Cefalea muscolo tensiva

Cefalea muscolo tensiva cosa è? La cefalea muscolo tensiva è quel comune dolore alla testa, che si può espandere fino al cuoio capelluto, e fino al collo, poiché a questa condizione, è di solito associata una rigidità muscolare in queste zone e tale tipologia di cefalea potrebbe insorgere a qualsiasi età, ma solitamente sono più frequenti negli adulti e negli adolescenti.

cefalea muscolo tensiva

Cefalea muscolo tensiva


Cause della cefalea muscolo tensiva

La cefalea si verifica quando i muscoli del collo e del cuoio capelluto, per uno stress o per un altro, diventano tesi e contratti, e quindi si irrigidiscono, e queste contrazioni muscolari possono essere una risposta ad un tipo qualsiasi di stress, alla depressione, ad un trauma cranico, all’ansia, o anche ad un qualsiasi tipo di attività che ci costringe a tenere la testa sempre nella stessa posizione per un lungo tempo senza muoversi mai, e attività che richiedono questo sforzo comprendono lo scrivere alla tastiera o qualsiasi altro lavoro al computer, oppure un altro lavoro che può causare tensione ai muscoli del collo e della testa può essere quello del citologo, del biologo, ovvero di tutte le professioni che ad esempio utilizzano un microscopio, ma anche il dormire in una stanza fredda, o il dormire in una posizione non corretta possono scatenare una cefalea muscolo tensiva. Ma ci sono molte altre cause che possono provocare questo tipo di cefalea, come ad esempio:

  • L’eccesso di caffeina;
  • Problemi dentali come l’abitudine di mantenere serrata la mascella o di digrignare i denti, e talvolta può capitare che ciò accade anche mentre dormiamo;
  • Soffrire di problemi di vista;
  • Affaticarsi troppo;
  • Un’infezione in corso.


Sintomi della cefalea muscolo tensiva

I sintomi della cefalea possono essere:

  • Avere l’impressione di avere una banda stretta intorno alla testa;
  • Avvertire dolore nelle zone del cuoio capelluto, del collo e delle spalle;
  • Perdita di appetito.

Il dolore può manifestarsi sia come evento isolato oppure anche tutti i giorni, e può avere una durata che varia dai trenta minuti alle ore, e perfino i giorni in qualche caso. Inoltre può peggiorare con l’aumento dello stress, della stanchezza, o per la presenza di rumori assordanti, o a causa di fenomeni di abbagliamento. La cefalea qualche volta può anche disturbare il sonno a causa del forte dolore, e di solito, sintomi come la nausea ed il vomito non le appartengono. Le persone che hanno un attacco di cefalea, cercano di alleviare il dolore massaggiando il cuoio capelluto, le tempie, e la nuca. Normalmente se una cefalea è lieve o moderata, e non è accompagnata da altri sintomi, e risponde entro poche ore ala trattamento, non sono necessaria allarmismi, mentre invece nei casi in cui la cefalea è grave, è persistente, e se essa è accompagnata da altri sintomi, allora si dovrebbe consultare il medico per escludere altre patologie che possono causare la cefalea.


Trattamenti per la cura della cefalea muscolo tensiva

Per identificare quali sono le cause che scatenano la cefalea, in modo da poter evitare quelle condizioni che stressano il nostro organismo, e per fare questo potrebbe essere utile tenere un diario in cui annotare il giorno e l’ora in cui è iniziatala cefalea, e in questo diario si dovrebbe annotare anche ciò che abbiamo mangiato e bevuto, quanto abbiamo dormito, e ciò che stavamo facendo prima che il dolore iniziasse, ed inoltre è importante prendere nota anche di quanto tempo la cefalea è durata, e poi cosa ed in che modo è andata via. 

Talvolta, fare una doccia o un bagno caldo può aiutare alcune persone ad alleviare il dolore, mentre se si soffre di cefalee croniche, forse sarà necessario apportare dei cambiamenti nello stile di vita, come ad esempio cercare di dormire di più, aumentare l’esercizio fisico e lo stretching per i muscolo del collo e della schiena, addirittura in alcuni casi può essere necessario cambiare lavoro e le proprie abitudini.

Ci sono poi alcuni farmaci che possono essere utilizzati per trattare la cefalea, e questi comprendono degli antidolorifici come l’aspirina, l’ibuprofene, ed il paracetamolo, che sono in gradi di alleviare il dolore nel caso in cui le tecniche di rilassamento non funzionano, ma ricordate che i farmaci antidolorifici alleviano i sintomi della cefalea per un breve periodo di tempo, e che bisogna non assumerne in quantità industriali, dal momento che si può giungere ad un’assuefazione al farmaco, e quindi o il suo effetto sarà ridotto e la cefalea resta dov’è, oppure il suo effetto non dura a lungo, ed inoltre, assumere troppi farmaci per il dolore alla testa può portare all’effetto contrario, e cioè si può sviluppare una forma di cefalea cronica, secondo quello che viene chiamato effetto boomerang.

La combinazione di un trattamento farmacologico abbinato a momenti di relax, o ad una terapia comportamentale, o all’agopuntura, può fornire un maggiore sollievo alle cefalee croniche.

Tuttavia, bisogna prestare molta attenzione quando si utilizzano i farmaci, poiché nell’eventualità che si abbiano degli effetti collaterali come battito cardiaco irregolare, pelle pallida o cianotica, estrema sonnolenza, tosse persistente, depressione, stanchezza, nausea, vomito, diarrea, costipazione, problemi di stomaco, crampi, sete continua ed eccessiva, o anche dovete chiedere il parere del medico se siete incinte, o se potreste esserlo, in quanto alcuni farmaci non devono essere assunti in gravidanza poiché potrebbero essere teratogeni per il fetoAltra cosa importante da fare è imparare a gestire lo stress, infatti alcune persone trovano che il praticare degli esercizi di rilassamento o di meditazione sia molto efficace per risolvere il dolore causato dalla cefalea muscolo tensiva, anche se questa è cronica.


Prevenzione della  cefalea muscolo tensiva

Per prevenire la cefalea, ci sono dei piccoli accorgimenti che si possono adottare, che dipendono da quale sia la causa che la scatena, infatti è possibile:

  • Utilizzare un cuscino di forma diversa quando ci si stende a letto o cambiare la posizione in cui ci si addormenta, se ci si è resi conto che la cefalea dipende da come si dorme;
  • Esercitare con il movimento il collo e le spalle frequentemente durante la digitazione alla tastiera, o mentre si fanno altri tipi di attività che richiedono una contrazione costante dei muscoli delle spalle e del collo;
  • Dormire e riposarsi abbondantemente, per recuperare tutte le energie necessarie per poter iniziare una nuova giornata;
  • Massaggiare i muscoli se sono indolenziti;
  • Durante il lavoro, prendersi cinque minuti di pausa ogni una o due ore, per poter tenere gli occhi chiusi, soprattutto dopo che vi siete a lungo concentrati, dopo la lettura, o dopo essere stati al computer;
  • Bere molti liquidi, soprattutto l’acqua per evitare la disidratazione del corpo, che potrebbe contribuire alle cause della cefalea muscolo tensiva;
  • Mantenere la regolarità dei pasti ogni giorno, senza saltarne neanche uno, questo perché si potrebbe verificare un calo dei livelli di zucchero nel sangue, che causa quindi la cefalea;
  • Evitate di fare un pisolino nel pomeriggio se questo vi causa dei problemi ad addormentarvi alla sera.

Infine per poter rilassare i vostro muscoli dopo un’intensa attività, rilassate le spalle lasciandole cadere lungo i fianchi, poi dondolate la testa da destra verso sinistra e viceversa, dopodiché effettuate una rotazione della testa di 360 gradi intorno al suo asse, ed infine lasciate cadere la testa in avanti flettendola, e ripetete la procedura fino a che i muscoli non sono rilassati. Una seconda fase prevista per alleviare la contrattura dei muscoli, e questa fase è concentrata sulla respirazione: inspirate lentamente con il naso, contate fino a dieci, e poi espirate sempre molto lentamente.

Con questi piccoli accorgimenti, e tenendo conto di quali sono i sintomi che causano la vostra cefalea, sarete in grado di ridurre la frequenza degli attacchi di cefalea.

Cefalea muscolo tensiva e possibili cause.

Malattie

Lascia il tuo commento: