Cancro tiroideo: tumore alla tiroide

Il tumore alla tiroide è una forma di cancro per la quale fortunatamente esistono vari strumenti per la diagnosi e la cura.

Sintomi e sopravvivenza del cancro alla tiroide? Il cancro tiroideo è un tumore che interessa la ghiandola tiroidea detta più comunemente tiroide, posta alla base del collo appena sotto il pomo d'adamo e formata da due piccoli lobi posizionati ai lati della trachea. Il suo compito è quello di produrre ormoni necessari ad assolvere importanti funzioni del nostro corpo.

Cancro tiroideo: tumore alla tiroide

Tumore alla tiroide

Gli ormoni prodotti dalla tiroide sono:

  • la tiroxina o T4;
  • la triiodotironica o T3;
  • la calcitonina.

Sia la T3 che la T4 regolano il metabolismo corporeo, mentre la calcitonina serve a controllare il livello di calcio presente nel sangue. Il calcio ha importanti funzioni come rafforzare le ossa e prevenire coaguli del sangue.

Diffusione del cancro alla tiroide

Questo tipo di tumore non è molto diffuso e le donne sono maggiormente colpite rispetto agli uomini. Le moderne tecnologie di indagine consentono di verificare la presenza di un tumore tiroideo che in passato era praticamente impossibile da riscontrare. Per cui i casi sono aumentati di numero, ma solo perché grazie alla tecnologia si applica la medicina preventiva.

Tipi di cancro tiroideo

A seconda del tipo di cellula che il tumore attacca, è stata fatta una duplice divisione del carcinoma tiroideo:

  • cancro della tiroide papillare;
  • cancro della tiroide follicare.

Anche se sono due tumori diversi, le cure sono le stesse per entrambi rientrano nella categoria dei tumori tiroidei differenziati ( DTC) .

Esistono altri tipi di tumore molto più rari che possono dar luogo anche a metastasi:

  • tumore midollare;
  • carcinoma anaplastico;
  • linfoma della tiroide.

Le possibilità di guarigione per le prime due forme tumorali sono del 100% dei casi, per le altre forme invece bisogna prestare molta attenzione.

I sintomi del cancro alla tiroide

Inizialmente non ci sono grossi sintomi.

La comparsa di un nodulo o di un gonfiore sotto il pomo d'adamo dev'essere fatto analizzare.

Altri sintomi compaiono quando il cancro è già in uno stadio avanzato:

  • raucedine;
  • difficoltà respiratorie;
  • difficoltà nella deglutizione.

Non appena compaiono dei sintomi mai avvertiti prima, bisogna rivolgersi subito al medico.

Nella maggior parte dei casi il rigonfiamento alla gola, non è causato da un tumore bensì dal gozzo.

Gozzo

Questo è provocato da un anomalo funzionamento tiroideo, di solito si parla di ipertiroidismo( quando la tiroide lavora troppo ) o ipotiroidismo ( quando la tiroide lavora poco e male ).

Come si sviluppa il cancro alla tiroide?

Il cancro altro non è che un'alterazione della crescita delle cellule del DNA. Nel momento in cui queste cellule iniziano a riprodursi in maniera esponenziale, si viene a creare il tessuto in eccesso che diventa tumore. Tumore che può essere sia benigno che maligno. Nel caso si tratti di tumore benigno, lo si asporta senza conseguenze. Nel caso di tumore maligno, lo si affronta in maniera diversa anche perché se il cancro è vicino a linfonodi, la possibilità che si espanda in altre parti del corpo è molto facile.

Tra i fattori che sono causa di formazione tumorale tiroidea sono da mettere in evidenza l'esposizione a radiazioni, in modo particolare 2 tipologie:

  • la prima è venire a contatto con sostanze radioattive, come ad esempio un'esplosione nucleare;
  • la seconda è legata all'utilizzo dei raggi x che veniva fatto in passato, tra il 1910 ed il 1960, non seguendo tutte le precauzione per limitare gli effetti collaterali.

Ci sono delle condizioni fisiche che contribuiscono ad aumentare il rischio di sviluppare un carcinoma tiroideo:

  • tiroidite di Hashimoto: una malattia che fa si che il corpo non riconosca la tiroide e l'attacca, scatenando una reazione autoimmune;
  • sindrome di Cowden che provoca crescite tessutali anomale su pelle e dentro la bocca ed il naso;
  • adenoma tiroideo A : crescita di tumore benigno sulla ghiandola tiroidea;
  • poliposi adenomatosa familiare: condizione genetica che causa crescite di tessuto anomalo nell'intestino.

Ci sono tre situazioni ereditarie associate a carcinoma midollare della tiroidea:

  • carcinoma midollare della tiroide;
  • neoplasia endocrina multipla di tipo 2A;
  • neoplasia endocrina multipla di tipo 2B.

Se un parente stretto ha avuto un cancro che appartiene al precedente elenco e dai risultati degli esami si risulta essere possessori di uno di questi geni, allora si fa ricorso alla tiroidectomia profilattica.

Quali sono gli esami per stabilire se la tiroide funziona bene o male?

Semplici esami del sangue consentono di stabilire se si soffre di ipertiroidismo oppure di ipotiroidismo. Nel caso dell'ipertiroidismo ci sarebbero elevati valori T3 e T4 nel sangue, e ciò sta a significare che la tiroide sta funzionando troppo. Nel caso di ipotiroidismo, quando cioè la tiroide non funziona bene, interviene un'altra ghiandola chiamata pituitaria che produce un ormone, il TSH, che ha il compito di stimolare la tiroide.

Un altro esame a cui spesso si ricorre è l'ago aspirato.

È una procedura guidata ecograficamente: il chirurgo inserisce un ago per prelevare un campione di cellule, seguendo il tutto attraverso l'apparecchio ecografico, e l'esame prende il nome di ago aspirato. Laddove questo esame non abbia dato risultati certi, si effettuano altri esami come ad esempio la TAC.

Quando la diagnosi è stata fatta e l'asportazione della tiroide è necessaria, allora il paziente sarà seguito da un team di medici che prenderanno le decisioni per la terapia da seguire, col consenso del paziente stesso.

Il team è formato da:

  • chirurgo;
  • endocrinologo, specialista delle ghiandole;
  • oncologo;
  • patologo;
  • radiologo;
  • infermiere specializzato.

Come detto prima, il tumore differenziato della tiroide è molto comune ed è curabile.

Il primo passo da fare è l'operazione per asportare parte o tutta la tiroide che si chiama tiroidectomia. In caso di tumore maligno il paziente, dopo l'intervento, è sottoposto ad una radioterapia con iodio radioattivo che ha lo scopo di uccidere le cellule maligne che possono essere rimaste nella sede della tiroide.

Nel caso di carcinoma midollare, oltre ad asportare la tiroide, si rende necessario asportare eventuali linfonodi nelle vicinanze a causa dell'aggressività di questo tumore.

Non si parla di guarigione completa, ma si cerca di rallentare al massimo la diffusione del cancro.

Nei casi di cancro anaplastico, purtroppo la cura non esiste. Si tratta di un tumore ormai diffuso ad altri organi importanti e le uniche cosa da fare è attivarsi con la radioterapia e la chemioterapia per impedire che si diffonda ulteriormente.

Tiroidectomia

La tiroidectomia è l'operazione chirurgica nel corso della quale viene asportata parte della tiroide e si parla di emitiroidectomia, se invece viene asportata tutta la tiroide si parla di tiroidectomia totale.

Sarà il chirurgo a decidere le modalità dell'intervento sulla base di alcuni fattori:

  • il tipo di carcinoma;
  • la dimensione dello stesso;
  • se il tumore ha interessato altri organi.

L'operazione viene fatta in anestesia generale e la sua durata tra preparazione ed intervento è di circa 2 ore.

Per i primi due giorni, alla base del collo dove stava la tiroide, viene lasciato un piccolo catetere che raccoglierà il liquido che viene espulso di regola dopo tutti gli interventi.

È normale avere un leggero fastidio o dolore al collo (vengono somministrati degli antidolorifici) che passerà entro un paio di settimane, così come sparirà la raucedine che può sopraggiungere dopo questo tipo di intervento.

Un altro fastidio che può esserci è un fastidio nella deglutizione.

Si può ovviare a questo problema, mangiando dei cibi morbidi che non possano creare lesioni alla gola.

Entro massimo 5 giorni, il paziente operato lascia l'ospedale ma deve stare a riposo e non fare sforzi per circa 2 – 3 settimane.

Sarà poi il medico a decidere se sono necessari altri giorni per il recupero totale.

Terapia ormonale sostitutiva

Con l'asportazione della tiroide, non saranno più prodotti ed emessi in circolo gli ormoni responsabili della regolazione del metabolismo.

Pertanto si rende necessario introdurre una terapia ormonale sostitutiva, nel caso di ipotiroidismo quando si presentano i seguenti sintomi:

  • fatica;
  • aumento di peso;
  • pelle secca.

In presenza di questi sintomi, e senza la tiroide, è prevista l'assunzione a vita di un ormone sintetico il più conosciuto è l'eutirox.

Il dosaggio viene stabilito col tempo: sono infatti necessari diversi controlli per stabilire la corretta dose di ormone sintetico.

Se il dosaggio è alto si possono verificare alcuni effetti collaterali come la perdita di peso, iperattività e diarrea.

Nel caso in cui il paziente deve essere sottoposto a terapia con iodio radioattivo, gli verrà somministrato un ormone chiamato triiodotironina. Al termine di questa cura, questo ormone sarà sostituito dall'eutirox.

Calcio

Le paratiroidi sono le ghiandole responsabili della immissione regolare di calcio nel sangue.

Se a seguito della tiroidectomia, vengono anch'esse asportate, il paziente può avere una diminuzione della percentuale di calcio e si può avvertire una sensazione di formicolio localizzata alle mani, alle dita, alle labbra ed intorno al naso.

Trattamento con lo iodio radioattivo

È la cura migliore per uccidere le cellule tumorali che possono essere rimaste in loco.

Questo trattamento prevede una sospensione della terapia a base di eutirox per garantire la massima efficacia della terapia radioattiva.

Il paziente non dovrà assumere il farmaco per almeno un paio di settimane e potrebbe accusare stanchezza e debolezza.

Per alleviare questi sintomi, al paziente può essere somministrato un farmaco tiroide ricombinante umano stimolante (rhTSH ) che non dovrebbe interferire con l'azione dello iodio radioattivo.

Lo iodio radioattivo viene fatto ingerire o in forma liquida, oppure in compressa.

La sostanza radioattiva attraverserà il collo fino a raggiungere la sede dove era presente la tiroide.

Il paziente essendo leggermente radioattivo, dovrà stare in isolamento per qualche giorno.

Nel corso di terapia con iodio radioattivo, ci sono da seguire delle raccomandazioni alimentari.

Infatti bisognerà seguire una dieta a basso contenuto di iodio, infatti se ne venisse introdotta una quantità eccessiva si potrebbe compromettere la cura.

Sono da evitare:

  • tutti i frutti di mare;
  • latticini;
  • i farmaci contro la tosse;
  • prodotti che contengono il colorante E127 che ha un elevato valore di iodio.

Frutta e verdura fresca sono altamente consigliati.

Nel caso di gravidanza, la terapia radioattiva non è possibile farla perché potrebbero esserci seri danni per il feto, così pure in caso di allattamento.

Nel caso in cui non si è in stato interessante, è necessario, sia per l'uomo che per la donna, ricorrere a dei contraccettivi per evitare una gravidanza rischiosa.

Si possono verificare dei casi di infertilità dovuta all'assunzione del farmaco.

Per ovviare a questo, si possono raccogliere sia l'uovo che lo sperma, per poter essere utilizzati successivamente.

Radioterapia esterna

È la cura a cui si ricorre per il cancro midollare della tiroide.

La terapia prevede delle cure giornaliere per 5 volte a settimana, e la durata è stabilita dal medico.

Ci sono degli effetti collaterali importanti:

  • nausea e vomito;
  • stanchezza;
  • dolore mentre si deglutisce.

Chemioterapia

È di solito utilizzata solo per combattere il cancro anaplastico della tiroide che ha coinvolto altri organi ed è purtroppo un tipo di tumore molto aggressivo, ed ha anch'essa degli effetti collaterali:

  • nausea e vomito;
  • stanchezza;
  • inappetenza;
  • perdita di capelli;
  • ulcere in bocca.

Il paziente sottoposto a chemioterapia ha le difese immunitarie molto basse e di conseguenza è facilmente soggetto alle infezioni.

Prevenzione per il tumore alla tiroide

È possibile che anni dopo l'asportazione della tiroide, e dopo la terapia radioattiva possano ricomparire cellule tumorali in altre parti del corpo. Per evitare questo pericolo bisognerebbe fare dei controlli periodici per verificare la presenza o meno di cellule tumorali.

Sono due le analisi che si possono fare:

  • esame della tireoglobulina;
  • scansione con iodio radioattivo.

La tireoglobulina è una proteina che è prodotta dalla tiroide quando essa è sana e presente nel corpo. Se dopo la tiroidectomia è presente questo valore nel sangue, sta a significare che il tumore è tornato e quindi bisogna intervenire per combatterlo.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo cancro tiroideo: tumore alla tiroide

Sono stato operato lo scorso Agosto di tumore maligno alla tiroide, con l'asportazione di 14 linfonodi, a Dicembre ho effettuato il trattatmento con lo Iodio 131.
La sensibilità al freddo non mi è mai passata, così come la stanchezza, che in alcuni giorni segna sensibilmente la normale routine di vita, costringendomi alla totale inattività.
Perchè mi accade ad inervalli saltuari tutto ciò?
Sarei grato se qualquno potesse darmi delle spiegazioni, visto che i medici sanno solo dirmi "passerà".

ciao marcello, anch'io nel 2009 ho subito l'intervento di tiroidectomia totale più svuotamento linfonodale del comparto di dx e di sx e centrale. su 59 linfonodi tolti 16 erano metastatici, a novembre 2009 primo ciclo di iodio131, ad aprile 2010 secondo intervento per togliere un altro linfonodo metastatico, giugno 2010 2° ciclo di iodio 131, poi febbraio 2011 3° ciclo di iodio, però è vero la stanchezza è sempre presente qualche giorno di più e qualche di meno, bisogna abituarsi tutto li. Diciamo che te sei molto fresco dall'intervento e soprattutto dal ciclo di iodio, quindi anche quello incide un pò. Pensa che io dopo ogni ciclo di iodio avevo nausea x quasi due mesi, e non sentivo i sapori del cibo x settimane, spero che quest'ultimo ciclo sia ultimo sia x me che x te, poi facendo i soliti controlli di follow-up si dosa l'eutirox. Quindi Marcello forza e coraggio che ce la possiamo fare. Tanti saluti ed in bocca al lupo. Ciao Manuela.

Carissimi Marcello e Manuela, mi chiamo Stefania, anni 47 operata in aprile 2011, tumore maligno, sottoposta radioterapia, ora sto meglio, conosco persone operate moltissimi anni fa che hanno una buona salute, e pochissime conseguenze dovute all' intervento. Vi auguro ogni bene e mi complimento per la vostra voglia di comunicare, ed essere d' aiuto a persone che magari si sentono perse, credendosi sole alle prese con la malattia. Tanti affettuosi auguri. Vostra Stefania

....operato di carcinoma tiroideo nel 2004, con tre cicli di iodio 131 nei tre anni successivi, considerato che in famiglia siamo in sette figli e cinque abbiamo avuto questo problema, vi assicuro che oggi, fatta l'abitudine ai fisiologici periodi di astenia, la qualità della vita è accettabilissima e rasenta la quasi normalità, che nessuno si scoraggi e con un po' di sano ottimismo tutto andrà bene, cordialità

Grazie di esserci perché spesso i medici non pensano di informarci come dovrebbero.

Ciao sono una ragazza di 29 anni io come voi mi sono operata di tiroidectomia totale lo scorso marzo, dopo ho ricevuto la cattiva notizia dell'esame istologico che ero affetta da carcinoma papillare. A novembre dovrò affrontare la cura con iodioterapia, ma per il momento ho sospeso eutirox senza grandi conseguenze. Coraggio non abbiate paura! ci sono forme di tumore più gravi e purtroppo non curabili. Noi almeno nella sfortuna della malattia abbiamo la possibilità di vivere in maniera accettabile la nostra vita anche se con qualche intoppo! Un forte abbraccio telematico a tutti voi!!!!!!

Ciao a tutti, mi chiamo Maurizio 41 anni, il 18~05~2011 mi hanno asportato la tiroide x carcinoma papillare di 1 cm con metastasi ad un linfonodo di dx. Il 17~10~2011 mi sono sottoposto al ciclo di iodio 131 radioattivo, nessun disturbo a parte che non sento i sapori. Non vedo l‘ ora che finisca il periodo di isolamento che devo osservare per riabbracciare mia figlia che oggi compie sei mesi. Vi auguro un mondo di bene a tutti.

Qualcuno conosce qualche cura per far smettere di tossire mia madre? Dopo essere stata operata di tumore maligno alla tiroide ha dei colpi di tosse fastidiosissimi che a volte la fanno vomitare perché sente come un raspino alla gola e sembra che soffoca.... a voi é capitato dopo l operazione ? Lei ormai é da quasi 5 mesi che si é operata ma la tosse persiste. Se mi rispondete ve ne sarei molto grato. Grazie a presto

Salve a tutti ho 22 anni e a maggio di quest anno sono stata operata di tiroidectomia totale, a giugno ho fatto la radioteriapia con lo iodio131...sono passati 7 mesi ..ma ancora oggi ho delle forti fitte al collo proprio dove sono stata operata...inoltre ho sempre dolore al viso , quando mangio mi si gonfiano le ghiandole e mi fanno davvero male..all altezza delle orecchie e sotto al lobo...si gonfiano così tanto che si vedono! e infine sono sempre nervosa e depressa...a casa ho detto tutto con molta leggerezza per non farli preoccupare ma è una situazione che mi mette un pò a disagio...ho fatto analisi del sangue e sta andando tutto bene, prendo l'eutirox 150 sempre allo stesso orario la mattina un'ora prima di fare colazione...sarebbe bello se qualcuno mi rispondesse :D

Ciao Ilia, ho fatto il tuo stesso percorso, operazione a maggio (tiroidectomia totale) e iodio 131 a novembre. Anche io ho dolorini al collo e dei gonfiori sulle guance, anche se non sono fastidiosi. Ho perso in parte il gusto, forse però la cosa è transitoria. Per quanto riguarda il nervosismo e la depressione, quelli sono senz'altro dei sintomi legati al dosaggio ormonale, che magari non è ancora adatto a te. Quando farai la visita endocrinologica fallo presente, vedrai che ne terranno conto. Per il resto bisogna cercare di vedere la cosa in chiave positiva: abbiamo avuto il cancro e siamo sopravvissuti senza problemi. Bisogna pensarla così, Ilia. Coraggio e, se vuoi, fammi sapere. Ciao!

ciao paolo! grazie per la tua risposta sei stato molto gentile....io penso che sia solo questione di tempo.....si siamo stati fortunati paolo...nella sfortuna abbiamo incontrato la fortuna! il 1 febbraio ho la visita dal medico nucleare...e ti farò sapere....per il resto si ho ancora dolori lì e il mio umore diciamo che ha ancora alti e bassi...buona serata ciaooo

Ciao a tutti, operata anche io a Ottobre 2011, sono uscita da un giorno dalla degenza protetta in ospedale dopo iodio radioattivo... Ho ancora una forte nausea che teno sotto controllo con Plasil e non sento i gusti.. Dite che almeno la nausea passerà presto? grazie un ciao a tutti

ciao. Ho letto le vostre lettere e vi devo ringraziare. Adesso ho piu coraggio di prima. Ho fatto l'intervento (tiroidectomia) totale cancro maligno follicare e un linfonodo metastasi il 4 gennaio e il 20 febbraio farò la terapia nucleare. sono preoccupata per questa terapia, non conosco niente pero voi mi avete dato tanto coraggio. Sono straniera. Tanti saluti a tutti, Irina 36 anni.

Salve... volevo sapere se la perdita del gusto è un fattore transitorio o meno... visto che come molti di voi a febbraio dovrei fare la iodioterapy. Grazie a tutti voi.

Ciao a tutti, ho 31 anni e sono mamma di 3 meravigliosi bimbi. Ho paura di nn poterli vedere crescere perché ad agosto sono stata operata di tiroidectomia, l istologico dice carcinoma papillare con metastasi e ad ott. lo svuotamento latero cervicale e adesso dopo lo iodio mi dicono che ce ancora un linfonodo metast. vi prego datemi un consiglio sono disperata

cara Mamma Mary, vedrai crescere i tuoi bimbi e non si spegnera' la tua luce per colpa della tiroide...sono stata tiroidectomizzata anch' io, e sono fiduciosa, verso le terapie, verso i medici, e fermamente convinta che essere ottimisti e positivi compensera' quella piccola parte fisica mancante. auguri a te e ai tuoi cari.

Ragazzi ma quanti siamo? anche io tiroidectomia totale dovuto a cancro settimana scorsa. Sono in attesa di esame istologico, speriamo bene. Metto nome e email perchè non mi vergogno a parlarne. Vorrei lanciare un messaggio di speranza nel segno dell'ottimismo e nella fiducia nella ricerca medica. Son stati fatti passi da gigante in questo campo e ogni anno le tecniche sono sempre più affinate, veloci ed efficaci. Occorre avere forza psicofisica per non abbattersi perchè nessuno di noi se lo sarebbe aspettato. Le nostre armi sono informazione e forza d'animo. Per il resto affidiamoci ai medici per le cure e a chi ci vuole bene per lottare insieme. Supereremo anche questa su. A presto

operato l'1 aprile 2011 a pisa per microcarcinoma papillare di 0,08 mm, e non ho fatto iodioterapia in quanto i dottorri di pisa e non solo mi hanno detto che la iodio si fa quando supera 1 cm..voi ke ne pensate??cmq ora sto bene e conduco una vita normale ....

Salve sono stato operato alla tiroide con l'asportazione del gozzo,è possibile che che avverto sempre freddo a mani e piedi ad anche un formicolio alle mani. Sarei molto grato se qualcuno mi desse informazioni al riguardo. Cordiali saluti Gaetano

Salve, se possibile volevo sapere cosa succede se dopo la tiroidectomia totale non si assume terapia ormonale sostitutiva. Grazie.

Si avete ragione siamo in tanti,e da quel che capisco anche pieni di coraggio. Ci sono tante forme, io sono stata operata 15 anni fa e ho potuto condurre una vita più che normale, due volte lo iodio radioattivo ma questo, anche se ha comportato dei disagi,sono stati superati.Alcuni impiegano di più, altri meno ma se ne esce anche bene. Auguri a tutti.

Senza l'ormone sostitutivo non si può vivere, è chiamato farmaco salvavita perchè non se ne può fare a meno. Senza l'ormone tiroideo entro 6 mesi un anno si può morire, prendendolo si campa fino a cent'anni. Auguri

Salve a tutti. Sono in attesa di essere operata per tiroidectomia totale per sospetto (l'esame citologico è dubbio) tumore maligno alla tiroide. Sono ancora all'inizio del mio viaggio e ho un po' paura! Dai vostri commenti traspare invece coraggio e determinazione. Grazie!

Ciao a tutti,
nel lontano 1991( avevo appena 19 anni) ho subito una tiroidectomia totale per un carcinoma follicolare, ho fatto 2 cicli di iodioterapia e prendo la tanto amata/odiata pasticca di Eutirox... Oggi, a distanza di così tanto tempo, continuo con i miei controlli oncologici annuali (ma non mi pesa affatto... anzi ben vengano)e posso affermare che nella sfortuna SIAMO STATI FORTUNATI... In bocca al lupo a tutti e mai perdersi d'animo.
Giovanna

Ciao a tutti, devo essere operata di Tiroidectimia, a breve dovrò mi faranno sapere quando! Mi hanno diagnosticato un carcinoma papillare ! I miei esami del sangue sono tutti in ordine ma io ho sempre avuto un senso di stanchezza e depressione ma i medici mi dicono che non dipende da questo ! Sono molto spaventata e molto giù!

Ciao a tutti. E' proprio vero, siamo davvero in tanti!!! Io sono stata operata a Pisa a fine luglio e in attesa del primo (e spero ultimo ciclo) di iodio tra qualche settimana. Nel frattempo ho sospeso l'eutirox già da un pò di giorni. Per il momento non ho particolari fastidi ma mi hanno detto che specie negli ultimi giorni si potrebbe manifestare un certo gonfiore. Speriamo bene, non vedo l'ora di fare la iodio e poter finalmente archiviare anch'io la mia esperienza come tanti di voi possono dire di aver fatto. :*

Sospetto di carcinoma tiroideo in gravidanza

36 anni, mamma di una bimba di 1 anno. Quando avevo appena 6 settimane di gestazione, mi hanno detto che mi sarei dovuta sottoporre a tiroidectomia totale per sospetto carcinoma. Sono stata consigliata dall' endocrinologo di portare avanti la gravidanza. Ho portato avanti 8 mesi di gravidanza sapendo che avrei potuto avere un carcinoma tiroideo. Dopo il parto ho fatto l'intervento con istologia di carcinoma papillare variante follicolare, capsulato, 2 cm. Ho avuto molta paura, Tantissima. Ho fatto la radio metabolica a Pisa e a dicembre dovrò fare la prima visita di controllo per vedere come è andata la cura, sicuramente bene. L' unico sintomo che mi è rimasto è un continuo dolore a destra nella gola dove era il nodulo maligno. non so se sia normale o meno. A qualcuno succede la stessa cosa? Grazie se mi rispondete. Un bacio a tutti da Silvia!

Preoccupata per la ripresa dopo intevento di tiroidectomia

salve, ho 46 anni, il 17 ottobre sono stata sottoposta all'intevento di tiroidectomia per un nodulo sospetto risultato dall'ago aspirato. Infatti il risultato dell'istologico è carcinoma papillare bifocale. il medico mi ha tranquillizzata perchè i linfonodi non sono stati toccati però dovrò comunque sottopormi alla radioiodio terapia per distruggere se esiste qualche altra cellula in circolo. Grande problema che è rimasto ancora, quasi ad un mese dall'intervento è la voce che non è più tornata sono preoccupatissima perchè non si conoscono i tempi di ripresa! Intanto ho iniziato la logopedia per accelerare i tempi!!!! datemi un consiglio sono disperata!!!

Tiroidectomia totale

Ciao a tutti...ho 27 anni e sono stata operata il 14 ottobre 2012 di tiroidectomia totale, adesso sto aspettando di fare la radioterapia metabolica i primi di dicembre e domani comincerò una dieta povera di iodio, qualcuno di voi Sa se prima della terapia di iodio 131 si può fumare...ho dimenticato di chiederlo in ospedale e ora non mi risponde mai nessuno...grazie.
Ho tanta paura che possano rimanere metastasi anche dopo la terapia metabolica....un grande in bocca al lupo a tutti e grazie!!

Operata di tiroidectomia totale

ciao... ho 37 anni a marzo sono stata sottoposta a tiroidectomia totale , al policlinico di bari dopo aver scoperto di avere un carcinoma papillare di meno di un cm anch io non ho fatto radio iodio terapia ma adesso ho un pò paura visto le ultime analisi con tiroglobulina da 0.3 a 1.2 ho contattato il mio endocrinologo a pisa ma mi ha detto di stare tranquilla e di ripetere le analisi a pisa quando ritornavo a maggio 2013 mi chiedevo posso aspettare così tanto non vi nego che ho tanta paura... scusatemi se tra voi sono l unica che stona auguri a tutti

Calcinoma midollare tiroideo

Ciao, sono di Roma ed ho 34 anni. 5 anni fa che mi sono operata a Roma alla tiroide per un calcinoma midollare alla tiroide....ovviamente tirodectomia totale...la prima operazione a luglio 2007 per tiroide e linfonodi dx e la seconda operazione a gennaio 2008 per asportare i linfonodi di sx.
Follow Up :ogni 6 mesi le analisi del sangue e 1 volta l'anno la TAC con contrasto.Terapia Eutirox.
La calcitonina è rimasta sopra i limiti ma pian piano si è stabilizzata...il chirurgo che è specializzato su tale problematica e l'endocrinologo che mi seguono dall'inizio dicono di stare serena...
Che dire, trovare questi post mi fa sentire meno sola ma la cosa che mi preoccupa di piu' è che a distanza di 5 anni l'apertura dei referti è sempre un dramma (pensate che li ho pronti da 3 gg e ancora non li ho aperti)....lo vivo con una sensazione di certezza che li dentro ci sia qualche brutta notizia....capita solo a me?Voi come avete superato tutto questo??? Un abbraccio a tutti. VIviana

Operata per carcinoma papillare della tiroide orafatto

ciao faccio parte del gruppo anche io operata il 17 ottobre per carcinoma papillare della tiroide orafatto iodio 131 il 22 11 per residuo iper trioglobuline a 10 anziché sei anch'io ho un bimbo di 4 anni io ne ho 44 sono in isolamento del mio papà novantenne non vedo l'ora di riabbracciare il mio bambino mi manca molto via mente anche mio marito sono in ipotiroidismo ormai dal 1 di novembre ma da martedì inizierà la cura con eutirox non vedo l'ora anche io sono una persona solare come tutti voi e nonostante la fatica mento facendo la parrucchiera riesco a lavoricchiare al mattino anche per distrarre la mente perchè con la trioglobuline sintomo di tumore sono molto preoccupata ma grazie a voi che con le vostre storie incoraggiate chi come me e nel pieno della malattia spero di uscirne come successo a molti di voi un bacio a tutti

Tiroidectomia totale per carcinoma papillare

anche io mi unisco al gruppo...operata il 12 settembre 2012 tiroidectomia totale per carcinoma papillare di 4 cm che mi aveva deviato la trachea con conseguenti problemi respiratori...il 7 gennaio dovrò fare la iodio terapia e sono molto in ansia sul fatto di dover sospendere l'eutirox per un mese...già così i sintomi dell'ipo sono molto molto fastidiosi...qualcuno può dirmi come ci si sente e come sarà la iodio??? prima visita con il medico nucleare fatta ma i medici spesso omettono dei particolari...un abbraccio a tutti e spero che qualcuno mi risponda...è incredibile in quanti siamo...in fondo almeno qua non mi sento sola....

Sono stata operata alla tiroide ed ai paratiroidi e da allora sono molto ansiosa

ciao, a tutti, io sono stata operata lo scorso 13 giugno 2011, mi hanno tolto tutta la tiroide e tre paratiroidi, ora prendo giornalmente eutirox da 150/200, e prendo il calcio sempre giornalmente, e credo che dovrò prenderlo per sempre....mi avevano detto che non avevo bisigno di fare la iodioterapia, però la tireoglobulina è sempre alta, e mi dicono che forse ci sono dei residui da togliere.....il mio problema è che sono sempre molto ansiosa, ho tanta paura, non so neanche io di cosa, prendo gli ansiolici, finora bene o male sono andata avanti, ma desso è da due settimane che ho tanta paura e ansia...mi dicono di prendere degli antidepressivi...ma ho paura anche di quelli.....qualcuno mi dice se anche lui ha passata quello che ho vissuto io? grazie mille miriam25.

Carcinoma papillare

Salve a tutti sono stata operata un anno fa di tiroidectomia totale e svuotamento latero-cervicale destro per un carcinoma papillare, primo intervento dicembre 2011,secondo intervento febbraio 2012...aprile terapia radio-metabolica.novembre fatto scint tot body e segmentaria dopo un mese lunghissimo e faticosissimo senza eutirox e purtroppo a gennaio dovrò ripetere la terapia radio metabolica..... O_O ufffffffffffffffffffffffffffff...e va bè..:-) ottimismo, fiducia e tutto si supera..forza noi e nn abbiate paura,bacio a tutte e tutti

A 36 anni mi hanno operata per un carcinoma follicolare

ciao sono una ragazza di 36 anni,sono stata operata settembre di tirodectomia totale x gozzo multinodulare, avevo una variante di carcinoma follicolare.sn stata sottoposta alla terapia radiometabolica mi e' stato tolto eutirox un mese prima della radioterapia e ho dovuto fare una dieta a basso consumo di iodio.il 26 novembre sn stata sottoposta alla terapia di iodio radioattivo.sn stata malissimo avevo molta nausea ho xso il gusto e nn riuscivo piu' a mangiare.adesso mi sto riprendendo un po'mi e' stato somministrato nuovamente l'eutirox.ho ankora dolori al collo cmq spero ke tutto passi.dopo la terapia radioattiva sn stata sottoposta alla scintigrafia dalla quale risulta ke mi e' rimasto un 'altro pezzettino di residuo.sono ncora a casa aspetto ke passino i giorni di isolamento stabiliti dal medico nucleare
voglio rispondere a francy dicendogli ke essendo stata operata non puo' fumare o almeno e' consigliabile non fumare x tutelare il suo stato di salute.un bacio a tutti ciao

Metastasi linfolinodali

Caspiterina quanti siete! anzi..quanti siamo!! spero di recare un pò di serenità e fiducia in coloro che mi leggeranno. Dunque, operata nel lontanissimo 1989, rioperata nel 1998 per metastasi linfonodali, 5 cicli di iodio 131, 1 di radioterapia....e sono ancora quiiiiiii!!!!! adesso ho 47 anni ma all'epoca ne avevo 22 e con 1 bimbo di 1 anno da crescere. sono comunque la prova che al carcinoma della tiroide si può sopravvivere per almeno 24 anni, no?Certo, a volte lo scoramento viene, soprattutto perchè in questi 24 anni ho fatto davvero tanti ma tanti accertamenti, continui e sfiancanti e la sett prox dovrò fare ennesimo agoaspirato per verificare la natura, forse maligna, di un linfonodo,..ancora... nonostante tutte le enormi dosi di iodio ma...mi dico che in fondo sono fortunata ad avere cresciuto mio figlio finora per cui metabolizzo e vado avanti! ah..io di iodio ne ho sempre perso dosi massicce tipo 200 che mi davano enormi fastidi ma a dosi + basse non si avverte quasi nulla, per cui un abbraccio virtuale a voi tutti amici di sventura ma anche di fortuna nella sventura e un enorme in bocca al lupoooooooooooooooo!!

Tumore papillare variante follicolare

sono stata operata il 23.10.2012, per tumore papillare variante follicolare di 1 cm, metà marzo farò per precauzione scintigrafia total body con iodio 131, per verificare eventuali residui.Ho paura , sono depressa (da sempre), sento spesso la sensazione di freddo, ma leggendo le vostre esperienze mi sento un pò più serena, grazie per le vostre testimonianze, essere così in tanti ad avere gli stessi problemi, mi rende un pò più coraggiosa.

Operata per carcinoma papillare e... dovete sempre farvi controllare!

ciao sono stata operata anche io il 2 agosto per carcinoma papillare ,ho fatto la terapia iodio 131 a padova e a oggi sto diventando matta per trovare il giusto dosaggio dell'eutirox,l'altro giorno stavo da cani avevo un tsh 0.06 !!tachicardia a me sembrava angina pectoris ma a voi fa male al cuore ????vampate di calore e diarrea ,insomma non è facile avere tante energie per affrontare una vita normale però ho visto che non sono sola .Ho 40 anni e ho voglia di fare ancora tante cose ,controlliamoci sempre e facciamo tanti esami solo cosi ne verremo fuori !in bocca al lupo!

Operato di carcinoma follicolare

Ciao,sono paolo,49 anni ho fatto la tiroidectomia totale in due volte,la prima ha dato esito positivo al papilloma follicolare nel nodulo da 6 cm. per 4,5 che mi deviava la trachea einfiammava le corde vocali se parlavo ad alta voce,state tranquilli,i sintomi sono tutti sopportabili con le dovute precauzioni,anche il mese di dieta senza sale iodato ma con sale di montagna che si puo' prendere passa,procuratevi delle coperte di lana per i brividi e continuate a mangiare tranquilli,dopo la radioterapia con iodio 131 dove mi si era gonfiata la zona tiroidea(anche questo e' normale) sento poco il sapore del sale,vi consiglio di chiedere bene cosa potete fare e cosa no,altrimenti vivrete un mese male magari solo per non aver fatto 1 domanda,una ragazza ha mangiato senza sale e si poteva usare,per cui chiedete,la terapia non brucia la pelle,non servono creme per le ustioni,chiedete in giro e i tiroidectomizzati vi daranno una mano,adesso dop 1 settimana dalla radio faccio solo un pochino fatica a digerire,e' piu' lento lo stomaco ma con l'assunzione dell'eutirox vado gia' benissimo,esco e cammino 1/2 ora tranquillo,senza ormoni facevo letto divano direttamente perche' ero stanco,e poi dovrebbe essere tutto in discesa ormai,ciao ragazzi P.S. siate positivi e prendetevi del tempo per coccolarvi e' indispensabile,.Paolo Busto Arsizio

Il mio tumore alla tiroide

Ciao a tutti, ho 28 anni mi hanno tolto mezza tiroide, il nodulo di quasi 3 cm era ok ma hanno trovato 0,8 mm di carcinoma papillare. sono ko, cerco di nn pensare per nn impazzire. fra meno di 20 gg mi operano e mi toglieranno l'altra metà. sarà finita? incrocio le dita e vado avanti. forza a tutti ce la faremo a uscirne e a dire basta ho vinto !!!

Operata per cancro tiroideo e sto ancora sottosopra....

sono stata operata da poco febbraio 2013 mi sento ancora da schifo tra stanchezza e dolori alle ossa sono fiduciosa anche se ancora i medici devono decidere se fare la iodio visto che il carcinoma è di cm 1,5 grazie a tutti voi e non dimentichiamo che Qualcuno lassù ci ama più di tutti ciao

Sono stata operata per un tumore alla tiroide e vorrei avere un bimbo...

Ciao sono Laura ho 30 anni, operata nel 2009 per carcinoma papillare della tiroide, e successivo ciclo di radioiodio. Sto cercando un bimbo da 2 anni (in accordo con il medico curante), il tsh è soppresso a 0,06 perchè non sono risultata guarita dagli ultimi controlli. Il mio dubbio è che un tsh così basso posso inibire una gravidanza. Vorrei quindi sapere se qualcuna tra di voi è riuscita a rimanere incinta durante il periodo di soppressione.
grazie

Tumore papillare con metastasi al collo e nei polmoni

Ciao, sono Fabio, ho 43 anni e sono stato operato nel 2004 per tumore papillare con 10 metastasi al collo e molte di più nei polmoni.
Ho fatto 7 radioterapie metaboliche (6 da 150 e l'ultima da 200).
Da tre anni non faccio più terapie... mi sono rimaste piccolissime metastasi ai polmoni invisibili alla PET ed alla TAC.
Da 3 anni la Tg (con eutirox) è stabile ed ogni tanto si abbassa un pò...(faccio controlli ogni 6 mesi circa)
Il tutto per dire che non è fondamentale sconfiggere la malattia.... si può anche convivere con essa senza problemi.....
Nelle mie 7 terapie ho avvertito solo stanchezza negli ultimi 10 giorni e mal di testa dovuto alla lenta digestione... per il resto stavo benissimo
Auguri a tutti (ed un pò anche a me( :-))

convivo con il mio carcinoma papillifero

Salve a tutti,
siamo vertamente in tantiiiiii! Sono Marzia, ho 53 anni e convivo con il mio carcinoma papillifero da 39 anni! Fui operata di tireodectomia totale all'età di 14 anni con metastasi ai linfonodi latero cervicali. Dopo 5 anni di controlli mi dissero che ero guarita totalmente!
Scherzi del destino, ho scoperto che il cancro non era stato affatto sconfitto fino a quando 3 anni fa feci le analisi den sangue e scoprii che la mia TG aveva un valore di 256! Oggi mi ritrovo ad avere numerosissime metastasi polmonari subcentimetriche.
Ho fatto 2 radioterapie metaboliche in due anni con lo iodio 131 e la TG è scesa da 256 a 23,9! A fine mese dovrò ripeterne un'altra con una dose massiccia a 200!
Che dirvi? Sono viva e vegeta e non sono in pericolo di vita! A parte la stanchezza altalenante e i cambi di umore che qualche volta mi rovinano le giornate, posso dire che sto bene e che conduco una vita più che accettabile!
E come dice Fabio....auguri a tutti...ed un pò anche a me! ;-)

Sono stata operata per un tumore alla tiroide ma non ho mai perso la voglia di vivere

Ciao a tutti siamo davvero tanti,io ho 29 anni e nel 2008 sono stata operata alla tiroide,asportazione totale e svuotamento compartimento centrale e latero cervicale,il primo intervento l'ho fatto il 26/06/2008 il secondo il giorno dopo perchè le metastasi erano arrivate sul dotto toracico e perdevo liquido linfatico dal drenaggio.poi ad ottobre ho fatto la terapia con radio iodio.sono passati 5 anni ma è stata un esperienza che non potrò mai dimenticare ma che mi ha anche cambiato.......Volevo condividere la mia esperienza con tutti voi,avevo 24 anni e in un primo momento mi sono sentita persa,poi ho cercato di reagire e di ritornare subito in pista ........forse un pò troppo velocemente,ma la voglia di vivere che avevo e che ho tuttora di vivere mi hanno consentito di reagire nel migliore dei modi.un abbraccio a tutti!!!!

Tiroidectomia totale

Ho 66 anni il 29/11/2013 sono stato operato di tiroidectomia totale. L'esame istologico purtroppo ha evidenziato un carcinoma papillare. Ora sono in attesa di fare la terapia con lo iodio . Sono terrorizzato per tutto quello che mi aspetterà spero di poter sconfiggere questo mostro e di avere una vita serena.

Mi hanno sottoposto ad una tiroidectomia totale per carcinoma papillare

Ciao a tutti ho 37 anni ed ho subito una tiroidectomia totale 21 nov 2013 per carcinoma papillare 1 centimetro....esito esame istologico: carcinoma in ottima compagnia di tanti "nodulini capricciosi" (la dottoressa li ha chiamati proprio così...) adesso sono in attesa si pianificare lo iodio radioattivo, nel frattempo assumo eutirox 100 mcg...non è una passeggiata l'effetto collaterale peggiore è la difficoltà respiratoria che riesco a sedare solo assumendo 1/2 tavor da 1....beh che dire...anch'io a volte ho tanta paura, non tanto per me stessa ma per i miei 2 meravigliosi figli....ormai vanno a scuola si, ma sono ancora piccoli....spero tutto vada per il meglio perchè come tutti voi ben sapete, l'avvilimento è sempre dietro l'angolo.....ciao un migliore 2014 a tutti!!!

Tiroidectomia totale per carcinoma papillare

ciao a tutti il mio nome è giusi anche io sono stata sottoposta a tiroidectomia totale per carcinoma papillare, mi hanno dimessa venerdì dall'ospedale, quindi fresca operata... ho avuto mille paure per questo cancro, tanti dubbi, poi piano piano ho iniziato a non considerarlo un male o una sfortuna, ma come un qualcosa che non era più in armonia con il resto del mio corpo e andava quindi eliminato... non conosco l esito dell esame istologico anche se era di 2 cm, non avevo nessun linfonodo, oggi ho mangiato la mia prima bistecca dopo 4 gg di pappette, deglutisco male ma nn ho male al collo, purtroppo ho subito una lesione alla corda vocale sx dalla fibroscopia risulta paralizzata... si sarà spaventata alla vista del bisturi :) ... parlo a bassa voce perchè sennò mi brucia la gola di più, ma mi han detto che nel giro di 1\2 mesi dovrei recuperare... prendo il mio salvavita da 150 per adesso e tra 40 gg farò il primo esame del sangue per verificare se il dosaggio è quello corretto... non so se il mio stato di noia sia dovuto ad effetti collaterali o al fatto ke mi sn stancata di stare chiusa in casa... non sarei attendibile... in ogni caso mi ritengo molto fortunata e spero di aver chiuso definitivamente un capitolo della mia vita... sono stata operata al Morgagni a Forlì... sono bravissimi... ed era un'operazione videoassistita... i chirurghi sono premurosi e molto bravi...
auguri a chi come me continua a perdere il sorriso :) e forza a chi inizierà questo piccolo viaggio ... non preoccuparti... si risolverà tutto ;)

Operata alla tiroidi e linfonodi

Anche io sono in attesa di probabile operazione tiroide e linfonodi ho molta paura ma grazie a tutti voi per avermi dato coraggio siete stati tutti carini. un bacio a tutti. Enrica

Lascia il tuo commento: