Candidosi quali sintomi?

I sintomi della candidosi possono essere curati con farmaci ma anche in modo del tutto naturale.

Quali sono i sintomi della candidosi e perchè si manifesta? La candidosi si verifica quando c’è una crescita eccessiva del fungo candida all'interno del corpo, in modo da turbare il normale equilibrio di batteri buoni e cattivi. Ci sono batteri benefici all'interno del corpo che sono in grado di bilanciare la crescita di questo lievito. Tuttavia, se i batteri buoni non crescono a un ritmo più veloce, prende piede la candidosi. I sintomi dell’infezione includono prurito, bruciore, dolore, gonfiore ed escrezione maleodorante, cattivi odori. È possibile che non si presentino sintomi. In questo caso purtroppo non vi accorgereste di avere la candidosi.

sintomi della candidosi

i sintomi della candidosi

In quali persone si manifestano i sintomi della candidosi?

Anche se le donne tendono ad avere più sintomi degli uomini, la candidosi può colpire sia individui di sesso maschile sia femminile. In realtà, chiunque è a rischio d’infezioni da candida, dai giovani agli anziani. L'infezione può presentarsi in modi diversi a seconda dell'età e del sesso, ma non c’è discriminazione di genere.  Spesso le donne contraggono la candidosi nella vagina, mentre l'infezione può anche comunemente apparire in bocca nei bambini e negli adulti più anziani. Poiché le infezioni provocate dalla candida di solito si verificano in zone calde e umide, chiunque può contrarre la candidosi in altre parti del corpo come le ascelle o sotto le pieghe del seno, per esempio.

Sintomi della candidosi nelle donne

  • Prurito e bruciore
  • Rossore, dolore, gonfiore e indolenzimento
  • Escrezione
  • Screpolature vaginali
  • Lesioni satelliti

Candidosi con Prurito e bruciore

Questi sono i due sintomi più comuni della candidosi. È difficile controllare la voglia di grattarvi.  Badate bene però: i graffi servono solo a peggiorare la situazione. 

Candidosi con Rossore, dolore, gonfiore e indolenzimento

Il tessuto della vostra vagina è molto delicato. La candidosi rende questa parte rossa, gonfia e molto dolorante al tatto. Questo fa sì che avvertiate:

  • Dolore e/o disagio durante i rapporti sessuali (dispareunia superficiale)
  • Male e/o fastidio durante la minzione (disuria)
  • Disagio quando vi sedete o andate a camminare

Escrezione

Anche le perdite vaginali sono un sintomo comune. Di solito sono bianche e più dense delle escrezioni regolari. Assomigliano allo yogurt dall’aspetto e molte donne le descrivono come perdite bianche, dense, simili al formaggio, appiccicose, viscose. A volte possono anche essere acquose e/o verdastre. Anche se inodore, alcune donne avvertono un forte odore di lievito. La quantità dell’escrezione varia: può essere lieve o abbondante. 

Screpolature vaginali

Se la candidosi è molto grave, possono comparire delle screpolature.

Lesioni satelliti

Si tratta di piaghe che appaiono nella vagina e intorno. Sono parecchio rare.

Sintomi della candidosi negli uomini

  • Balanite
  • Prurito, rossore e indolenzimento
  • Dolore
  • Perdite
  • Gonfiore

Balanite

L’infiammazione del pene è il sintomo più importante della candidosi negli uomini.

Prurito, rossore e indolenzimento

Il glande (la testa del pene) diventa molto pruriginosa, rossa e dolente. Potreste notare anche piccole macchie rosse. Cercate di resistere alla tentazione di grattarvi: peggiorate solo il problema. 

Dolore

Potreste sentire dolore durante la minzione. In tal caso è difficile e anche molto doloroso tirare indietro il prepuzio.

Perdite

Lo smegma è la secrezione sotto il prepuzio. Nella candidosi, perdite possono aumentare, sembrano yogurt e hanno un tipico odore di lievito. È possibile che si manifesti una cosa simile anche dal pene.

Gonfiore

La candidosi può anche far gonfiare il prepuzio e causare screpolature.

Cause

La candidosi può essere causata da:

  • Un sistema immunitario indebolito per via di una malattia prolungata o uno stress elevato
  • Trasmissione sessuale 
  • Gli antibiotici che uccidono i batteri benefici nell'intestino.
  • Stile di vita: mangiare - o bere - troppi zuccheri e carboidrati
  • Diabete per via degli alti livelli di zucchero nelle urine (sono un ambiente favorevole alla crescita del fungo.)

C'è una cura per la candidosi?

La risposta a questa domanda in realtà dipende da chi la fa e da che tipo di "cura" cercate. Alcuni medici potrebbero dirvi di no, sostenendo che questo lievito si trova anche negli individui sani. Consigliano un trattamento delle infezioni micotiche provocate dalla candida su base individuale, liberandovi dalla candidosi ogni volta che compare indipendentemente dalla regolarità. Se avete eruzioni cutanee, è facile capire se il trattamento sta funzionando: se scompaiono, significa che ha avuto successo.  I sintomi della candidosi sono comunemente trattati con creme e farmaci, ma la vera causa della crescita eccessiva della candida non è mai curata. Finché le infezioni sono trattate al contrario, rimane il rischio che la candida proliferi di continuo e provochi infezioni. Il modo più efficace per trattare realmente i sintomi della candidosi è un approccio olistico per riportare il corpo a uno stato naturale, sano. Potete così ridurre i sintomi e, infine, farli sparire per sempre.

Prevenzione contro la candidosi

Prevenire è sempre meglio che curare. Tuttavia, una volta che avete la candidosi, andate dal medico per una diagnosi e per iniziare subito il trattamento. In questo modo riuscite a gestire meglio la situazione e a evitare che l’infezione peggiori. Prima interverrete, meno durerà la cura. Per prevenire la candidosi, potete:

  • Mantenere un’igiene adeguata
  • Stare attenti alla biancheria

Mantenere un’igiene adeguata

  • Mantenete un’igiene adeguata in ogni momento, evitando di pulire eccessivamente la zona genitale perché in questo modo rimuovete i batteri presenti normalmente e che garantiscono un equilibrio ottimale.  
  • Lavare le parti intime con acqua serve a mantenere una buona igiene. 

Stare attenti alla biancheria

  • Evitate indumenti intimi stretti o scomodi soprattutto in condizioni climatiche calde che consentono sia ai batteri sia al lievito di prosperare.
  • Cambiate regolarmente gli asciugamani. Scegliete prodotti adatti al vostro problema. Asciugatevi sempre partendo dalla vagina o dal pene al retto cioè avanti e indietro dopo essere andati in bagno. Infatti, i batteri dalla zona rettale potrebbero estendersi alla vagina o al pene e all'uretra se non state attenti.

Rimedi erboristici per la candidosi

  • Aloe: Il succo fresco di aloe è utilizzato per aumentare i globuli bianchi che uccidono le cellule di lievito.
  • Crespino: Ha proprietà antifungine utili per eliminare la candida.
  • Cannella: Il decotto è utile per il trattamento della candidosi.
  • Echinacea: L’echinacea stimola i macrofagi che distruggono le cellule di lievito.
  • Aglio: ha proprietà anti-fungine e potete usarlo liberamente per preparare i cibi o assumerlo sotto forma di capsule.
  • Lavanda: Applicatela topicamente o aggiungetela all'acqua del bagno per la candidosi.
  • Foglie d’oliva: Sono un potente antimicrobico. Assumete capsule o tinture internamente.
  • Olio d’origano: Ha proprietà anti fungine molto efficaci.
  • Menta piperita: è disponibile come infuso. L’olio invece è disponibile in capsule.
  • Rosmarino: Ha proprietà anti fungine utili per uccidere le cellule di lievito.
  • Timo: Potete usare l’olio di timo topicamente dopo averlo diluito.

Considerazione finale sui sintomi della candidosi

In breve i sintomi della candidosi sembrano essere molto diversi e variano da individuo a individuo. Questo è uno dei motivi per cui il lievito è difficile da diagnosticare. È inoltre complicato per i medici capire i sintomi con cui avete a che fare ogni giorno.  I sintomi sopraelencati sono alcuni di quelli che possono essere associati alla candidosi.  Se ne avete alcuni, è possibile che l’infezione sia in corso. Potete provare i rimedi naturali ma se non funzionano andate subito dal medico. 

Sintomi principali della candidosi.

Malattie

Lascia il tuo commento: