla domanda se l'esposizione al sole può curare l'acne o meno è complicato. Alcuni ricercatori raccomandano ad alcuni l'esposizione al sole senza protezione solare, può essere utile capire se ciò possa giovare o meno nella cura dell'acne.

Le creme solari causano l'acne ? (e altre curiosità)

Ecco di seguito alcuni problemi estivi

  • Anche se alcuni dicono che il sole può attutire l'acne, il suo effetto varia e anzi fa spesso la fa peggiorare.
  • I retinoidi (principi usati come trattamento per l'acne) come il Retin-A, tretinoina, Differin, Tazorac, Ziana, Atralin e Accutane  rimuovono lo strato esterno della pelle, rendendola più sensibile ad una brutta scottatura. Il perossido di benzoile e l'acido salicilico tolgono lo strato esterno della pelle rendendola più sensibile.
  • Gli antibiotici per via orale come doxiciclina, minociclina, tetracicline, sulfamidici  predispongono la pelle ad una scottatura dolorosa su naso, mani e braccia, chiamata rash fototossico, che dura praticamente per tutta l'estate. Le macchie rosa tipiche del rash possono richiedere settimane per svanire, e causano bruciore ogni volta che ci si espone ai raggi solari.
  • Le creme solari possono causare l'acne. È un fatto crudele. Spesso le migliori creme solari contenenti zinco e titanio, o creme solari resistenti all'acqua sono le più propense a peggiorare il problema. Per essere efficaci, le creme solari devono rivestire la vostra pelle e ostruire i pori.

Ecco 5 consigli:

  • Ricorda che l'esposizione al sole non è un buon modo per cancellare l'acne; la maggior parte delle persone prende molto più sole di che ciò che è utile e peggiora la situazione.
  • Se avete la pelle chiara o sensibile e state prendendo antibiotici per via orale per l'acne, discutete con il vostro medico se state assumendo il miglior antibiotico durante l'estate. Alcuni pazienti si prendono una pausa dagli antibiotici durante i mesi estivi o passano a medicine che sono meno sensibilizzanti.
  • Trovate il modo di proteggervi contro il sole con una protezione solare: evitate  il sole nell'orario 10:00-2:00, indossando un grande cappello a tese larghe.
  • Quando avete bisogno di protezione solare, prendete in considerazione i prodotti creati per il viso che sono meno grassi o che hanno meno probabilità di peggiorare l'acne, e che abbiano un fattore protettivo fra gli ingredienti.
  • Evitate un uso eccessivo di scrub e tonici; l'esfoliazione servirà solo a rendere peggiore il rischio di scottature.

Basta seguire questi semplici accorgimenti, e l'inverno arriverà nuovamente i prima che soffriate ancora di questo disturbo.

I brufoli peggiorano in estate? Che creme solari usate?

Alcune creme solari causano l'acne perché contengono ingredienti comedogeni (cere, oli, emulsionanti). Altri hanno principi attivi con molecole di grandi dimensioni che ostruiscono i follicoli dei pori. Ecco perché è così importante leggere la posologia e gli ingredienti del prodotto e utilizzare formulazioni non comedogene.

Alcune creme solari contengono altri principi attivi che possono causare problemi transitori come le lesioni dermatologiche. Quando questi ingredienti reagiscono con la luce UV, avviene una reazione chimica che rende la pelle calda al tatto. Questo fa sì che i pori essudino di più (fenomeno aggravato dalla sudorazione aumentata da stare all'aria aperta). Insieme, questi fattori possono provocare occlusione o intasamento dei pori e poi bolle di calore che possono apparire come l'acne: piccole, di dimensioni uniformi e causanti prurito. Soluzione: mantenere il sangue freddo e utilizzare prodotti con ingredienti inorganici attivi per la protezione solare. A meno che i brufoli non siano di dimensioni nanometriche, le creme solari funzionano solo come una barriera fisica.

Si informa che questo articolo non è stato scritto da un dermatologo o da altri medici o dagli operatori sanitari, e nessuna pretesa in tal senso è fatta, se non diversamente specificato altrove nel presente articolo. State certi, però, che tutte le dichiarazioni contenute in questo articolo sono state scritte dopo aver effettuato una ricerca completa e studi, in consultazione con dermatologi e altri professionisti medici.

Come funziona la protezione solare

Una protezione solare blocca di solito i raggi del sole sulla superficie della nostra pelle, e una crema idratante mantiene la pelle idratata e liscia e morbida. Se avete la pelle incline a soffrire di acne, un buon idratante è un passo importante. Una crema solare con miscela idratante ha la capacità di proteggere la pelle dai danni del sole dentro e fuori casa, durante i giorni di riposo, di nuoto o in un pic-nic e in altre occasioni di uscita, ed allo stesso tempo aiuta la pelle a rimanere liscia, morbida e ben nutrita. La nostra pelle ha bisogno di protezione solare e di crema idratante. Ecco perché in molti modi, specialisti, farmacisti e dermatologi trovano modo di fare tutto in un unico prodotto. Un idratante crema solare può essere trovato facilmente se si fa un po' di ricerca.

È anche importante ricordare di indossare la protezione solare anche in una giornata nuvolosa, perché i raggi del sole possono ancora danneggiare la pelle e causare problemi di salute come il cancro. Un altro suggerimento è quello di ricordare che solo perché la protezione può avere un alto  fattore non significa che essa sarà efficace per tutto il giorno. Si dovrebbe applicare la protezione solare sul corpo ogni ora e mezzo per ottenere migliori risultati. Ultimo ma non meno importante, ricordate che se state assumendo la pillola anticoncezionale o altri farmaci che possono rendere più sensibili al sole, una buona protezione è ancora più importante in questi tempi. Può essere utile consultare un medico prima di uscire al sole per molto tempo se avete dubbi.

Quando si tratta di protezione solare, il sole non è un problema. Solo l'abbronzatura. C'è disinformazione sulla protezione solare. Il problema con una crema solare, con qualunque fattore di protezione, è che la maggior parte delle persone non seguono i consigli sulla quantità da utilizzare e le sostanze chimiche che forniscono protezione possono potenzialmente irritare la pelle, e la pelle irritata è più soggetta ai danni del sole.

Chiarezza sul sole e i brufoli.

Malattie

Lascia il tuo commento: