Caffeina in gravidanza: Bere caffe in gravidanza

In gravidanza purtroppo anche se la caffeina è uno dei drink stimolanti più amati in tutto il mondo è abbastanza ovvio che chi è incinta, dovrebbe necessariamente diminuirne il consumo giornaliero. In particolare, la caffeina oltre ad essere uno stimolante, è anche un diuretico e come stimolante, però, aumenta la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, fattori che durante la gravidanza devono essere tenuti sotto controllo

Caffeina in gravidanza: Bere caffe in gravidanza

Bere caffè in gravidanza

La caffeina inoltre aumenta anche la frequenza della minzione e questo può ridurre molto il livello dei vostri fluidi nel corpo portando ad un’eventuale disidratazione.

La caffeina, naturalmente come qualunque altra sostanza ingerita dalla madre durante la gravidanza, attraverso la placenta arriva al bambino.

Anche se si può essere in grado di gestire la quantità di caffeina da ingerire durante la gravidanza, il bambino ne può comunque risentire, infatti il metabolismo del vostro bambino è in via di sviluppo e non può pienamente metabolizzare la caffeina.

Qualsiasi quantità di caffeina può anche causare cambiamenti sulla qualità e modalità di sonno del vostro bambino, ma anche sulla vostra.

Ricordate, quindi, che la caffeina è uno stimolante e può mantenere svegli sia voi che il vostro bambino.

La caffeina si trova non solo nel bere un semplice caffè, ma ad esempio la si trova anche nel tè, nella soda, nel cioccolato, e anche in alcuni farmaci da banco che alleviano il mal di testa. Quindi, bisogna sempre essere consci di ciò che si consuma.
Inoltre, ci si chiede se la caffeina provoca difetti di nascita negli esseri umani.

A tal riguardo, numerosi studi su animali hanno dimostrato che la caffeina può causare difetti alla nascita, o un parto pre-maturo, una riduzione della fertilità e un aumento del rischio di prole con un peso eccessivamente basso alla nascita e altri problemi riproduttivi. Non ci sono stati, però, studi conclusivi sull'uomo, anche se è sempre meglio andarci cauti ed essere prudenti.

Non solo, ma ci si chiede se la caffeina provochi anche infertilità. A tal proposito alcuni studi hanno dimostrato un legame tra alti livelli di consumo di caffeina e il concepimento ritardato. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato che la caffeina possa provocare un aumento aborti spontanei, soprattutto tra le donne che consumano più di 300 mg (tre-cinque tazze) di caffè al giorno.

Tra gli altri effetti ci potrebbe essere il parto prematuro e la nascita di neonati con un peso troppo basso.

Ancora una volta, è sempre meglio evitare la caffeina durante la gravidanza, per quanto possibile.

Insomma, ci si interroga se effettivamente una donna incinta non dovrebbe consumare caffeina, ma gli esperti hanno dichiarato che livelli moderati di caffeina non hanno sicuramente un effetto negativo sulla gravidanza, dove per moderato si intende una quantità che varia da 150 mg - 300 mg al giorno.

In realtà, secondo alcuni esperti, più di 150 mg di caffeina al giorno è troppo, mentre altri dicono che più di 300 mg al giorno è troppo. Ovviamente, evitare la caffeina, per quanto possibile, è la decisione migliore, più sicura. Tutt’al più, è meglio che ne parliate con il vostro medico che vi indicherà la scelta più sana sia per voi che per il vostro bambino.

Dopo tutto questo, è inutile precisare che meno caffeina si consuma, meglio è.

A cura di Paola C.

Bere caffè in gravidanza

Gravidanza on line

Lascia il tuo commento: