Tinta naturale per capelli bianchi

La tinta naturale è un buon rimedio per i capelli bianchi? Per molti uomini e per moltissime donne vedere spuntare capelli bianchi guardandosi allo specchio è un colpo al cuore: non soltanto viene visto come un in estetismo ma addirittura come un attacco alla propria autostima. I fili argentati sembrano un indicatore del tempo che scorre e nessuno ci tiene a mostrare più anni di quanti ne ravvisa la carta d’identità; inevitabile quindi che si cerchino soluzioni alternative per risolvere o quanto meno nascondere il problema.

Tinta naturale per capelli bianchi

Tinta naturale capelli bianchi

La tinta naturale è un ottimo metodo per coprire i capelli bianchi

Il metodo più semplice è quello della tintura: se vogliamo affidarci a prodotti confezionati abbiamo soltanto l’imbarazzo della scelta data la varietà di opportunità offerte dal mercato e dalle case cosmetiche oppure possiamo più semplicemente fissare un appuntamento col proprio parrucchiere. Tuttavia, queste soluzioni apparentemente comode presentano due inconvenienti.

Il primo è di natura economica: una seduta dal coiffeur costa e dover ripetere periodicamente il trattamento diventa un peso anche per il nostro portafoglio. Senza contare che oltre al dispendio economico vi è anche quello di tempo: non tutti hanno la possibilità o la volontà di dedicare tante ore alla cura dei propri capelli giudicando la tintura una vera e propria schiavitù.

Il secondo inconveniente è data dalla natura dei componenti della tinta. Per assicurare risultati più duraturi ed un effetto immediato, vengono impiegati elementi sintetici e chimici che possono soprattutto nel lungo periodo creare problemi ai nostri capelli. Se pensate che ci sono shampoo o unguenti appositamente realizzati per capelli trattati o colorati, capite che evidentemente queste tinture hanno degli effetti non necessariamente benefici sulla salute della nostra chioma

Come realizzare una tinta naturale

Anche se sembra strano, realizzare una tinta naturale fatta in casa è tutt’altro che una stravaganza, anzi per certi versi si può considerare un ritorno al passato. Infatti, una volta non vi era la stessa offerta professionale e la soluzione del fai da te era la più praticata con risultati non necessariamente disprezzabili. L’importante è informarsi su quello che si ha intenzione di fare non cercando strani esperimenti dagli esiti incerti e da i rischi elevati, ma affidarsi a soluzioni sicure e affidabili. Da un punto di vista tecnico, è anche bene non cercare risultati eccessivamente difficili. Ciò significa che è preferibile puntare sul riproporre il proprio colore naturale ravvivandolo e schiarendolo piuttosto che tentare di stravolgere completamente la tonalità passando dal biondo al moro e viceversa.

Ecco allora alcuni ingredienti, talvolta tradizionali altre volte insospettabili, che possono venirci in aiuto nella preparazione di tinture domestiche capaci di ridare vitalità ai nostri capelli restituendo loro il nostro colore preferito e cancellando quel fastidioso tocco di bianco che sa di antico:

  • Camomilla; Da tantissimo tempo sono note le virtù della camomilla come colorante naturale adatto soprattutto per le chiome bionde che vogliono ritrovare lucentezza e splendore. Come si procede nella preparazione? Bisogna realizzare un infuso e avere la costanza di passare pennellata dopo pennellata più volte sul capello fino a trovare la tonalità preferita; se necessario è bene ripetere l’operazione per ottenere un colore ancora più limpido e una sfumatura più cristallina;
  • Limone: Ecco un altro prodotto da tempo immemore conosciuto per la sua capacità di schiarire il colore dei capelli. Per realizzare la base da versare bisogna spremere il succo di due limoni in un pentolino d’acqua e lasciare che l’agrume sprigioni la sua essenza venendo assorbito dall’infuso. A quel punto si procede, lavorando sui capelli asciutti ed evitando inizialmente l’esposizione al sole.
  • Salvia: anche coloro che hanno una capigliatura corvina hanno bisogno di nascondere i fili bianchi. Anzi, proprio il contrasto rende i mori più desiderosi di una tintura: ecco che la salvia può venirci in aiuto. Bisogna lasciarla in un infuso con l’acqua e poi applicare il liquido per almeno 15 volte avendo l’accortezza di passare e ripassare su ogni ciocca. Dopo bisogna attendere mezz’ora prima di risciacquare con acqua fresca: l’elaborazione non è particolarmente rapida ma è efficace. Provare per credere
  • Ontano e gusci di noci: Questi due elementi apparentemente stravaganti si rivelano particolarmente utili per chi possiede chiome castane o corvine. Anche in questi casi è necessario avere pazienza nella preparazione degli infusi e nella stesura sui capelli. Per le noci è necessario prima pestare con un mortaio i gusci in modo da ottenere una poltiglia da lasciar poi bollire in un pentolino d’acqua e poi avere la cura di passare ripetutamente sui capelli finché la colorazione non diventa uniforme.
  • Chiodi di garofano: Per potenziare gli effetti di una tinta scurente si possono utilizzare i chiodi di garofano che però richiedono un’elaborazione ancora più lunga. Infatti dopo averli preparati è necessario lasciare l’infuso a refrigerare per una settimana avendo l’accortezza anche di scuotere regolarmente. Dopo aver fatto ciò e trascorso il tempo necessario, il composto può essere impiegato con ottime possibilità di successo.

È fondamentale ricordarsi che la salute dei propri capelli ha la precedenza su altri fattori. Quindi è chiaro che gli ingredienti scelti per queste tinture naturali devono essere di prima qualità anche se il loro costo può rivelarsi rilevante. Infatti, non è detto che queste tinture domestiche comportino una spesa inferiore a quella che si effettua comprando semplicemente un prodotto preconfezionato da uno scaffale di un mercato o attingendo da un negozio specializzato. I fautori delle tinture casalinghe, infatti, sostengono come il principale vantaggio consista non tanto nel risparmio economico quanto nell’opportunità di salvaguardare i propri capelli evitando la somministrazione di elementi chimici. Gli ingredienti degli infusi naturali sono invece privi di conseguenze negative e possono venire scelti senza alcun timore per la salute della nostra chioma. Al contrario, i prodotti chimici su taluni soggetti comportano l’indebolimento degli stessi fino al diradamento e alla caduta. In tal caso il beneficio di aver eliminato i ciuffi bianchi è ampiamente offuscato dalla perdita della fluenza della chioma: ecco perché bisogna sempre rimanere attenti. Piuttosto, è bene rivolgersi ad un centro specializzato per un’analisi dei capelli che può fornirci importanti informazioni sul loro stato di salute, sul loro grado di invecchiamento e su eventuali trattamenti da evitare.

Preparare rimedi in casa non significa essere incoscienti o tanto presuntuosi da voler evitare ogni tipo di controllo. Quindi, guardiamo con attenzione la nostra dispensa di casa e proviamo ad utilizzare sotto un’altra veste prodotti che generalmente utilizziamo esclusivamente per scopi alimentari seguendo però rigorosamente le indicazioni e senza cercare effetti miracolosi. Tentiamo con l’atteggiamento aperto di chi è disposto a fare prove per poi capire come eventualmente migliorare il risultato: infatti, ogni capello ha una tipologia diversa e può richiedere piccole variazioni sull’originale. In certe situazioni, oltre al lato pratico si potrebbe unire quello ludico di trovare il modo di cambiare in poco tempo il proprio look presentandoci in ufficio davanti ai colleghi o in ufficio con gli amici con una capigliatura diversa per vedere il riscontro che otteniamo. Ultimissimo consiglio: i primi esperimenti fateli quando siete soli, in modo che eventuali errori nella preparazione non vi riservino figuracce in pubblico. Fate delle prove, quindi, per non correre il rischio di dover uscire di casa con un colore che non vi soddisfa: anche più bravi hanno bisogno di verificare la bontà del proprio lavoro.

Farsi la tinta naturale è uno modo molto semplice per coprire i capelli bianchi.

Capelli: bellezza capelli

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo tinta naturale per capelli bianchi

Davvero interessante. E si è fondamentale curare la salute dei nostri capelli. Io non posso rinunciare alla piastra, per questo ho deciso di comprarne una professionale, una Karmin G3 Salon Pro, con cui mi trovo benissimo, ed utilizzarla senza abusarne, regolando bene la temperatura e nutrendo i miei capelli. grazie per l'articolo :)

Tinta naturale per i capelli bianchi

io lo ho provato questi prodotti... veramente sono buoni! grazie tanto !!!

Tinta naturale per i capelli

Prima usavo la polvere di enne' copre ma ora voglio provare con questi ingredienti,lo faccio per spirito ambientalista e non per risparmio economico e la salute ne quadagna.Miele e iogurt per nutrire aceto per la lucentezza,ho 42anni e una chioma invidiabile sono castano ramato rosso il mio naturale colore.grazie per i nuovi consigli.
Anita.

Consigli per fare la tinta sui capelli bianchi

Questi consigli sono davvero molto utili.

La salvia aiuta per i pochi capelli bianchi

ho capelli castani, alcuni bianchi, sto usando la salvia da un mese circa...si sono un po' scuriti ma mi è stata molto utile...

Lascia il tuo commento: