Prodotti per i brufoli

I prodotti definibili anti brufoli naturali che si possono utilizzare con efficacia per risolvere questo inestetismo sono innumerevoli.

I prodotti per i brufoli presenti in commercio sono moltissimi e per questo la la scelta può essere difficile, ma prima di entrare nel merito della questione iniziamo col spiegare cosa sono i brufoli e perchè compaiono dal a, sul viso gambe schiena e sottopelle. I brufoli sono generati da una malattia infiammatoria della pelle (acne) causata da una iperproduzione di sebo, una sostanza oleosa secreta dalle ghiandole sebacee collocate nei follicoli dei capelli. Brufoli ed acne sono il risultato di un eccessivo accumulo di sporcizia e di sebo attorno ai follicoli dei capelli e ai pori della cute.

Prodotti per i brufoli

Prodotti per brufoli

La nascita dei brufoli

Quando i follicoli dei capelli ed i pori della cute letteralmente si intasano, i batteri cominciano a crescere nutrendosi di sebo e ne consegue una infiammazione associata all’infezione attorno ai follicoli, con la formazione di brufoli, cioè di punti neri contenenti pus.

Brufoli e acne cosa sono

Una delle forme più comuni di acne, l’Acne vulgaris, si osserva soprattutto negli adolescenti, a causa di squilibri ormonali, che stimolano la produzione di sebo. La causa esatta della formazione di brufoli non è ben nota, ma alcuni fattori sembrano favorire la comparsa della patologia quali: lo stress, la dieta non equilibrata, il ciclo mestruale mensile e l’uso di cosmetici per il trucco molto grassi o contenenti sostanze chimiche nocive. I brufoli dell’adulto possono essere causati da problemi ormonali o del sistema endocrino in generale, oppure da una dieta inadeguata e non equilibrata.

Prodotti contro i brufoli

Utilizzati per la cura dei brufoli di variabile gravità, i prodotti utilizzati devono la loro efficacia ai principi attivi in essi contenuti, come ad esempio il benzoil perossido che riduce i brufoli, mentre l’acido salicilico aiuta a correggere le desquamazioni della pelle. Per scegliere quale medicamento utilizzare è fondamentale fare attenzione alla sua composizione.

Le sostanze presenti di solito nelle preparazioni “da banco” sono :

  • Gli oli essenziali – Sono molto importanti nel trattamento dei brufoli perché sono solubili nei lipidi della pelle e quindi vengono assorbiti facilmente e perché sciolgono facilmente il sebo, uccidono i batteri e preservano lo strato superficiale acido della cute. Siccome gli oli essenziali possono disidratare leggermente la pelle se vengono applicati in forma non diluita, può essere necessario miscelarli con olio di uva o comunque con un olio trasportatore. Gli oli essenziali sono particolarmente efficaci per la cura di forme di media o moderata gravità e la scelta di un determinato tipo di olio deve essere dettata dal tipo di pelle, dal tipo di brufoli che si devono trattare e dalla diluizione dell’olio da usare. Gli oli essenziali più comuni sono l’olio di palissandro, l’olio di jojoba, l’olio di bergamotto, l’olio di chiodo di garofano, l’olio di lavanda e l’olio della pianta del tè.   
  • L’alcool e l’acetone - Si trovano insieme in alcune preparazioni per la cura dei brufoli, in quanto l’acetone agisce come agente sgrassante mentre l’alcool ha una discreta efficaci come antimicrobico. Se viene utilizzato da solo l’acetone ha un effetto scarso o o.
  • Il benzoil perossido – Principio attivo considerato un caposaldo nel trattamento dei brufoli e dell’acne in genere, poiché deterge la pelle rimuovendo le cellule morte e prevenendo di conseguenza la formazione di comedoni. Il benzoil perossido dovrebbe essere utilizzato anche dopo che l’acne è scomparsa per prevenire la formazione di nuove lesioni, è uno dei primi agenti che hanno dimostrato di essere efficaci nella cura dei brufoli di media gravità ed è stato utilizzato per decenni nel trattamento degli stessi. Il principale effetto collaterale del benzoil perossido è l’eccessiva secchezza della cute, per cui è importante rispettare le indicazioni sull’uso e non utilizzare dosi maggiori di quelle raccomandate da un medico. Il preparato va pure applicato con cura per evitare l’effetto decolorante, dato che il benzoil perossido è noto per essere appunto un decolorante per i capelli e uno sbiancante delle lenzuola, degli asciugamani e dei vestiti. Per questo motivo le  magliette tendono ad essere logore dopo l’applicazione del benzoil perossido sulla schiena o sul torace. Il benzoil perossido è in vendita sotto forma di lozione o di gel.
  • Prodotti di erboristeria organici e naturali -  esistono alcuni prodotti “da banco” di questo genere che sono commercializzati per la cura dei brufoli, ma la loro efficacia solo di rado è stata testata negli studi clinici, per cui la validità di questi trattamenti in generale non è confermata.
  • Il resorcinolo – Sostanza molto diffusa nelle preparazioni “da banco” perché è utile per fare scomparire lesioni di minore entità dovute a brufoli ed acne in generale, di frequente è combinato con principi attivi a base di zolfo.
  • L’acido salicilico – Efficace nel trattamento di lesioni non infiammatorie dovute ai brufoli, poiché contrasta le lesioni desquamative delle cellule cutanee e sblocca i pori ostruiti prevenendo o risolvendo le lesioni della pelle. L’acido salicilico non ha effetti sulla produzione di sebo. Come per il benzoil perossido, l’acido salicilico dovrebbe essere usato a lungo, dato che l’interruzione del suo utilizzo fa riprendere l’intasamento dei pori della pelle e favorisce la rinascita dei brufoli. L’acido salicilico è contenuto in molti prodotti “da banco” per la cura dei brufoli, sotto forma di lozioni, creme e pastiglie. Da sottolineare, infine, che può essere irritante per la pelle.
  • Lo zolfo – Utilizzato per più di 50 anni in combinazione con altri agenti, quali l’alcool, l’acido salicilico ed il resorcinolo, si trova in molte preparazioni “da banco” antibrufoli e benché sia già da tanto tempo un principio attivo per la cura dei brufoli stessi, a tutt’oggi non è ancora noto quale sia il suo meccanismo di azione. Ad ogni modo, a causa del suo odore sgradevole, lo zolfo non viene utilizzato come unica sostanza nella cura dei brufoli.

Norme generali per l’uso dei prodotti “da banco” contro i brufoli e per la cura del viso :

  • Prima di utilizzare qualcuno dei medicamenti descritti è buona pratica lavare la faccia, il torace o la schiena con un prodotto non detergente, che non contenente olio o profumo e con un pH bilanciato.
  • In caso di pelle grassa del viso è opportuno pulire con prodotti che contengono benzoil perossido o acido salicilico.
  • Si devono evitare gli sfregamenti poiché la pelle irritata si gonfia attorno ai pori che di conseguenza possono ostruirsi.
  • Vanno evitati pure i prodotti tonificanti perché disidratano la pelle, a meno che questa non sia molto grassa.
  • I prodotti “da banco” devono essere applicati sull’intero volto e non solamente dove vi è stata già l’eruzione dei brufoli.
  • Per la notte si deve usare un prodotto per far diventare più secchi i brufoli e un altro prodotto non oleoso idratante per tamponare le aree secche. La mattina applicare su tutto il viso un gel per la protezione solare privo di olio.
  • Per nascondere i brufoli si deve utilizzare un piccolo pennello per applicare direttamente sul brufolo un colpetto di colore o  di crema della stessa tonalità della pelle normale e poi togliere con la punta di un dito la crema presente attorno al brufolo. Se il trucco diventa grossolano, lo si deve pulire delicatamente e quindi rifarlo.

Efficaci trucchi contro i brufoli

  • Se si ha una pelle grassa e si ritiene che debba essere tonificata, si deve applicare il tonico soltanto sulle zone in cui è necessario. Utilizzare una maschera di argilla almeno una volta ogni 3 giorni per assorbire il grasso in eccesso.
  • Per bloccare l’arrossamento e il gonfiore della pelle in una situazione di emergenza (matrimonio, riunione di lavoro), si deve consultare un medico per una eventuale iniezione di cortisone, che agisce molto rapidamente sui brufoli. Nel caso in cui non sia possibile reperire il medico,  si possono tamponare le zone arrossate e gonfie con poca crema al cortisone “da banco” oppure con la preparazione H.

Conclusione finale sui prodotti per i brufoli

Concludendo, i brufoli richiedono una cura che deve essere mirata prima soprattutto a proteggere e curare il proprio viso o anche altre parti del corpo da interventi inopportuni che possono aggravare invece che migliorare la situazione. Quindi devono essere utilizzati soltanto quegli accorgimenti e quei prodotti la cui validità è comprovata dagli anni di esperienza e dagli effetti clinici positivi.

Consigli sui prodotti per la cura dei brufoli.

Prodotti bellezza estetica donna

Lascia il tuo commento: