Brufoli sulla fronte

Questa mattina vi siete alzati e guardandovi allo specchio avete notato dei fastidiosissimi brufoli sulla fronte? Nessun problema questo articolo allora farà al caso vostro.

La fronte è la zona preferita da i brufoli, la fronte, com'è noto, è la zona del nostro viso più soggetta a tensione muscolare: tutte le espressioni del volto sono infatti determinate da una contrazione dei muscoli a livello frontale. Pertanto, si rivela una zona particolarmente critica in cui si concentrano molte sostanze che possono andare ad ostruire i pori. La fronte fa parte della cosiddetta “zona T”, insieme a naso e mento.

Brufoli sulla fronte

Brufoli fronte

Brufoli sulla fronte

Questa è la regione del viso più soggetta alla formazione dei brufoli, soprattutto a livello delle sopracciglia e sotto l’attaccatura dei capelli. Alla base di questa evidenza vi sono dei fattori per così dire "naturali" legati al normale funzionamento dell'epidermide. Infatti, la cute della fronte è per sua natura "oleosa" sia nei soggetti con pelle mista, che in quelli con pelle grassa, poiché le ghiandole sebacee presenti in questa zona sono particolarmente attive. Tali ghiandole producono quindi del sebo in eccesso, che va ad ostruire i pori, favorendo la proliferazione dei batteri al loro interno. L’esito più visibile di questo meccanismo è la formazione dei brufoli. Inoltre la fronte, essendo la parte più a contatto con il cuoio capelluto, è anche maggiormente esposta al sebo prodotto dai capelli, soprattutto in caso di capelli grassi. Anche le variazioni ormonali che si verificano durante la gravidanza o il ciclo mestruale possono rappresentare una delle cause della formazione dei brufoli sulla fronte, insieme allo stress e ad un regime alimentare non equilibrato. Si ricorda che uso troppo eccessivo di prodotti cosmetici troppo può andare ad ostruire ulteriormente i pori, pertanto è consigliabile moderarne l’uso, o perlomeno struccarsi adeguatamente prima di andare a dormire.

Ci sono diversi rimedi casalinghi e accorgimenti per prevenire e curare i brufoli sulla fronte, migliorando l'aspetto della nostra pelle:

  • •Detergere ed esporre la pelle della fronte al vapore: dal momento in cui il meccanismo alla base della formazione dei brufoli è l’ostruzione dei pori, è necessario dilatarli e in seguito pulirli efficacemente. A questo scopo si raccomanda di adoperare quotidianamente un prodotto detergente delicato ma efficace, massaggiandolo sul viso inumidito per circa cinque minuti con movimenti circolari. In seguito è necessario risciacquare ed esporre il viso al vapore utilizzando una pentola con acqua portata ad ebollizione. Il vapore dilaterà i pori, e favorirà una pulizia più profonda, che può essere effettuata utilizzando uno scrub delicato. Quindi si può procedere col tamponare sul viso con un batuffolo di cotone un tonico senza alcol o applicare una lozione antisettica. Questa procedura dovrebbe essere eseguita due volte al giorno, quotidianamente. Un altro metodo per detergere la pelle è quello di applicare della crema fredda di frigorifero, lasciarla agire per un minuto e quindi rimuoverla con del cotone.
  • Trucco: è bene rimuovere adeguatamente qualsiasi residuo di trucco dal viso prima di andare a dormire. Anche la scelta dei prodotti cosmetici deve essere valutata bene, in quanto l’uso della cipria in polvere, ad esempio, può contribuire ad ostruire ulteriormente i pori, mentre è preferibile la cipria liquida. Inoltre, il fondotinta dovrebbe sempre essere oil-free, soprattutto se sono già presenti dei brufoli. Prima di utilizzare il correttore, è bene lavarsi bene le mani prima e dopo averlo picchiettato sul brufolo.
  • Lavare i capelli: i brufoli sulla fronte sono molto spesso una conseguenza di capelli grassi o con forfora. È importante mantenere puliti i nostri capelli, lavandoli almeno una volta alla settimana. Tra i vari shampoo in commercio, scegliere sempre quelli più adatti al proprio tipo di problema. Per chi ha problemi di forfora, si possono usare shampoo a base di chetaconazolo, un efficace antimicotico. Se invece si usano prodotti a base di olio sui capelli, bisogna sempre risciacquare in modo adeguato, e utilizzare una fascia per evitare che i capelli tocchino la fronte. Per quanto riguarda i prodotti da utilizzare per lo styling, come gel, lacca o cera per capelli, sarebbe consigliabile evitarne l’uso, o almeno scegliere quelli con la consistenza più leggera possibile.

L’applicazione di extension sui capelli, o acconciature troppo rigide, "tirano" e stressano i capelli, provocando una reazione di difesa anche da parte della pelle e del cuoio capelluto, i quali producono ulteriore sebo.

  • Terra di fuller: è un prodotto a base di argilla, che può essere mescolato con acqua e applicato sull’area interessata. Si può anche aggiungere a un po’ di acqua di rose e in questa combinazione può rivelarsi ancora più efficace. La terra di fuller è un prodotto che assomiglia all'argilla nella struttura ma che in realtà è una forma di silicato di alluminio dalle proprietà assorbenti e pertanto può risultare efficace nel trattamento della seborrea.
  • Pasta di sandalo: si può prendere un pezzo di legno di sandalo, inumidirlo e strofinarlo per creare una pasta, alla quale si possono poi aggiungere acqua di rose o succo di cetriolo. Si può, in alternativa, anche creare una pasta a base di due cucchiaini di polvere di sandalo, un cucchiaino di miele, mezzo cucchiaino di polvere di curcuma.
  • Succo di limone: spremere un limone e tamponarne il succo sul viso utilizzando un batuffolo di cotone è un metodo che aiuta a purificare la pelle, e anche a rimuovere eventuali cicatrici. Il succo di limone ha proprietà astringenti e può rivelarsi utile in caso di pori dilatati.
  • Acido salicilico: è un elemento contenuto in molti prodotti per la detersione, oltre che in numerose creme in commercio, per prevenire e rimuovere l’acne. Una tecnica recente, messa a punto negli USA, prevede  che l'acido salicilico per il suo uso antiacne ed antiaging, vada utilizzato a concentrazioni molto alte, intorno al 25%. Pertanto, è raccomandabile che il suo utilizzo sia sempre preceduto da un consiglio dello specialista.

Si ricorda, inoltre, che è importante tenere in considerazione altri due fattori:

  • La regolarità del trattamento: questi rimedi vanno utilizzati regolarmente, due volte al giorno per almeno due settimane. Se il problema persiste, è consigliabile ascoltare il parere di un dermatologo.
  • Una dieta equilibrata: in ogni caso, è importante accostare questi trattamenti ad altri accorgimenti, come quelli relativi alla dieta. Infatti, in casi di acne o brufoli, deve essere incrementato il consumo di frutta e verdura, per aumentare l’apporto di vitamine e sali minerali, e ridurre o eliminare i cibi troppo grassi o troppo zuccherati. Per le donne in gravidanza, si consiglia si assumere abbastanza vitamina B, soprattutto biotina, attraverso l’alimentazione o con degli integratori.

Considerazione finale sui brufoli sulla fronte

In conclusione, la fronte è la zona del nostro viso più soggetta alla comparsa di brufoli, acne e problemi cutanei. Questo dipende dalla presenza di una cute naturalmente più "grassa" e dalla sua vicinanza al cuoio capelluto, altrettanto ricco di sebo. Si ricorda che la fronte è la regione del viso maggiormente esposta agli agenti atmosferici e alla loro azione, oltre che interessata da fasce muscolari legate alle  espressioni facciali e pertanto soggetta a tensione. L'uso eccessivo di cosmetici può inoltre andare ad alterare l'equilibrio dell'epidermide, soprattutto se dimentichiamo di rimuoverne ogni residuo prima di andare a letto. Queste tracce di trucco rimaste sulla pelle ostruiscono i pori, impedendo una libera traspirazione dell'epidermide, che diviene, pertanto, un focolaio per probabili infezioni. Sebbene la comparsa dei brufoli sia principalmente legata all'attività ormonale e dunque dipenda principalmente da fattori interni, può essere contrastata attraverso l'adozione di piccoli accorgimenti come quelli indicati in questo articolo.  
Si ricorda che in presenza di un'epidermide eccessivamente grassa è bene adottare un regime alimentare salutare evitando il consumo di tutti gli alimenti che potrebbero compromettere ulteriormente la situazione. Frutta e verdura aiutano invece a riequilibrare l'epidermide, fornendo all'organismo sali minerali e vitamine, e favorendo al contempo un giusto livello di idratazione.

Perchè compaiono e cosa fare contro i brufoli sulla fronte.

Bellezza corpo: uomo donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo brufoli sulla fronte

Brufoli che non vanno via

Io uso saponette allo zolfo e creme ma non vanno via

Brufoli eliminati con il succo di limone

ciao a tutte ragazze!!!!!! ho provato il rimedio al succo di limone e devo dire che ha funzionato alla perfezione!!!!! grazie mille alla redazione....

I brufoli sulla fronte

Molto interessante!!!

Rimedio con il succo di limone per i brufoli

Anch'io sono per il rimedio del succo di limone!!!!! Purifica la pelle!

Rimedi naturali per trattare i brufoli sulla fronte

Davvero interessante! Anche OLIO TEA TREE È fantastico...parere personale.

La crema da mettere in frigorifero di quale tipo deve essere?

Lascia il tuo commento: