Cistite: sintomi e cause

Cause e sintomi della cistite, una problematica (purtroppo più diffusa di quanto si possa pensare) che colpisce le vie urinarie.

Che cosa è la cistite? Quali sono le cause e i sintomi della cistite? La cistite è un'infezione della vescica ma spesso con il termine cistite si va ad indicare tutta una serie di infezioni che colpiscono il sistema urinario caratterizzata da un sintomo principale che consiste nella sensazione di forte bruciore al momento della minzione, e lo stimolo frequente di urinare. Ma chi o cosa causa la cistiteLa causa principale che determina la cistite è data dall'infezione di batteri intestinali, colpisce soprattutto le donne che presentano un'uretra più corta rispetto agli uomini. Si calcola che circa il 40% delle donne potranno incorrere nel corso della loro vita in episodi di cistiti e ci sono casi in cui la cistite è asintomatica, soprattutto negli anziani. I motivi che portano ad un’infiammazione del genere sono diversi, ad esempio presenza di batteri nella vescica a causa di un ristagno di urina che non si riesce ad espellere. Altri casi che favoriscono la genesi della cistite possono essere anche relativamente semplici come l'assunzione di alcuni farmaci ( ad esempio gli antidepressivi), non fare esercizio fisico quotidiano e costipazione.

Cistite: sintomi e cause

Cistite


Tutte le cause possibili della cistite

LA CORRETTA IGIENE E' IMPORTANTE PER NON FAVORIRE LA FORMAZIONE DELLA CISTITE

Si tratta di un problema diffuso maggiormente tra le donne, a causa di un'uretra più corta rispetto a quella maschile. Le donne proprio per questo motivo, dovrebbero usare particolare attenzione e cura alla propria igiene intima (utile anche per prevenire eventuali cattivi odori e la vaginite). Problemi legati ad un fattore congenito. In presenza di ripetuti episodi di infezioni del sistema urinario, soprattutto nei ragazzi e giovani, si dovrebbero eseguire dei controlli approfonditi dell'uretra. Si potrebbe essere in presenza di una qualche malformazione del sistema urinario che impedisce lo svuotamento completo della vescica causando, pertanto, queste infiammazioni.

PERSONE CHE PORTANO UN CATETERE

Tutti coloro che portano un catetere per eliminare l'urina, hanno all'interno della loro vescica dei batteri. Di solito la loro presenza non provoca dolori o altro. Bisogna pertanto prestare attenzione nel momento in cui si cambia il catetere. Si possono creare delle micro lesioni che possono portare non solo ad una cistite ma si può arrivare anche a determinare un'infezione del sangue.

INGROSSAMENTO DELLA PROSTATA

La prostata, può provocare negli uomini adulti, se ingrossata, grande difficoltà nella minzione e conseguente non svuotamento completo della vescica. Gli stessi sintomi si verificano, nei maschi giovani, in caso di prostatite (infezione della prostata) oppure uretrite (infezione dell'uretra).

DONNE IN GRAVIDANZA

Nel caso di donne in stato interessante, la presenza di batteri nelle urine deve essere monitorata, soprattutto in assenza di dolori. Dev'essere eseguito un controllo frequente delle urine per evitare rischi di infezioni renali.

ALTRE CAUSE CHE POSSONO DETERMINARE CISTITE

Di regola, donne che hanno una frequente attività sessuale possono incorrere con maggiore frequenza in questo tipo di infiammazioni.

MALATTIE VENEREE

La Gonorrea e le infezioni da clamidia possono presentare sintomi simili alla cistiteOltre a ciò, spesso si è in presenza di perdite vaginali, sanguinamenti dopo rapporti sessuali e si può presentare la cervice infiammata. In ogni caso è da sottolineare il fatto che, in presenza di sintomi che possono far pensare alla cistite, bisogna sempre rivolgersi al proprio medico.

PARASSITI

Le persone che sono spesso all'estero, nord Africa o Medio Oriente, possono incorrere in infiammazioni vescicali causate da parassiti. Provocano sintomi simili alla cistite ma non ci sono batteri nelle urine.

DONNE IN MENOPAUSA

In questo periodo della sua vita la donna (menopausa), non avendo più la produzione ormonale che si ha quando si è in età fertile, incorre più facilmente in infiammazioni vescicali.

DERMATITE DA CONTATTO

Spesso l'uso di prodotti per l'igiene intima troppo aggressivi oppure inadeguati possono portare alla cistite.

Quali sono i sintomi più frequenti della cistite?

  • sensazione di bruciore e dolore durante la minzione.
  • stimolo frequente ad urinare.
  • urina densa con odore intenso.
  • una forte sensazione di dolore che interessa l'osso del pube.
  • i bambini di età inferiore ai 5 anni presentano dei sintomi diversi, come ad esempio debolezza, irritabilità, diminuzione dell'appetito e vomito.
  • donne anziane possono avere anche febbre, confusione e perdere il senso dell'equilibrio.
  • presenza di sangue nelle urine.

Chi corre maggiori rischi nel contrarre la cistite?

  • donne e ragazze con scarsa igiene intima.
  • donne incinte.
  • persone che presentano malformazioni congenite del sistema urinario.
  • uomini con prostata ingrossata.
  • coloro che portano un catetere.
  • persone che hanno rapporti sessuali non protetti.

Consigli utili in caso di cistite

Per consentire un agevole svuotamento della vescica si consiglia di bere parecchio nel corso della giornata. Un ottimo consiglio per consentire uno svuotamento totale della vescica è quello di stare in posizione eretta e non piegarsi in avanti. Il succo di mirtillo è un ottimo coadiuvante naturale per prevenire il rischio di incorrere in questo tipo di infezioni. Subito dopo un rapporto sessuale sarebbe buona norma urinare per eliminare i batteri presenti nell'uretra. Una delle cosa importanti da fare per evitare il ristagno di urina nella vescica è di urinare ogni 3 ore. Il ristagno di urina provoca diverse infiammazioni.

Quali sono attualmente le cure appropriate per la cistite?

In farmacia è presente una vasta gamma di prodotti per poter affrontare questo problema.

Se però si è in presenza di vomito o di sangue nelle urine o se la donna è incinta, allora bisogna immediatamente rivolgersi al proprio medico.

Come fa il medico a diagnosticare una cistite?

La diagnosi di cistite è duplice. Si basa sia sui sintomi che sui segni. Un esame completo delle urine è sicuramente da eseguire; sarà portato in laboratorio per la coltura batterica per poter diagnosticare il tipo di infiammazione. Se si è in presenza di una forte infiammazione, si renderà necessario eseguire l'antibiogramma per scoprire quale antibiotico sarebbe utile utilizzare per la guarigione. Laddove poi le recidive siano frequenti, si dovranno eseguire esami molto più approfonditi.

Chi è a rischio cistite?

Le donne sono i soggetti maggiormente a rischio. Di conseguenza, nel caso di donne che hanno ripetute infezioni, queste possono fare una cura preventiva periodica a base di antibiotici.

Informazioni utili sulla cistite

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo cistite: sintomi e cause

Cistite e problemi vari: cosa posso fare ?

ciao a tutti e quasi 1 anno da quando sono iniziati i problemi di cistite...ho i calcoli ai reni,prendo antidepressivo....,ho fatta una cura di antibiodico x 3 mesi ma ogni 15 giorni mi ritorna la cistite con forte fastidio..poi mi anno detto che dovevo fare una cura di (fermenti lattici)ma le cose non cambiano,,,......cosa devo fare?????

Consigli sulla cistite

ottimi consigli e molto chiari

Lascia il tuo commento: