Cardo mariano: controindicazioni e proprietà

L'assunzione di cardo mariano a cosa serve? Il cardio mariano silybum marianum gaertn, o cardo latteo è una pianta reperibile in qualsiasi erboristeria ed molto diffusa nel Nord e nel Sud Italia, che possiede tante proprietà salutari, il cardo mariano annovera fra le sue proprietà quella di decongestionante epatico, colagogo (favorisce l’escrezione della bile), diuretico, febbrifugo (abbassa la febbre).

Cardo mariano: controindicazioni e proprietà

Cardo mariano

Cardo mariano nella storia:

Il nome suo nome mariano (o latteo), deriva dal racconto cristiano secondo cui le foglie della menzionata pianta furono macchiate di bianco dal latte della Madonna mentre nascondeva il figlio Gesù dai soldati di Erode.

Bevande benefiche con cardo mariano:

Ricco di principi amari il silybum marianum gaertn può essere usato per la preparazione dei liquori.

Proprietà benefiche e curative del cardo mariano:

Esso contiene i tannini, sostanze naturali della famiglia dei Polifenoli, dotate di poteri astringenti, ottime nella cura delle ferite, delle emorroidi, nella riparazione dei tessuti lesionati. Il decotto di radici di questa pianta è un ottimo rimedio contro l’ipotensione (la bassa pressione sanguigna). L’infuso di foglie con 1 litro di vino bianco serve per i casi di inappetenza. Le radici, le foglie, ed i fiori bolliti o arrostiti, possono mangiarsi come il carciofo (una volta appunto che sono rimosse le spine).

Altri effetti benefici del cardo mariano:

Il cardo latteo aiuta a proteggere il fegato dal consumo smodato di alcol e dai danni che possono derivare dalla prescrizione di dati narcotici per fronteggiare episodi psicotici (o per prevenirli). È stato usato in passato per il trattamento dell’epatite C.

La nota pianta è usata per aiutare i lavoratori a disintossicarsi dalla continua esposizione ai fumi derivanti dalle sostanze chimiche tossiche che si sprigionano negli impianti dove lavorano.

Più recentemente il cardo latteo è stato somministrato ai malati di cancro sottoposti alla chemioterapia per ridurre gli effetti farmacologici che i medicinali chemioterapici hanno sul loro fegato.

Si ritiene perfino (però non ci sono ancora certezze assolute che avvalorino tali tesi), che questa citata pianta possa apportare questi benefici quali:

  • l’abbassamento dei livelli del colesterolo
  • la riduzione della resistenza all’insulina nelle persone affette da diabete di tipo II
  • nel trattamento dei calcoli biliari e della cirrosi
  • il miglioramento della funzionalità epatica nei nostri animali domestici.

Più recentemente la summenzionata pianta è stata messa sotto esame per vedere se è utile per la lotta contro il cancro alla prostata, alla cervice uterina, al seno.

Effetti collaterali e controindicazioni della pianta di cardo mariano:

  • lassativi (non bisogna esagerare con le dosi)
  • disidratanti (bisogna bere tanta acqua per evitare tale disagio)
  • mal di testa
  • sensazione di pienezza
  • irritabilità
  • gonfiore
  • difficoltà nel prendere sonno.

Solitamente questi disturbi scompaiono dopo alcuni giorni dall’assunzione del supplemento del cardo mariano.

Effetti collaterali rarissimi

  • calo del desiderio sessuale
  • infertilità attestata
  • gonfiore del viso, delle labbra
  • difficoltà respiratorie.

Se doveste presentare uno di questi sintomi interrompete subito l’uso del menzionato supplemento e consultate subito il vostro medico, o recatevi in un pronto soccorso.

Dosaggio e assunzione del cardo mariano:

La vostra dose giornaliera non deve superare quella indicata dalle linee guida del nostro Ministero della salute (va dai 200 ai 400 mg al giorno).

La tisana di cardo mariano

La tisana di cardo mariano è ottima per il fegato. Versare 150 ml d'acqua semi bollente su 2 cucchiaini di semi di cardo mariano tritati, lasciare riposare un quarto d'ora e poi filtrare. Berne una tazza 3 volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti, per un periodo di 3 settimane

Tisana di cardo mariano con la pianta essiccata

Versare dell'acqua bollente su 1/2 cucchiaino di pianta essiccata e tritata, lasciare riposare 10 minuti, poi filtrare. Berne 2-3 tazze al giorno.

Il cardo mariano in omeopatia

Il rimedio omeopatico si ottiene dai semi maturi. In genere sono prescritte le potenze D1-D6, a volte persino la D8.

Tintura di cardo mariano

In caso di calcoli alla cistifellea fare macerare 20 g di semi tritati in 100 ml di alcol al 60% filtrare dopo 10 giorni, scuotendo di tanto in tanto. Assumere 20 gocce 1 2-3 volte al giorno.

Preparati in commercio

In farmacia ed erboristeria si possono trovare preparati a base di cardo mariano contenenti diverse concentrazioni di silimarine. Per ottenere validi risultati integrare la loro assunzione con tisane della pianta.

Proprietà, controindicazioni ed effetti collaterali della pianta di cardo mariano.

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo cardo mariano: controindicazioni e proprietà

gentilmente mi potrebbe dire se ci sono alimenti e bevande da evitare con l'assunzione di tintura madre di cardo mariano e se posso prendere la mia tisana serale di passiflora, biancospino e melissa.La ringrazio e le porgo i miei saluti

Salve,desideravo sapere se posso tranquillamente assumere il Cardo Mariano visto che ho un fastidioso calcolo(comunque di piccole dimensioni)all'interno della colecisti;lo stesso mi ha causato insieme ad un esagerato uso di alcol(vino in particolare)un aumento altissimo delle transaminasi.Adesso ha 1 mese che non tocco alcolici ma i valori sono ancora alti,che faccio?Il Cardo Mariano risolve? GRAZIE anticipatamente.

sono affetto da epatite c cronica ho iniziato da due giorni aprendere due compresse di fitomariano della solber una prima di colazione e una prima di cena . ho notato che mi fa venire molta sete e la gola secca, im particolare la mattina . piu' essere una comtroimdicazione o un dosaggio troppo elevato?. grazie e buona giornata

Prendo il cardo mariano tm 40 gocce al mattino, bevo 3 litri di acqua al giorno, e alla sera bevo il vino a pasto quasi 4 bicchieri, non bevo altro ne aperitivi ne super alcolici, transaminasi dentro la norma, devo fare una ecografia secondo voi? grazie

mi piacerebbe poter leggere le risposte dei quesiti sopra esposti. Anch'io mi chiedo per esempio se la Silimarina è controindicata in caso di calcolosi della colecisti. Da parte mia ho avuto grandi benefici con l'uso della silimarina sulla situazione globale del fegato e sulla presenza di piccole macchie.

Assunzione del cardo mariano per molti mesi

Salve ho preso il cardo mariano x molti mesi (gocce in soluzione idroalcolica max 60 gocce al giorno ) e devo dire che la mia steatosi epatica ( fegato grasso ) e molto migliorata come le transaminasi e il colesterolo . . Volevo aggiungere però che da solo non può risolvere i problemi del fegato infatti uno stile di vita migliore associato a questo medicamento e un'ottimo rimedio a problemi epatici . . Volevo rispondere alla domanda fatta nei commenti precedenti in base all'assunzione di alcolici (vino ) durante il trattamento ! E certamente da evitare perché e come gettare benzina sul fuoco 4 bicchieri al giorno di vino sono una dose molto eccessiva ricordo che il fegato deve lavorare 5 volte di più se si assumono sostanze alcoliche e quindi e inutile assumere cardo mariano. Il ns fegato calcola tutti i litri di vino che assumiamo al mese e ne fà un globale,quindi 120 bicchieri di vino al mese sono un danno vero ! L'astenersi dal bere bevande alcoliche e l'unica vera 'mano che possiamo dare al ns fegato . . Poi attività fisica e integratori come appunto il cardo mariano aiutano il ns fegato a svolgere le molteplici attività alle quali e preposto .

Cardo mariano per il ronzio dell'orecchio?

ho letto in un libro delle piante medicinali e prodotti naturali ,che il cardo mariano fa bene anche per il ronzio dell'orecchio se e' vero mi puo' mandare la ricetta come si prende se in tisane oppure in pastiglie oppure se c'e' altre piante x curare questo fastidio. grazie

Con il cardomariano mi trovo bene

Io lo sto'usando in questo periodo,e posso dire che mi trovo veramente bene e non ho avuto nessuna controindicazione.

La tisana di cardo mariano è fantastica

Mi sento una persona nuova dopo aver bevuto una tisana di Cardo mariano... Grazie Cardio!

Bere acqua di cottura dei cardi toglie il gonfiore dell'addome

ho bevuto l'acqua di cottura dei cardi (era un rimedio della nonna) per alcuni giorni , la mattina a digiuno... sono "rinata"... non ho più gonfiore all'addome e mi sento bene!

Cardo Mariano contro la steatosi epatica

Prendo il Cardo Mariano da circa 4 anni ed ho debellato la steatosi epatica. Il radiologo in occasione dell'ultima ecografia addominale era sbalordito e quasi stentava a credere la veridicità dei precedenti referti. Anche il livello di bilirubina è rientrato nei range, dopo che era arrivato a 2,5 a causa della Sindrome di Gilbert. Le transaminasi hanno raggiunto i livelli minimi.
Unitamente al Cardo Mariano assumo - a rotazione - due fra i seguenti principi, sempre in capsule:curcuma, carciofo, boldo, fumaria, radice nera, tarassaco

Proprietà del cardo mariano

da un mese che prendo il cardo mariano in pasticche,e vi posso dire dire che mi sento un'altro fisicamente i miei esami del fegato (ecografia) compresa sono cambiate alla grande. grazie a questo chiamiamolo farmaco mi sento un altro

Pastiglie di cardo mariano per trattare l'alitosi

Il mio cane aveva un alitosi che stendeva chiunque gli si avvicinarsi da 1 mese gli dò una pastiglia di cardiovascolari mariano al dì e vi assicuro ora il suo alito non ha più nessun odore sgradevole.

il cardo di Maria è un Miracolo un abbraccio a tutti.

Cardo mariano in capsule

ho testato e sto testando personalmente i benefici del cardo mariano in capsule di peruzzo ormai ne faccio, sotto prescrizione uso terapeutico qutidiano e ho riportati risultati strbilianti sul mio fegato "grasso". Inoltre i valori relativi alle funzione epatiche sono migliorati se non rientrati nei range degli otttimali.

Cardo mariano e dieta non hanno ancora danno benefici sulla cirrosi epatica

Sono affetto da cirrosi epatica abbastanza bilanciata, sono 10 mesi che prendo due compresse di cardo mariano al giorno, e mantenendo un regime alimentare consono alla mia patologia, ma sinceramente a parte l'aiuto per una migliore digestione, non ho trovato grandi cambiamenti nelle mie analisi del sangue.

Lascia il tuo commento: