Cause degli attacchi di panico

Cosa causa gli attacchi di panico? Quali sono le cause degli attacchi di panico? Ci sono diverse cause che possono dare origine ad una crisi di panico con tutti i sintomi derivati, che comprendono diversi disturbi sia a livello mentale che fisico e portando una persona a dubitare seriamente della propria salute e della propria integrità psicologica: questo è sicuramente la motivazione più importante che dovete avere per fare subito qualcosa contro il vostro problema, perché può davvero svilupparsi fino a portarvi in un baratro di solitudine e depressione davvero terribile.

Cause degli attacchi di panico

Attacchi di panico cause

La natura degli attacchi di panico e delle loro cause può risultare davvero complessa, visto che ci sono una gran quantità di fattori che entrano in gioco e che possono influire sulla salute del vostro corpo e della vostra mente, compromettendo e danneggiando il delicato equilibrio dell’organismo.

Conoscere quali cause portano allo sviluppo degli attacchi di panico in una persona vi servirà moltissimo per capire qual è il modo migliore per affrontare il problema, liberandovene il prima possibile.

La natura degli attacchi di panico

Gli attacchi di panico sono un processo che si scatena nel corpo in maniera improvvisa, senza lasciare alla persona afflitta nemmeno il tempo di reagire: per questo motivo gli attacchi di panico sono davvero temuti dalla gente, che al momento dell’insorgere di questa condizione si sentono totalmente incapaci di difendersi dalla minaccia dei vari sintomi derivati dalla patologia in questione.

Gli attacchi di panico comportano una serie di disturbi che interessano tanto il corpo quanto la mente, riducendo a zero le difese della persona e facendola cadere in balia degli effetti della sindrome da panico ed ansia che, come sappiamo, la lascerà spossata e senza energie, soffrendo di forti dolori al petto e provando una sensazione di soffocamento davvero intensa. Gli attacchi di panico, infatti, si ritrovano a cadere in preda a forti turbamenti mentali caratterizzati da visioni fantastiche e distorte, con la conseguenza che la condizione in questione può rivelarsi davvero pericolosa, se non curata subito.

Solitamente, gli attacchi di panico affliggono una persona soltanto per alcuni minuti, durante i quali l’effetto dell’assalto d’ansia riesce a raggiungere l’apice della sua forza e del suo effetto devastante; dovete però sapere che i sintomi degli attacchi di panico non si limitano assolutamente alla durata dell’attacco stesso, ma si estendono anche al periodo di tempo che intercorre tra una crisi e l’altra, coinvolgendo quindi il soggetto a 360° nella sua vita.

Questo è il motivo per cui gli attacchi di panico portano una persona all’esasperazione, la inducono a perdere qualsiasi voglia e stimolo nei confronti del mondo che li circonda, lasciandola alla sua disperazione ed alla sua depressione.

Le cause degli attacchi di panico ed i fattori che interferiscono nell’equilibrio mentale:

Negli ultimi tempi la ricerca ha dimostrato un interesse sempre maggiore nei confronti delle aree specifiche del cervello e dei suoi circuiti coinvolti nel processo che provoca ansia e paura, che sicuramente sta alla base degli attacchi di panico così come di moltissimi altri problemi riguardanti la salute mentale di una persona.
La paura è una forma di protezione contro un pericolo esterno, e viene attivata dal cervello come riflesso automatico ed involontario: questa funzione è coordinata da una piccola parte del cervello che si trova in profondità, chiamata amigdala.

Che cos’è l’amigdala?

L’amigdala, anche se è una porzione del cervello talmente piccola da non essere presa in considerazione da molti, è una parte molto importante del vostro corpo, in quanto influisce non soltanto regolando alcune vostre emozioni come l’ansia e la paura, ma garantendo anche la percezione della realtà e controllando i sensi che aiutano a definire le forme ed i suoni che ne fanno parte.

Capire gli attacchi di panico e le loro cause

Se il vostro obiettivo primario è quello di dire addio agli attacchi di panico allora dovete subito concentrarvi per capire quali sono le loro cause principali, che vi daranno tutte le informazioni necessarie poi per fare la vostra scelta a riguardo dei diversi trattamenti previsti per ridurre gli effetti di questa condizione e, grazie alla perseveranza ed all’impegno, per eliminarla del tutto.

La genetica

La ricerca medica ha reso evidente come ci sia un legame stretto di parentela in parecchi casi di persone affette da attacchi di panico, ecco dunque che la genetica entrerà sicuramente a far parte delle varie cause possibili legate alla patologia di cui soffrite. Chiaramente, il grado di parentela che risulta più indicato ad includere gli attacchi di panico riguarda i gemelli, ma non è affatto rara la combinazione tra padre e figlio che soffrono entrambi delle crisi d’ansia.

Gli scienziati specializzati hanno a lungo studiato i casi di lignaggio legati agli attacchi di panico, con lo scopo di individuare ed identificare quali siano i geni specifici coinvolti nello sviluppo di questa condizione: con il realizzarsi di questa ricerca si potrà stabilire una diagnosi più accurata sui disturbi d’ansia, oltre ad originare il trattamento più efficace per affrontare il problema e non dover più soffrire degli attacchi di panico e dei suoi sintomi sconvolgenti.

Il cervello e la sua biochimica: anomalie legate agli attacchi di panico

Una linea di evidenza suggerisce che il disturbo da panico può essere associato direttamente all'ippocampo ed al locus coeruleus, porzioni del cervello che ne controllano il rapporto con gli stimoli esterni, regolando i rispettivi segnali e risposte . Un'altra anomalia comune in molte persone che soffrono di attacchi di panico riguarda il sistema nervoso e, più precisamente, una parte di esso conosciuto come sistema adrenergico, che regola diverse funzioni fisiologiche tra cui il battito cardiaco e la temperatura del corpo. Purtroppo per voi non è ancora chiaro in che maniera questi fattori possono interferire con lo sviluppo degli attacchi di panico, se agiscono come una vera e propria causa oppure se ne aumentano semplicemente gli effetti.

Durante le loro ricerche, gli scienziati hanno notato come ci siano alcune sostanze ed alimenti che possono scatenare le crisi di panico, ecco perché è bene conoscerli onde evitare di avere a che fare con le cause da cui deriva il vostro problema.

Il lattato di sodio è un composto chimico che ha dimostrato saper scatenare in pochissimi istanti una crisi di panico ad una persona affetta dalla patologia, mentre alcune persone suscettibili hanno notato lo stesso con la caffeina; pensate cha anche l’aria che respiriamo, se ha livelli alti di biossido di carbonio, può portare le persone affette dal disturbo ad avere attacchi di panico.

Lo stress e gli attacchi di panico

Come già avrete sentito dire, lo stress è spesso collegato ad un gran numero di disturbi che possono coinvolgere una persona sotto diversi punti di vista, sia fisico che psichico, compromettendo non solo la sua salute, ma anche al sua emotività e l’equilibrio della sua vita. Una persona che soffre di stress avrà una visione molto pessimista della vita, subendo anche le più piccole cose quotidiane come una tortura, comportandosi come se il mondo intero gli fosse avverso: ecco perché lo stress rientra sicuramente tra le cause degli attacchi di panico!
Sappiamo bene quanto sia impossibile stare alla larga dallo stress visto il ritmo di vita intenso a cui tutti quanti siamo sottoposti nella società moderna, ma ciò non toglie che non ci siano alcune soluzioni utili per limitare questo fattore dalla vostra vita. L’esercizio fisico è una di queste, in quanto vi aiuta a scaricare la tensione accumulata lungo la giornata, durante la quale sarà importante anche ritagliarsi qualche spazio per sé e per le proprie esigenze: fermatevi un istante per riposarvi, prendete una boccata d’aria e rilassatevi, ciò vi aiuterà ad arrivare fino a sera con meno nervosismo ed un maggiore entusiasmo nell’affrontare le sfide quotidiane.

Le cause ambientali degli attacchi di panico

Alcuni ricercatori hanno studiato diversi soggetti che presentavano la patologia dei disturbi da panico, rendendo così evidente come ci siano alcuni fattori riguardanti la loro vita che possono aver interagito con lo sviluppo del problema: conoscere queste possibili cause degli attacchi di panico vi aiuterà a comprendere meglio la condizione stessa, e magari ad individuare la fonte principale da cui derivano i vostri attacchi di panico.

  • Purtroppo, alcuni genitori non esercitano un’influenza positiva nei propri figli, portandoli a sviluppare diverse forme d’ansia e paura molto spesso a causa di uno stile d’insegnamento iperprotettivo e apprensivo.
  • Un rapporto difficile in famiglia durante la crescita, che porta allo sviluppo di un timore verso gli altri e in una difficoltà a relazionarsi con gli altri.
  • Abusi o traumi passati possono influire sulla stabilità mentale di una persona, portandola ad avere attacchi di panico in futuro
  • Una vita stressata in famiglia, così come al lavoro.
  • La perdita di una persona cara o un problema piuttosto grave possono deprimere una persona a tal punto da sviluppare attacchi di panico, anche in momenti e situazioni imbarazzanti.
  • Anche l’ipersensibilità di una persona può causare gli attacchi di panico ed ansia.
  • Uno stile di vita sedentario e poco coinvolgente molte volte influisce sull’umore di una persona, ecco dunque che può influenzare la comparsa degli attacchi di panico.

Conoscendo le cause degli attacchi di panico vi assicurerete le giuste informazioni per costruire la vostra linea difensiva nei confronti di questo temibile problema, che alla lunga può compromettere seriamente la vostra vita, visto che vi porta all’incapacità di avere dei rapporti o delle relazioni con gli altri, rendendovi soli e depressi.

Cosa causa gli attacchi di panico? Ecco le possibili cause degli attacchi di panico.

Attacco di panico

Lascia il tuo commento: