La carie dentale

La carie dentale come si cura? La carie dentale è una condizione orale davvero fastidiosa, causata dall’azione di alcuni acidi presenti nella bocca che sciolgono gli strati esterni del dente, in particolare lo smalto, portando ad un grave danno a tutta la sua struttura; questa malattia degenerativa penetra in profondità nel corpo del dente, portandolo alla morte definitiva.

La carie dentale

Carie dentale

Carie dentale (tutto sulle carie dentali):

La carie nel mondo

Senza soffermarci a parlare dei paesi del terzo mondo dove la sanità è pressoché inesistente,sappiate che la carie dentale è uno dei problemi maggiormente diffusi tra le persone di tutto il mondo, soprattutto tra i bambini: dovete sapere che oltre il 50% dei ragazzi attorno ai 15 anni di età sono inclini a sviluppare le carie sui denti, sicuramente a causa di una scarsa igene orale e ad una dieta assolutamente sbagliata. Anche se diffusa la carie è uno dei disagi più prevenibili, in quanto non serve altro che una maggiore attenzione alla cura dei propri denti ed un controllo regolare da parte di un dentista per evitare di incorrere in questo doloroso problema.

Le cause della carie: perché si sviluppa la carie dentale

La bocca è di per sé già piena di batteri derivati dal cibo e da ciò che introducete in essa, che si combinano con la saliva formando una patina opaca ed appiccicosa chiamata saliva, che riveste i denti facendoli perdere lucidità e danneggiandone lo smalto. Consumando alimenti ad alto contenuti di carboidrati, zuccheri o farinacei, i composti introdotti in bocca saranno trasformati in una sorta di sostanza acida che attacca lo smalto dentale, esponendo i nervi all’interno e causandovi dolore ed ipersensibilità nella zona in questione: se ciò accade, sarà importantissimo cominciare subito un trattamento onde evitare la caduta del dente stesso. I batteri acidi che affliggono i denti, infatti, possono penetrare anche in profondità, andando ad intaccare la polpa interna portando ad avere un ascesso dentale o l’insorgenza delle carie.

La prevenzione alle cause della carie dentale

CI sono una serie di fattori di rischio che possono dar via all’insorgenza delle carie nella vostra bocca, motivo per cui sarà bene conoscerli tutti per prevenire il problema in questione, se non siete ancora entrati nella condizione di dover pensare subito al trattamento per eliminare le carie dentali.

  • Come abbiamo visto l’alimentazione è decisiva nella salute dei propri denti, ecco perché sarà necessario prendere qualche provvedimento per ridurre le probabilità di avere carie dentali: limitando i cibi dolci e zuccherati, le bevande gassate e ricche di coloranti così come tutti i cibi saturi di carboidrati malsani avrete già compiuto un passo importante nella vostra strategia contro le carie.
  • Il fumo è un vizio dannoso non solo per il corpo ed i suoi organi, ma anche per i denti e la loro salute generale. Il tabacco compromette infatti la giusta produzione di saliva, che serve a mantenere puliti i denti e l’effetto della nicotina e del catrame contenuto nelle sigarette macchia e sporca lo smalto dentale, dando via alla proliferazione dei microbi e dei batteri.
  • Una dieta poco bilanciata e dannosa per l’organismo è una delle cause principali della formazione della carie dentale, ecco perché avere una buona igene orale è sicuramente il metodo migliore per prevenire i problemi legati ai denti, ed in particolar modo le carie. I dentisti di tutto il mondo consigliano infatti di lavarsi i denti almeno due volte al giorno, usando gli appositi dentifrici a base di zinco, in maniera da rafforzare e proteggere i denti contro l’azione dei batteri. Ricordatevi che il filo interdentale è essenziale per garantirsi la corretta pulizia ed un ottimo senso di benessere orale.
  • Ci sono alcune persone che hanno livelli più bassi di salivazione rispetto ad altre, ciò determina che esse saranno più esposte alle carie in quanto la saliva è un composto naturale che pulisce e protegge lo smalto dei denti da attacchi esterni. Ci sono una gran numero di farmaci che possono contribuire ad abbassare la quantità di saliva prodotta, come gli antistaminici, gli antidepressivi, gli anti epilettici e gli anti psicotici, ma prima di interrompere il trattamento vi consigliamo di consultarvi con un medico.

I sintomi delle carie dentali:

Solitamente, le carie non provocano alcun sintomo, per lo meno finché non ha raggiunto uno stadio avanzato, ecco perché sarà importante avere delle visite regolari con il proprio dentista in modo da individuare in tempo il problema ed estirparlo alla radice durante i suoi primi stadi, che risultano molto più semplici da trattare. Se però fin ora non avevate nemmeno preso in considerazione l’idea di avere una carie, ma cominciate a sentire i seguenti sintomi, allora forse dovrete rivedere la vostra posizione.

Tra i sintomi più comuni della carie dentale troviamo:

  • Male ai denti.
  • Ipersensibilità che provoca forti brividi e dolori quando il dente entra in contatto con qualcosa di freddo o caldo.
  • Macchie scolorite nello smalto dei denti.
  • Un alito cattivo accompagnato da un gusto sgradevole in bocca.

Conoscendo quali sono i sintomi della carie dentale molto probabilmente riuscirete ad accorgervi in tempo che qualcosa non va, nella vostra bocca, utilizzando quindi seduta stante i vari trattamenti previsti per eliminare le carie durante il loro stadio iniziale, esiliando il problema.

Quale diagnosi fa il dentista?

Dato il suo teorico livello di competenza, un medico dentista dovrebbe sicuramente essere in grado di notare una carie nelle sue fasi iniziali di sviluppo già soltanto esaminando la bocca: se la carie è però già al suo stadio avanzato o si trova in una zona orale nascosta, sarà allora molto più difficile individuarla senza l’ausilio dei raggi X.

Dopo aver svolto un esame accurato, il dentista può vedere da che tipo di carie siete affetti, diagnosticando una delle seguenti patologie:

  • Le carie che si formano nella parte superiore dei denti non è poi così difficile da distruggere, ma se non viene trattata si espanderà rapidamente interessando anche il resto della struttura dentale.
  • La carie dentale che interessa la parte piatta del dente vicina alla gengiva si trovano solitamente ai lati della bocca, e provocano una forte irritazione alle gengive circostanti.
  • I tipi di carie che interessano la radice del dente sono le più comuni nelle persone ad una certa età in quanto il processo d’invecchiamento indebolisce le gengive e permette ai batteri di penetrare più facilmente in profondità.

I rimedi e la cura per la carie dentale

Ci sono diversi rimedi per combattere il decadimento del dente nelle fasi iniziali che possono aiutarvi a prevenire la carie dentale avanzata: grazie ad una speciale pasta al fluoro applicabile direttamente sulla zona affetta, potrete rimuovere la parte intaccata dalla carie e ripristinare il foro grazie ad un’otturazione naturale, che al giorno d’oggi non risulta quasi individuabile ad occhio nudo.

Il fluoro come cura per la carie

Il fluoro è molto probabilmente il composto più efficace per garantire salute e benessere ai propri denti, dato che aiuta a limitare la diffusione della carie dentale e migliora l’aspetto e la lucidità di tutta la fila dei denti. Questo minerale naturale è disponibile in diversi cibi e bevande, ma anche sotto forma sintetica viene utilizzato per produrre la maggior parte dei dentifrici, giusto per farvi capire quanto risulti importante.
Provate uno dei trattamenti a base di fluoro consigliati dal vostro dentista, così da ridurre la capacità dei batteri di attaccare lo smalto dei vostri denti e dar via allo sviluppo della carie dentale!

Otturazioni e cura canalare: rimedi per la carie dentale

Se la vostra carie però è rimasta latente senza venir trattata per troppo tempo ed ha raggiunto uno stadio avanzato, sarà necessario concentrarsi su un trattamento più mirato per riparare i danni subiti a causa dell’indesiderata presenza della carie dentale: ci sono infatti alcune soluzioni che utilizzano strategie di rimozione della carie e otturazione della zona colpita per estirpare una volta per tutte il problema e mascherare il danno sul dente.

La terapia canalare serve proprio per rimuovere la polpa affetta dall’infezione, sostituendola con una polpa artificiale che manterrà il dente in salute, evitando il rischio che la carie si riformi sulla sua struttura. Questa strategia è molto comune al giorno d’oggi tra le persone che desiderano rimuovere le proprie carie dentali e nonostante molti affermino che sia dolorosa e terribilmente fastidiose, le tecniche odontoiatriche moderne scongiurano qualsiasi possibilità di problemi o effetti collaterali successive alla terapia canalare per sconfiggere la carie.

A seguito di questo trattamento contro la carie dentale sarà necessario provvedere a riempire la cavità lasciata dall’infezione, ecco perché sono tate ideate delle specifiche otturazioni e corone per nascondere i danni delle carie sui denti, risolvendo così un problema che affliggeva milioni di persone.

Le otturazioni sono un riempimento che sostituisce lo smalto mancante a seguito dell’azione della carie, solitamente composto da materiali come l’amalgama, il composito ed il vetroinomerico, e sono tutti ottimi per convivere con i materiali naturali dei denti.

Ci sono degli speciali tipi di otturazioni più duraturi di quelle convenzionali in quanto fabbricate con materiali resistenti come l’oro e la ceramica, conosciuti con il nome di inlay e onlay, che vengono fissati al dente con una pasta che funge da cemento per fissare la protesi alla sua struttura.

D’altra parte, le corone, sono utilizzate per curare i denti che vengono danneggiati in maniera grave dall’azione della carie, avvolgendo completamente il dente: queste sono solitamente fabbricate usando porcellana, ceramica, vetro ed oro.

Quali sono i prezzi delle varie cure contro le carie? Curare una carie quanto costa?

Il trattamento canalare può essere composto da diverse sedute, ma più o meno il risultato finale vi verrà a costare dai 200 ai 400 euro, in quanto il tutto dipende dal tempo che necessita il vostro dente per venir trattato completamente. Le otturazioni, invece, chiaramente differiscono tra loro nel prezzo in base alla qualità ed al materiale con cui vengono realizzati, ma quelle più comuni ed a buon mercato possono aggirarsi attorno a:

  • Per curare le carie di lieve entità dovrete spendere circa 80 euro.
  • Per una invece che ha già raggiunto uno stadio avanzato il prezzo si aggirerà attorno ai 150 euro.
  • Le carie che hanno raggiunto un livello critico potranno venir curate con trattamenti che non vi faranno spendere meno di 200-300 euro.

C’è un altro trattamento davvero innovativo che offre garanzie e sicurezza nel liberarvi dalle carie, ma che risulta costosissimo.

Il trattamento laser necessita infatti di macchinari sofisticati per agire sullo smalto dei denti, ed i suoi costi possono aggirarsi perfino attorno alle migliaia di euro.

Ecco come si sviluppano le carie dentali e quali sono le soluzioni migliori per curarle, così da liberare la vostra bocca da questi fastidiosi ospiti che non soltanto vi impediscono di masticare e parlare in tutto agio e tranquillità, ma compromettono anche il vostro aspetto fisico.

Le carie dentali sono problematiche dei denti molto comuni tra gli italiani.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo la carie dentale

Carie dentaria e consigli

I vostri consigli sono utilissimi e molto esaustivi.Ho riconosciuto il mio fastidio di sensibilità al dente dovuto ad una carie

Lascia il tuo commento: