Coito: Coito interrotto

Il coito è un atto che può essere fatto per piacere o per la procreazione.

Cosa è il coito? Cosa significa coito interrotto? Il coito altro non è che l'atto con il quale il maschio e la femmina trovano accoppiamento, il coito è strettamente legato con la comparsa dei caratteri sessuali secondari e può avere inizio quando la maturità sessuale sia del maschio che della femmina è arrivata a maturazione, ovvero quando il maschio diventa capace di procreare e la femmina di essere fecondata.


Il coito:

Tralasciando il piacere e restando in termini biologici, il coito rappresenta un atto con la finalità di assicurare la continuazione della specie e, perché questo avvenga, le funzionalità degli apparati genitali femminili e maschili devono essere ottimali.

Tecnicamente durante il coito il maschio provvede a depositare le cellule seminali comunemente chiamate spermatozoi nel canale vaginale della femmina mediante l'introduzione del membro in erezione nella vagina, dove per mezzo dell'eiaculazione di sperma, gli spermatozoi hanno modo di raggiungere l'utero e le trombe uterine (luogo dove lo spermatozoo raggiunge l'uovo e lo può fecondare).


Prima del coito:

Il corpo prima dei coito si prepara con normali reazioni fisiologiche, nel maschio ha inizio l'erezione del pene e nella donna si innesca un meccanismo che porta ad una erezione del clitoride abbinata a quella dei capezzoli, aumento della concentrazione sanguigna nella zona delle piccole labbra e del tratto inferiore della vagina ed il restringimento del lume.

Durante questa fase di eccitamento le ghiandole di bartolini locate ai lati della vagina iniziano a rilasciare un liquido lubrificante che ha il compito di favorire la penetrazione del pene poi vi sono i movimenti che tipicamente si fanno durante il coito fino a raggiungere l'intensa sensazione conosciuta con il nome di orgasmo ed è proprio durante l'orgasmo che il maschio ha l'eiaculazione che consiste nella fuoriuscita dello sperma all'interno dei genitali femminili, segue poi un senso di rilassatezza e soddisfazione sia fisica che mentale.


Coito e fecondazione:

Se il coito avviene nel periodo fertile, ovvero quando le ovaie hanno rilasciato la cellula "ovulo" (il che avviene solitamente attorno al quattordicesimo giorno di ciclo), lo spermatozoo potrà dare atto alla fecondazione ed all'inizio della gravidanza.

Altre cose da sapere sul coito:

Nella donna l'orgasmo è spesso accompagnato da un riflesso contrattorio intenso da parte dei muscoli vaginali alla liberazione di oxitocina mentre durante tutto il coito tende ad avere un innalzamento della frequenza cardiaca ed un accentuarsi della respirazione. Nel maschio dopo l'orgasmo l'erezione tende a ridursi in modo più o meno rapido ed in lui subentra un periodo refrattario dalla durata variabile per il quale non risponde più agli stimoli sessuali, cosa che non avviene nella donna che potrebbe tranquillamente ripetere l'atto anche nell'immediato.


Problematiche inerenti al coito:

Purtroppo il coito può essere impedito per quanto riguarda il soggetto maschile, per malformazioni, disturbi nervosi o altre problematiche croniche o temporali che non consentono lui l'erezione dando vita ad un fenomeno chiamato impotenza e producendo la conseguente impossibilità alla fecondazione. Inoltre, qualora non fosse protetto con l'uso di anticoncezionali come il preservativo, il soggetto sano può essere contagiato da malattie come hiv, la sifilide,la blenorragia ed altre chiamate appunto malattie veneree.


Dubbi comuni sul coito:

Il coito si può effettuare anche durante la gravidanza, ma a questo punto è consigliabile astenervisi durante il primo mese, perché in quei giorni l'utero ha la tendenza a contrarsi e lo stimolo del coito può generare la ripresa del l'attività contrattile ed essere in alcuni casi causa di aborto. Pertanto meglio sempre consultarsi con il proprio ginecologo.

La donna durante il suo primo coito riporta la normale lacerazione/deflorazione dell'imene che in certi casi può essere anche relativamente dolorosa e comportare perdite di sangue.


Coito non solo per riprodursi:

Il coito, in quasi tutte le culture del mondo è comunemente inteso come normale svolgimento di un rapporto fisico eterosessuale, atto a raggiungere l'orgasmo non solo per procreare ma anche per dare piacere, in quanto scandisce una sensazione di massimo godimento per entrambi i soggetti ed è tanto importante da essere considerato di alta rilevanza dal punto di vista psicofisico per i soggetti che lo praticano.


Coito interrotto cos'è:

Il coito interrotto è un metodo contraccettivo naturale al rapporto sessuale che in pratica consiste (da parte del maschio) nell'interrompere i normali movimenti del rapporto sessuale poco prima dell'orgasmo, questo medoto avviene estraendo il pene dalla vagina prima che avvenga la eiaculazione allo scopo di evitare una possibile fecondazione.

Questo metodo contraccettivo teoricamente sembra valido, in realtà risulta essere un metodo molto rischioso per una possibile gravidanza, inoltre il coito interrroto a lungo andare può favorire (secondo alcuni psicoanalisti) uno stato d'ansia per il soggetto maschile. Da tenere in considerazione che il coito interrotto non assicura nessuna prevenzione delle malattie veneree.

Informazioni generali sul coito

Corpo umano anatomia organi

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo coito: Coito interrotto

Coito interrotto

Molto chiaro e spiegato in modo esaustivo

Chiara esposizione sull'argomento del coito interrotto

D'accordo con Valentina per la chiarezza dell'esposizione

Lascia il tuo commento: