Cinto pelvico

Cosa è il cinto pelvico?

Il cinto pelvico è la parte dello scheletro del corpo che funge da raccordo per il rachide agli arti inferiori, il cinto pelvico viene costituito per una precisa ossificazione di tre punti, l'osso iliaco (che si genera solitamento verso i primi due mesi di gravidanza), l'osso ischiatico ( che fa la sua comparsa al terzo mese di gravidanza) e l'osso pubico (che si costituisce verso il sesto mese). Una volta arrivati a questo punto si sviluppa quella che viene definita matrice ossea assieme ad un sottile strato di cartilagine divide i punti di contatto di queste tre ossa che prende il nome di cartilagine y per via del suo essere che converge a livello dell'acetabolo assumendo la forma di una ipsilon.

Cinto pelvico

Cinto pelvico

Il cinto pelvico però non è composto solamente da questi tre punti ma anche da altre parti più piccole ma non meno importanti e raramente il cinto pelvico è soggetto a deformità congenite.

Tra le problematiche che possono essere relative al cinto pelvico, ricordiamo l'agenesia sacrococcigea, che consiste nell'assenza totale del sacro oltre che del coccige oppure in mutazioni particolari, che qualora fossero gravi possono causare atrofie muscolari nella zona glutei e gamba.

Altre problematiche possono derivare anche da importanti lesioni radicolo midollari, le quali possono portare a incontinenza e impotenza sessuale e queste gravi alterazioni possono essere trattate con appositi trattamenti sia ortopedici che chirurgici.

L'agenesia può colpire inoltre, anche l'articolazione sacroiliaca qualora fossero presenti delle fusioni a livello congenito alle articolazioni sacroiliache e tale problemantica causa una modificazione del bacino detta anche bacino obliquo ovalare di Naegel e questo stato può comportare alcune problematiche, come ad esempio, durante il parto oppure portare il soggetto colpito ad accusare la scoliosi, mentre l'agenesia della sinfisi pubica ovvero la sua mancanza può accompagnare problematiche vescicali come l'estrofia della vescica.

La seconda problematica può essere corretta con un apposito intervento chirurgico.

Le problematiche sopracitate sono abbastanza rare a differenza di quelle congenite a carico dell'acetabolo che viene colpito nella sua parte alta con un appiattimento verso l'alto e tale fenomento entra a fare parte delle displasie dell'anca in quanto si articola con il femore e questo può essere soggetto a tramumi e fratture.

Informazioni sul cinto pelvico...

Malattie

Lascia il tuo commento: