Carciofo

Le proprietà terapeutiche del carciofo sono risapute, il carciofo, originario delle regioni mediterranee, era già apprezzato dai greci e dai romani, già Discoride nel I secolo d.C. spesso consigliava l'uso di questa preziosa pianta. Nel XVI secolo, il carciofo era considerato ottimo per via dei suoi effetti considerati afrodisiaci. La sua importanza venne scoperta verso la metà del XX secolo quando fu evidenziato il suo aiuto nel trattare le problematiche epatiche e viene coltivato anche a scopo alimentare. La parte utilizzata è il talamo, che deve essere raccolto quando i capolini sono ancora in boccio. Le foglie, usate nella industria liquoristica entrano nella composizione di vermuth e liquori digestivi.

Carciofo

Proprietà terapeutiche

Pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae, con fusto eretto e robusto, alto 30-150 cm.

Le foglie sono grandi e segmentate e di colore verde- grigio; l'infiorescenza a capolino è formata da fiori tubulosi azzurro- violacei circondata da un involucro di squame carnose.

Il carciofo fiorisce dal mese di giugno al mese di agosto.

Parti utilizzate del carciofo

Le foglie della pianta, le infiorescenze e la radice.

Tempo balsamico del carciofo

La pianta si raccoglie nel periodo autunnale.

Composizione del carciofo

I principi attivi del carciofo sono concentrati soprattutto nelle foglie, si tratta di un principio amaro chiamato cinarina e di alcuni flavonoidi. Tutta la pianta è ricca in inulina, cianaropicrina, potassio e manganese.

Preparazione e uso

  • Infuso: si prepara con 50-100 g di foglie, di fusto e di radici in 1 litro di acqua.
  • Succo fresco: si ottiene dalle foglie fresche.
  • Estratto secco: è spesso contenuto in capsule, con questo preparato si elimina il sapore amaro della pianta.

Proprietà salutistiche del carciofo

Il carciofo è un vero e proprio amico del fegato, lo protegge dalle infezioni e dalle tossine.
Aumenta inoltre la secrezione della bile e riduce la concentrazione del colesterolo e di altri liquidi nell'organismo. È un buon diuretico ed è anche depurativo; aiuta nella cura della cattiva digestione stimolando la produzione delle secrezioni gastriche. È un buon alimento per i diabetici perché aiuta ad abbassare il livello di zucchero nel sangue.

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: