Colesterolo hdl alto

Il colesterolo hdl alto non comporta particolari sintomi, ma meglio chiedere sempre al proprio medico come comportarsi, invece il colesterolo generale è uno dei grassi del corpo (lipidi), praticamente il colesterolo e i trigliceridi sono elementi basilari per la struttura delle cellule e sono utilizzati anche nella produzione degli ormoni e d’energia. Per certi versi, il livello di colesterolo nel sangue dipende da ciò che si mangia, ma dipende soprattutto da come il corpo produce il colesterolo nel fegato. Avere troppo colesterolo nel sangue non è una malattia in sé, ma può portare all’indurimento e al restringimento delle arterie (arteriosclerosi) nei sistemi vascolari maggiori.

Colesterolo hdl alto

Colesterolo hdl alto

Quanti tipi di colesterolo esistono?

Per motivi di semplicità, ci sono due tipi di colesterolo: uno "buono" legato a lipoproteine ad alta densità (HDL) e uno "cattivo" legato a lipoproteine a bassa densità (LDL).

  • L’HDL ha un effetto utile nel ridurre il colesterolo e riportarlo al fegato. L’HDL protegge, di fatto, contro l'arteriosclerosi.
  • L’LDL può contribuire all’insorgere di malattie del cuore e della circolazione (malattie cardiovascolari).

È la percentuale di colesterolo LDL e colesterolo HDL che influenza il grado fino al quale l’arteriosclerosi può causare problemi (rischio cardiovascolare). È possibile abbassare Il livello di colesterolo LDL seguendo una dieta povera di grassi e, se necessario, assumendo farmaci. Con l’esercizio fisico si può aumentare il livello di colesterolo HDL.

Che cosa è il colesterolo alto?

Un campione di sangue, preso dopo che una persona ha digiunato per parecchie ore, può essere usato per misurare i livelli di tutte le forme di colesterolo.

I livelli di colesterolo si distinguono nelle seguenti categorie:

  • Livello ideale: livello di colesterolo nel sangue meno di 5 mmol / l.
  • Livello di colesterolo leggermente elevato: tra i 5 e i 6,4 mmol / l.
  • Livello di colesterolo moderatamente elevato: tra 6,5 a 7,8 mmol / l.
  • Livello di colesterolo molto alto: al di sopra dei 7,8 mmol / l.

Oltre a questo, i medici devono anche valutare:

  • Il rapporto tra colesterolo buono e cattivo
  • La presenza d’altri fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, come il fumo, il diabete e la pressione alta.

È possibile che qualcuno abbia un alto livello di colesterolo totale e presenti ancora un rischio cardiovascolare relativamente basso a causa dell’assenza d’altri fattori di rischio o perché la storia familiare non presenta malattie coronariche. Chiunque abbia stabilito un record di malattie cardiovascolari, come angina (dolore al petto), un precedente infarto, angioplastica coronarica o intervento di by-pass coronarico dovrebbe consultare un medico per mantenere il livello di colesterolo totale sotto i 5 mmol / l, oppure l’LDL al di sotto i 3 mmol / l.

Che cosa può causare alti livelli di colesterolo?

Sia i fattori ereditari che quelli ambientali influenzano il livello di colesterolo.
Se i livelli di colesterolo ereditato sono molto alti, si parla d’ipercolesterolemia familiare (FH). Si parla d’iperlipidemia familiare combinata (FCH) quando anche i livelli di trigliceridi sono molto elevati.
I livelli possono anche essere influenzati dalla parte del mondo in cui si vive: i livelli di colesterolo nei paesi del Europa settentrionale sono più alti dei paesi dell’Europa meridionale e molto più alti dell’Asia.
Sappiamo che la dieta è un fattore importante: con le diete ad alto contenuto di grassi saturi (dolci, paste, carne, latticini) il colesterolo aumenta.

Il colesterolo alto è anche legato ad altre patologie come:

  • Metabolismo ridotto a causa di problemi alla tiroide
  • Malattie renali
  • Diabete
  • Abuso d’alcol.

Quali sono i sintomi del colesterolo alto nel flusso sanguigno?

Non si può sentire se si hanno livelli elevati di colesterolo nello stesso modo in cui è possibile sentire un mal di testa, ma un livello alto combinate con altri fattori di rischio può portare all’arteriosclerosi e a sintomi di malattie cardiovascolari.

L'arteriosclerosi è l'accumulo di colesterolo e di grassi (depositi di grasso o placche) sulle pareti delle arterie. Le arterie si restringono e induriscono, la loro elasticità scompare e diventa difficile per il sangue fluire attraverso esse. Queste placche di grasso possono rompersi, causando la coagulazione del sangue intorno alla rottura. Se il sangue non può quindi arrivare in una parte del corpo, il tessuto muore.

I seguenti sono tutti sintomi di malattie cardiovascolari

Essi dipendono dal grado di restringimento, dalla probabilità che le placche si rompano (vulnerabilità) e dall'organo alimentato dalle arterie interessate.

  • Se le arterie che riforniscono gli arti inferiori si restringono, questo può causare dolore alle gambe quando si cammina o si corre (claudicatio intermittens). Se un coagulo blocca improvvisamente il principale vaso periferico per l'arto inferiore, la gamba può morire perché non è alimentata a tal punto da richiedere l'amputazione.
  • Nel cervello, un coagulo di sangue (trombo) può bloccare un'arteria o un vaso sanguigno più piccolo può rompersi, causando emorragie locali (sanguinamento). In entrambi il risultato sarà un colpo apoplettico.
  • Nel cuore, le arterie coronarie ridotte provocano angina e la rottura delle placche causa coaguli di sangue che possono portare all’infarto. Questo può causare una funzione cardiaca ridotta se una notevole parte del muscolo cardiaco è danneggiata.
  • Se le arterie della carotide del collo si restringono, si possono formare coaguli che si diffondono fino al cervello. Questo può portare ad un ictus o un "mini-ictus" ripetuto (attacchi ischemici transitori o TIA).
  • È comune che le persone più colpite da arteriosclerosi contraggano la malattia in diverse arterie, tra cui:
  • L'aorta, la principale arteria del torace e dell'addome
  • Arterie renali
  •  Vasi mesenterici (intestinali).

Cosa si può fare per prevenire le malattie cardiovascolari?

Il colesterolo alto è solo uno fra i tanti fattori di rischio che portano all’indurimento delle arterie. Altri fattori di rischio principali sono elencati di seguito.

  • Fumo: una recente ricerca dimostra che le donne di mezza età e gli uomini che fumano presentano un rischio più elevato di avere un infarto. Il rischio diminuisce negli anni dopo aver smesso di fumare.
  • Dieta: il cibo è un altro fattore importante. È raccomandata una dieta mediterranea costituita da pane, frutta, verdura e piccole quantità di carne magra, pesce e olio d'oliva.
  • Alcol: il consumo moderato riduce l'effetto negativo del colesterolo LDL ed aumenta il colesterolo HDL. Un consumo esagerato aumenta la pressione sanguigna e danneggia il fegato, portando ad un effetto negativo complessivo.
  • Esercizio fisico: anche su piccola scala, questo può ridurre il rischio di malattia dell’arteria coronarica. Un esercizio fisico intenso aumenta la capacità del sangue di rompere i coaguli.
  • Peso del corpo: è importante per evitare l'obesità, soprattutto quando il grasso è intorno allo stomaco.

Come fa il medico a fare una diagnosi?

Dopo un digiuno di 12 ore in cui può essere consumata solo acqua, un campione di sangue è preso per determinare il livello di:

I livelli del test sono regolati in modo da tener conto d’età, peso, diabete, malattie renali e metabolismo ridotto.
La quantità di colesterolo aumenta anche durante la gravidanza e si riduce notevolmente per almeno tre mesi dopo un infarto.Il medico può fare una stima approssimativa dell’estensione della malattia cardiovascolare, controllando il polso, la pressione sanguigna, auscultando il cuore e le grandi arterie, verificando il funzionamento renale con un esame del sangue e organizzando un test da sforzo.

Com’è trattato il colesterolo alto?

Un farmaco per abbassare il colesterolo è necessario se il livello del colesterolo totale rimane superiore a 5 mmol / l e se si soffre già di malattie cardiovascolari. Il farmaco può anche essere necessario nel caso in cui le modifiche alla dieta e allo stile di vita non riescano a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Curiosità dedicate all'argomento colesterolo:

Ora ci sono linee guida nazionali in modo da aiutare il medico a valutare il rischio cardiovascolare per il colesterolo e verificare la pressione sanguigna. Il medico può calcolare il "rischio cardiovascolare" basandosi sulla pressione arteriosa, il peso e l’anamnesi.

Le statine (ad esempio simvastatina, atorvastatina, rosuvastatina) sono i farmaci più efficaci per abbassare il colesterolo. Queste riducono la produzione di colesterolo "cattivo" LDL da parte del fegato, che diminuisce i livelli di colesterolo LDL nel sangue fino al 50%. Sebbene le statine siano in genere molto efficaci, i trattamenti senza statine come Ezetrol (ezetimibe) sono disponibili se ci sono effetti collaterali come dolori muscolari. Questi possono essere utilizzati anche in combinazione con le statine se i livelli di colesterolo rimangono alti o se un livello elevato di statina causa effetti collaterali. Esistono anche trattamenti più vecchi, come i fibrati, che possono essere molto efficaci se usati in combinazione con altri trattamenti più moderni.

Considerazioni sul rischio per la salute con il colesterolo hdl alto

In breve, il colesterolo generale deve essere tenuto d’occhio per evitare malattie gravi. Seguire i consigli riportati garantisce un’ottima prevenzione. È bene consultare un medico in caso di colesterolo alto.

Suggerimenti e consigli per evitare i rischi di un colesterolo hdl elevato.

Colesterolo - Ridurre il colesterolo

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo colesterolo hdl alto

colesterolo hdl alto

Molto chiara e comprensiva la spiegazione. Grazie.

Lascia il tuo commento: