Castanea sativa o castagno europeo

Il castagno europeo altrimenti detto Castanea sativa Miller è una pianta della diverse proprietà terapeutiche.

Il castagno europeo (Castanea sativa, Miller), in Italia più comunemente chiamato castagno, è un albero a foglie caduche appartenente alla famiglia delle Fagaceae ed è una specie autoctona, l'unica del genere Castanea presente in Europa, anche se, negli ultimi decenni, è stato sovente introdotto, per motivi fitopatologici, il castagno giapponese (Castanea crenata). Le popolazioni presenti in Europa sono perciò principalmente riconducibili a semenzali di castagno europeo o a castagni europei innestati sul giapponese o a ibridi delle due specie.

Castanea sativa o castagno europeo

Castanea sativa

La Castanea sativa

Castanea sativa - Mill.
Nome comune: Castagno dolce
Famiglia delle Fagaceae
Sinonimi: castanea vesca, castanea vulgaris, fagus castanea, castanea mollissima  castanea ozarkensis  castanea pumila  castanea sativa  castanets  castanopsis chrysophylla  castanopsis.   
Pericoli noti: Nessuno ancora conosciuto.
Habitat preferito: bosco di montagna.

Caratteristiche della pianta Castanea sativa

La castanea sativa è un albero a foglie decidue in crescita da 15 metri a 30 metri di altezza ad una velocità media. E' in fiore nel mese di luglio, ed i semi maturano in ottobre. I fiori sono monoici (fiori singoli, maschio o femmina, ma entrambi i sessi si trovano sulla stessa pianta) e sono impollinati dalle api. La castanea sativa è nota per attirare la fauna selvatica. La pianta preferisce la luce, i terreni argillosi  e pesanti, richiede terreni ben drenati e può crescere in zone nutrizionalmente povere di nutrienti. La pianta predilige terreni acidi e neutri e può crescere anche in terreni molto acidi. Non può crescere all’ombra. Richiede un terreno asciutto o umido e può tollerare anche impianti di irrigazione. Può tollerare l'esposizione all’acqua e all’acqua salmastri. Un castagno dolce adulto raggiunge in genere dai 20 ai 35 metri di altezza, con un tronco di circa due metri di diametro. La corteccia dell'albero ha spesso delle scanalature profonde che corrono lungo il tronco. Le foglie sono lunghe da 16 a 28 cm,  larghe da 5 a 9 cm (nel loro punto più largo), e hanno un bordo seghettato o dentato. La natura resistente della castanea sativa significa che è ancora fiorente in vaste regioni dell'Europa centrale e occidentale, tra cui la Gran Bretagna, dove si possono trovare anche gli esemplari più antichi. Idealmente ha bisogno di un clima mite, come la tarda primavera e l'inizio dell'autunno, perché le gelate possono influire negativamente sulla fioritura. Nelle foreste, l'ombra non pregiudica la sua crescita e la raccolta dei frutti, finché l'umidità è sufficiente.

Coltivazione del castagno europeo

Sebbene la maggior parte dei castagni siano propagati da semi, alcune selezioni con semi più grandi sono cresciuti in Gran Bretagna. Vi sono anche altre coltivazioni ornamentali, con foglie variegate. I castagni si propagano attraverso i semi o per innesto. Il seme perde rapidamente la vitalità non appena si asciuga. Le piantine sono coltivate per seminare i semi freschi direttamente nei campi. Se la semina avviene in autunno, la germina nazione di avrà nella primavera successiva. Le piantine crescono rapidamente, diventando piccoli alberi che raggiungono dai 35 ai 50 cm di altezza in una sola stagione. Sono così robuste che raramente hanno bisogno di picchettamento quando vengono trapiantate. Gli alberi vengono piantati in aree naturali al fine di cedui futuri. Si prevede che gli alberi saranno pronti per il primo taglio in una arco di 15-20 anni. Il legname sarà quindi adatto per molti usi e sostituzioni.

La semina viene effettuata in vasi conservati in una serra e viene utilizzata una miscela apposita per l’invasatura. I semi germinano in circa 4-6 settimane. Il castagno prospera in terreni sabbiosi ben drenati. Di conseguenza le piante tendono a produrre frutti per molti più anni. Durante la primavera, le piante giovani possono essere attaccate da afidi, e questi vengono controllati tramite un sistema integrato di gestione dei parassiti.

Usi alimentari dela castagno europeo

Le parti commestibili sono soprattutto i semi, spesso come dolcificanti. I semi vengono mangiati crudi o cotti, hanno una sapore un po' astringente, ma migliora notevolmente durante la cottura ed è delizioso al forno, con una consistenza farinosa ed un sapore un po' simile a quello delle patate dolci. Il seme è ricco di carboidrati, può essere essiccato e utilizzato come farina per fare pane, budini, come addensante in zuppe, eccetera. Il seme tostato può essere utilizzato come un surrogato del caffè. Lo zucchero può essere estratto dal seme.
La castanea sativa è stata coltivata per più di duemila anni per le sue noci amidacee commestibili. Queste castagne una volta erano un alimento di base in Europa, ma al giorno d’oggi vengono gustate solo come una rara prelibatezza. Storicamente, le castagne sono sempre state macinate in farina o preparate in semolino grossolano. Le castagne sono nutrizionalmente molto simili al frumento, tranne che per la mancanza della proteina del glutine e questo fa sì che i prodotti da forno realizzati con farina di castagne tendano ad avere una consistenza friabile. Le castagne sono ancora una importante fonte di amido in alcune parti d'Europa, come ad esempio nell'isola di Corsica, dove sono utilizzati anche per produrre birra. Altrove in Europa, le castagne vengono utilizzate in pasticceria (il più famoso è il marrons glacés in Francia), per fare budini e torte. Esse sono utilizzati anche in piatti saporiti e nel pollame ripieno, soprattutto a Natale. Le castagne arrostite su un braciere sono mangiate come cibo invernale di strada nelle città europee.

Proprietà curative e omeopatia per la Castanea sativa

Una premessa: bisogna sempre chiedere il parere di un professionista prima di usare rimedio medicinale a base di erbe!

Effetti e usi principali: antinfiammatorio, astringente, Fiore di Bach, espettorante e toniche. Anche se più spesso le castagne sono considerate come un raccolto di cibo, le foglie di castagno e la corteccia sono una buona fonte di tannini e queste hanno un azione astringente utile nel trattamento delle emorragie, della diarrea, eccetera.  Le foglie e la corteccia sono raccolte in giugno o luglio e possono essere utilizzate fresche o essiccate. L'infuso è utilizzato nel trattamento della febbre, ma è principalmente impiegato per la sua efficacia nel trattamento della tosse convulsa, come la pertosse, e in altre condizioni di irritazione del sistema respiratorio. Le foglie possono essere utilizzate anche nel trattamento di reumatismi, per sedare i dolori lombari e per alleviare i muscoli rigidi e le articolazioni. Un decotto è un gargarismo utile per il trattamento del mal di gola. La pianta è utilizzata anche nella preparazione dei Fiori di Bach (Sweet Chestnut) – le parole chiave per la prescrizione sono 'estrema angoscia mentale',  ‘senza speranza' e 'disperazione'.

Altri usi: intrecciatura dei vimini, carburante per fuochi, legna da ardere.

La corteccia contiene tannini. Le foglie di legno e i semi contengono tannini. Le bucce delle castagne contengono una percentuale dal 10 al 13% di tannino. Il  seme è utilizzato come fonte di amido e anche per lo sbiancamento dei panno di lino. Uno shampoo per i capelli può essere preparato con le foglie e le bucce dei frutti e conferisce lucentezza ai capelli. Il legno giovane crescita è molto resistente, anche se il vecchio legno diventa fragile e rischia di rompersi. Viene utilizzato per la carpenteria, la torneria, gli oggetti di scena, i cesti di vimini, i recinti e come carburante.

Una ricetta per concludere

Zuppa di castagne

Ingredienti: un paio di manciate di castagne sbucciate, 2 litri di brodo di pollo o di prosciutto, burro o olio, 1 cipolla tritata, alcuni dadini di pancetta alla griglia, prezzemolo tritato, erba cipollina, sale e pepe
Preparazione: ammorbidire la cipolla tritata in una noce di burro o un cucchiaio di olio. Aggiungere le castagne ed il brodo e portare ad ebollizione. Cuocere a fuoco lento fino a quando le castagne sono completamente sfaldate. Aggiungere un pizzico di sale, un po' pancetta e le erbe tritate. Buon appetito!

Informazioni sulla pianta di castagno europeo altrimenti conosciuto come castanea sativa.

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: