Colesterolo: Cos'è, cosa mangiare e come curarlo

Abbassare i livelli di colesterolo nel sangue è importante per la salute della persona e fortunatamente è possibile agire in vari modi.

Colesterolo cosa fare e cosa mangiare? Il colesterolo è una sostanza grassa nota come lipidi, il colesterolo si trova per lo più nel fegato ed è prodotto dagli alimenti grassi e insalubri che mangiamo normalmente ed è essenziale per il normale funzionamento del corpo umano.

Quando si ha un livello troppo alto di lipidi nel sangue (iperlipidemia) si possono avere gravi effetti sulla salute in quanto aumenta il rischio di soffrire di ictus o di attacchi cardiaci.

Colesterolo: Cos'è, cosa mangiare e come curarlo

Colesterolo

Il colesterolo buono e il colesterolo cattivo

Il colesterolo non può spostarsi da solo in tutto il corpo, perché non si dissolve in acqua ed è invece, trasportato nel sangue da alcune molecole chiamate lipoproteine.

I due principali tipi di lipoproteine sono LDL e HDL

  • Lipoproteine a bassa densità (LDL). LDL è il principale trasportatore di colesterolo e trasporta il colesterolo dal fegato alle cellule che ne hanno bisogno. Se c'è troppo colesterolo per le cellule da utilizzare, questo può provocare un dannoso accumulo dello stesso nel sangue. Troppo colesterolo a bassa densità nel sangue può causare un accumulo di colesterolo nelle pareti delle arterie, il quale provoca malattie delle arterie.
    Per questo motivo, il colesterolo A BASSA DENSITÀ è conosciuto come “colesterolo cattivo”, ed è consigliabile averne sempre un livello abbastanza basso.
  • Lipoproteine ad alta densità (HDL). L’HDL trasporta il colesterolo dalle cellule al fegato, dove viene assimilato oppure espulso dal corpo come prodotto di scarto. Per questo motivo, è denominato 'colesterolo buono', e più alti sono i livelli del medesimo e meglio è.

La quantità di colesterolo nel sangue (inclusi sia LDL e HDL) può essere misurata tramite un esame del sangue.

Il medico può anche misurare il livello dei trigliceridi.

I trigliceridi sono i grassi che si utilizzano per produrre l'energia e provengono dall’assunzione di cibi grassi. Ciò che non viene assimilato si accumula nei tessuti adiposi del corpo. I trigliceridi in eccesso nel sangue aumentano anche eventuali problemi cardiaci.

Il normale livello di colesterolo

Il colesterolo del sangue viene misurata in unità chiamate milligrammi per decilitro di sangue, spesso abbreviato in mg/dl.
In alcuni paesi Europei, ogni due su tre persone adulte hanno un livello di colesterolo troppo alto. In media, gli uomini hanno un livello di colesterolo leggermente più basso rispetto alle donne. La popolazione del Nord Europa ha una delle più alte medie di concentrazione di colesterolo nel mondo.

I rischi del colesterolo alto

Le studi scientifici indicano chiaramente che livelli elevati di colesterolo possono causare restringimento delle arterie (aterosclerosi), attaccho cardiaco e ictus. Questo perché il colesterolo si accumula nelle pareti delle arterie, e limitano il flusso del sangue al cuore, al cervello e al resto del corpo. Inoltre fa aumentare la probabilità di formazioni di eventuali coaguli di sangue.

Il rischio di malattia coronarica (quando l'afflusso di sangue al cuore è bloccato o non è continuo) aumenta con l'aumentare livello di colesterolo nel sangue. Altri fattori, come la pressione alta e il fumo, possono aumentare questo rischio ancora di più.

Persone a rischio

Ci sono parecchi fattori che possono aumentare le probabilità di avere problemi di cuore o ictus se il livello di colesterolo è alto. Questi sono chiamati fattori di rischio:

  • Alcuni fattori di rischio, come ad esempio una dieta non sana e il fumo, possono essere cambiati modificando lo stile di vita.
  • Altri fattori di rischio, quali diabete o pressione sanguigna alta, possono essere trattati con l’uso di farmaci.
  • Alcuni fattori di rischio, come avere casi precedenti nella storia clinica familiare, di ictus o malattie del cuore, non possono essere modificati.

Sintomi del colesterolo alto

Il colesterolo alto non è una malattia, ma aumenta il rischio di altre patologie gravi come:

  • Patologie coronariche, causate da aterosclerosi (restringimento delle arterie),
  • Ictus
  • Ictus in forma leggera (ischemico transitorio o TIA).

La malattia coronarica

Un elevato livello di colesterolo nel sangue, insieme ad un alto livello di trigliceridi, può aumentare il rischio di sviluppare malattie coronariche. La patologia coronarica è causata dal restringimento delle arterie che forniscono di sangue il cuore e tale restringimento si chiama aterosclerosi. Il colesterolo e altre sostanze si accumulano gradualmente nel rivestimento interno di un'arteria. Questo accumulo, conosciuta come placca, di solito colpisce le piccole e medie arterie.

Il flusso di sangue attraverso le arterie è limitato a causa della riduzione dello spazio all'interno dell’arteria. I coaguli di sangue, che spesso si verificano nelle arterie coronarie (che vanno al cuore) nel corso di un attacco di cuore, hanno più probabilità di svilupparsi quando pareti delle arterie diventano ruvide a causa della formazione di depositi di grasso.

I sintomi di aterosclerosi possono comprendere:

  • Angina (dolore al petto o in parti del corpo vicine), causata da arterie che vanno al cuore molto ridotte.
  • Dolore alle gambe quando si fa esercizio fisico, causata dalla dimensione molto ridotta delle arterie che vanno agli arti inferiori.
  • Coaguli di sangue e vasi sanguigni rotti, il che può provocare un ictus o un mini-ictus.
  • Rottura delle placche, che può portare allo sviluppo di un coagulo di sangue che si forma in una delle arterie che porta il sangue al cuore (trombosi coronarica). Se una notevole quantità di muscolo cardiaco è danneggiato, questo può portare ad attacchi cardiaci, insufficienza cardiaca e morte.
  • Depositi di colesterolo attorno agli occhi, nella pelle o nei tendini. Depositi di colore giallastro possono formarsi nella pelle delle palpebre e gli anelli bianchi si possono formare attorno al bordo dell'iride. In rari casi, depositi bianchi di colesterolo si formano nei tendini, in particolare attorno le nocche o nel tendine di Achille (la parte posteriore del tallone). Questi depositi possono essere osservati in persone con problemi ereditari di colesterolo alto (ipercolesterolemia familiare).

Ictus e mini-ictus

Un ictus o mini-ictus, detto anche TIA, si verifica quando l'afflusso di sangue al cervello subisce variazioni. Nel caso di TIA, questo rientra alla normalità entro 24 ore. I sintomi variano da persona a persona, ma potrebbero includere parziali paresi del volto, la debolezza delle braccia o difficoltà nel parlare. I sintomi di un mini-ictus in genere migliorano molto rapidamente.

Trigliceridi

I trigliceridi sono un altro tipo di sostanza grassa presente nel sangue. Essi sono prodotti dal fegato e si trovano anche in prodotti lattiero-caseari, nella carne e in olii da cucina. Le persone che tendono ad essere in sovrappeso, che assumono una dieta ricca di grassi o alimenti zuccherati o che bevono una grande quantità di alcool hanno un rischio aumentato di molto di avere un livello di trigliceridi alto.

Ipercolesterolemia familiare:

L’ipercolesterolemia familiare è un termine medico per indicare il colesterolo alto ereditario. Circa un caso ogni 500 persone eredita questa patologia da un genitore. Se il colesterolo non viene eliminato correttamente dal flusso sanguigno, la sua presenza farà sì che le persone vivano con più elevati livelli di colesterolo e con la possibilità di sviluppare anticipatamente problemi di cuore.

Una serie di fattori diversi può contribuire ad un elevato tasso di colesterolo nel sangue, tra cui:

  • stile di vita,
  • Fattori curabile
  • Fattori fissi.

Fattori dovuti allo stile di vita

Vi sono numerosi fattori causati dallo stile di vita che possono aumentare il rischio di sviluppare il colesterolo elevato nel sangue.

Questi includono:

  • Dieta malsana. Alcuni alimenti, come il fegato, i reni e le uova, contengono colesterolo (noto come colesterolo alimentare). Tuttavia, il colesterolo alimentare ha scarsi effetti sul colesterolo nel sangue. Più importante è la quantità di grassi saturi nella dieta quotidiana. Gli alimenti ad alto contenuto di grassi saturi sono la carne rossa, i pasticci di carne e gli insaccati, i formaggi stagionati, il burro e il lardo, la pasta, le torte, i biscotti e la crema di latte, tra cui panna acida e panna.
  • Mancanza di esercizio o attività fisica. Questo può far aumentare il vostro livello di colesterolo 'cattivo' (A BASSA DENSITÀ) nel sangue.
  • L'obesità. Se si è in sovrappeso, si possono avere alti livelli di colesterolo A BASSA DENSITÀ e di trigliceridi e un minor livello di HDL.
  • Bere quantità eccessive di alcol. Bere regolarmente molto alcol può aumentare il livelli di colesterolo e trigliceridi.

Fattori curabili

Le persone con ipertensione (pressione alta) e diabete spesso hanno anche il colesterolo alto. Alcune patologie mediche, come quelle dei reni e del fegato o collegate a un cattivo funzionamento della ghiandola tiroide, possono anche causare livelli elevati di colesterolo.

Fattori fissi

Ci sono anche un certo numero di fattori associati al colesterolo alto che non possono essere modificate, tra cui:

  • Storia familiare con casi di patologie cardiache o ictus precoce. Vi sono più probabilità di avere il colesterolo alto, se si ha un parente stretto, nella fattispecie di sesso maschile (padre o fratello) con meno di 55 anni o una parente di sesso femminile (madre o sorella) di età inferiore ai 65 anni che hanno avuto patologie coronariche o ictus.
  • Una storia familiare con una patologia collegata al colesterolo, ad esempio se un parente stretto, come un genitore, un fratello o sorella, è affetto da ipercolesterolemia ereditaria.
  • L’età. Più si è anziani, maggiore è la probabilità di sviluppare aterosclerosi.
  • Appartenenza a particolari gruppi etnici. Le persone che sono di origine indiana, pakistana, bengalese o dello Sri Lanka hanno un rischio più elevato di avere problemi di colesterolo alto nel sangue.

Se si è affetti da un fattore di rischio fisso (o un numero di fattori di rischio fissi), è ancora più importante ridurre i fattori di rischio dovuti allo stile di vita e fattori di rischio curabili che si possono avere.

Diagnosticare il colesterolo alto

I livelli di colesterolo nel sangue sono misurati con un semplice esame del sangue. È possibile che venga chiesto di rimanere a digiuno per 12 ore prima della prova (di solito anche quando si dorme di notte). Ciò garantisce che tutti gli alimenti sono stati completamente digerito e non influiranno sull'esito del test. Il medico o l'infermiere che effettuerà il test del sangue sarà in grado di prelevare un campione di sangue usando un ago e una siringa o, pungendo un dito.

Questo campione di sangue verrà utilizzato per determinare la quantità di colesterolo a bassa densità (colesterolo cattivo), colesterolo ad alta densità (colesterolo buono) e dei trigliceridi (altre sostanze grasse) nel sangue.

Chi dovrebbe fare questo esame del sangue?

Chiunque può avere il proprio livello di colesterolo nel sangue testato, ma è particolarmente importante farlo controllare se:

  • È stata diagnosticata una patologia coronarica, ictus o mini-ictus o ci sono problemi di arterie alle gambe.
  • Si hanno più di 40 anni di età.
  • Si ha una storia clinica familiare con patologie cardiovascolari precoci (ad esempio, se ci sono casi di malattia cardiaca del padre o del fratello o ha avuto un attacco cardiaco o ictus prima dei 55 anni, o se la madre o la sorella hanno avuto le medesime condizioni prima dei 65 anni) .
  • Un parente stretto ha una patologia correlata al colesterolo, come l'ipercolesterolemia ereditaria (colesterolo alto ereditario).
  • Si è in sovrappeso o obesi.
  • Si ha la pressione sanguigna alta o il diabete.
  • Se vi sono altre condizione mediche particolari come patologie del rene, o della ghiandola tiroide o una infiammazione del pancreas (pancreatite). Queste condizioni possono causare un aumento dei livelli di colesterolo o di trigliceridi.

Valutazione del rischio

Nel valutare il rischio di infarto o ictus, il medico può fare riferimento al tasso di colesterolo. Questo è il livello di colesterolo totale diviso per il livello di colesterolo HDL (colesterolo buono). I livelli del colesterolo o tasso del colesterolo non dovrebbe essere valutati da soli.

Un certo numero di altri fattori dovrebbero essere presi in considerazione per valutare il rischio, tra cui:

  • BMI (indice di massa corporea), che misura il peso in relazione alla tua altezza.
  • Fattori di rischio curabili, come la pressione alta (ipertensione), diabete e altre patologie mediche.
  • L’ età, il sesso, la storia familiare e l’ etnia.

Alla fine della valutazione, vi verrà detto se si potrebbe avere un elevato, moderato o basso rischio di contrarre problemi cardiovascolari (malattie cardiache o ictus) entro i prossimi 10 anni.

Curare il colesterolo alto

Se è stato diagnosticato il colesterolo alto, solitamente il primo metodo di cura previsto è apportare alcune modifiche alla dieta (adozione di una dieta a basso contenuto di grassi) e fare regolarmente molto esercizio fisico. Dopo pochi mesi, se il livello di colesterolo, non si è abbassato, di solito si consiglia di assumere farmaci per abbassare il colesterolo.

Dieta (cosa mangiare e cosa evitare)

Nutrirsi con una dieta sana e povera di grassi saturi può ridurre il livello di colesterolo a bassa densità (colesterolo cattivo). Se si appartiene a una categoria ad alto rischio di contrarre malattie cardiovascolari (malattie cardiache e ictus), alterare la dieta non riduce di molto il rischio. Tuttavia, mangiare una dieta sana e bilanciata ha molti altri vantaggi per la salute oltre a ridurre il livello di colesterolo.

Una dieta sana include cibi di tutti i gruppi di alimenti:

  • Carboidrati (cereali, pane integrale, patate, riso e pasta),
  • Proteine (carne magra, fagioli e pesce),
  • Grassi insaturi
  • Frutta e verdura (almeno cinque porzioni al giorno).

Farmaci che abbassano il colesterolo

Ci sono diversi tipi di farmaci che abbassano il colesterolo, e che funzionano in modo diverso. Il medico può consigliare il tipo più adatto di trattamento. I farmaci più comunemente prescritti sono indicati di seguito.

Statine

Le statine bloccano l'enzima (un tipo di sostanza chimica) nel fegato che è necessario per produrre il colesterolo riducendo così il livello di colesterolo nel sangue. Si inizia di solito con il farmaco chiamato simvastatina (Zocor). Tra le altre statine vi sono l’atorvastatina (Lipitor) e la rosuvastatina (Crestor). Quando una persona soffre di effetti collaterali usando una statina, questo sintomo viene descritto come 'intolleranza'. Gli effetti collaterali includono dolori muscolari e problemi di stomaco.

In genere è necessario prendere le statine per tutta la vita poichè i livelli di colesterolo iniziano nuovamente a salire una volta che si smette di prenderli.

Aspirina

Una bassa dose giornaliera di aspirina può essere prescritta, a seconda dell’ età (bambini sotto i 16 anni non dovrebbero assumere aspirina) e di una serie di altri fattori. Le basse dosi di aspirina possono prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Niacina

La niacina è una vitamina B che si trova in alcuni alimenti e integratori di vitamine. In dosi elevate (a seconda della prescrizione), la niacina riduce il colesterolo a bassa densità e i trigliceridi e fa aumentare il colesterolo ad alta densità. Tuttavia, può causare anche effetti indesiderati, in particolare vampate di calore (che fanno diventare rossi in volto), quindi non è comunemente usato.

Altri farmaci

L’ezetimibe è un farmaco che blocca l'assorbimento del colesterolo dal cibo e dei succhi biliari dall’intestino al sangue. In generale non è efficace come le statine, ma è ben tollerato. Si può prendere l’ezetimibe assieme alle statine, se i livelli di colesterolo non sono ancora abbastanza bassi con la statina da sola.

Gli effetti collaterali di questa combinazione sono generalmente gli stessi di quelli della statina (dolori muscolari e problemi di stomaco). Si può anche assumere l’ezetimibe da sola se non si riesce a prendere la statina. Ciò può essere dovuto al fatto che sono presenti altre patologie di salute o si stanno assumendo altri farmaci che interferiscono con il funzionamento della statina, o perché si verificano effetti collaterali da statine. L’ezetimibe preso da solo raramente causa effetti collaterali.

Si può aiutare a prevenire un tasso di colesterolo elevato mangiando una dieta sana ed equilibrata a basso contenuto di grassi saturi. Una piccola quantità di grassi insaturi nella dieta può essere sano poichè questo tipo di grasso può ridurre i livelli di colesterolo.

Si pensa che la dieta mediterranea tradizionale, con abbondante olio d'oliva e un basso contenuto di grassi di origine animale, fa bene alla salute cardiovascolare (la salute del cuore e circolazione sanguigna).

Gli alimenti ricchi di grassi insaturi sono:

  • Pesce azzurro
  • Avocado
  • Noci e semi
  • Olio di girasole, di colza e d'oliva
  • Olii vegetali.

Perdere peso

Se ci sono problemi dovuti al sovrappeso, perdere peso, dovrebbe aiutare a ridurre il livello di colesterolo. L'esercizio fisico regolare può aiutare a perdere peso.

Importanti informazioni sul colesterolo (cosa mangiare e cosa non mangiare)

Colesterolo - Ridurre il colesterolo

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo colesterolo: Cos'è, cosa mangiare e come curarlo

per quanto tempo dovro`prendere crestor da 10 mg
sono gia`4 anni che lo prendo

Buonasera, ho 42 anni e, purtroppo, il livello di colesterolo alto, 360, colesterolo HDL 71. Sono vegetariana, carne quindi non ne mangio, anche uova, latticini e formaggi. Pratico sport da 20 anni e da 5 anni mi sono dedicata solo al nuoto e cammino ogni giorno, facendo 6-10 km. La mia domanda è questa: prendo la statina da una settimana, Crestor da 10 mg, una volta stabilito il livello del colesterolo, posso passare solo agli integratori? Purtroppo non riesco ad accettare la statina, in quanto mi provoca malessere, tipo mal di stomaco e capogiri. Per il dolore ai muscoli prendo il coenzima Q10. Aspetto con ansia una risposta. Cordiali saluti.

Prendo aromasin ma si sono alzati i livelli di colesterolo...

Buonasera, da marzo sto prendendo Aromasin per via di un carcinoma mammario.purtroppo questo farmaco fa alzare i livelli di colesterolo 252, HDL 46,rischio vascolare 5,48 Trigliceridi 253 e colesterolo LDL 155,40. Cosa posso fare per diminuire un po' questi valori? Ovviamente prendo una pasticca per diminuire il colesterolo Simestat 5 mg, però vorrei sapere anche un vostro consiglio.Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

Lascia il tuo commento: