Colesterolo alto cosa fare

Cosa fare per il colesterolo alto? Per prima cosa, preoccuparsi il giusto senza allarmarsi troppo ed eccessivamente, il colesterolo è un grasso, anche chiamato lipide, di cui l’organismo necessita per funzionare correttamente. I livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, quando sono troppo alti, possono incrementare la possibilità di manifestare malattie cardiache, colpi apoplettici e altri problemi. Il termine medico per l’elevato livello di colesterolo nel sangue è “disordine lipidico”, o ipercolesterolemia.

Colesterolo alto cosa fare

Colesterolo alto cosa fare

Cause del colesterolo alto

Esistono molti tipi diversi di colesterolo.

Quelli di cui si parla di più sono:

  • colesterolo totale – è una combinazione di tutti i colesteroli;
  • colesterolo da alta densità di lipoproteina (HDL) – spesso chiamato “colesterolo buono”;
  • colesterolo da bassa densità di lipoproteina (LDL) – spesso chiamato “colesterolo cattivo”.

Per la maggior parte delle persone, i livelli anormali di colesterolo sono il risultato di stili di vita poco salutari – per lo più, una dieta ricca di grassi.

Altri fattori legati agli stili di vita sono:

  • eccesso di peso;
  • abuso di alcool;
  • scarsità di esercizio fisico e stili di vita sedentari.

Il diabete ed il colesterolo

Il diabete ed una ghiandola tiroidea ipoattiva possono indurre alti livelli di colesterolo. Altri stati di disordine indotti da alti livelli di colesterolo possono includere la sindrome da ovaia policistica e la nefrite.
Livelli troppo alti di ormoni femminili aumentano o mutano i livelli di colesterolo. Questo può includere donne che assumono la pillola per il controllo delle nascite o estrogeni, o che sono incinte. Anche il consumo di farmaci come determinati diuretici, i beta-bloccanti e alcune medicine usate per curare la depressione potrebbero anche innalzare i livelli di colesterolo.

Molti disordini che si trasmettono per via familiare conducono a livelli anormali di colesterolo e trigliceridi.

Tra queste sono incluse:

  • iperlipidemia combinata ereditaria;
  • disbetalipoproteinemia ereditaria;
  • ipercolesterolemia ereditaria;
  • ipertrigliceridemia ereditaria.

Fumo e colesterolo:

Il fumo non aumenta i livelli di colesterolo, ma può ridurre quelli di colesterolo buono (HDL).

Analisi e test per il colesterolo

Un test del colesterolo è effettuato per diagnosticare un disordine lipidico. Le linee guida degli Stati Uniti raccomandano di effettuare il primo screening del colesterolo a 20 anni. Tutti dovrebbero effettuarlo al massimo a 35 anni per gli uomini e 45 per le donne.  Risulta importante accordarsi con il proprio medico per stabilire gli obiettivi contro il colesterolo.

Quelli più generici sono:

  • 70-130 mg/dL di LDL (meglio cifre più basse)
  • più di 40-60 mg/dL di HDL (meglio cifre più alte)
  • meno di 200 mg/dL di colesterolo totale (meglio cifre più basse)
  • 10-150 mg/dL di trigliceridi (meglio cifre più basse).

Se i risultati delle analisi sono fuori dalla norma, il medico potrebbe anche prescrivere:

  • analisi della quantità di zuccheri (glucosio) nel sangue, per verificare il diabete;
  • analisi delle funzioni tiroidee, per rilevare un’eventuale ipoattività della ghiandola tiroidea.

Cure del colesterolo

Alcuni passi possono essere fatti da chiunque per migliorare i livelli di colesterolo, e far sì di prevenire malattie cardiache e attacchi di cuore. Innanzitutto, cambiare alcune abitudini di vita :

  • mangiare cibi naturalmente poveri di grassi, tra cui cereali, frutta e verdure. Usare salse e condimenti a basso contenuto lipidico;
  • leggere attentamente le tabelle nutrizionali dei cibi, per evitare quelli ricchi di grassi saturi;
  • fare regolarmente esercizio;
  • perdere peso se siè sovrappeso;
  • smettere di fumare: questo è il singolo passo più importante da fare per ridurre il rischio di malattie cardiache e attacchi di cuore.

Se queste accortezze non modificano la situazione, il medico potrebbe decidere di prescrivere dei farmaci, che dipendono da:

  • età;
  • aver avuto o meno malattie del cuore o altri problemi della circolazione sanguigna;
  • essere fumatori o sovrappeso,
  • avere la pressione alta o il diabete.

Sono ancor più necessari i farmaci per ridurre il colesterolo se:

  • si è malati di cuore o diabetici: il livello di LDL dovrebbe restare al di sotto di 100;
  • si è a rischio di malattie cardiache, pur non avendole ancora: il livello di LDL dovrebbe restare al di sotto di 130;
  • chiunque altro può ottenere benefici alla propria salute mantenendo il livello di LDL al di sotto di 160-190.

Esistono molti farmaci utili allo scopo, che operano in molti modi differenti. Alcuni sono più efficaci nell’abbassare il colesterolo cattivo, altri per i trigliceridi, altri ancora aiutano ad aumentare il colesterolo buono. Le statine sono un tipo di medicinale che abbassa il colesterolo.

Colesterolo alto cosa comporta:

Alti valori di colesterolo possono indurre un indurimento delle arterie, cioè l’arteriosclerosi. Ciò avviene quando i grassi, il colesterolo e altre sostanze si solidificano all’interno delle arterie e formano strutture rigide chiamate placche, che nel tempo possono ostruire le arterie e provocare mal di cuore, colpi apoplettici e altri sintomi. Se l’origine del problema è ereditaria, potrebbe essere più difficile controllarla.

In generale, tuttavia, uno stile di vita sano può aiutare a prevenire il colesterolo e l’accumulo di trigliceridi. Se si è esposti a particolari fattori di rischio è meglio fare tutte le analisi raccomandate dal proprio medico.

E' opportuno sapere nel dettaglio cosa fare per il colesterolo alto.

Colesterolo - Ridurre il colesterolo

Lascia il tuo commento: