Camomilla in erboristeria

La camomilla chamaemelum nobile cresce spontaneamente nei prati ed in aperta campagna e diventa spesso invadente comportandosi come pianta infestante delle colture agrarie inoltre la camomilla deve essere essiccata subito dopo la raccolta e le opplicazioni e le caratteristiche della camomilla romana sono identiche a quelle della camomilla volgare. Tuttavia si usano concentrazioni più basse a causa di una maggiore forza aromatica dell'olio essenziale e di una diversità di contenuto nei principi attivi.

Camomilla in erboristeria

Camomilla

I fiori di camomilla sono utilizzati nei rimedi erboristici per alleviare dolori addominali e mestruali, indurre il sonno e calmare l'eccitazione nervosa. Inoltre sono note le proprietà dei fiori anche per schiarire il colore dei capelli ed una manciata di fiori nell'acqua calda del bagno ammorbidisce la pelle.

La camomilla è uno degli ingredienti dell’erboristeria antica più famoso per quanto riguarda il trattamento di numerosi disturbi fisici, che molto spesso sono derivati però da fonti psicologiche e mentali.

Sicuramente il metodo più comune d’assunzione della camomilla in erboristeria è tramite l’infusione dei suoi fiori, che come ben sappiamo hanno sicuramente un grandissimo contenuto di proprietà e fonti benefiche per tutto l’insieme dell’organismo.

Vediamo quali sono gli effetti principali che vanno ad interessare il corpo:

  • Miglioramento del sonno: considerata come un ottimo calmante e rilassante, la camomilla è utile per affrontare particolari condizioni che compromettono il sonno notturno, grazie soprattutto alle sue proprietà lenitive che risultano essere davvero utili per combattere patologie come l’insonnia.
  • Benefici digestivi: la camomilla è un buonissimo integratore anche per risolvere una gran quantità di problemi allo stomaco, tra cui dolori, irritabilità dell’intestino, e bruciori che molto spesso sono causati dall’accumulo di tossine durante la fase digestiva. Molto spesso, per questo scopo, la camomilla viene combinata al potere della menta piperita per beneficiare lo stomaco.
  • Crampi mestruali: già dai tempi dell’impero egizio i crampi mestruali venivano comunemente trattati con l’utilizzo della camomilla in quanto porta buoni livelli di glicina, un composto che calma gli spasmi muscolari ed i crampi correlati.
  • Camomilla per emorroidi: un unguento a base di fiori di camomilla ha dimostrato essere davvero utile anche per ridurre le emorroidi ed i sintomi legati alla condizione.
  • Malanni stagionali: la camomilla incrementa la salute del sistema immunitario che difende l’organismo da germi e batteri, rivelandosi quindi utile per ridurre la possibilità di venir colpiti da influenza o raffreddori stagionali grazie alle sue favolose proprietà antibatteriche.
  • Guarigione dalle ferite: in particolar modo durante l’età di greci e romani, la camomilla veniva impiegata come unguento sulle ferite per favorirne la cicatrizzazione e, di conseguenza, la completa guarigione.
  • Aiuto contro il diabete: anche diverse malattie e problemi di salute possono essere affrontati più facilmente grazie all’utilizzo della camomilla, che aiuta a regolare il flusso sanguigno ed evitare le complicanze di malattie come il diabete o l’iperglicemia.

Grazie alla camomilla potrete star certi di provare numerosi benefici sul vostro corpo e sulla vostra salute psicologica, grazie alle proprietà rilassanti dei fiori di questa strabiliante pianta officinale.

Camomilla in erboristeria

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: