Capoeira la Capoeira

La Capoeira è una forma d’arte afro - brasiliana che combina elementi di arti marziali con la musica e la danza.

La capoeira affonda le proprie origini in Africa, e più precisamente nel Congo e nell’Angola, e si ritiene sia stata portata in Brasile dagli schiavi deportati nel continente americano menre le origini della capoeira invece sono, ad oggi, motivo di acceso dibattito tra chi teorizza che la Capoeira sia nata unicamente in Brasile e coloro che, invece, sostengono che questa sia uno stile di lotta nato e sviluppato autonomamente in Africa e discendente da antiche tecniche di caccia e guerra, ed innestatosi solo successivamente nel contesto brasiliano a partire dal XVI secolo.

Capoeira la Capoeira

Capoeira

L’etimologia stessa della parola è incerta e si ritiene abbia una probabile origine nella pratica dei combattimenti dei galli, la parola Capoeira, infatti, ha il significato, nella lingua portoghese, di gabbia per i galli e richiamerebbe, quindi, alla condizione in cui erano costretti a vivere gli schiavi.

COME SI PRATICA LA CAPOEIRA

Operativamente la Capoeira si esercita con i praticanti che si dispongono a formare un cerchio, detto roda, ed a turno, scambiandosi di ruolo, suonano e cantano e, portandosi al centro della formazione, svolgono un combattimento rituale caratterizzato da movimenti fluidi ed estremamente acrobatici, finte, proiezioni, spazzate, calci alti e colpi portati con la testa.

Meno frequentemente le tecniche includono colpi di gomito, schiaffi, pugni e combattimento corpo a corpo.

La particolare tecnica con cui si portano i colpi nella Capoeira, ha portato alcuni studiosi a ritenere che essi servissero a portare dei calci al viso dell’avversario, stringendo tra le dita dei piedi delle lame: avendo, infatti, gli schiavi le mani costantemente legate, nella maggior parte dei casi addirittura dietro la schiena, ed essendo, conseguentemente, queste inutilizzabili in un combattimento, l’unico modo di colpire l’avversario era di sfruttare gli arti inferiori.

ASPETTO MUSICALE

La musica è parte integrante della capoeira, essa scandisce il tempo della roda e determina il particolare stile che deve essere danzato-combattuto al suo centro.

Essa è costituita da una componente suonata ed una cantata e la velocità di esecuzione può variare da molto lenta (angola), fino a molto veloce (são bento regional).

Gli strumenti vengono suonati disponendosi su di una linea detta bateria.

Il ritmo viene tenuto dalle berimbaus, uno strumento la cui forma ricorda quella di una scodella e dove il suono scaturisce dalla percussione di una corda, dai pandeiros, tamburini, dai reco-reco, strumenti simili a dei pettini, e dagli agogô, una sorta di doppio piatto. Alcune volte, può trovare posto tra gli strumenti che compongono la bateria, anche l’atabaque, il tipico tamburo africano noto generalmente con il nome di conga.

Per quanto concerne le liriche, invece, queste non hanno un argomento specifico ed è ammessa anche l’improvvisazione, nonché l’interazioni tra i vari componenti della roda.

CAPOEIRA E SALUTE

La capoeira è una forma d’arte particolarmente policromatica, che non si configura come nessuno degli elementi che la compongono, lasciando, così, al praticante la libertà di viverla ed interpretarla come meglio crede e si sente di fare.

E’ una disciplina, quindi, particolarmente stimolante poiché favorisce la formazione dell’individuo su tutti i fronti che la caratterizzano e, perciò, essa insegna sia a suonare, che a cantare, che a ballare, che a combattere.

L’allenamento, in senso lato, che ne scaturisce è, conseguentemente, ad ampio respiro ed è in grado di soddisfare molteplici esigenze espressive.

Da un punto di vista dello stimolo allenante puro, la pratica della capoeira è in grado di sollecitare, contemporaneamente, le capacità di equilibrio e coordinazione del praticante, sia in relazione al proprio corpo che per quanto concerne la combinazione con i movimenti del proprio partner-avversario, migliorare le capacità motorie, in particolare a livello articolare di schiena e bacino (si pensi allo stretching che si rende necessario per riuscire ad alzare le gambe fino all’altezza del viso), e migliorare la capacità aerobica, poiché una seduta di capoeira può arrivare a durare anche diverse ore senza interruzione, andando a richiedere ai partecipanti uno sforzo fisico prolungato, che costituisce un ottimo fattore di allenamento per l’intero organismo.

 

A cura di:
FRANCESCO FLORIS
Mestro di Kung fu Wushu

Perdere peso dimagrire velocemente

Lascia il tuo commento: