Brufoli grossi

Avere dei brufoli grossi può essere veramente un disagio enorme, soprattutto considerando che il problema dei brufoli in generale è uno dei problemi della pelle più diffuso al mondo e tutti lo avremo incontrato almeno una volta nella vita e tutti ci saremo chiesti come affrontarlo nella maniera migliore. Ritrovarsi allo specchio tentando di eliminare quel fastidioso e antiestetico brufolo comparso all'improvviso è certamente un'esperienza familiare a molti.

Brufoli grossi

Brufoli grossi

Tuttavia, nonostante sia un fenomeno noto alla maggior parte della gente, le conoscenze al riguardo sono piuttosto limitate; per non parlare dei famosi luoghi comuni e delle false credenze fiorite attorno alle sue cause e ai rimedi! Vediamo allora di gettare un po’ di luce su questa problematica.

Cosa sono i brufoli?

I brufoli, altrimenti noti come comedoni, sono delle escrescenze che si formano sulla pelle quando i pori si ostruiscono a causa dell’accumulo di sebo e cellule morte. Sono una combinazione di oli, sebo e frammenti cellulari che si formano a livello del bulbo pilifero. I brufoli non hanno un punto da cui possa uscire il loro contenuto, pertanto, essendo impossibilitati ad ossigenarsi al contatto con l’aria, non mutano il loro colore in marrone scuro, come accade invece per i punti neri. Il colore bianco o giallognolo è dovuto alla presenza di pus, composto da globuli bianchi morti durante l’attacco immunitario nei confronti dei batteri responsabili della formazione dei brufoli. Compaiono principalmente sul viso, nella cosiddetta zona “T”, fronte, naso e mento, e anche sul petto sulla schiena, sulle spalle e sui glutei.

Cause della formazione dei brufoli

La formazione dei brufoli è causata da un’eccessiva esfoliazione cellulare, che ostruisce i pori. Solitamente le ghiandole sebacee producono il sebo, che ha il compito di lubrificare la pelle ed evitare la penetrazione dei batteri. Quando il sebo è prodotto in eccesso, ostruisce ulteriormente i pori, andando a formare le piccole escrescenze che poi maturano in brufoli. Il sebo è fisiologicamente composto da acido linoleico, ma quando le risorse di questa sostanza si esauriscono, le ghiandole utilizzano l’acido oleico per produrre il sebo. Questa forma di acido è irritante per la pelle e promuove la formazione dei brufoli. In questo caso si va incontro molto spesso allo sviluppo di acne.

Come prevenire i brufoli

È d’obbligo avere cura della propria pelle, mediante diversi accorgimenti al fine di prevenire tempestivamente la comparsa di questo problema:

  • Dieta appropriata: si devono consumare cibi ricchi di nutrienti come verdure e frutta, che forniscono minerali e vitamine essenziali, ed evitare un consumo eccessivo di prodotti grassi e carichi di olio, come fritture, pizza, dolci. Come spuntino si possono consumare le nocciole, ma sempre con moderazione.
  • Bere molto: circa sei o otto bicchieri di acqua al giorno sono indispensabili per la salute dell’organismo, e anche per prevenire la formazione dei brufoli. L’acqua infatti aiuta a diluire il sebo in eccesso, e mantiene ben idratata la pelle, soprattutto in estate o durante l’attività fisica, rimuovendo anche le cellule morte. Evitare le bevande eccessivamente cariche di zuccheri.
  • Una corretta pulizia: è importante rimuovere adeguatamente il trucco prima di andare a dormire con uno struccante adatto o con del latte detergente, e quindi risciacquare con acqua tiepida, e applicare la crema idratante. Molto utili sono i prodotti esfolianti, da utilizzare tre o quattro volte alla settimana. Non utilizzare prodotti troppo aggressivi come il normale sapone. La crema idratante da scegliere deve essere adatta al proprio tipo di pelle, poiché applicando creme per pelli secche su pelli grasse, può causare un aumento della produzione di sebo, e quindi la formazione di brufoli. Inoltre un accorgimento importante è di lavare i capelli quando cominciano a diventare sporchi, poiché il sebo del cuoio capelluto, può facilmente essere trasportato sul viso.
  • Evitare lo stress: la formazione dei brufoli è correlata anche a squilibri ormonali, che possono verificarsi in diversi momenti, ma soprattutto legati allo stress. Pertanto è consigliabile mantenere bassi i livelli di stress e ricordarsi di dedicare parte del proprio tempo ad attività o interessi che ci fanno star bene.

Come rimuovere i brufoli

I metodi per liberarsi dei fastidiosissimi brufoli variano a seconda del tipo di pelle e della gravità della situazione dell'epidermide.

  • Esfoliazione: grazie a questo processo si può rimuovere lo strato di cellule morte che ostruisce i pori. Effettuare una esfoliazione alla settimana sulle aree del viso in cui sono presenti i brufoli. Uno scrub ottimale po’ essere anche realizzato in casa.
  • Creare una pasta a base di melograno polverizzato e succo di limone fresco e applicare sulla zona interessata massaggiando. È molto utile soprattutto in caso di punti neri.
  •  Applicare un miscuglio di acqua di rose e olio essenziale di sandalo sul viso per circa venti minuti, e quindi lavare con acqua tiepida. Rende la pelle più morbida e più liscia.
  • Mescolare olio di nocciola con del succo di limone fresco in quantità uguale. Si ricorda che l'olio di nocciola ha proprietà astringenti ed è per questo uno degli elementi più usati nelle formule dei prodotti dermatologici.
  • Mescolare un cucchiaio di miele con dell’albume di uovo e applicare sul viso per circa venti minuti. Risciacquare con acqua tiepida. In alternativa si può utilizzare anche solo il miele.
  • Creare una pasta a base di aceto e amido di mais, applicare per quindici-venti minuti e risciacquare.
  • Applicare una pasta a base di fieno greco e acqua e lasciar agire tutta la notte. Il fieno greco è efficace sia per i brufoli che per i punti neri.

Sapevi che puoi utilizzare anche il vapore e sfruttare le proprietà degli estratti naturali?

  • Vapore: utilizzare una pentola con acqua portata ad ebollizione, ed esporsi al vapore per dieci-quindici minuti. Il vapore dilata i pori, e rende possibile quindi spremere più facilmente brufoli e punti neri. Può aiutare anche per prevenire la formazione delle imperfezioni, in quanto i pori dilatati possono essere puliti più a fondo.
  • Perossido di benzoile e acido salicilico: sono prodotti antibatterici, che curano e prevengono la formazione dei brufoli. Agiscono come un peeling, esfoliando e purificando i pori. È importante utilizzare una buona crema idratante in seguito all’uso del benzoil perossido e dell’acido salicilico, in quanto tali prodotti tendono a seccare notevolmente la pelle.  

Considerazione finale sui brufoli grossi

In conclusione, sembra che ogni persona si sia ritrovata a combattere questi fastidiosissimi inestetismi della pelle, le cui cause principali sono da ricercare all'interno di squilibri ormonali e stress. Il problema dei "brufoli" non è un fenomeno circoscritto solo all'età adolescenziale, come si potrebbe immediatamente pensare, anzi, può comparire anche verso i 30 anni. Certamente, se i brufoli compaiono soprattutto durante l'adolescenza è perché in questa fase della vita si registra un aumento dell'attività ormonale; ma occorre precisare l'estrema soggettività che accompagna il fenomeno. Una prova di questo aspetto è che l'acne può comparire ma anche non comparire affatto in età adolescenziale. Tuttavia, per prevenire e contrastare il problema dermatologico, è necessario dotarsi di alcune informazioni preliminari e in seguito adottare suggerimenti per trattare la situazione a livello epidermico e a livello generale. Uno stile di vita corretto, un'alimentazione povera di grassi e una buona pulizia del viso sono dei requisiti indispensabili per il benessere della nostra pelle.

I brufoli possono diventare anche grossi se non opportunamente trattati.

Bellezza corpo: uomo donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo brufoli grossi

Brufoli grossi

Consigli molto utili!

Ottimo articolo. Mi permetto di suggerire anche l'olio essenziale di tea-tree, davvero efficace se applicato ai primi segni che un nuovo brufolo sta nascendo oppure una goccia mescolata nella quantità di crema giornaliera. Le sue proprietà antibatteriche si rivelano davvero miracolose. Provare per credere :)
Grazie,
Cristina

Lascia il tuo commento: