Macchie sulla pelle post brufoli

Quando soffriamo di brufoli e di macchie post brufoli il nostro unico pensiero è quello di liberarci di questo fastidio insopportabile, ma in realtà c’è un’altra cosa che dobbiamo fare ed è quella di prevenire le macchie scure e le cicatrici che i nostri brufoli potrebbero lasciare sul viso.

Macchie sulla pelle post brufoli

Macchie sulla pelle brufoli

Si, infatti quando un brufolo si forma in una zona dove precedentemente se ne era formato già un altro, molto probabilmente dopo la guarigione, quella zona sarà segnata da una piccola macchia scura e nella peggiore delle ipotesi da una cicatrice. Ma non temete, perché come abbiamo detto mentre siamo in cura per i brufoli dobbiamo e possiamo attuare dei sistemi e dei meccanismi che ci permettano di prevenire questi ulteriori fastidi estetici.

Le macchie scure sulla pelle sono un problema della pelle molto comune e sono dovute ad un‘iperpigmentazione e si formano soprattutto a partire dalla mezza età. Esiste una varietà di condizioni e di agenti, oltre ad una grave forma di brufoli, che possono causare lo sviluppo di queste macchie scure. Molto spesso questa iperpigmentazione è innescata da un’infezione, o comunque dopo un trauma di una certa entità di cui ha sofferto la pelle, ma ci sono anche altre problematiche che possono essere causa di queste macchie scure sulla nostra pelle, e vediamo quali sono:

  • Melanosi di Riehl;
  • Poikiloderma di Civatte;
  • Eritromelanosi follicolare;
  • Linea fusca.

Inoltre ci sono anche alcuni farmaci che possono provocare queste macchie scure, infatti alcuni di essi rendono la pelle più sensibile all’esposizione del sole e tra di essi ricordiamo:

  • Gli estrogeni;
  • Le tetracicline;
  • L’amiodarone;
  • La fenitonia;
  • Le fenotiazine;
  • Le sulfonamidi.

Inoltre anche la luce ultravioletta è causa di specifici tipi di macchie scure, tuttavia essa non è causa solo di questo tipo di disagio, ma anche di:

  • Melasma;
  • Lentiggini;
  • Efelidi.

Infine altre cause responsabili della formazione di macchie scure possono essere:

  • La gravidanza;
  • Le malattie epatiche;
  • Il morbo di Addison;
  • L’emocromatosi;
  • I tumori ipofisari.

Da tutto questo possiamo capire che combattere i brufoli è molto difficile ed il più delle volte può essere deprimente vedere delle macchie scure causate dai brufoli restare sul nostro viso anche dopo aver guarito l’acne. E quando i punti neri compaiono sulla pelle, un regime terapeutico corretto deve essere effettuato immediatamente per poter guarire la macchia e prevenire la formazione di cicatrici. La pigmentazione che porta ad un colorito scuro della pelle in alcuni punti, è spesso dovuto ad un’eccessiva esposizione alla luce solare, questo meccanismo è anche individuato come “foto invecchiamento”. Per quanto riguarda le macchie dai brufoli molto spesso le macchie scure si formano dopo la guarigione stessa dei brufoli perché ad esempio si è stati esposti al sole mentre si aveva ancora il brufolo e come risultato abbiamo appunto queste macchie e delle cicatrici.

Come ci si può sbarazzare di queste macchie quando è l’acne ad esserne la causa?

I brufoli innanzitutto possono colpire sia le aree superficiali che quelle più profonde della pelle. Inoltre anche se le macchie vanno via, i danni ai pori restano e sotto di se la macchia lascia una zona di pelle un po’ scolorita. Questi segni possono essere di colore rosso, viola o rosa. Si stima che circa il 95 per cento di coloro che soffrono di acne riportano un certo numero di cicatrici.

Tuttavia non c’è bisogno di preoccuparsi, in quanto vi sono diversi trattamenti naturali che possono essere utilizzati per curare l’acne della pelle e per sbarazzarsi delle macchie scure lasciate dai brufoli.

Infatti conosciamo sette tipi di trattamenti in grado di dissolvere le macchie nere facilmente:

  • Miele di Manuka, un tipo particolare di miele della Nuova Zelanda, che è stato considerato affidabile da molti professionisti perché pare sia in grado di guarire le macchie scure naturalmente se viene applicato sulle zone colpite dopo il bagno;
  • Gel di aloe vera: sappiamo che di per sé, l’aloe vera è molto conosciuta come sostanza che ripara i danni della pelle, ed è stata usata fin da tempi antichi per combattere i problemi della pelle;
  • L’olio di ricino, che ha varie proprietà curative, tanto che è in grado di far scomparire le macchie scure in pochi giorni. È possibile utilizzarlo la sera prima di andare a letto, lasciarlo agire mentre si dorme, e lavare il viso al mattino;
  • Lo yogurt, che rappresenta un naturale sbiancante per la pelle, basta unire lo yogurt al succo di limone, poi applicate questa pasta sul vostro viso tutti giorni, e vedrete le macchie scure scomparire lentamente;
  • Il limone, anch’esso è uno sbiancante naturale molto noto, e può essere applicato per via topica o lo potete bere regolarmente;
  • Abbiamo anche l’estratto della radice di nocciole, ovvero un’erba essenziale che può rendere la vostra pelle più bianca;
  • Il cetriolo, che rappresenta un frutto speciale con proprietà curative della pelle. È possibile includere questo frutto nella vostra dieta giornaliera, ma soprattutto è ancora più buono se lo aggiungete alle vostre insalate, potete inoltre applicare la maschera di cetriolo sul vostro viso ogni due giorni, per eliminare le macchie nere dell’acne.

Ma nonostante la nostra guarigione dall’acne e la nostra prevenzione delle macchie scure provocate dall’acne, c’è ancora un altro problema da risolvere, forse un pochino più grave, ed è quello delle cicatrici che i brufoli possono lasciare sul nostro viso.

Perciò come ci si può difendere da queste cicatrici?

Ci sono vari modi:

  • Comprate una crema solare che contiene un fattore di protezione di almeno quindici, e se è superiore è ancora meglio, e applicatela ogni giorno sulla vostra pelle per evitare che la vostra cicatrice diventi più scura con l’esposizione al sole. Ed assicuratevi di mettere la protezione solare almeno venti minuti prima di esporvi al sole, per dare alla pelle il tempo sufficiente per assorbire la crema;
  • Applicate una crema di trattamento per le cicatrici che contiene estratto di cipolla subito dopo che la lesione dell’acne è guarita. Queste creme di trattamento per le cicatrici funzionano meglio quando vengono applicate sulla pelle nuova, anche se per fare questo occorre applicare queste creme per diversi mesi;
  • Consultate un dermatologo per vedere se una crema sbiancante potrebbe fare un buon lavoro per ridurre i segni rossi della vostra acne. Queste creme utilizzano principi attivi quali l’idrochinone, i corticosteroidi, e la tretinoina per schiarire le zone rosse;
  • Sottoponetevi ad un peeling chimico mensilmente da un dermatologo o in un centro estetico, in quanto un peeling chimico comporta l’applicazione sul viso di una soluzione chimica per rimuovere gli strati di pelle morta, e queste tecniche sono in grado di sfumare le macchie rosse provocate dall’acne, ma ricordate che questo trattamento richiede diverse applicazioni per dimostrare qualche miglioramento;
  • O infine potete sottoporvi a trattamenti di laser terapia topica per rimuovere le cicatrici causate dall’acne, infatti ci sono dei laser ablativi che rimuovono gli starti di pelle superficiali, mentre invece ci sono altri tipi di laser che sono in grado di penetrare la pelle, stimolando la produzione di collagene, senza danneggiare gli strati superficiali.

Considerazione finale sulle macchie post brufoli

Abbiamo quindi capito che curare la pelle che presenta brufoli, guarirne le macchie lasciate sulla pelle e ripristinare l’integrità della pelle lì dove si sono formate le cicatrici, è si difficile, ma di certo non impossibile, infatti tutti questi metodi per ottenere questi obiettivi sono molto efficienti, sebbene qualcuno richieda un po’ più di tempo per dei risultati ottimi. E per scegliere quale sia il metodo migliore per voi potete farvi aiutare da un medico.

Cosa fare e cosa sapere per eliminare le maccchie post brufoli.

Consigli make up

Lascia il tuo commento: