Schiacciare i brufoli

Anche se schiacciare i brufoli non è consigliato, per tale prassi quantomeno cerchiamo di seguire semplici e facilissime mosse.

Schiacciare i brufoli si oppure schiacciare un brufolo no? Dubbio amletico, un brufolo è una piccola papula o pustola, ma più semplicemente è una lesione cutanea di piccole dimensioni causata dall’infiammazione della pelle  e soprattutto delle  ghiandole sebacee, le quali vengono infettate da batteri e per reazione si riempiono di pus che, a contatto con l’aria, si ossidano dando origine ai cosiddetti “punti neri” o “comedoni”.

Schiacciare i brufoli

Schiacciare i brufoli

Cosa sono le ghiandole sebacee?

Le ghiandole sebacee sono ghiandole cutanee che secernono il sebo,  una sostanza cerosa ed oleosa che ha il compito di lubrificare la pelle ed i capelli.

Negli esseri umani le ghiandole sebacee sono presenti su tutta la pelle, tranne che sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi e vi è una maggiore abbondanza di ghiandole sebacee sul viso e sul cuoio capelluto. Nelle nostre palpebre, le ghiandole sebacee secernono un particolare tipo di sebo che noi vediamo sotto forma di lacrime.

Diverse condizioni mediche portano ad anomalie nella funzione delle ghiandole sebacee, tra le quali ricordiamo:

  • L’acne (brufoli).
  • Le micro cisti sebacee – i cosiddetti “grani di miglio”.
  • Iperplasia – le ghiandole sebacee si ingrossano, producendo liquido giallo che lascia il viso unto.
  • Adenoma sebaceo – è un tumore benigno a lenta crescita che di solito si presenta come una papula  rosa o color carne, o come un nodulo giallo.
  • Carcinoma della ghiandola sebacea – un tumore aggressivo della pelle (cancro), non comune.

Quali sono le cause della comparsa dei brufoli nel viso?

Le ghiandole sebacee, che producono il sebo, esistono all'interno dei pori della nostra pelle. A volte, le cellule morte della pelle possono rimanere bloccate all’interno delle ghiandole, insieme al sebo appiccicoso, causando un blocco del poro.

L’ostruzione dei pori si verifica più facilmente durante la pubertà (fase in cui avviene il processo di cambiamenti fisici di un bambino che portano a farlo diventare un adulto capace di riprodursi) in cui la ghiandola sebacea produce più sebo del necessario e quando il poro viene ostruito, il sebo si accumula.  Questo sebo accumulato viene attaccato da batteri, tra cui il Propionibacterium acnes,  generalmente innocuo sulla nostra pelle, eppure,  quando si verificano determinate condizioni,  si può riprodurre più rapidamente e diventare un problema reale. Il batterio si nutre del sebo e produce una sostanza che provoca una risposta immunitaria, con conseguente infiammazione della pelle e formazione di macchie.

La pelle delle persone che sono inclini all’acne sono particolarmente sensibili ai normali livelli ematici di testosterone - un ormone naturale che si trova sia nei maschi che nelle femmine. In queste persone il testosterone può far sì che le ghiandole sebacee producano troppo sebo, rendendo l'intasamento delle cellule morte più probabile e di conseguenza aumenta la probabilità di ostruire i pori della pelle con tutto ciò che ne consegue.

La maggior parte delle persone che hanno brufoli tende a peggiorare la situazione schiacciando la pustola nel modo scorretto e provocando danni peggiori. Il modo migliore per prevenire la formazione di brufoli e per sbloccare la situazione è crearsi una routine regolare con l’utilizzo di prodotti per l’igiene personale che non siano troppo aggressivi ma che nel contempo aiutino a mantenere la pelle pulita e che soprattutto aiutino nella lotta contro i brufoli.

Schiacciare o spremere i brufoli  spesso porta a lasciare delle cicatrici e possono anche formarsi nuovi brufoli. Per ogni brufolo che spunta, la zona colpita diventa ancora più rossa ed infiammata. Schiacciare i brufoli vuol dire diffondere facilmente i batteri.

Il modo corretto di schiacciare i brufoli

Solitamente si consiglia di non schiacciare i brufoli ma se nonostante tutto non si riesce a resistere, è necessario seguire alcuni semplici passi per spremere il brufolo in modo corretto.

Fase 1 – Usare il vapore

L’uso del vapore aiuta ad allargare i pori ostruiti e ammorbidisce la pelle in modo da poter facilitare la pulizia. Il vapore deve essere mantenuto per circa 10-15 minuti e poi bisogna sciacquare il viso con acqua tiepida. Se non si ha tanto tempo si può tenere un asciugamano caldo sul viso per un paio di minuti.

Fase 2 – Lavarsi le mani

Assicurarsi di avere le mani assolutamente pulite per ridurre al minimo il rischio di diffondere batteri! Inoltre, è necessario assicurarsi di aver rimosso ogni traccia di trucco.

Fase 3 – Usare le garze

Usare tamponi di garza o tovaglioli. Avvolgere un tampone di garza attorno le dita. Spremere il brufolo solo se la parte centrale è piena di pus (questo significa che il brufolo si è sviluppato completamente).

Fase 4 – Spremere delicatamente il brufolo

Applicare una leggera pressione per ogni lato del brufolo in modo da forzare il pus all'interno del brufolo, spingendolo al centro. Spremere il brufolo molto delicatamente, e mai violentemente, in quanto si possono causare gravi cicatrici. L’operazione verrà ripetuta tante volte quanto sarà necessario e fino a quando il pus è sparito completamente. Se il pus non scarica facilmente, bisogna fermarsi, altrimenti si può causare una cicatrice o creare un buco aperto sul viso. Non usare mai le unghie per spremere un brufolo.

Fase 5 – Lavare il viso

Lavare il viso di nuovo con un detergente antibatterico ed applicare una maschera facciale. Una tazza di argilla o maschere apposite funzionano meglio dopo la spremitura dei brufoli, poiché tolgono l'olio in eccesso e favoriscono la chiusura dei pori dilatati.

Fase 6 – Applicare un cicatrizzante

Si consiglia di utilizzare prodotti contenenti perossido di benzoile, perossido di idrogeno, acido salicilico, alfa-idrossi-acido per uccidere i batteri. Questi prodotti seccano il brufolo più velocemente e prevengono la formazione di macchie rosse.

Consigli utili contro i brufoli

  • Applicare un cubetto di ghiaccio sul brufolo e tenerlo premuto per qualche minuto. Il cubo di ghiaccio  riduce il gonfiore e l’arrossamento e al tempo stesso favorisce la chiusura dei pori dilatati.
  • Utilizzare un correttore per nascondere brufoli e cicatrici: il correttore dovrebbe essere un antibatterico e oil-free.
  • Applicare una piccola quantità di dentifricio sul brufolo prima di andare a letto aiuta a lenire l'irritazione, riduce gli arrossamenti e asciuga il brufolo.
  • Applicare del miele sulle aree colpite più volte al giorno aiuta a ridurre il rossore, a nutrire la pelle e a conferire maggiore lucentezza.
  • Strofinare la pelle con succo di limone aiuta a curare e seccare i brufoli, inoltre il succo di limone schiarisce le cicatrici e le macchie rosse e mantiene l'equilibrio del pH della pelle.
  • Applicare Aloe Vera sul brufolo per aiutarlo a guarire più velocemente.
  • Non tentare mai di spremere un brufolo che non è ancora maturo.
  • Ricordare che schiacciare un brufolo può causare infezioni importanti e cicatrici permanenti.
  • Non spremere cisti, ma consultare un dermatologo o un’estetista.
  • Dopo aver schiacciato un brufolo si possono formare delle croste, ma è una reazione normale.
  • Il cortisone può essere iniettato solo da un dermatologo per eliminare il gonfiore e l’arrossamento.
  • Utilizzare una crema speciale per brufoli che contenga perossido di benzile o acido salicilico.
  • Stabilire un regime di rigorosa cura della pelle per ripristinare l’equilibrio idrolipidico.
  • Ci può volere molto tempo prima che un brufolo scompaia del tutto, fino a 4 settimane.
  • Applicare una maschera di argilla due volte alla settimana per purificare la pelle.
  • Non toccare il viso con le mani sporche.
  • Usare sempre cosmetici che non contengano oli.
  • Il trattamento precoce è il miglior modo per prevenire le cicatrici dei brufoli.
  • Rimuovere sempre il trucco e pulite il viso, la sera.
  • Evitare l'uso di prodotti contenenti ingredienti elaborati.
  • Evitare di applicare il fondotinta quando si hanno degli sfoghi cutanei causati da acne.
  • Mantenete i pennelli per il trucco ben puliti.
  • Buttate via i cosmetici e i trucchi vecchi.
  • I brufoli spesso indicano la presenza di acne o una malattia cronica della pelle.
  • E' indispensabile utilizzare una protezione solare, perché i raggi UV possono provocare macchie.
  • Evitare assolutamente di spremere in modo violento i brufoli
  • Non usare mai le unghie, in quanto possono portare sporcizia e causare ulteriori infezioni.
  • Non bisogna mai pungere i brufoli con aghi, perché in questo modo si colpisce anche la zona circostante e si causa una cicatrice dietro la quale di solito si formano macchie di colore rosso scuro.
  • Assicurarsi che tutti i prodotti cosmetici e non siano comedogenici.

In conclusione, meglio schiacciare i brufoli o no?

E’ sempre meglio evitare di schiacciare i brufoli poiché i danni spesso sono peggiori. E’ preferibile lasciare che la pelle guarisca grazie all’utilizzo di prodotti specifici e se non si riesce a fare a meno di pensarci, è consigliabile affidarsi alle mani di un/una professionista competente.

Suggerimenti utili per schiacciare in modo corretto i brufoli.

Consigli make up

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo schiacciare i brufoli

Schiacciare i brufoli

Grazie mille ottima guida!

A grazie mille funziona ♥♥

Ok, cercherò di non schiacciarmi quell'enorme brufolo...

Lascia il tuo commento: