Candida la candida albicans

La candida albicans cosa è? Una persona affetta da candida solitamente si pone tre quesiti: «Cosa fare contro la candida albicans, come modificare la propria alimentazione e come si può curare».

Candida albicans come si cura e quali sono sintomi e cause? La candida albicans un problema sentito soprattutto della donna, la candida albicans è un microrganismo presente abitualmente nelle mucose che rivestono la superficie interna del tratto digestivo, respiratorio e delle vie urogenitali e in condizioni normali la candida albicans non crea problemi tuttavia particolari situazioni possono trasformare questo fungo in forme più aggressive e fastidiose.

Candida: candida albicans

Candida albicans


Cause scatenanti della candida albicans:

Le principali cause in grado di scatenare la candida albicans sono:

  • trattamenti ripetuti di antibiotici;
  • terapie immunosoppressive ( farmaci oggi sempre più in uso in malattie come tumori, artrite reumatoide, malattie immunitarie, ecc.);
  • terapia cortisonica;
  • diabete mellito;
  • diete squilibrate,ricche di zuccheri raffinati e povere di sostanze regolanti il sistema immunitario ( vit. A, C, Beta-Carotene, Zinco, ecc.).


Sintomi candida albicans:

Sintomi più comuni che possono indicare la candida albicans:


Problemi fisici e candida albicans:

La candida tende a moltiplicarsi e a creare problemi in caso di malattie, terapie o diete che riducano l’efficienza del Sistema Immunitario permettendo la trasformazione della candida stessa in forme più patogene e pericolose.

Candida e alterazioni o squilibri:

Una alterazione della situazione a livello intestinale o vaginale della candida, può determinare uno squilibrio anche in assenza di malattia.

Interazione tra farmaci e candida albicans:

Quindi è di estrema importanza, nelle persone che assumono farmaci come i cortisonici od altri immunosoppressori, intervenire terapeuticamente sul “terreno”, in quanto molti sintomi dovuti alla candida, si sovrappongono a quelli già presenti nella malattia di base.

I primi studi sulla candida albicans:

Nel 1978 il Dr. Orian Truss ha cominciato a pubblicare una serie di lavori descrivendo la Candida A. come un fattore eziologico di numerose reazioni di tipo “allergico “.


Candida albicans (tecnicamente cosa è e come si forma):

Il profilo di questo lievito è presente nella totalità delle persone a livello intestinale e tramite i batteri che vi albergano è mantenuto in una forma “Y”(lievito) del tutto innocua.

Una carenza della flora intestinale provoca la conversione della forma “Y” in forma “M “ (fungo), che invece è patogena.

Nel momento stesso in cui la flora batterica viene distrutta, la Candida albicans inizia ad invadere i tessuti corporei, predisponendo l’organismo ad infezioni ed allergie.

Ormoni e candida albicans:

Una ricerca ha rilevato che la Candida è in grado di legarsi agli ormoni steroidei prodotti dalle ghiandole surrenali, rendendo in questo modo inattivi gli ormoni stessi.

Ciò comporterebbe una sintomatologia simile a quella dell’insufficienza surrenalica ma senza alcun riscontro nè analitico nè tissutale.

Alimentazione e candida albicans:

Sia in caso d’infezione che di intolleranza è di fondamentale importanza riportare la Candida nella sua situazione non pericolosa, e questo si può ottenere solo agendo contemporaneamente con una dieta appropriata e con una integrazione a base di sostanze che attaccano la candida, regolano la flora batterica intestinale e stimolano il sistema immunitario.

Difese immunitarie e candida albicans:

Infatti il problema candida può essere dovuto ad una intolleranza di fondo che comporta un calo delle difese immunitarie.

Diete per la candida albicans:

In tutti i casi di evidente ma ancor di più non evidente infezione da candida, ma con presenza di fattori favorenti (sintomi intestinali ed extra-intestinali), è importante seguire una dieta povera di carboidrati, soprattutto dolci, formaggi, alcool, lieviti e tutti i prodotti fermentati in generale.


Prevenzione della candida albicans

A scopo preventivo anche l’alimentazione è molto importante e si consiglia :

  • Prevalentemente cibi alcalini (verdure e frutta da consumare per il 70% della dieta).
  • L’eccesso di proteine causa acidosi (carni, graminacee, uova, noci, latticini, ecc.) Non superare i 50 gr. giornalieri.
  • Diminuzione di carboidrati (60-80 gr. die), zuccheri e cibi contenenti lieviti.

La sindrome premestruale (PMS) è spesso legata alla candida albicans. Infatti è oramai risaputo che l’incidenza delle candidosi nella donna è più elevata che nell’uomo. Da cui nella fase premestruale o durante la gravidanza oppure durante assunzione di farmaci steroidei, si può alterare il delicato equilibrio acido-base dell’ambiente vaginale, incoraggiando così la crescita dei funghi e provocando attacchi acuti di prurito.


Piccola anticoncezionale e candida albicans

L’uso di contraccettivi orali e l’influsso dell’attività ormonale potrebbe spiegare almeno in parte questa differenza. Per sindrome premestruale si intendono sintomi fisici (tensione mammaria, dolori addominali o lombari) e sintomi psicologici (depressione, ansietà, irritabilità, ecc.). E l’uso di contraccettivi orali ha dimostrato un incremento del contenuto di glucosio all’interno della vagina (dal 50 all’80%), ideale per l’accrescimento di lieviti e candida albicans.

Carenze di minerali e vitamine possono portare alla candida albicans:

Secondo alcuni ginecologi la donna affetta da PMS sarebbe carente dell’ormone progesterone nella settimana precedente il flusso mestruale; altri medici la imputano ad una carenza nutrizionale di vitamina B6, vitamina E, magnesio e zinco e ancora per altri eccessi di prostaglandine e disturbi neuro-endocrini che si ripercuotono sul sistema immunitario possono essere, correlati con la candida albicans.

Candida - Cause sintomi e prevenzione per la candida albicans

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo candida la candida albicans

sono un ragazzo di 31 anni e da 16 prendo abitualmente un antibiotico per acne e credevo che il problema non fosse la candida o così dicevano i medici che mi hanno visitato
adesso che sono 16 anni che faccio cicli periodici con Minocin 100 come posso curarmi adesso?
grazie

Ciao, sono una ragazza di 19 anni che ha la candida e l'ha trascurata un po' perché mia mamma non sapeva che avevo rapporti con il mio ragazzo. Quando non ho più resistito gliel'ho detto e siamo andate al ginecologo, mi ha fatto il tampone ed è risultata la candida albicans. Mi ha ordinato l'antibiotico flukimex, la situazione è migliorata ma la candida non è del tutto sparita. Mi è rimasto del rossore esterno così sono tornata e mi ha ordinato la crema lomexin... dite che così posso guarire? Nel futuro posso avere figli? Questa è la mia principale preoccupazione. Aspetto una risposta.

Ciao sono una donna di 32 anni e ho vissuto con la candida albicans più di sei mesi, ho cercato diversi ginecologi pero non hanno fatto che peggiorare la mia situazione, ho letto un libro sulle cure naturali per guarire della candida, scritto da una certa fabiola alvarez e mi ha risolto il problema, se avete bisogno potete contattarmi. auguri a tutti.

Ciao, sono una ragazza di 19 anni, ormai ho vissuto con la candida più di 3 anni ed oggi è ancora in me, ho provato diverse cure e diversi ginecologi, ma niente da fare nn vuole andare via, ho tutto uno scombusso ormonale, sono ingrassata ed ho sbalzi di umore in continuazione ecc... volevo sapere se influenza la fertilità.... con il tempo si possono avere figli con questa malattia? sono disperata. vorrei un vostro consiglio ve lo chiedo umanamente. grazie ciaooooo

Ciao Sofia!
Candida albicans è solo un lievito ( a volte fastidioso)..come da articolo, l'equilibrio della flora vaginale è "precario" e se le condizioni di pH, flora batterica non patogena dovesse essere alterata, C.a. da "commensale" diventa "patogeno", ma nulla a che vedere con la sterilità!! Tale fungo richiede "zuccheri" semplici e complessi per questo motivo è necessario diminuire i carboidrati(soprattutto i lievitati= pane,pizze) ed eliminare per un periodo zuccheri diretti(dolcetti, cioccolato..); fai un tampone vaginale per individuare se è davvero Candida albicans o altro fungo o addirittura qualche batterio, virus, protozoo e, nel caso di funghi,seguire un'adeguata terapia antimicotica prescritta da un medico competente. Bisognerebbe tenere come consuetudine una dieta equilibrata il che non significa DIGIUNARE!!! Povero lievito, ne parli come se fossi posseduta...scherzo è sul serio fastidioso :) Con serenità prova a seguire un'alimentazione adeguata facendoti seguire da un nutrizionista, fatti prescrivere anche dal tuo medico di base un tampone vaginale e cervicale + gram negativi, trichomonas e gardnerella (spiegando al medico tutto e lui saprà cosa fare) per chiamare con nome e cognome il colpevole, dopo di ciò fai una terapia mirata ed anche prolungata sia via vaginale che orale nel caso sia candida documentata in più episodi durante l'anno (tutto ciò sotto indicazione di un ginecologo dell'ASL/consultorio/privato). Non è sempre facile e scontato, ma spesso se si conoscono le abitudini del "nemico" e ciò che ne favorisce la sopravvivenza, si può evitare! :) In bocca al lupo

ciao, soffro da più di un anno di cistiti emorraggiche curate sempre con antibiotici, durante l'ultima cistite prima della cura ho fatto il tampone e altri esami ed è risultato che ho la candida albicans che sto curando ma...perdonate la mia ignoranza, questo fungo posso averlo contratto dal mio compagno?? perchè mi succede sempre dopo ogni rapporto, quindi mi chiedevo se è un fungo che produciamo o abbiamo noi donne nel nostro corpo o se il mio compagno può averlo contratto avendo avuto altri rapporti non con me!! perdonatemi ma sono sempre domande che al momento non vengono in mente o ci si sente a disagio quando sei difronte al medico, grazie di cuore, ciao mara

Candida albicans dopo l'antibiotico

Ciao, dopo tre cicli di antibiotico per sconfiggere uno streptococco viridans, ho ripetuto il tampone faringeo e mi sono ritrovata con la candida albicans. in effetti ogni volta che ho il ciclo mi ritrovo con febbricola e tendo ad ammalarmi più facilmente, mettendo in conto che il mio sistema immunitario e già precario essendo un soggetto allergico ed avendo delle intolleranze alimentari. Oltretutto mi chiedo, essendo intollerante ai lieviti e di conseguenza avendoli già da anni eliminati dalla mia dieta, come posso aver nutrito questa vorace candida? Forse ho carenze di minerali?Oppure sono stati gli antibiotici? Altro quesito, se si hanno rapporti sessuali, si potrebbe contagiare il patner e diventerebbe un circolo vizioso? Se qualcuno dissiperà questi miei dubbi lo ringrazio infinitamente in anticipo.

Ho la candida da un anno ma non lo sapevo

Salve a tutti, ho scoperto oggi di avere questa candida e purtroppo mi rendo conto di averla da un anno o più.non è che degenera in altre patologie perché è tardi curarla vero? Vorrei consigli soprattutto da chi l'ha trascurata.grazie.

Slip dermasilk per la candida, dieta più curata e antimicrobico apposito

Io mi sono trovata bene a ridurre i dolci e gli alimenti zuccherati in genere. Evito pantaloni stretti e ho un occhio di riguardo per la biancheria. La candida l'ho risolta infatti mettendo gli slip dermasilk che sono fatti in fibroina di seta + un antimicrobico a posta per chi ha questo disturbo. Sono un prodotto medico, quindi c'è tutta una spiegazione scientifica alla loro base.

La candida deve essere curata bene e passerà

Ciao la candida va curata molto bene non bisogna avere rapporti sessuali. Per molte settimane dopo la cura e vedrete che passerà ciao

Lascia il tuo commento: