Cancro della laringe (tumore) Tumore alla laringe

Purtoppo il tumore alla laringe (molto diffuso anche in Italia) è una patologia che riguarda la zona della gola.

Quali sono i sintomi del cancro della laringe? Il Cancro laringeo o tumore della laringe è una patologia assai rara che colpisce la laringe e che può provocare raucedine e gonfiore nella parte che interessa la gola.

La laringe

La laringe è conosciuta anche come sede della voce e si presenta come un sorta di tubo situato all'inizio della trachea. Quella prominenza che si vede nella gola, esternamente è la laringe, meglio conosciuta come pomo d'Adamo.

Funzioni principali della laringe:

  • aiuta ad incanalare l'ossigeno che poi passerà nella trachea, per la respirazione;
  • si trasforma in valvola che impedisce che sostanze liquide o alimenti, entrino nella trachea;
  • è la sede delle corde vocali, che introducendo l'aria vibrano e la voce può essere emessa.
Cancro della laringe (tumore) Tumore alla laringe

Tumore laringe

Cancro della laringe:

Questo tipo di tumore è molto raro, e colpisce di regola persone non più giovanissime. Due dei fattori che favoriscono l'insorgenza di questo cancro, sono tabacco e l'assunzione in forte dosi di alcool. Studi recenti hanno dimostrato che il papilloma virus può essere causa di formazione di tumore laringeo, soprattutto nei giovani.

Guarigioni dal cantro della laringe:

Come nella maggior parte delle malattie, anche in questo caso la percentuale di guarigione dipende dalla tempistica della diagnosi. Se viene riconosciuto in tempo da questo tumore si può guarire, facendo ricorso sia alla chirurgia che cure chemioterapiche e radioterapia, sempre che il cancro non sia presente anche al di fuori della laringe.

Purtroppo se il tumore è esteso in altre parti del corpo, le cosiddette metastasi che altro non sono che tumori secondari, la prospettiva di guarigione non è molto alta.

Quali sono i sintomi per riconoscere il cancro della laringe?

Visto che come detto prima, la laringe è la sede delle corde vocali, uno dei primi sintomi che dovrebbe mettere in allarme, è il cambiamento del tono di voce.

Altri sintomi potrebbero essere:

  • dolore e difficoltà a deglutire;
  • mal di gola;
  • otiti;
  • presenza di noduli sul collo;
  • forte tosse;
  • calo ponderale;
  • difficoltà a respirare.

In quali casi ci si dovrebbe rivolgere al medico?

La prima cosa da fare è consultare il medico, laddove questi sintomi siano presenti per più di tre settimane.

Come si sviluppa il cancro?

Il tumore altro non è che una mutazione alterata delle cellule del DNA, che provoca la riproduzione incontrollata di cellule malate. Se non si interviene immediatamente il cancro si diffonde in tutto il corpo, attraverso il sistema linfatico che percorre tutto il corpo. Compito delle ghiandole linfatiche è quello di produrre cellule per combattere le infezioni. Purtroppo nel momento in cui il tumore raggiunge il sistema linfatico, lo stesso si può diffondere in altre parti del corpo molto velocemente.

Alcolismo e tabagismo:

Queste come detto poco prima sono delle vere e proprie patologie. È stato dimostrato che un loro uso eccessivo può portare alla formazione di cancro della laringe.

Papilloma virus:

È un virus che colpisce le parti umide del corpo come bocca, ano, cervice e gola. Poiché da studi fatti è stato dimostrato che il papilloma virus produce cambiamenti nelle cellule della cervice uterina, trasformandosi in cancro, si pensa che il medesimo effetto si possa produrre nella laringe. Questo virus si trasmette con i rapporti sessuali sia anali che orali.

Alimentazione:

Studi legati all'alimentazione hanno dimostrato che una dieta a base prevalente di carni rosse, cibi grassi e fritti, possono essere causa di tumore laringeo.

Esposizione a elementi chimici:

Altri studiosi hanno invece dimostrato che l'esposizione a determinate sostanze chimiche potrebbe portare il cancro alla laringe. Si potrebbe fare un lungo elenco ma le sostanze maggiormente sospette sono:

  • forti odori della vernice;
  • carbone in polvere;
  • legno in polvere;
  • scarico dei motori;
  • nichel;
  • formaldeide che ha un ampio e diffuso utilizzo in molti settori industriali;
  • solventi utilizzati per pulire.

Come viene fatta la diagnosi di tumore alla laringe:

La prima cosa da fare è consultare il medico che farà tutto un esame esterno, palpando la gola e constatando la presenza di rigonfiamenti o meno. Altri esami a cui sottoporsi sono quelli del sangue ed una visita da un otorino.

Esame endoscopico del naso:

È un esame che viene eseguito dall'otorino e che consiste nell'inserire un tubicino in una delle due narici, che ha una luce nella sua parte finale, nel naso del paziente. È una procedura assolutamente indolore, ma per precauzione viene utilizzato uno spray per anestetizzare sia naso che gola.

Panendoscopio:

Rispetto all'esame di prima, questo è molto più dettagliato perché mette in evidenza la laringe in ogni sua parte. Poiché è doloroso, viene eseguito solitamente in anestesia generale. Oltre al tubicino ed alla luce utilizzato per l'endoscopia del naso, ha una macchina fotografica.

Biopsia:

Nel momento in cui vengono eseguiti questi esami endoscopici, viene prelevato un frammento di tessuto, per l'analisi e la verifica della presenza o meno di cellule cancerose. Altri metodi utilizzati sono quelli di utilizzare un ago per aspirare, nel caso in cui ci sia presenza di un grumo evidente nel collo.

Ulteriori esami:

Se c'è la quasi certezza di essere in presenza di un tumore, si fa ricorso ai raggi X, alla TAC oppure alla Risonanza Magnetica.

Come si affronta il cancro:

Poiché si tratta di un tumore particolare, è necessario il ricorso ad un team di medici che sceglieranno la terapia per il caso in esame. Il paziente dovrà essere informato su quelli che possono essere vantaggi e svantaggi.

Approccio al tumore:

Nell'affrontare la malattia i medici dividono questa patologia in quattro stadi.

Primo stadio: quando il cancro è localizzato nello strato superiore che copre la laringe; in questo caso le corde vocali non sono interessate.

Secondo stadio: quando oltre alla laringe sono interessate anche le corde vocali.

Terzo stadio: quando il tumore nella laringe impedisce ad una delle corde vocali di vibrare con perdita della voce, e si ingrossano dei linfonodi nella laringe.

Quarto stadio: quando il cancro si diffonde oltre la laringe e va ad interessare altre parti del corpo, soprattutto i polmoni.

Nel primo stadio è possibile rimuovere il cancro con l'utilizzo della radioterapia. Nel secondo e terzo stadio si fa ricorso sia alla chirurgia che alla radioterapia. Nel terzo e quarto stadio può essere necessario ricorrere anche a più interventi e nei casi più gravi è anche possibile si verifichi l'asportazione della laringe.

Radioterapia:

È il sistema che utilizza alti dosi di radiazioni per distruggere il cancro che viene utilizzato per curare il tumore del primo stadio e come terapia dopo l'intervento chirurgico. Poiché è una cura molto forte, viene utilizzata una sorta di maschera che viene applicata per proteggere le altre parti del viso, lasciando scoperta quella da investire coi raggi. La terapia è giornaliera con interruzione nel fine settimana.

Come detto prima la terapia è molto forte e ci sono degli effetti collaterali:

  • pelle arrossata;
  • gola e bocca dolente;
  • secchezza fauci;
  • papille gustative che non funzionano più;
  • stanchezza e nausea.

Il medico specialista può dare consigli per evitare o limitare gli effetti collaterali come applicare gel per proteggere la bocca. Durante la radioterapia si possono verificare difficoltà nella respirazione. In questo caso rivolgersi immediatamente al medico.

Ricorso all'intervento chirurgico:

Sono quattro gli interventi chirurgici utilizzati:

  • chirurgia laser;
  • intervento in endoscopia;
  • asportazione parziale della laringe;
  • asportazione totale della laringe.

Chirurgia laser:

Questo tipo di intervento è utilizzato nei casi di tumori alla laringe quando è piccolo. Un piccolo cavo in fibra ottica viene fatto passare nella laringe e viene emesso un fascio di luce laser per distruggere le cellule tumorali. È un intervento eseguito in anestesia generale, ed il paziente viene dimesso il giorno dopo.

Intervento in endoscopia:

Questo tipo di operazione è usato per trattare lo stadio uno e due del cancro. L'endoscopio utilizzato è un tubo flessibile con luce e macchina fotografica alla fine dello stesso. Il medico infilerà l'endoscopio nella laringe e su uno schermo vedrà la laringe e deciderà come e dove intervenire. Anche in questo caso l'intervento viene eseguito in anestesia generale, non provoca effetti collaterali gravi se non un lieve dolore a bocca e gola.

Laringectomia parziale:

È utilizzata nello stadio tre del cancro della laringe. Viene rimossa la parte interessata dal cancro della laringe e si preservano le corde vocali, anche se si noterà un cambiamento nella voce. Durante questo intervento al paziente viene eseguita una tracheostomia, per consentirgli di respirare bene e non sforzare la laringe. Una volta che la laringe è cicatrizzata, il tubo, applicato con la tracheostomia, viene rimosso.

Laringectomia totale:

Questo intervento si effettua nello stadio tre e quattro del cancro alla laringe. La laringe viene asportata interamente ed eventuali linfonodi vicini interessati. Le corde vocale saranno asportate e la voce cambierà drasticamente. Con questa operazione, la tracheostomia sarà permanente. Il tubo sarà asportato dopo qualche settimana ma il foro resterà. Dal punto di vista psicologico questo foro potrebbe creare dei problemi, ma col tempo ci si abituerà, anche perché è l'unico modo per respirare.

Chemioterapia:

È il sistema utilizzato in concomitanza della radioterapia e dell'intervento chirurgico. Vengono usati dei farmaci che devono uccidere le cellule tumorali ed impedire una loro riformazione. Spesso viene utilizzata prima dell'intervento chirurgico per ridurre il cancro. Essendo utilizzati dei farmaci molto forti, purtroppo anche i tessuti sani possono essere danneggiati.

Effetti collaterali della chemioterapia:

  • nausea;
  • vomito;
  • caduta di capelli;
  • dolore alla bocca con presenza di ulcere;
  • stanchezza.

Un ulteriore effetto è quello di rendere più debole il sistema immunitario e di conseguenza si è più vulnerabili alle infezioni.

Utilizzo della terapia con anticorpi monoclonati:

Viene utilizzato nello stadio tre o quattro del tumore alla laringe, quando non si può utilizzare la chemioterapia. Il medicinale utilizzato si chiama cetuximab. Questo farmaco utilizza delle proteine speciali che si chiamano recettori del fattore di crescita epidermico. Favoriscono la crescita delle cellule cancerogene che sono meglio attaccate dal farmaco. Viene somministrato per endovena, tramite una flebo.

Ci possono essere degli effetti collaterali come:

  • eruzioni cutanee;
  • nausea:
  • diarrea;
  • stanchezza ed infiammazione degli occhi.

In molti casi si possono verificare gonfiore di lingua e gola.

Rieducazione della voce:

A seguito dell'asportazione della laringe, purtroppo la voce viene compromessa. Per questo è consigliato rivolgersi al logopedista per discutere il metodo per il ripristino della voce, prima dell'intervento. Sono diversi i metodi utilizzati.

Protesi della voce

È una valvola che viene inserita nel collo dopo l'asportazione della laringe. Viene coperto il buco (stoma) e si espira attraverso la valvola. Questa valvola produce un suono che viene utilizzato per parlare nel solito modo.

Parlare con l'esofago:

È una tecnica che il logopedista può insegnare al paziente. In pratica si dovrebbe parlare con l'esofago facendolo vibrare. Muovendo labbra e bocca si riesce a parlare. Il metodo da utilizzare è soggettivo e varia da paziente e paziente.

Prevenzione del tumore alla laringe:

Fumo e alcol sono da eliminare, perché altamente pericolosi. Una dieta con verdure fresche ( pomodori, lattuga e cavoli ), agrumi, olio di oliva, assumere pane integrale, cereali, patate e mangiare pesce riduce il rischio di contrarre il cancro alla laringe.

Tumore alla laringe: cause, sintomi, diagnosi, rimedi e prevenzione...

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo cancro della laringe (tumore) Tumore alla laringe

Salve, da diversi mesi ho problemi alla gola . Nei mesi invernali ho sempre una tosse stizzosa e secca mentre da circa tre mesi (da maggio) mi capita raramente di avere un senso di prurito alla gola seguito da un dolore che dura pochi secondi dopodichè ho notato che sulla saliva compare qualche goccia di sangue. Alcuni giorni fà mi sono recato dal mio medico curante che mi ha consigliato una visita da un otorino. Sono andato da un otorino e mi ha visitato e ha notato una forte irritazione alla gola mi ha visitato anche con uno strumento che serve a osservare la gola in ingrandimento ma lui ha collegato questa Infiammazione ad un problema di reflusso acidi gastrici e mi ha prescritto un farmaco. Ho anche effettuato anche analisi sanguigne e avevo solo un po' di transaminasi alterate e un rx al torace e una visita da uno specialista dei Polmoni ma anche questa ha dato esiti negativi e mi è stata consigliata una visita da un gastroenterologo che farò dopo le ferie. Dimenticavo da 2 - 3 mesi ho un gonfiore sotto il mento fastidioso in alcuni giorni non sempre. Potreste gentilmente darmi qualche vostro parere ...grazie
M

Quale differenza esiste tra ernia iatale, rinofaringeo cronica e tumore laringeo ?

salve volevo sapere se mi potete aiutare a capire, qual è la differenza tra l'ernia iatale,rinofaringeo cronica è tumore laringeo, perchè io ho tutte questi sintomi,cioè dolori alla gola, problemi alle orecchie, problemi di ingogliare perchè da tempo il cibo mi rimane alla gola è mi sento come se avessi dei noduli, poi mi si abbassa la voce,ho nausea, problemi ha respirare,è anche di acidi è poi nervosismo. per favore se qualcuno, o magare uno specialista mi sa dire che cosa possa avere io di tutto questo, è sapere anche quale sia la diferenza di queste patologie,ho bisogno di sapere la verità grazie aspetto notizie da un specialista.

Tumore alla laringe

Sono in ospedale operato da sei giorni di un tumore al quarto stadio alla laringe volevo fare gli auguri a tutti i colpiti da questa malattia.

Tumore alla laringe descritto in modo chiaro e completo delle cure

avete descritto molto chiaramente la malattia e le cure psicologiche dei famigliari. Spero di poter aiutare con affetto il mio amico. Grazie anna

Lascia il tuo commento: